Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 168 di 169 PrimaPrima ... 68118158166167168169 UltimaUltima
Risultati da 1,671 a 1,680 di 1682

Discussione: Domande sul Calendario e sulle precedenze liturgiche

  1. #1671
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    46
    Messaggi
    6,317
    Ringraziato
    595

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Maverick87 Visualizza Messaggio
    Gentili iscritti, ho un dubbio in merito alla prossima solennità del calendario liturgico. Aiutatemi a capire: sabato 6 gennaio 2018 la Chiesa celebrerà l'Epifania di Nostro Signore. Per impegni di lavoro parteciperò alla S. Messa alle ore 18 di quel giorno. Essendo sabato sera, si celebrerà la S. Messa dell'Epifania o si tratterà già del Vangelo festivo della domenica seguente, quindi come un "normale" sabato prefestivo? Grazie a chi risponderà.
    La sera del 6 gennaio si celebra la Messa dell'Epifania; poiché è una solennità, ha la precedenza sulla celebrazione della domenica.

  2. Il seguente utente ringrazia Gerensis per questo messaggio:

    Cardinale Diacono (04-01-2018)

  3. #1672
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    33
    Messaggi
    622
    Ringraziato
    6
    Carissimi, per quanto riguarda le precedenze liturgiche, confermo che nella mia parrocchia il 24 sera è stata celebrata la Messa della IV Domenica di Avvento e il 31 sera la Messa della Festa della Santa Famiglia. Ho provato a chiedere brevemente e in maniera cordiale il perché di questa scelta. Mi è stato risposto molto sbrigativamente ma altrettanto cordialmente che si faceva questa scelta per non creare confusione nei fedeli e perché comunque il 25/12 e l’1/1 sarebbero state celebrate a sufficienza Messe delle rispettive Solennità. Preciso che nella mia parrocchia operano due sacerdoti con cinque Messe da celebrare nei festivi (e a Natale in più la Messa della Notte). Ovviamente non ci sono lamentele da parte dei sacerdoti su questo, ma so che comunque esisterebbero dei limiti, bypassati per esigenze pastorali e per sostanziale penuria di sacerdoti.

    Al di là delle norme sulle precedenze, anche avendo parlato con altri parrocchiani, devo dire che la scelta fatta dai sacerdoti mi è parsa la più opportuna, onde evitare fraintendimenti o peggio “incoraggiamenti” a fare il famoso 2x1

  4. #1673
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Gerensis Visualizza Messaggio
    La sera del 6 gennaio si celebra la Messa dell'Epifania; poiché è una solennità, ha la precedenza sulla celebrazione della domenica.
    Grazie mille per la celere ed esaustiva risposta al mio quesito.

  5. #1674
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    49,132
    Ringraziato
    2632
    Citazione Originariamente Scritto da nicola84 Visualizza Messaggio
    Al di là delle norme sulle precedenze, anche avendo parlato con altri parrocchiani, devo dire che la scelta fatta dai sacerdoti mi è parsa la più opportuna
    Commettere abusi non è mai opportuno. Sarebbe bastato avvertire i fedeli per tempo (almeno due/tre settimane prima, a voce e/o tramite avvisi scritti) e celebrare le Messe utilizzando i testi corretti.
    Oboedientia et Pax

  6. 5 utenti ringraziano per questo messaggio:

    andrea74 (03-01-2018), Gerensis (03-01-2018), Laus Deo (03-01-2018), Pivialista (04-01-2018), pongo (03-01-2018)

  7. #1675
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    9,898
    Ringraziato
    882
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Commettere abusi non è mai opportuno. Sarebbe bastato avvertire i fedeli per tempo (almeno due/tre settimane prima, a voce e/o tramite avvisi scritti) e celebrare le Messe utilizzando i testi corretti.
    Concordo pienamente con quanto dice Vox Populi e mi permetto di aggiungere che le situazioni particolari come quella di cui stiamo discutendo potrebbero essere, se adeguatamente spiegate, una provvidenziale fonte di educazione liturgica.

    Si potrebbe spiegare ad esempio che la liturgia non è tranquillo tran-tran, ma che l'anno liturgico ha i suoi snodi fondamentali.
    Si potrebbe spiegare ad esempio che non tutti i giorni liturgici sono sullo stesso piano, ma che alcuni, per la loro solennità, prevalgono su altri. E questo a nostro vantaggio perchè è come se ci fosse un faro puntato su di loro che ce li indica come fondamentali per noi.
    Si potrebbe spiegare ad esempio che rimandare una festa mariana o di un santo che cade in domenica per dare spazio alla celebrazione domenicale, non è fare un torto alla Madonna o al Santo, ma invece è invece rendere il dovuto riconoscimento alla loro umiltà, disponibilità, docilità ed ubbidienza verso Cristo di cui sono i testimoni privilegiati.
    Ecc. ecc. ecc.

    Tutto ciò basta volerlo fare. E per farlo è poi magari necessario documentarsi un po', e si ha anche così un'occasione di crescita personale con l'approfondimento magari di aspetti della liturgia che si erano dimenticati oppure neanche si pensava esistessero.

  8. 8 utenti ringraziano per questo messaggio:

    AlessandroBuffe (03-01-2018), Duomo (04-01-2018), Gerensis (03-01-2018), Pivialista (04-01-2018), QVIS VT DEVS (10-01-2018), senator iulius (03-01-2018), Vox Populi (03-01-2018), westmalle (14-01-2018)

  9. #1676
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    33
    Messaggi
    622
    Ringraziato
    6
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Mi permetto di aggiungere che le situazioni particolari come quella di cui stiamo discutendo potrebbero essere, se adeguatamente spiegate, una provvidenziale fonte di educazione liturgica.

    Si potrebbe spiegare ad esempio che la liturgia non è tranquillo tran-tran, ma che l'anno liturgico ha i suoi snodi fondamentali.
    Si potrebbe spiegare ad esempio che non tutti i giorni liturgici sono sullo stesso piano, ma che alcuni, per la loro solennità, prevalgono su altri. E questo a nostro vantaggio perchè è come se ci fosse un faro puntato su di loro che ce li indica come fondamentali per noi.
    Si potrebbe spiegare ad esempio che rimandare una festa mariana o di un santo che cade in domenica per dare spazio alla celebrazione domenicale, non è fare un torto alla Madonna o al Santo, ma invece è invece rendere il dovuto riconoscimento alla loro umiltà, disponibilità, docilità ed ubbidienza verso Cristo di cui sono i testimoni privilegiati.
    Ecc. ecc. ecc.

    Tutto ciò basta volerlo fare. E per farlo è poi magari necessario documentarsi un po', e si ha anche così un'occasione di crescita personale con l'approfondimento magari di aspetti della liturgia che si erano dimenticati oppure neanche si pensava esistessero.
    Concordo pienamente su questo. Riguardo a quanto scrive Vox, ci sarebbe da obiettare che molte persone che partecipano alla Messa domenicale non credo che capiscano il senso di avvisi di questo tipo, cose che vengono ritenute meramente formali.
    Devo poi anche aggiungere che probabilmente molti sacerdoti queste norme sulle precedenze liturgiche neppure le conoscono. Addirittura so di un parroco di Roma che ha avvisato i propri fedeli che “in nessun caso” la Messa vespertina del 24 dicembre vale per soddisfare il precetto del 25.
    Mi accorgo quindi che anche i sacerdoti non hanno le idee molto chiare in materia; forse perché in seminario queste cose (come tutto quanto riguarda più strettamente la liturgia) non vengono fatte studiare a fondo perché non ritenute davvero importanti? La butto lì, ma non è mia intenzione introdurre argomenti fuori tema

  10. #1677
    Moderatore L'avatar di pongo
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    🏡☝🛐
    Età
    31
    Messaggi
    5,130
    Ringraziato
    1556
    Citazione Originariamente Scritto da nicola84 Visualizza Messaggio
    Riguardo a quanto scrive Vox, ci sarebbe da obiettare che molte persone che partecipano alla Messa domenicale non credo che capiscano il senso di avvisi di questo tipo, cose che vengono ritenute meramente formali.
    San Josemaria Escrivá le considerava diversamente:

    «Non ama Cristo chi non ama la Santa Messa, chi non si sforza di viverla con calma e serenità, con devozione, con amore. L'amore affina gli innamorati, li rende più delicati; li porta a scoprire e curare tanti particolari, magari minimi, ma sempre significativi della vibrazione di un cuore appassionato. È in questo modo che dobbiamo assistere alla Santa Messa. Penso perciò che coloro che vogliono ascoltare una Messa corta e frettolosa dimostrano, con un contegno per giunta poco elegante, di non avere compreso il senso e il valore del Sacrificio dell'altare. L'amore per Cristo, che si offre per noi, ci fa trovare, al termine della Messa, alcuni minuti per un ringraziamento personale, intimo, che prolunghi nel silenzio del cuore l'azione di grazie dell'Eucaristia. Come rivolgersi a Lui, come parlargli, come comportarsi?

    La vita cristiana non è fatta di rigide norme, perché lo Spirito Santo non guida le anime in massa, ma in ciascuna infonde quei propositi, quegli affetti e quelle ispirazioni che l'aiuteranno a comprendere e a compiere la volontà del Padre. Penso tuttavia che, molte volte, oggetto fondamentale del nostro dialogo con Cristo può essere la considerazione che il Signore è per noi Re, Medico, Maestro, Amico».

    È Gesù che passa 92
    «Il fare degli uomini fece quasi dimenticare la presenza di Dio. In una tale situazione divenne sempre più chiaro che l’esistenza della Chiesa vive della giusta celebrazione della liturgia e che la Chiesa è in pericolo quando il primato di Dio non appare più nella liturgia e così nella vita. La causa più profonda della crisi che ha sconvolto la Chiesa risiede nell’oscuramento della priorità di Dio nella liturgia»
    (Benedetto XVI, Prefazione all'edizione russa del volume XI dell'Opera omnia)

  11. 4 utenti ringraziano per questo messaggio:

    nicola84 (04-01-2018), Piusromanus (04-01-2018), Pivialista (04-01-2018), Vox Populi (04-01-2018)

  12. #1678
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    49,132
    Ringraziato
    2632
    Citazione Originariamente Scritto da sere85 Visualizza Messaggio
    Già questa quaresima che inizia il 14 febbraio che ci fa saltare il giorno di San Valentino e poi San Faustino il giorno dopo...
    off topic: a Brescia San Faustino (15 febbraio) non verrà "saltato" in quanto, essendo patrono principale della Diocesi, prevale sulle ferie di Quaresima a norma della Tabella delle precedenze
    Oboedientia et Pax

  13. #1679
    CierRino L'avatar di sere85
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    provincia Brescia
    Età
    32
    Messaggi
    6,873
    Ringraziato
    1725
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    off topic: a Brescia San Faustino (15 febbraio) non verrà "saltato" in quanto, essendo patrono principale della Diocesi, prevale sulle ferie di Quaresima a norma della Tabella delle precedenze
    Ma vale solo per Brescia città o tutta la Diocesi?
    Perché per Brescia Brescia lo immaginavo che fosse festa, per il resto non sapevo....

  14. #1680
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    5,398
    Ringraziato
    3416
    Citazione Originariamente Scritto da sere85 Visualizza Messaggio
    Ma vale solo per Brescia città o tutta la Diocesi?
    Perché per Brescia Brescia lo immaginavo che fosse festa, per il resto non sapevo....
    Se è inserito con grado di solennità nel proprio diocesano, vale per tutta la diocesi

Discussioni Simili

  1. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-12-2017, 14:11
  2. Domande sul Calendario e sulle precedenze nella forma straordinaria del Rito Romano
    Di Luciani nel forum Rito Romano nella forma straordinaria
    Risposte: 114
    Ultimo Messaggio: 11-11-2017, 10:53
  3. Novene e Tridui (calendario)
    Di WIlPapa nel forum Elenco preghiere
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 04-05-2010, 11:02
  4. Calendario liturgico annuale romano 2006-2007
    Di marcobo88 nel forum Thesaurus Liturgiae
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 09-02-2007, 21:23

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •