Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 41 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 406

Discussione: Rito delle Esequie - Funerali - Messa esequiale - Suffragi

  1. #1
    Iscritto L'avatar di S@M
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Archidiocesi Di Milano - Zona Pastorale II
    Età
    30
    Messaggi
    242
    Ringraziato
    0

    Rito delle Esequie - Funerali - Messa esequiale - Suffragi

    Salve a tutti dove posso trovare nel web il rituale delle esequie romane? grazie per le risposte...
    De Gustibus Non Disputandum Est

  2. #2
    Partecipante a CR L'avatar di panzerkardinal
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    a casa mia .. dove se no?
    Messaggi
    639
    Ringraziato
    0

  3. #3
    Iscritto
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Roma, Caput Mundi
    Età
    45
    Messaggi
    187
    Ringraziato
    2
    Io non ho mai assistito ad un funerale in rito antico, ma qualcuno in N.O. me lo sono fatto. Non ho termini di paragone, quindi.

    I funerali ai quali ho assistito sono sempre stati una messa normale seguìta dalla benedizone della bara. Punto.
    La preghiera dei fedeli, invece di essere rivolta alla solita pace nel mondo e alla fratellanza universale è di suffragio per il defunto. L'omelia verte sulla misericordia di Dio, ed è, talvolta seguìta da un discorso di un parente/amico che decanta le virtù umane del trapassato.
    Un paio di volte ho assistito a scene strazianti in cui la vedova inconsolabile si lancia sulla bara del marito mentre viene trasporatata fuori.
    Di solito si comunicano 2 o tre persone in tutto, il prete si risponde da solo perché generalmente nessuno dei presenti mette piede in chiesa da meno di 15 anni, e via così.
    Il prete che non va al cimitero è la prassi, almeno qui a Roma.

    Spero che il mio sia in rito antico, ho dato disposizioni a riguardo, ma temo che non mi potrò gustare lo spettacolo.
    Ultima modifica di Lumen; 06-02-2007 alle 18:09

  4. #4
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    50,736
    Ringraziato
    3056
    So che la Conferenza Episcopale Italiana sta studiando un nuovo rituale delle Esequie, usufruendo della possibilità che l'editio typica concede alle Conferenze Episcopali di introdurre degli adattamenti nella struttura del rito (un po' come è avvenuto due-tre anni fa con la pubblicazione del nuovo rituale del Matrimonio). Più di questo però non so.

  5. #5
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,045
    Ringraziato
    954
    Citazione Originariamente Scritto da Lumen Visualizza Messaggio
    Io non ho mai assistito ad un funerale in rito antico, ma qualcuno in N.O. me lo sono fatto. Non ho termini di paragone, quindi.

    I funerali ai quali ho assistito sono sempre stati una messa normale seguìta dalla benedizone della bara. Punto.
    La preghiera dei fedeli, invece di essere rivolta alla solita pace nel mondo e alla fratellanza universale è di suffragio per il defunto. L'omelia verte sulla misericordia di Dio, ed è, talvolta seguìta da un discorso di un parente/amico che decanta le virtù umane del trapassato.
    Un paio di volte ho assistito a scene strazianti in cui la vedova inconsolabile si lancia sulla bara del marito mentre viene trasporatata fuori.
    Di solito si comunicano 2 o tre persone in tutto, il prete si risponde da solo perché generalmente nessuno dei presenti mette piede in chiesa da meno di 15 anni, e via così.
    Il prete che non va al cimitero è la prassi, almeno qui a Roma.

    Spero che il mio sia in rito antico, ho dato disposizioni a riguardo, ma temo che non mi potrò gustare lo spettacolo.
    Premetto che essendo di rito Ambrosiano, forse alcuni miei commenti non saranno applicabili alla generalità dei forumisti e/o forse non capiti vista la diversità liturgica.
    Io, data la mia età, ho purtroppo assistito a molti funerali in rito antico e ad innumerevoli in NO. Ebbene, le due celebrazioni non sono comparabili.

    In VO nella generalità dei casi non vi era Messa con il defunto presente. La Messa veniva celebrata qualche giorno più tardi ed era pertanto una Messa da requiem a cui partecipavano sia i familiari (stretti) del defunto sia altri fedeli (sottolineo fedeli) della parrocchia. Pertanto i testi erano rivolti a tutti i defunti e la partecipazione era forse (sottolineo forse) più sentita, partecipandovi solo quelli che intendevano assitere alla Messa.

    La celebrazione attuale che generalmente invece prevede la Messa con il defunto presente e quindi con la quasi esclusiva presenza di parenti, amici e conoscenti, deve necessariamente essere strutturata in modo diverso ed essere, in qualche modo, più personale. Altra conseguenza è che se la famiglia e gli altri partecipanti sono poco (o per niente) religiosi, si verificano gli inconvenienti sopra descritti. Ma fortunatamente accade anche il contrario: partecipazione intensa alla liturgia e comunione molto numerosa. Ma ringraziamo il cielo che quei "tiepidi" hanno chiesto la celebrazione religiosa! Chissà, da cosa può nascere cosa.

    Personalmente ritengo che in rito ambrosiano la celebrazione sia strutturata in modo adeguato: il defunto viene accolto all'inizio della celebrazione con l'aspersione e l'incensazione, si recitano le litanie dei santi al posto della preghiera dei fedeli e il congedo è un invito alla continuazione della preghiera per il defunto. Quindi spero invece che il mio, il più tardi possibile ovviamente, sia in NO.

  6. #6
    Triumviro di Liturgie papali L'avatar di Cardinale Bellarmino
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Zona Pastorale II
    Età
    33
    Messaggi
    2,940
    Ringraziato
    132

    Premi

    Per il rito ambrosiano è stato pubblicato qualche anno fa (uno o due) il nuovo Rituale delle Esequie...
    Il Bellarmino insegna con grande chiarezza e con l’esempio della propria vita che non può esserci vera riforma della Chiesa se prima non c’è la nostra personale riforma e la conversione del nostro cuore. (Papa Benedetto XVI, Udienza Generale del 23 febbraio 2011)

  7. #7
    Iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Wollerau (CH)
    Età
    48
    Messaggi
    82
    Ringraziato
    0
    Vi sono anche le rubriche per gli applausi?

    È la cosa che più mi dà fastidio in un funerale, gli applausi

  8. #8
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Pax et bonum
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Brixia fidelis
    Età
    31
    Messaggi
    2,530
    Ringraziato
    1

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da sbirro Visualizza Messaggio
    Vi sono anche le rubriche per gli applausi?

    È la cosa che più mi dà fastidio in un funerale, gli applausi
    In chiesa gli applausi sono alquanto sconvenienti sempre...tanto più ai funerali (secondo me)!!!

  9. #9
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,045
    Ringraziato
    954
    Citazione Originariamente Scritto da sbirro Visualizza Messaggio
    Vi sono anche le rubriche per gli applausi?

    È la cosa che più mi dà fastidio in un funerale, gli applausi
    Concordo pienamente. Gli applausi sono il segno estremamente negativo dell'attuale stato di (non) educazione e di assoluta mancanza di capacità di valutare correttamente il significato delle azioni che si fanno. Si pensa che, dato che a teatro o a un comizio o ad un concerto, per far sentire la nostra approvazione e partecipazione, si applaude con foga, allora lo si può fare anche ad un funerale:msn4:. Senza pensare che un applauso ad un funerale crea scompiglio, fastidio, distrazione ecc. Tutto il contrario del raccoglimento e silenzio che invece sarebbe opportuno mantenere e che, quelli sì, esprimono bene la partecipazione al dolore dei parenti.

    Ma tantè!. La televisione fa vedere (e sentire) che la folla ha lungamente applaudito e tutti (tranne noi, meno male) sono felici.

    La qual cosa mi fa venire in mente la canzone di Jannacci (in milanese):
    La televisiun la g'ha na forsa de leun
    la televisiun la g'ha paura de nisun
    la televisiun la t'endormenta cume un cuiun.

    Ultima modifica di Ambrosiano; 06-02-2007 alle 20:24

  10. #10
    Iscritto L'avatar di andre
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Età
    37
    Messaggi
    100
    Ringraziato
    3
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Gli applausi sono il segno estremamente negativo dell'attuale stato di (non) educazione e di assoluta mancanza di capacità di valutare correttamente il significato delle azioni che si fanno. Si pensa che, dato che a teatro o a un comizio o ad un concerto, per far sentire la nostra approvazione e partecipazione, si applaude con foga, allora lo si può fare anche ad un funerale:msn4:. Senza pensare che un applauso ad un funerale crea scompiglio, fastidio, distrazione ecc. Tutto il contrario del raccoglimento e silenzio che invece sarebbe opportuno mantenere e che, quelli sì, esprimono bene la partecipazione al dolore dei parenti.

    Ma tantè!. La televisione fa vedere (e sentire) che la folla ha lungamente applaudito e tutti (tranne noi, meno male) sono felici.
    Concordo in pieno! Detesto gli applausi ai funerali (o al feretro che passa tra la gente fuori dalla chiesa). Che senso ha? "Ti applaudo... Bravo che sei morto?!?":msn4:

    Però mai che un sacerdote o un vescovo dica qualcosa in merito.

    "Nessuno nasce imparato". Se la società diseduca e la famiglia è ignorante in materia, ci pensi la CHiesa. Ma se la chiesa approva.. Le nostre lamentazioni sono lettera morta.
    "Signore prendimi come sono, con i miei difetti con le mie mancanze, ma fammi diventare come tu mi desideri." Giovanni Paolo I

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •