Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 15 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 145

Discussione: Liturgia e danza

  1. #21
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Padova
    Messaggi
    6
    Ringraziato
    0
    La danza in occidente non fa parte delle espressioni religiose. E' un dato culturale, non ci si può far nulla. Neanche ai tempi degli antichi Romani il sacrificio pagano comportava delle danze.
    Io non sono contrario all'espressione corporea della fede, ma rigorosamente FUORI della MESSA. Non capisco perchè tutti si accaniscano ad aggiungere "segni" e "simboli" senza prima apprezzare tutto quello che già c'è.

  2. #22
    CierRino L'avatar di anacleto
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Novae
    Età
    35
    Messaggi
    5,078
    Ringraziato
    3

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Taita Visualizza Messaggio
    Ottimo. Quindi cominciamo col dire che la danza rituale (o sacra), per quanto poco o quasi per nulla diffusa, non è estranea alla liturgia cristiana.

    Secondo, sono d'accordo che durante la liturgia eucaristica sia tendenzialmente inopportuna anche se, a onor del vero, ho davanti a me le processioni offertoriali fatte in Piazza San Pietro che a volte, soprattutto in presenza di fratelli delle c.d. "chiese giovani" vengono accompagnate da quelle che sono vere e proprie danze.
    Ammettiamo che la danza rituale non sia estranea alla liturgia cristiana in genere -- non ho modo di smentirti, anche se non hai portato molti esempi precisi.
    Precisiamo, però, che, per la nostra cultura, la danza è uno svago (sia che la si pratichi sia che la si guardi a teatro), per quanto elevato possa essere e che non pertiene affatto all'ambito sacro e men che meno liturgico. Ancora: quelle che chiami vere e proprie danze dalle genti africane non sono affatto percepite come percepiamo noi la danza; si tratta più di un incedere ritmato verso una persona importante, un espressione di umano rispetto e di devozione religiosa.

    Citazione Originariamente Scritto da Taita Visualizza Messaggio
    Terzo, è chiaro che se dico danza si pensa al ballo e se dico ballo fatto in chiesa l'associazione ai "disco-credenti" o alla "lambada del tempo ordinario" è naturale. Mi chiedo: può essere solo questo?

    Faccio solo due esempi.

    Il primo tratto dalla liturgia bizantina.


    Il secondo da un dipinto del beato Angelico, ove gli angeli in basso a sinistra danzano in cori che, mi pare, possano rappresentare plasticamente il tipo di danza che potrebbe (dico potrebbe) avere attinenza con tema in oggetto.

    Non mi convincono né uno né l'altro.

  3. #23
    Veterano di CR L'avatar di Taita
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Cittadino del mondo
    Età
    50
    Messaggi
    1,136
    Ringraziato
    47
    Citazione Originariamente Scritto da anacleto Visualizza Messaggio
    Ammettiamo che la danza rituale non sia estranea alla liturgia cristiana in genere -- non ho modo di smentirti, anche se non hai portato molti esempi precisi
    Sicuramente non è per nulla diffusa e comune, quindi di esempi non possono che essercene pochi e vaghi.
    Citazione Originariamente Scritto da anacleto Visualizza Messaggio
    Precisiamo, però, che, per la nostra cultura, la danza è uno svago (sia che la si pratichi sia che la si guardi a teatro), per quanto elevato possa essere e che non pertiene affatto all'ambito sacro e men che meno liturgico.
    Che sia un aspetto culturale è indubbio; e che non debba essere un inserimento posticcio, mi trova d'accordo.
    Citazione Originariamente Scritto da anacleto Visualizza Messaggio
    Ancora: quelle che chiami vere e proprie danze dalle genti africane non sono affatto percepite come percepiamo noi la danza; si tratta più di un incedere ritmato verso una persona importante, un espressione di umano rispetto e di devozione religiosa.
    Mai stato ad una Messa in Africa?
    Citazione Originariamente Scritto da anacleto Visualizza Messaggio
    Non mi convincono né uno né l'altro.
    Per quanto mi riguarda, questo 3D - che non ho neanche incominciato io ma è un'estrapolazione di miei interventi fatti in altri contesti - non ha certo lo scopo di convincere nessuno. E' solo pour parler (quanto mi piace il francese!)

  4. #24
    Veterano di CR L'avatar di Taita
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Cittadino del mondo
    Età
    50
    Messaggi
    1,136
    Ringraziato
    47
    Citazione Originariamente Scritto da Antonianum Visualizza Messaggio
    Non capisco perchè tutti si accaniscano ad aggiungere "segni" e "simboli" senza prima apprezzare tutto quello che già c'è
    Verissimo.

    Alle volte però mi fermo a pensare se la nostra cultura occidentale non abbia proprio niente da imparare.

    E comunque, per quanto mi ritenga una persona razionale fino al midollo, alle volte provo una certa invidia nel vedere alcuni Santi che se ne infischiano di apparire folli per il Signore.

    Si dice che San Filippo Neri durante la Messa tremasse, piangesse e probabilmente accennasse a dei movimenti di danza?

    Ricordo male, o non si racconta (nei Fioretti?) che la notte di Natale Francesco danzasse con il bambinello tra le braccia?

    Poi che sia liturgicamente inopportuno, lo penso più o meno anche io. Oltre a ritenere che la corporeità può essere educativa per la spiritualità ma può anche finire in se stessa.

    Non è il salmista che dice: alza il tuo cuore oltre le tue mani?

  5. #25
    Iscritto L'avatar di °Claudio
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Milano
    Età
    49
    Messaggi
    93
    Ringraziato
    0
    Personalmente da membro del Cammino se togliessero o no la danza dopo la benedizione finale della Messa a me non cambia la portata del Cammino nella mia vita.

  6. #26
    Veterano di CR L'avatar di Taita
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Cittadino del mondo
    Età
    50
    Messaggi
    1,136
    Ringraziato
    47
    Citazione Originariamente Scritto da °Claudio Visualizza Messaggio
    Personalmente da membro del Cammino se togliessero o no la danza dopo la benedizione finale della Messa a me non cambia la portata del Cammino nella mia vita.
    Certo, figurati: l'importante è la motivazione. Il fare le cose per abitudine, dovrebbe portarci quantomeno a metterci in discussione.

  7. #27
    Veterano di CR L'avatar di Taita
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Cittadino del mondo
    Età
    50
    Messaggi
    1,136
    Ringraziato
    47

    Dal Catechismo della Chiesa Cattolica

    Al n° 1674, a proposito dei sacramentali:
    Oltre che della Liturgia dei sacramenti e dei sacramentali, la catechesi deve tener conto delle forme della pietà dei fedeli e della religiosità popolare. Il senso religioso del popolo cristiano, in ogni tempo, ha trovato la sua espressione nelle varie forme di pietà che circondano la vita sacramentale della Chiesa, quali la venerazione delle reliquie, le visite ai santuari, i pellegrinaggi, le processioni, la “via crucis”, le danze religiose, il rosario, le medaglie, ecc [Cf Concilio di Nicea II: Denz. -Schönm., 601; 603; Concilio di Trento: ibid., 1822]
    A quali danze si farebbe riferimento?

  8. #28
    Veterano di CR L'avatar di Diaconia
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Adrano, CT
    Età
    30
    Messaggi
    1,535
    Ringraziato
    0

    Premi

    Riguardo alla danza sacra, il fare riferimento alla dimensione culturale, è un po' una forzatura...E' vero che la danza nella liturgia non fa parte del nostro patrimonio culturale ma è anche vero che la cultura non è qualcosa di statico ma di elastico, di plastico, di mobile...Quindi tirare in ballo la cultura mi sembra un po' forzare il discorso, anche perchè la cultura tendenzialmente appiattisce e tutto quello che vuole uscire da questa omologazione viene mal visto...chissà perchè?!

    Da specificare poi un altra cosa...nel cammino la danza è fatta alla fine della messa, dopo benezione e congedo, durante un canto finale, quindi non è proprio inserita nella messa...

    sull'opportunità o meno della danza nella liturgia..beh...io andrei a rileggermi il passo biblico in cui il re Davide danzava davanti all'arca e la sua risposta al rimprovero datogli dalla figlia di Saul (se non ricordo male)...quella mi sembra la risposta adatta...

    Un ultima cosa...quando si parla di danza nel cammino si intendono dei passi ritmai a cerchio attorno all'altare, non volteggi, pioette etc...solo passi ritmai a cerchio...le piroette e le altre cose non le ho mai viste a messa, a qualche raduno si (ma fatti da noi ragazzi), ma a messa no...però non escludo si facciano e comunque anche quelli non sono piroette, sono solo passi ritmati più velocemente o, al limite, saltelli...quindi...

  9. #29
    Veterano di CR L'avatar di Taita
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Cittadino del mondo
    Età
    50
    Messaggi
    1,136
    Ringraziato
    47
    Citazione Originariamente Scritto da Diaconia Visualizza Messaggio
    Da specificare poi un altra cosa...nel cammino la danza è fatta alla fine della messa, dopo benezione e congedo, durante un canto finale, quindi non è proprio inserita nella messa...
    In verità è praticata anche all'offertorio o dopo la comunione.

    Ma a parte questo, quello che non capisco è la fatica ad accettare che la danza possa essere un'espressione religiosa come le altre; e che tutto si debba ridurre alla liturgia che diventa poi uguale solamente alla Messa.

    Esistono diversi ambiti nei quali praticare la danza religiosa. Nell'evangelizzazione, ad esempio. O nel convivio tra cristiani. Che cosa c'è di strano nel fare una danza le cui movenze rimandano, ad esempio, ad un salmo o ad una preghiera?

    A me ciò che nei cristiani scandalizza o proprio faccio fatica a digerire son ben altre cose.

  10. #30
    Veterano di CR L'avatar di Diaconia
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Adrano, CT
    Età
    30
    Messaggi
    1,535
    Ringraziato
    0

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Taita Visualizza Messaggio
    In verità è praticata anche all'offertorio o dopo la comunione.

    Ma a parte questo, quello che non capisco è la fatica ad accettare che la danza possa essere un'espressione religiosa come le altre; e che tutto si debba ridurre alla liturgia che diventa poi uguale solamente alla Messa.

    Esistono diversi ambiti nei quali praticare la danza religiosa. Nell'evangelizzazione, ad esempio. O nel convivio tra cristiani. Che cosa c'è di strano nel fare una danza le cui movenze rimandano, ad esempio, ad un salmo o ad una preghiera?

    A me ciò che nei cristiani scandalizza o proprio faccio fatica a digerire son ben altre cose.
    Io mi riferivo alla danza più usata...almeno dalle mie parti...
    in effetti...ora che ci penso meglio...in molte messe papali capita di vedere una sorta di danza sacra, e non alla fine della messa...

Discussioni Simili

  1. La Casa del Padre (e altre raccolte di canti..)
    Di Fiat Lux nel forum Musica ed Arte Sacra
    Risposte: 166
    Ultimo Messaggio: 10-12-2012, 13:49
  2. Cristianesimo e altre religioni
    Di Arjuna nel forum Ecumenismo e Dialogo
    Risposte: 157
    Ultimo Messaggio: 23-10-2009, 17:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •