Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 17 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 161

Discussione: Il tempo nell'aldilà

  1. #21
    Veterano di CR L'avatar di mare profondo
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    piacenza
    Età
    36
    Messaggi
    1,383
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da mariacarla Visualizza Messaggio
    Mare Profondo carissima, io ti invito spesso solo a riflettere su quello che scrivi, ed in quest'ultimo caso rileggi "ci sarà, il Signore, e il nulla, perché mancherà la percezione. Questo, è come l'immagino.." Siamo qua, almeno io, non per scrivere quello che ci passa per la testolina ma per crescere, e sono pronta e grata delle bacchettate che mi possa dare chi ne sà più di me: mi aiutano a migliorare. Io sono felice quando mi si faccia notare che ho scritto o detto qualcosa di poco senso perchè, per lo meno, me lo rivado a leggere e mi metto in discussione. Se per te non è così, e preferisci le carezzine in testa qualsiasi cosa tu dica, mi asterrò dallo scrivere con te e sono sicura che sopravviverai benissimo...
    Abbiamo tutti bisogno di "educazione" e normalmente questa non passa per il buonismo.
    Le persone o cose che io vedo come minacce sono altre, Mare profondo, su questo non ti crucciare.
    Certo, apprezzo, moltissimo quando, mi si faccia notare che sbaglio. Non voglio le carezzatine come tu dici. Non le sopporto, le carezzattine tanto, per darle. Non le voglio e ne faccio, a meno.. non ho bisogno di quello. Le critiche, mi servono, per crescere e gli ostacoli ben vengano, sono prove che aiutano, tantissimo.
    Rifletterò notevolmente su quello, che ho scritto. In fondo, la domanda, è: come l'immagini.. e io ho scritto, come l'immaginavo, ed è stata non la prima cosa che avevo, per la testa..
    So, come è inteso, il Paradiso, non sono sciocca leggo, il Compendio.
    Salutoni, Mariacarla, ok grata delle tue bacchettate, in fondo mi serviranno. Grazie, di avermelo fatto, notare. Ho molto rispetto, per te. Alla prossima.. chiudo, e passo..
    Ultima modifica di mare profondo; 18-07-2008 alle 09:53

  2. #22
    Gran CierRino L'avatar di Ismael
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Groningen
    Età
    38
    Messaggi
    8,495
    Ringraziato
    19
    Citazione Originariamente Scritto da mare profondo Visualizza Messaggio
    Ah scusami. hai ragione. Siccome una volta morti, saremo "addormentati," non c'è nulla. Non si percepisce nulla. E' come dormire all'infinito, senza mai svegliarsi. Quindi, il nulla, immagino..
    Quella era la concezione ebraica di 'sheol'. O la concezione dei Testimoni di Geova.

    Nel Cristianesimo, e lo dice Gesù stesso, i morti sono ben coscienti nel loro loco di permanenza.

  3. #23
    Partecipante a CR L'avatar di vonengeln
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Legnano (arcidiocesi di Milano)
    Età
    56
    Messaggi
    540
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da est modus Visualizza Messaggio
    Ma cosa fanno tutto il giorno ???
    I beati contemplano Dio e in Lui e per Lui ogni cosa passata, presente e futura, ma non solo ogni cosa esistente ma anche ogni cosa possibile.

    I dannati sono in un abisso di disperazione ed angoscia senza fine, pieni di odio verso se stessi, verso Dio che li ha creati, verso chi li ha spinti ed incoraggiati al male, odiando infine i beati per il Bene sommo che loro hanno perso per sempre.

    Per la misericordia di Dio le anime non ancora sante, ma legate per qualche affetto ancora alle cose terrene si purificano, attraverso al fuoco, per giungere ad essere degni dell'amore di Dio e poterlo contemplare come Egli è.

  4. #24
    Veterano di CR L'avatar di mare profondo
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    piacenza
    Età
    36
    Messaggi
    1,383
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Ismael Visualizza Messaggio
    Quella era la concezione ebraica di 'sheol'. O la concezione dei Testimoni di Geova.

    Nel Cristianesimo, e lo dice Gesù stesso, i morti sono ben coscienti nel loro loco di permanenza.
    Concezione ebraica??? Mah.. non ho studiato, nulla di dottrina ebraica.. ahhhh!!!!

    Forse, mi hanno influenzato, i tdg con un loro studio biblico, che avevo fatto anni fa.. ahhhhhh!!! Credo, che dovrò rimuovere tutto, quello che avevo imparato, e ripartire da zero. O piantarla di frequentarli... ahhhhh!!!

    Ismael mio padre mi diceva sempre: una volta morti, siamo addormentati. Una volta morti, non avremo, piu' percezione, piu' nulla. Staremo, solo, con il Signore e noi saremo, anime oppure l'insegnamento, di mio padre è sbagliatissimoo!!! Così, me lo immagino, senza tempo, e nulla e anime spirituali assieme a Dio. Vi prego, se sbaglio ditemelo.. fatemi capire!
    Ultima modifica di mare profondo; 18-07-2008 alle 10:26

  5. #25
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Italia
    Età
    82
    Messaggi
    1,478
    Ringraziato
    19

    Il tempo nell'aldilà

    Citazione Originariamente Scritto da D'Aquino Visualizza Messaggio
    Come lo immaginate?
    Io penso che non esista, o comunque sia avvertito in modo completamente diverso da come lo avvertiamo noi.
    Per questo, credo che i nostri defunti non siano assillati dal trascorrere del tempo, ma vivano in una dimensione fuori da spazio e tempo, in attesa della resurrezione.
    Però non riesco ad immaginare se sono sempre vicino a noi, oppure se ad esempio i defunti da molto tempo si sono distaccati in maniera sensibile dalla sfera umana e sono proiettati in una sfera superiore.
    Mi piacerebbe sapere che idee avete a riguardo voi tutti, o solo se ci pensate oppure no.
    Se l'aldilà è l'eternità e io mi ci trovassi, la mia consapevolezza (la mia coscienza) sarebbe a contatto e in relazione con l'eterno presente.
    Nel di qua , il presente dura poco e subito diventa passato perchè si fissa nella memoria, nell'aldilà non essendoci più il cervello che magazzina nella memoria, la mia relazione con tutto quello che incontrerò è solo continua e presente.
    Se dopo la morte, vive ancora la mia anima ,come insegna la fede cattolica, la sua (mia) autococonsapevolezza, o coscienza, è tutta presente in lei, e , a seconda di ciò che incontra e sente, vive l'emozione del presente e questo in un etenno susseguirsi di presente , senza ricordi del passato e /o speranza di futuro se la sua autoconsapevolezza o qualcun altro non glielo dice o glielo ricorda.

    Ho provato ad immaginare come sarà l'aldilà raginandoci sù.

  6. #26
    Gran CierRino L'avatar di Ismael
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Groningen
    Età
    38
    Messaggi
    8,495
    Ringraziato
    19
    Sarebbe interesante definire il tempo, come ho già detto, prima di parlarne.

    Cercherò di dare una mia risposta scientifico-filosofica.

    Io lo definisco così, una definizione che si avvicina molto a quelle scientifiche (oltre che ad alcune filosofiche):
    Il tempo è la successione degli eventi in rispetto della casualità.

    Questo implica:
    -Casualità (causa seguita dall'effetto) che esclude la simultaneità.
    -Continuità, ovvero non ci sono momenti in cui il tempo si ferma per un momento ma esso fluisce sempre in avanti altrimenti si violerebbe la casualità
    -Per ultimo e forse il punto più importante: Il tempo è la successione degli eventi e gli eventi sono cambiamenti di 'oggetti', quindi il tempo implica l'esistenza di oggetti.

    NOTA:Per 'oggetto' intendo ogni entità od oggetto individuale: un uomo, un cane, un pianeta, un asteroide, un atomo, un quark, un elettrone, etc....
    Non sono oggetti individuali gli eventi (come la guerra) che sono modificazioni e movimenti degli oggetti individuali o le proprietà degli oggetti individuali (es. il verde)

    Interessante: Il terzo punto è comndiviso da parte della comunità scientifica: il tempo prima del Big bang è detto 'Tempo Augustiniano' (in onore di S. Agostino che filosofò sul tempo). Prima di questo momento la scienza non può dire niente sul tempo (che poi è una dimensione) e prima del Big Bang probabilmente, come le dimensioni spaziali, non esisteva.

    Ritornando dalla piccola digressione scientifica possiamo definire non solo gli oggetti materiali (visibili direbbe il Credo) ma anche quelli spirituali (invisibili) come Oggetti individuali.

    Quindi non solo l'uomo e l'elettrone, ma anche un angelo o un serafino sono oggetti individuali.

    Questi, a differenza di Dio, che è eterno, sono esseri limitati, quindi anche loro soggetti alla casualità. Questo ce lo mostra la rivelazione.
    Infatti c'era un Prima quando Dio creò gli angeli ed essi erano tutti buoni e poi ci fù un Dopo quando Satana e gli angeli ribelli si trovavano scacciati dal cospetto di Dio con l'evento della caduta (qui si vede ancora che un evento è una modificazione di ciò che è e non un oggetto in se stesso).


    Anche il mondo Spirituale, quindi, conosce un concetto di tempo, secondo la definizione iniziale.

    Alla stessa maniera gli spiriti conoscono uno 'spazio' ovvero una regione in cui sono confinati, dato che, a differenza di Dio, non sono infiniti.


    Sebbene possiamo definire il 'tempo visibile' (quello fisico) e anche misurarlo, è difficile definirlo assolutamente (se non matematicamente come una dimensione dello spazio-tempo) ancora più difficile sarà definire cosè il 'tempo invisibile', ovvero quello del mondo spirituale.

    Quindi si può dividere il tempo in due parti: Il Tempo Visibile ed il Tempo Invisibile.

    Io, secondo la logica darei alcune proprietà:
    -Il tempo invisibile non è necessariamente la stessa cosa (o dimensione) che è il tempo visibile. Probabilmente non sono la stessa cosa vista la natura diversa del mondo materiale e quello spirituale.
    -Sono continui (magari anche quantizzati*, ma continui)
    -Il tempo visibile ed invisibile, se differenti, rimangono conguenti e complementari, ovvero la successione di eventi che è uno non contraddice la sucessione degli eventi che è l'altro.
    -L'uno agisce solo sugli oggetti del mondo 'visibile', l'altro solo su quelli del mondo 'invisibile'.
    -Non sono eterni, ma hanno inizio, ovvero iniziano con la creazione. Potrebbero avere una fine se la creazione cesserebbe d'esistere.


    IN CONCLUSIONE

    -Gli esseri umani, composti da spirito e corpo, sperimentano entrambi i tempi, ma soprattutto quello visibile finchè qui sulla terra (a mio parere, dato che siamo limitati molto dal nostro corpo materiale)
    -Gli spiriti e le anime dei defunti, sperimentano un 'tempo', ovvero sono soggetti a casualità ma sono soggetti solo a quello 'invisibile'.
    -Non si esclude che il tempo sia solo uno ma sia la percezione di esso a cambiare dal mondi visibile a quello invisibile.


    *La quantizzazione del tempo può essere vista come: al di sotto un certo 'lasso di tempo' NESSUN evento può accadere, nessun evento può avere la durata al di sotto di questo tempo minimo (in fisica questo sarebbe il Tempo di Planck, 10^-43 secondi)
    Ultima modifica di Ismael; 18-07-2008 alle 10:40

  7. #27
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    carini
    Messaggi
    1,133
    Ringraziato
    20
    Citazione Originariamente Scritto da mare profondo Visualizza Messaggio
    <...>Vi prego<...> fatemi capire!
    Prova a ricordare la gioia più intensa che hai provato nella tua vita: moltiplicala per mille e avrai la percezione di cosa sarà la vita eterna.

  8. #28
    Cronista di CR L'avatar di Sunshine
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Genova
    Messaggi
    20,475
    Ringraziato
    3341

    Premi

    Credo che il tempo e lo spazio siano diversi da come li percepiamo qui perchè saremo liberi dalla materia e dal nostro corpo fisico. Un piccolo assaggio lo abbiamo quando siamo immersi nella preghiera: tanta pesantezza che ci circonda è come rarerafatta e il tempo sembra volare e l'anima ha la percezione dell'infinito...

  9. #29
    Gran CierRino L'avatar di Ismael
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Groningen
    Età
    38
    Messaggi
    8,495
    Ringraziato
    19
    Citazione Originariamente Scritto da Sunshine Visualizza Messaggio
    Credo che il tempo e lo spazio siano diversi da come li percepiamo qui perchè saremo liberi dalla materia e dal nostro corpo fisico. Un piccolo assaggio lo abbiamo quando siamo immersi nella preghiera: tanta pesantezza che ci circonda è come rarerafatta e il tempo sembra volare e l'anima ha la percezione dell'infinito...
    Concordo. La percezione sarà sicuramente molto diversa.

    Un angelo può muoversi istantaneamente da un punto all'altro (dice Tommaso d'Aquino) quinri per un angelo ha senso il concetto di spazio e di distanza, ma il modulo (la grandezza) della distanza perde (quasi) ogni significato.

    Lo stesso vale per il tempo, essendo gli spiriti infiniti (nel senso che sono immortali e quindi non hanno fine, se Dio non vuole almeno) per loro il tempo ha un significato molto meno restrittivo.

  10. #30
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    carini
    Messaggi
    1,133
    Ringraziato
    20
    Citazione Originariamente Scritto da Ismael Visualizza Messaggio
    Concordo. La percezione sarà sicuramente molto diversa.

    Un angelo può muoversi istantaneamente da un punto all'altro (dice Tommaso d'Aquino) quidri per un angelo ha senso il concetto di spazio e di distanza, ma il modulo (la grandezza) della distanza perde (quasi) ogni significato.

    Lo stesso vale per il tempo, essendo gli spiriti infiniti (nel senso che sono immortali e quindi non hanno fine, se Dio non vuole almeno) per loro il tempo ha un significato molto meno restrittivo.
    Noi avremo corpi fisici 'glorificati'.

Discussioni Simili

  1. Il Tempo di Avvento
    Di Marcianus nel forum Thesaurus Liturgiae
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 24-12-2017, 13:52
  2. La Liturgia nel Tempo di Pasqua
    Di fabivs nel forum Liturgia
    Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 07-02-2015, 14:43
  3. Ci rincontreremo nell'aldilà?
    Di gilles2777 nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 51
    Ultimo Messaggio: 25-01-2008, 17:40
  4. Da quanto tempo!!!
    Di Luisa nel forum Principale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 22-12-2007, 23:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •