Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 38 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 376

Discussione: TESTI LITURGICI DELLA MESSA in Rito Romano (Anno liturgico 2017-2018 - B - II)

  1. #11
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    12 dicembre 2017
    MARTEDI DELLA II SETTIMANA DI AVVENTO

    Antifona d'Ingresso
    Cf Zc 14,5.7
    Il Signore verrà,
    e tutti i santi con lui;
    in quel giorno splenderà una grande luce.

    Colletta
    O Dio, che hai fatto giungere ai confini della terra
    il lieto annunzio del Salvatore,
    fa' che tutti gli uomini accolgano con sincera esultanza
    la gloria del suo Natale.
    Per il nostro Signore...

    Prima Lettura Is 40, 1-11
    Dio consola il suo popolo.


    Dal libro del profeta Isaìa
    «Consolate, consolate il mio popolo
    – dice il vostro Dio.
    Parlate al cuore di Gerusalemme
    e gridatele che la sua tribolazione è compiuta,
    la sua colpa è scontata,
    perché ha ricevuto dalla mano del Signore
    il doppio per tutti i suoi peccati».
    Una voce grida:
    «Nel deserto preparate la via al Signore,
    spianate nella steppa la strada per il nostro Dio.
    Ogni valle sia innalzata,
    ogni monte e ogni colle siano abbassati;
    il terreno accidentato si trasformi in piano
    e quello scosceso in vallata.
    Allora si rivelerà la gloria del Signore
    e tutti gli uomini insieme la vedranno,
    perché la bocca del Signore ha parlato».
    Una voce dice: «Grida»,
    e io rispondo: «Che cosa dovrò gridare?».
    Ogni uomo è come l’erba
    e tutta la sua grazia è come un fiore del campo.
    Secca l’erba, il fiore appassisce
    quando soffia su di essi il vento del Signore.
    Veramente il popolo è come l’erba.
    Secca l’erba, appassisce il fiore,
    ma la parola del nostro Dio dura per sempre.
    Sali su un alto monte,
    tu che annunci liete notizie a Sion!
    Alza la tua voce con forza,
    tu che annunci liete notizie a Gerusalemme.
    Alza la voce, non temere;
    annuncia alle città di Giuda: «Ecco il vostro Dio!
    Ecco, il Signore Dio viene con potenza,
    il suo braccio esercita il dominio.
    Ecco, egli ha con sé il premio
    e la sua ricompensa lo precede.
    Come un pastore egli fa pascolare il gregge
    e con il suo braccio lo raduna;
    porta gli agnellini sul petto
    e conduce dolcemente le pecore madri».

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 95
    Ecco, il nostro Dio viene con potenza.

    Cantate al Signore un canto nuovo,
    cantate al Signore, uomini di tutta la terra.
    Cantate al Signore, benedite il suo nome,
    annunciate di giorno in giorno la sua salvezza.

    In mezzo alle genti narrate la sua gloria,
    a tutti i popoli dite le sue meraviglie.
    Dite tra le genti: «Il Signore regna!».
    Egli giudica i popoli con rettitudine.

    Gioiscano i cieli, esulti la terra,
    risuoni il mare e quanto racchiude;
    sia in festa la campagna e quanto contiene,
    acclamino tutti gli alberi della foresta.

    Esultino davanti al Signore che viene:
    sì, egli viene a giudicare la terra;
    giudicherà il mondo con giustizia
    e nella sua fedeltà i popoli.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    Il giorno del Signore è vicino:
    egli viene a salvarci.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 18, 12-14
    Dio non vuole che i piccoli si perdano.


    Dal vangelo secondo Matteo.
    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
    «Che cosa vi pare? Se un uomo ha cento pecore e una di loro si smarrisce, non lascerà le novantanove sui monti e andrà a cercare quella che si è smarrita?
    In verità io vi dico: se riesce a trovarla, si rallegrerà per quella più che per le novantanove che non si erano smarrite.
    Così è volontà del Padre vostro che è nei cieli, che neanche uno di questi piccoli si perda».

    Sulle Offerte
    Ti siano gradite, Signore,
    le nostre umili offerte e preghiere;
    all'estrema povertà dei nostri meriti
    supplisca l'aiuto della tua misericordia.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Accogli, o Padre, il nostro sacrificio;
    donaci di esprimere nelle opere
    il mistero che celebriamo nella fede.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell'Avvento I oppure I/a.

    Antifona alla Comunione Cf 2 Tm 4,8

    Il Signore, giusto giudice,
    darà la corona di giustizia
    a coloro che attendono con amore
    la sua venuta.

    Oppure Mt 18,14
    «Il Padre vostro che è nei cieli
    non vuole che perda uno solo
    di questi piccoli».

    Dopo la Comunione
    O Dio, che in questo sacramento
    ci hai nutriti con il pane della vita,
    insegnaci a valutare con sapienza i beni della terra,
    nella continua ricerca dei beni del cielo.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    O Signore, il pegno della redenzione
    che abbiamo ricevuto in questo sacramento,
    ci sostenga nel cammino della vita terrena
    e ci guidi alla gloria futura.
    Per Cristo nostro Signore.

    _________________________________

    Memoria facoltativa:
    BEATA MARIA VERGINE DI GUADALUPE


    Dal Comune della Beata Vergine Maria.

  2. #12
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    13 dicembre 2017
    SANTA LUCIA Vergine e Martire
    Memoria


    Dal Comune dei Martiri (per una Vergine Martire) oppure delle Vergini.

    Colletta

    Riempi di gioia e di luce il tuo popolo, o Signore,
    per l'intercessione gloriosa
    della santa vergine e martire Lucia,
    perché noi, che festeggiamo la sua nascita al cielo,
    possiamo contemplare con i nostri occhi la tua gloria.
    Per il nostro Signore...

    Prima Lettura Is 40, 25-31
    Il Signore dà forza a chi è stanco.


    Dal libro del profeta Isaìa
    «A chi potreste paragonarmi,
    quasi che io gli sia pari?» dice il Santo.
    Levate in alto i vostri occhi e guardate:
    chi ha creato tali cose?
    Egli fa uscire in numero preciso il loro esercito
    e le chiama tutte per nome;
    per la sua onnipotenza e il vigore della sua forza
    non ne manca alcuna.
    Perché dici, Giacobbe,
    e tu, Israele, ripeti:
    «La mia via è nascosta al Signore
    e il mio diritto è trascurato dal mio Dio»?
    Non lo sai forse?
    Non l’hai udito?
    Dio eterno è il Signore,
    che ha creato i confini della terra.
    Egli non si affatica né si stanca,
    la sua intelligenza è inscrutabile.
    Egli dà forza allo stanco
    e moltiplica il vigore allo spossato.
    Anche i giovani faticano e si stancano,
    gli adulti inciampano e cadono;
    ma quanti sperano nel Signore riacquistano forza,
    mettono ali come aquile,
    corrono senza affannarsi,
    camminano senza stancarsi.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 102
    Benedici il Signore, anima mia.

    Benedici il Signore, anima mia,
    quanto è in me benedica il suo santo nome.
    Benedici il Signore, anima mia,
    non dimenticare tutti i suoi benefici.

    Egli perdona tutte le tue colpe,
    guarisce tutte le tue infermità,
    salva dalla fossa la tua vita,
    ti circonda di bontà e misericordia.

    Misericordioso e pietoso è il Signore,
    lento all’ira e grande nell’amore.
    Non ci tratta secondo i nostri peccati
    e non ci ripaga secondo le nostre colpe.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    Ecco, viene il Signore a salvare il suo popolo:
    beati coloro che sono preparati all’incontro.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 11, 28-30
    Venite a me, voi tutti che siete stanchi.


    Dal vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù disse:
    «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».

  3. #13
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    14 dicembre 2017
    SAN GIOVANNI DELLA CROCE Sacerdote e Dottore della Chiesa

    Memoria

    Antifona d'Ingresso
    Gal 6,14
    Non ci sia per me altra gloria
    che nella croce di nostro Signore Gesù Cristo:
    per mezzo suo il mondo è stato crocifisso per me,
    e io lo sono per il mondo.

    Colletta
    O Dio, che hai guidato san Giovanni della Croce
    alla santa montagna che è Cristo,
    attraverso la notte oscura della rinuncia
    e l'amore ardente della croce,
    concedi a noi
    di seguirlo come maestro di vita spirituale,
    per giungere alla contemplazione della tua gloria.
    Per il nostro Signore...

    Prima Lettura Is 41, 13-20
    Io sono il tuo redentore, il Santo d'Israele.


    Dal libro del profeta Isaìa
    Io sono il Signore, tuo Dio,
    che ti tengo per la destra
    e ti dico: «Non temere, io ti vengo in aiuto».
    Non temere, vermiciattolo di Giacobbe,
    larva d’Israele;
    io vengo in tuo aiuto – oràcolo del Signore –,
    tuo redentore è il Santo d’Israele.
    Ecco, ti rendo come una trebbia acuminata, nuova,
    munita di molte punte;
    tu trebbierai i monti e li stritolerai,
    ridurrai i colli in pula.
    Li vaglierai e il vento li porterà via,
    il turbine li disperderà.
    Tu, invece, gioirai nel Signore,
    ti vanterai del Santo d’Israele.
    I miseri e i poveri cercano acqua ma non c’è;
    la loro lingua è riarsa per la sete.
    Io, il Signore, risponderò loro,
    io, Dio d’Israele, non li abbandonerò.
    Farò scaturire fiumi su brulle colline,
    fontane in mezzo alle valli;
    cambierò il deserto in un lago d’acqua,
    la terra arida in zona di sorgenti.
    Nel deserto pianterò cedri,
    acacie, mirti e ulivi;
    nella steppa porrò cipressi,
    olmi e abeti;
    perché vedano e sappiano,
    considerino e comprendano a un tempo
    che questo ha fatto la mano del Signore,
    lo ha creato il Santo d’Israele.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 144
    Il Signore è misericordioso e grande nell’amore.

    O Dio, mio re, voglio esaltarti
    e benedire il tuo nome in eterno e per sempre.
    Buono è il Signore verso tutti,
    la sua tenerezza si espande su tutte le creature.

    Ti lodino, Signore, tutte le tue opere
    e ti benedicano i tuoi fedeli.
    Dicano la gloria del tuo regno
    e parlino della tua potenza.

    Facciano conoscere agli uomini le tue imprese
    e la splendida gloria del tuo regno.
    Il tuo regno è un regno eterno,
    il tuo dominio si estende per tutte le generazioni.

    Canto al Vangelo Is 45,8
    Alleluia, alleluia.
    Stillate, cieli, dall’alto
    e le nubi facciano piovere il Giusto;
    si apra la terra
    e germogli il Salvatore.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 11,11-15
    Non ci fu uomo più grande di Giovanni Battista.


    Dal vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù disse alle folle:
    «In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui.
    Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono.
    Tutti i Profeti e la Legge infatti hanno profetato fino a Giovanni. E, se volete comprendere, è lui quell’Elìa che deve venire.
    Chi ha orecchi, ascolti!».

    Sulle Offerte
    Accogli, o Padre, le nostre offerte
    nel ricordo di san Giovanni della Croce,
    e fa' che testimoniamo nella santità della vita
    la passione di Gesù che celebriamo nel mistero.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell'Avvento I o I/a oppure dei Santi Pastori.

    Antifona alla Comunione Mt 16,24

    «Chi vuol venire dietro a me,
    rinneghi se stesso,
    prenda la sua croce e mi segua», dice il Signore.

    Dopo la Comunione
    La comunione a questo sacrificio, o Padre,
    ci doni la sapienza della croce
    che ha illuminato il tuo sacerdote san Giovanni,
    perché aderiamo pienamente a Cristo
    e collaboriamo, nella Chiesa,
    alla redenzione del mondo.
    Per Cristo nostro Signore.

  4. #14
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    15 dicembre 2017
    VENERDI DELLA II SETTIMANA DI AVVENTO

    Antifona d'Ingresso

    Il Signore verrà con splendore
    a visitare il suo popolo nella pace,
    per fargli dono della sua vita eterna.

    Colletta
    Rafforza, o Padre, la nostra vigilanza
    nell'attesa del tuo Figlio,
    perché, illuminati dalla sua parola di salvezza,
    andiamo incontro a lui con le lampade accese.
    Per il nostro Signore...

    Prima Lettura Is 48, 17-19
    Se tu avessi prestato attenzione ai miei comandi!


    Dal libro del profeta Isaìa
    Così dice il Signore tuo redentore, il Santo di Israele:
    «Io sono il Signore tuo Dio
    che ti insegno per il tuo bene,
    che ti guido per la strada su cui devi andare.
    Se avessi prestato attenzione ai miei comandi,
    il tuo benessere sarebbe come un fiume,
    la tua giustizia come le onde del mare.
    La tua discendenza sarebbe come la sabbia
    e i nati dalle tue viscere come i granelli d’arena;
    non sarebbe mai radiato né cancellato
    il tuo nome davanti a me».

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 1
    Chi ti segue, Signore, avrà la luce della vita.

    Beato l’uomo che non entra nel consiglio dei malvagi,
    non resta nella via dei peccatori
    e non siede in compagnia degli arroganti,
    ma nella legge del Signore trova la sua gioia,
    la sua legge medita giorno e notte.

    È come albero piantato lungo corsi d’acqua,
    che dà frutto a suo tempo:
    le sue foglie non appassiscono
    e tutto quello che fa, riesce bene.

    Non così, non così i malvagi,
    ma come pula che il vento disperde;
    poiché il Signore veglia sul cammino dei giusti,
    mentre la via dei malvagi va in rovina.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    Il Signore viene, andiamogli incontro:
    egli è il principe della pace.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 11, 16-19
    Non ascoltano né Giovanni né il Figlio dell'uomo.


    Dal vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù disse alle folle:
    «A chi posso paragonare questa generazione? È simile a bambini che stanno seduti in piazza e, rivolti ai compagni, gridano:
    “Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato,
    abbiamo cantato un lamento e non vi siete battuti il petto!”.
    È venuto Giovanni, che non mangia e non beve, e dicono: “È indemoniato”. È venuto il Figlio dell’uomo, che mangia e beve, e dicono: “Ecco, è un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori”.
    Ma la sapienza è stata riconosciuta giusta per le opere che essa compie».

    Sulle Offerte
    Ti siano gradite, Signore,
    le nostre umili offerte e preghiere;
    all'estrema povertà dei nostri meriti
    supplisca l'aiuto della tua misericordia.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Il sacrificio che ti offriamo, o Padre,
    sia gradito al tuo nome,
    e diventi per noi sorgente di salvezza.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell'Avvento I oppure I/a.

    Antifona alla Comunione Fil 3,20-21

    Aspettiamo il nostro Salvatore Gesù Cristo:
    egli trasfigurerà il nostro corpo mortale
    a immagine del suo corpo glorioso.

    Oppure: Mt 11,19
    «Il Figlio dell'uomo è amico dei pubblicani
    e dei peccatori.
    Alla sapienza è stata resa giustizia
    dalle sue opere».

    Dopo la Comunione
    O Dio, che in questo sacramento
    ci hai nutriti con il pane della vita,
    insegnaci a valutare con sapienza i beni della terra,
    nella continua ricerca dei beni del cielo.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Signore Dio nostro,
    per la forza misteriosa di questo convito eucaristico
    donaci la vittoria sul peccato,
    la salute del corpo e dello spirito,
    e la gloria eterna nel tuo regno.
    Per Cristo nostro Signore.

  5. #15
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    16 dicembre 2017
    SABATO DELLA II SETTIMANA DI AVVENTO

    Antifona d'Ingresso
    Sal 79,4.2
    Vieni, e fa' risplendere il tuo volto su di noi,
    o Signore, che siedi nei cieli,
    e saremo salvi.

    Colletta
    Sorga in noi, Dio onnipotente,
    lo splendore della tua gloria, Cristo tuo unico Figlio;
    la sua venuta vinca le tenebre del male
    e ci riveli al mondo
    come figli della luce.
    Per il nostro Signore...

    Prima Lettura Sir 48, 1-4. 9-11
    Elia ritornerà.


    Dal libro di Siràcide
    In quei giorni, sorse Elìa profeta, come un fuoco;
    la sua parola bruciava come fiaccola.
    Egli fece venire su di loro la carestia
    e con zelo li ridusse a pochi.
    Per la parola del Signore chiuse il cielo
    e così fece scendere per tre volte il fuoco.
    Come ti rendesti glorioso, Elìa, con i tuoi prodigi!
    E chi può vantarsi di esserti uguale?
    Tu sei stato assunto in un turbine di fuoco,
    su un carro di cavalli di fuoco;
    tu sei stato designato a rimproverare i tempi futuri,
    per placare l’ira prima che divampi,
    per ricondurre il cuore del padre verso il figlio
    e ristabilire le tribù di Giacobbe.
    Beati coloro che ti hanno visto
    e si sono addormentati nell’amore.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 79
    Fà splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi.

    Tu, pastore d’Israele, ascolta.
    Seduto sui cherubini, risplendi.
    Risveglia la tua potenza
    e vieni a salvarci.

    Dio degli eserciti, ritorna!
    Guarda dal cielo e vedi
    e visita questa vigna,
    proteggi quello che la tua destra ha piantato,
    il figlio dell’uomo che per te hai reso forte.

    Sia la tua mano sull’uomo della tua destra,
    sul figlio dell’uomo che per te hai reso forte.
    Da te mai più ci allontaneremo,
    facci rivivere e noi invocheremo il tuo nome.

    Canto al Vangelo Lc 3,4-6
    Alleluia, alleluia.
    Preparate la via del Signore,
    raddrizzate i suoi sentieri!
    Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 17, 10-13
    Elia è già venuto, e non l'hanno riconosciuto.


    Dal vangelo secondo Matteo
    Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?».
    Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire per opera loro».
    Allora i discepoli compresero che egli parlava loro di Giovanni il Battista.

    Sulle Offerte
    Sempre si rinnovi, Signore,
    l'offerta di questo sacrificio,
    che attua il santo mistero da te istituito,
    e con la sua divina potenza
    renda efficace in noi l'opera della salvezza. Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Accogli, Signore, i doni che ti offriamo,
    perché dall'altare del sacrificio
    salga a te la lode perfetta
    e venga a noi la pienezza della tua misericordia.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell'Avvento I oppure I/a.

    Antifona alla Comunione Ap 22, 12

    Ecco io verrò presto,
    dice il Signore,
    e porterò con me la ricompensa,
    per rendere a ciascuno
    secondo le sue opere.

    Oppure: Mt 17,12
    «Elia è già venuto
    e non l'hanno riconosciuto.
    Così anche il Figlio dell'uomo».

    Dopo la Comunione
    O Dio, nostro Padre,
    la forza di questo sacramento
    ci liberi dal peccato
    e ci prepari alle feste del Natale.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Custodisci in noi il tuo dono, Signore,
    e il pane eucaristico che abbiamo ricevuto
    diventi per noi sorgente di salvezza e di pace.
    Per Cristo nostro Signore.

  6. #16
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    17 dicembre 2017
    III DOMENICA DI AVVENTO Gaudete

    Antifona d'Ingresso
    Fil 4,4.5
    Rallegratevi sempre nel Signore:
    ve lo ripeto, rallegratevi,
    il Signore è vicino.

    Non si dice il Gloria.

    Colletta

    Guarda, o Padre, il tuo popolo,
    che attende con fede il Natale del Signore,
    e fa' che giunga a celebrare con rinnovata esultanza
    il grande mistero della salvezza.
    Per il nostro Signore...

    Oppure:
    O Dio, Padre degli umili e dei poveri,
    che chiami tutti gli uomini
    a condividere la pace e la gioia del tuo regno,
    mostraci la tua benevolenza
    e donaci un cuore puro e generoso,
    per preparare la via al Salvatore che viene.
    Egli è Dio...

    Prima Lettura Is 61, 1-2.10-11
    Gioisco pienamente nel Signore.


    Dal libro del profeta Isaia
    Lo spirito del Signore Dio è su di me,
    perché il Signore mi ha consacrato con l’unzione;
    mi ha mandato a portare il lieto annuncio ai miseri,
    a fasciare le piaghe dei cuori spezzati,
    a proclamare la libertà degli schiavi,
    la scarcerazione dei prigionieri,
    a promulgare l’anno di grazia del Signore.
    Io gioisco pienamente nel Signore,
    la mia anima esulta nel mio Dio,
    perché mi ha rivestito delle vesti della salvezza,
    mi ha avvolto con il mantello della giustizia,
    come uno sposo si mette il diadema
    e come una sposa si adorna di gioielli.
    Poiché, come la terra produce i suoi germogli
    e come un giardino fa germogliare i suoi semi,
    così il Signore Dio farà germogliare la giustizia
    e la lode davanti a tutte le genti.

    Salmo Responsoriale Lc 1, 46-54
    La mia anima esulta nel mio Dio.

    L’anima mia magnifica il Signore
    e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
    perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
    D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

    Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente
    e Santo è il suo nome;
    di generazione in generazione la sua misericordia
    per quelli che lo temono.

    Ha ricolmato di beni gli affamati,
    ha rimandato i ricchi a mani vuote.
    Ha soccorso Israele, suo servo,
    ricordandosi della sua misericordia.

    Seconda Lettura 1 Ts 5, 16-24
    Spirito, anima e corpo, si conservino irreprensibili per la venuta del Signore.


    Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Tessalonicesi.
    Fratelli, siate sempre lieti, pregate ininterrottamente, in ogni cosa rendete grazie: questa infatti è volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi.
    Non spegnete lo Spirito, non disprezzate le profezie. Vagliate ogni cosa e tenete ciò che è buono. Astenetevi da ogni specie di male.
    Il Dio della pace vi santifichi interamente, e tutta la vostra persona, spirito, anima e corpo, si conservi irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo. Degno di fede è colui che vi chiama: egli farà tutto questo!

    Canto al Vangelo Is 61,1
    Alleluia, alleluia.
    Lo spirito del Signore è su di me,
    mi ha mandato a portare il lieto annunzio ai poveri.
    Alleluia.

    Vangelo Gv 1, 6-8. 19-28
    In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete.


    Dal vangelo secondo Giovanni
    Venne un uomo mandato da Dio:
    il suo nome era Giovanni.
    Egli venne come testimone
    per dare testimonianza alla luce,
    perché tutti credessero per mezzo di lui.
    Non era lui la luce,
    ma doveva dare testimonianza alla luce.
    Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo: «Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elia?». «Non lo sono», disse. «Sei tu il profeta?». «No», rispose. Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?». Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa».
    Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell’acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo».
    Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

    Si dice il Credo.

    Sulle Offerte

    Sempre si rinnovi, Signore,
    l'offerta di questo sacrificio,
    che attua il santo mistero da te istituito,
    e con la sua divina potenza
    renda efficace in noi l'opera della salvezza.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell'Avvento II oppure II/a.

    Antifona alla Comunione Is 35,4

    Dite agli sfiduciati: «Coraggio,
    non abbiate timore: ecco,
    il nostro Dio viene a salvarci».

    Oppure: Cf Gv 1, 26-27
    «In mezzo a voi sta uno che non
    conoscete, al quale io non sono
    degno di sciogliere i calzari».

    Dopo la Comunione
    O Dio, nostro Padre,
    la forza di questo sacramento
    ci liberi dal peccato
    e ci prepari alle feste ormai vicine.
    Per Cristo nostro Signore.

  7. #17
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    18 dicembre 2017
    FERIA MAGGIORE DEL TEMPO DI AVVENTO

    Antifona d'Ingresso

    Verrà il Cristo, nostro Re,
    l'Agnello preannunziato da Giovanni.

    Colletta
    Oppressi a lungo sotto il giogo del peccato,
    aspettiamo, o Padre, la nostra redenzione;
    la nuova nascita del tuo unico Figlio
    ci liberi dalla schiavitù antica.
    Per il nostro Signore...

    Prima Lettura Ger 23, 5-8
    Susciterò a Davide un germoglio giusto.


    Dal libro del profeta Geremìa
    «Ecco, verranno giorni – oracolo del Signore –
    nei quali susciterò a Davide un germoglio giusto,
    che regnerà da vero re e sarà saggio
    ed eserciterà il diritto e la giustizia sulla terra.
    Nei suoi giorni Giuda sarà salvato
    e Israele vivrà tranquillo,
    e lo chiameranno con questo nome:
    Signore-nostra-giustizia.
    Pertanto, ecco, verranno giorni – oracolo del Signore – nei quali non si dirà più: “Per la vita del Signore che ha fatto uscire gli Israeliti dalla terra d’Egitto!”, ma piuttosto: “Per la vita del Signore che ha fatto uscire e ha ricondotto la discendenza della casa d’Israele dalla terra del settentrione e da tutte le regioni dove li aveva dispersi!”; costoro dimoreranno nella propria terra».

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 71
    Nei suoi giorni fioriranno giustizia e pace.

    O Dio, affida al re il tuo diritto,
    al figlio di re la tua giustizia;
    egli giudichi il tuo popolo secondo giustizia
    e i tuoi poveri secondo il diritto.

    Perché egli libererà il misero che invoca
    e il povero che non trova aiuto.
    Abbia pietà del debole e del misero
    e salvi la vita dei miseri.

    Benedetto il Signore, Dio d’Israele:
    egli solo compie meraviglie.
    E benedetto il suo nome glorioso per sempre:
    della sua gloria sia piena tutta la terra.
    Amen, amen.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    O Signore, guida della casa d’Israele,
    che hai dato la Legge a Mosè sul monte Sinai:
    vieni a liberarci con braccio potente.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 1, 18-24
    Gesù nascerà da Maria, sposa di Giuseppe, figlio di Davide.


    Dal vangelo secondo Matteo
    Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.
    Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
    Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
    «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio:
    a lui sarà dato il nome di Emmanuele»,
    che significa «Dio con noi».
    Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.

    Sulle Offerte
    Ci renda a te graditi, o Padre,
    il sacrificio che celebriamo,
    perché possiamo aver parte all'eterna vita del tuo Figlio,
    che con la sua morte ci ha resi immortali.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell'Avvento II oppure II/a.

    Antifona alla Comunione Mt 1,23

    Gli sarà dato il nome di Emmanuele,
    che significa Dio con noi.

    Dopo la Comunione
    Disponi, o Padre, i nostri cuori
    a ricevere nel tempio vivo della Chiesa
    la tua misericordia,
    perché possiamo prepararci con devota esultanza
    alla festa ormai vicina del nostro Salvatore.
    Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

  8. #18
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    19 dicembre 2017
    FERIA MAGGIORE DEL TEMPO DI AVVENTO

    Antifona d'Ingresso
    Cf Eb 10,37
    L'atteso dei popoli verrà senza tardare;
    non ci sarà più timore sulla nostra terra:
    egli è il nostro Salvatore.

    Colletta
    O Dio, che hai rivelato al mondo
    con il parto della Vergine lo splendore della tua gloria,
    concedi al tuo popolo di venerare con fede viva
    e di celebrare con sincero amore
    il grande mistero dell'incarnazione.
    Per il nostro Signore...

    Prima Lettura Gdc 13, 2-7. 24-25a
    La nascita di Sansone è annunciata dall'angelo.


    Dal libro dei Giudici
    In quei giorni, c’era un uomo di Sorèa, della tribù dei Danìti, chiamato Manòach; sua moglie era sterile e non aveva avuto figli.
    L’angelo del Signore apparve a questa donna e le disse: «Ecco, tu sei sterile e non hai avuto figli, ma concepirai e partorirai un figlio. Ora guardati dal bere vino o bevanda inebriante e non mangiare nulla d’impuro. Poiché, ecco, tu concepirai e partorirai un figlio sulla cui testa non passerà rasoio, perché il fanciullo sarà un nazireo di Dio fin dal seno materno; egli comincerà a salvare Israele dalle mani dei Filistei».
    La donna andò a dire al marito: «Un uomo di Dio è venuto da me; aveva l’aspetto di un angelo di Dio, un aspetto maestoso. Io non gli ho domandato da dove veniva ed egli non mi ha rivelato il suo nome, ma mi ha detto: “Ecco, tu concepirai e partorirai un figlio; ora non bere vino né bevanda inebriante e non mangiare nulla d’impuro, perché il fanciullo sarà un nazireo di Dio dal seno materno fino al giorno della sua morte”».
    E la donna partorì un figlio che chiamò Sansone. Il bambino crebbe e il Signore lo benedisse. Lo spirito del Signore cominciò ad agire su di lui.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 70
    Canterò senza fine la tua gloria, Signore.

    Sii tu la mia roccia,
    una dimora sempre accessibile;
    hai deciso di darmi salvezza:
    davvero mia rupe e mia fortezza tu sei!
    Mio Dio, liberami dalle mani del malvagio.

    Sei tu, mio Signore, la mia speranza,
    la mia fiducia, Signore, fin dalla mia giovinezza.
    Su di te mi appoggiai fin dal grembo materno,
    dal seno di mia madre sei tu il mio sostegno.

    Verrò a cantare le imprese del Signore Dio:
    farò memoria della tua giustizia, di te solo.
    Fin dalla giovinezza, o Dio, mi hai istruito
    e oggi ancora proclamo le tue meraviglie.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    O Radice di Iesse,
    che t’innalzi come segno per i popoli:
    vieni a liberarci, non tardare.
    Alleluia.

    Vangelo Lc 1, 5-25
    La nascita di Giovanni Battista è annunziata dall'angelo.


    Dal vangelo secondo Luca.
    Al tempo di Erode, re della Giudea, vi era un sacerdote di nome Zaccarìa, della classe di Abìa, che aveva in moglie una discendente di Aronne, di nome Elisabetta. Ambedue erano giusti davanti a Dio e osservavano irreprensibili tutte le leggi e le prescrizioni del Signore. Essi non avevano figli, perché Elisabetta era sterile e tutti e due erano avanti negli anni.
    Avvenne che, mentre Zaccarìa svolgeva le sue funzioni sacerdotali davanti al Signore durante il turno della sua classe, gli toccò in sorte, secondo l’usanza del servizio sacerdotale, di entrare nel tempio del Signore per fare l’offerta dell’incenso.
    Fuori, tutta l’assemblea del popolo stava pregando nell’ora dell’incenso. Apparve a lui un angelo del Signore, ritto alla destra dell’altare dell’incenso. Quando lo vide, Zaccarìa si turbò e fu preso da timore. Ma l’angelo gli disse: «Non temere, Zaccarìa, la tua preghiera è stata esaudita e tua moglie Elisabetta ti darà un figlio, e tu lo chiamerai Giovanni. Avrai gioia ed esultanza, e molti si rallegreranno della sua nascita, perché egli sarà grande davanti al Signore; non berrà vino né bevande inebrianti, sarà colmato di Spirito Santo fin dal seno di sua madre e ricondurrà molti figli d’Israele al Signore loro Dio. Egli camminerà innanzi a lui con lo spirito e la potenza di Elìa, per ricondurre i cuori dei padri verso i figli e i ribelli alla saggezza dei giusti e preparare al Signore un popolo ben disposto».
    Zaccarìa disse all’angelo: «Come potrò mai conoscere questo? Io sono vecchio e mia moglie è avanti negli anni». L’angelo gli rispose: «Io sono Gabriele, che sto dinanzi a Dio e sono stato mandato a parlarti e a portarti questo lieto annuncio. Ed ecco, tu sarai muto e non potrai parlare fino al giorno in cui queste cose avverranno, perché non hai creduto alle mie parole, che si compiranno a loro tempo».
    Intanto il popolo stava in attesa di Zaccarìa, e si meravigliava per il suo indugiare nel tempio. Quando poi uscì e non poteva parlare loro, capirono che nel tempio aveva avuto una visione. Faceva loro dei cenni e restava muto.
    Compiuti i giorni del suo servizio, tornò a casa. Dopo quei giorni Elisabetta, sua moglie, concepì e si tenne nascosta per cinque mesi e diceva: «Ecco che cosa ha fatto per me il Signore, nei giorni in cui si è degnato di togliere la mia vergogna fra gli uomini».

    Sulle Offerte
    Guarda benigno, o Padre, questi doni,
    che la nostra povertà depone sul tuo altare,
    e consacrali con la potenza del tuo Spirito.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell'Avvento II oppure II/a.

    Antifona alla Comunione Lc 1,78-79

    Verrà a visitarci dall'alto
    un sole che sorge, Cristo Signore,
    per dirigere i nostri passi
    sulla via della pace.

    Oppure: Lc 1,17
    Egli ricondurrà i cuori dei padri verso i figli
    e preparerà al Signore un popolo ben disposto.

    Dopo la Comunione
    Ti ringraziamo, Dio onnipotente, per i doni che ci hai dato;
    suscita in noi il desiderio dei beni promessi,
    perché con spirito rinnovato
    possiamo celebrare la nascita del nostro Salvatore.
    Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

  9. #19
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    20 dicembre 2017
    FERIA MAGGIORE DEL TEMPO DI AVVENTO

    Antifona d'Ingresso
    Cf Is 11,1; 40,5; Lc 3,6
    Dalla radice di Iesse spunterà un germoglio,
    tutta la terra sarà piena della gloria del Signore,
    e ogni uomo vedrà la salvezza di Dio.

    Colletta
    Tu hai voluto, o Padre, che all'annunzio dell'angelo
    la Vergine immacolata concepisse il tuo Verbo eterno,
    e avvolta dalla luce dello Spirito Santo
    divenisse tempio della nuova alleanza:
    fa' che aderiamo umilmente al tuo volere,
    come la Vergine si affidò alla tua parola.
    Per il nostro Signore...

    Prima Lettura Is 7, 10-14
    Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio.


    Dal libro del profeta Isaìa
    In quei giorni, il Signore parlò ad Àcaz: «Chiedi per te un segno dal Signore, tuo Dio, dal profondo degli inferi oppure dall’alto».
    Ma Àcaz rispose: «Non lo chiederò, non voglio tentare il Signore».
    Allora Isaìa disse: «Ascoltate, casa di Davide! Non vi basta stancare gli uomini, perché ora vogliate stancare anche il mio Dio? Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele».

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 23
    Ecco, viene il Signore, re della gloria.

    Del Signore è la terra e quanto contiene:
    il mondo, con i suoi abitanti.
    È lui che l’ha fondato sui mari
    e sui fiumi l’ha stabilito.

    Chi potrà salire il monte del Signore?
    Chi potrà stare nel suo luogo santo?
    Chi ha mani innocenti e cuore puro,
    chi non si rivolge agli idoli.

    Egli otterrà benedizione dal Signore,
    giustizia da Dio sua salvezza.
    Ecco la generazione che lo cerca,
    che cerca il tuo volto, Dio di Giacobbe.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    O Chiave di Davide, che apri le porte del Regno dei cieli:
    vieni, e libera l’uomo prigioniero che giace nelle tenebre.
    Alleluia.

    Vangelo Lc 1, 26-38
    Ecco, concepirai e darai alla luce un figlio.


    Dal vangelo secondo Luca
    Al sesto mese, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te».
    A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
    Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
    Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

    Sulle Offerte
    Guarda, Signore, quest'unico mirabile sacrificio,
    e concedi che nella partecipazione al santo mistero
    riceviamo i beni che la fede ci fa sperare.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell'Avvento II oppure II/a.

    Antifona alla Comunione Lc 1,31

    L'angelo disse a Maria:
    «Ecco concepirai e darai alla luce un figlio
    e gli porrai nome Gesù».

    Dopo la Comunione
    Proteggi questa tua famiglia, Signore,
    che hai nutrito con il pane del cielo,
    e con la forza di questo sacramento
    raccoglila nella verità e nella pace.
    Per Cristo nostro Signore.

  10. #20
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,185
    Ringraziato
    3451
    21 dicembre 2017
    FERIA MAGGIORE DEL TEMPO DI AVVENTO

    Antifona d'Ingresso
    Cf Is 7,14; 8,10
    Ecco viene il Signore onnipotente:
    sarà chiamato Emmanuele,
    Dio con noi.

    Colletta
    Ascolta, o Padre, le preghiere del tuo popolo
    in attesa del tuo Figlio
    che viene nell'umiltà della condizione umana:
    la nostra gioia si compia alla fine dei tempi
    quando egli verrà nella gloria.
    Per il nostro Signore...

    Prima Lettura Ct 2, 8-14
    Ecco, l’amato mio viene saltando per i monti.


    Dal Cantico dei cantici
    Una voce! L’amato mio!
    Eccolo, viene
    saltando per i monti,
    balzando per le colline.
    L’amato mio somiglia a una gazzella
    o ad un cerbiatto.
    Eccolo, egli sta
    dietro il nostro muro;
    guarda dalla finestra,
    spia dalle inferriate.
    Ora l’amato mio prende a dirmi:
    «Àlzati, amica mia,
    mia bella, e vieni, presto!
    Perché, ecco, l’inverno è passato,
    è cessata la pioggia, se n’è andata;
    i fiori sono apparsi nei campi,
    il tempo del canto è tornato
    e la voce della tortora ancora si fa sentire
    nella nostra campagna.
    Il fico sta maturando i primi frutti
    e le viti in fiore spandono profumo.
    Àlzati, amica mia,
    mia bella, e vieni, presto!
    O mia colomba,
    che stai nelle fenditure della roccia,
    nei nascondigli dei dirupi,
    mostrami il tuo viso,
    fammi sentire la tua voce,
    perché la tua voce è soave,
    il tuo viso è incantevole».

    Oppure: Sof 3, 14-18
    Il Signore tuo Dio è in mezzo a te.


    Dal libro del profeta Sofonìa
    Rallégrati, figlia di Sion,
    grida di gioia, Israele,
    esulta e acclama con tutto il cuore,
    figlia di Gerusalemme!
    Il Signore ha revocato la tua condanna,
    ha disperso il tuo nemico.
    Re d’Israele è il Signore in mezzo a te,
    tu non temerai più alcuna sventura.
    In quel giorno si dirà a Gerusalemme:
    «Non temere, Sion, non lasciarti cadere le braccia!
    Il Signore, tuo Dio, in mezzo a te
    è un salvatore potente.
    Gioirà per te,
    ti rinnoverà con il suo amore,
    esulterà per te con grida di gioia».

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 32
    Esultate, o giusti, nel Signore; cantate a lui un canto nuovo.
    Oppure:
    Cantiamo al Signore un canto nuovo.

    Lodate il Signore con la cetra,
    con l’arpa a dieci corde a lui cantate.
    Cantate al Signore un canto nuovo,
    con arte suonate la cetra e acclamate.

    Il disegno del Signore sussiste per sempre,
    i progetti del suo cuore per tutte le generazioni.
    Beata la nazione che ha il Signore come Dio,
    il popolo che egli ha scelto come sua eredità.

    L’anima nostra attende il Signore:
    egli è nostro aiuto e nostro scudo.
    È in lui che gioisce il nostro cuore,
    nel suo santo nome noi confidiamo.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    O Emmanuele, nostro re e legislatore:
    vieni a salvarci, Signore, nostro Dio.
    Alleluia.

    Vangelo Lc 1, 39-45
    A cosa devo che la madre del mio Signore venga a me?


    Dal vangelo secondo Luca
    In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda.
    Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.
    Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».

    Sulle Offerte
    Accetta con bontà, Signore, le offerte della tua Chiesa;
    tu che le hai poste nelle nostre mani,
    con la tua potenza trasformale per noi
    in sacramento di salvezza.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell'Avvento II oppure II/a.

    Antifona alla Comunione Cf Lc 1,45

    Beata sei tu, Vergine Maria,
    perché hai creduto
    al compimento delle parole del Signore.

    Dopo la Comunione
    Per la comunione a questo sacramento
    proteggi sempre il tuo popolo, Signore,
    perché, nella piena obbedienza a te nostro Padre,
    raggiunga la salvezza dell'anima e del corpo.
    Per Cristo nostro Signore.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •