Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19

Discussione: Serva di Dio Chiara Corbella Petrillo (09/01/1984 - 13/06/2012)

  1. #1
    Cronista Onoraria di CR L'avatar di marina83
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    prov. novara
    Età
    35
    Messaggi
    2,757
    Ringraziato
    16

    Premi

    Serva di Dio Chiara Corbella Petrillo (09/01/1984 - 13/06/2012)

    Rinvia le cure e muore
    per far nascere il suo bimbo

    Chiara uccisa dal cancro a ventotto anni, domani l’addio

    ROMA - Chiara Corbella aveva 28 anni. Era sposata con Enrico Petrillo. Entrambi romani, dell’Aurelio. Una coppia normalissima, molto credente. Una di quelle della generazione Wojtyla, cresciuta in parrocchia a pane e Gmg. La loro è una storia incredibile che in questi giorni rimbalza su internet e merita di essere raccontata. Dopo essersi conosciuti a Medjugorje, si sono fidanzati e a settembredel 2008 hanno coronato la loro storia d’amore con il matrimonio. Dopo pochi mesi Chiara, come desideravano, è rimasta subito incinta. Di Maria.

    Una notizia fantastica. Ma purtroppo alla bimba, sin dalle prime ecografie, è stata diagnosticata un’anencefalia (una malformazione congenita grave dove il nascituro appare privo totalmente o parzialmente dell’encefalo). Senza alcun tentennamento Enrico e Chiara l’hanno accolta comunque e accompagnata nella nascita terrena e, dopo circa 30 minuti, come dicono i loro amici «alla nascita in cielo». Al funerale Enrico e Chiara erano lì, accanto a quella piccola bara bianca: hanno scritto e cantato per tutta la messa aggrappati a una grande fede. Qualche mese dopo, ecco un’altra gravidanza. Ma come se qualcuno avesse voluto mettere alla prova i cuori di quei due giovani ragazzi, anche in questo caso le prime ecografie non sono andate bene. Il bimbo, questa volta era un maschietto, era senza gambe. Senza paura e con il sorriso sulle labbra hanno scelto ancora una volta di portare avanti la gravidanza. Qualcosa di difficile, forse da comprendere, eppure Enrico raccontava la sua gioia di avere un bimbo anche se privo delle gambe. Purtroppo, però, verso il settimo mese, l’ecografia ha evidenziato delle malformazioni viscerali con assenza degli arti inferiori e incompatibilità con la vita. Spacciato. Ma i due giovani con il sorriso hanno voluto accompagnare il piccolo Davide, questo il nome che avevano scelto per lui, fino al giorno della sua venuta alla luce. Poco dopo la nascita anche Davide è deceduto.

    Un altro funerale. Un’altra croce. Ma una voglia infinita di vita. Ancora. Ancora di più, se è possibile. Passano i mesi e arriva un’altra gravidanza: Francesco, il nome prescelto. Tutti gli amici, sempre di più intorno a loro, hanno gioito per la notizia e per la speranza di Chiara ed Enrico verso la vita. E finalmente tutto va per il meglio: le ecografie confermavano la salute del bimbo che cresce forte e sano. Ma al quinto mese arriva una nuova croce. A Chiara viene diagnosticata una brutta lesione della lingua e dopo un primo intervento, i medici le dicono quello che non avrebbero mai voluto dirle: ha un carcinoma. Nonostante questo, Chiara ed Enrico hanno combattuto ancora, uniti, forti, insieme per difendere il loro Francesco. Non hanno avuto dubbi e hanno deciso di portare avanti la gravidanza mettendo a rischio la vita della mamma. Chiara, infatti, solo dopo il parto si è potuta sottoporre a un nuovo intervento chirurgico più radicale e poi ai successivi cicli di chemio e radioterapia.
    Mesi difficili. Durissimi. Lo sa bene Gianluigi De Palo, che prima di essere l’assessore alla Famiglia del Comune di Roma, è uno loro amico. «Hanno affrontato queste prove con il sorriso e con un sereno affidamento alla Provvidenza - ha scritto ieri sul suo profilo Facebook - Ho parlato più e più volte con Chiara ed Enrico di come in tutte queste prove mai si son lasciati sconvolgere, ma solo hanno accettato la volontà di Colui che non fa nulla per caso».

    Chiara non ce l’ha fatta. Mercoledì a mezzogiorno il suo cuore ha smesso di battere e combattere contro una malattia che non le ha lasciato scampo. Resta Enrico. Il suo amore per il piccolo Francesco. E le parole di Chiara, in un video su youtube («testimonianza di Enrico e Chiara») che in un giorno ha fatto registrare circa 500 condivisioni.
    «Il Signore ha sempre qualcosa di diverso per noi. Non tutto va come noi pensiamo - racconta Chiara ad un microfono - Avevo visto con la dottoressa, attraverso l’ecografia, che la scatola cranica della nostra bambina non si era formata. Anche se lei si muoveva perfettamente, per lei non c’erano possibilità. Io non me la sentivo proprio di andare contro di lei, mi sentivo di sostenerla come potevo, e non di sostituirmi alla sua vita. Ora non sapevo come dirlo a mio marito. Ho passato una notte terribile, e ho detto: «Signore, mi vuoi donare questa cosa, ma perché non me lo hai fatto scoprire insieme a mio marito? Perché mi chiedi di dirglielo?».

    E ancora: «A quel punto ho pensato alla Madonna, che anche a lei il Signore aveva donato un figlio e gli aveva chiesto di annunciarlo a suo marito. Anche a lei il Signore aveva donato un figlio che non era per lei, che sarebbe morto e lei avrebbe dovuto vedere morire sotto la croce. Questa cosa mi ha fatto riflettere sul fatto che forse non potevo pretendere di capire tutto e subito, e forse il Signore aveva un progetto che io non riuscivo a comprendere. Ma già avviene il primo miracolo: il momento in cui lo dico a Enrico è stato un momento indimenticabile. Mi ha abbracciato e mi ha detto: «E’ nostra figlia e la terremo così com’è». Nonostante tutto è stata una gravidanza stupenda, in cui abbiamo potuto apprezzare ogni singolo giorno, ogni piccolo calcio di Maria è stato un dono. Il figlio dona la vita alla madre... Il parto è stato naturale, veloce e indolore. Il momento in cui l’ho vista è un momento che non dimenticherò mai. Ho capito che eravamo legati per la vita. L’abbiamo battezzata, ed è stato il dono più grande che il Signore potesse farci».
    Domani i suoi amici, chi ha fede e chi non la ha, saluteranno per l’ultima volta Chiara, la sua forza, il suo amore per la vita. I suoi funerali sono stati fissati alle 10,30 nella chiesa di Santa Francesca Romana, all’Ardeatino.

    Video intervista
    Chiara si racconta

    [YOUTUBE]ZpHOO3IU6Zc[/YOUTUBE]

    Fonte:http://www.ilmessaggero.it/roma/storie/rinvia_le_cure_e_muore_per_far_nascere_i l_suo_bimbo/notizie/202562.shtml

  2. #2
    Veterano di CR L'avatar di hildegarda
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Età
    55
    Messaggi
    1,543
    Ringraziato
    10
    Ho perso un cugino dello stesso tipo di tumore che ha portato via Chiara, aveva 37 anni ed un bimbo di due. Mio nipote è cresciuto senza un papà ma è la nostra gioia, ora è un ragazzo forte ed intelligente e somiglia, sia fisicamente che nei sentimenti al padre, che pure non ha conosciuto. Chiara è stata grande, ha scelto la parte migliore, a fronte di sacrifici inumani, cure dolorosissime ed un esito comunque infausto (l'ho vissuto accanto a Giacomo, giorno per giorno per due interminabili anni), lei ha capito subito cosa fare, consigliata da un cuore informato all'Amore ha lasciato il meglio di sè. A noi sembra una scelta eroica ed in un certo senso lo è, ma dalla prospettiva della mia esperienza debbo dire che è stata una scelta intelligente, brillante, veramente e pienamente UMANA, intendendo con questo termine l'uomo quello vero, quello a immagine e somiglianza di Dio. Chiara...Dio ti benedica ora e sempre.

  3. Il seguente utente ringrazia hildegarda per questo messaggio:

    Gregorius Paulus (22-09-2018)

  4. #3
    Cronista di CR L'avatar di Servus Servorum
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Aggius (OT), Diocesi Tempio - Ampurias
    Età
    44
    Messaggi
    12,466
    Ringraziato
    1040

    Premi

    Tale e quale a Santa Gianna Beretta Molla!
    Che il Signore l'accolga in Cielo, assieme ai due Angioletti che l'hanno preceduta!
    Un meraviglioso esempio per la società attuale in cui la parola "sacrificio" viene bandita dal vocabolario.
    Pace e Bene!

  5. #4
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    749
    Ringraziato
    0
    Preghiamo per tutti loro!

  6. #5
    Moderatrice L'avatar di AntonellaB
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    8,393
    Ringraziato
    388
    Giovedì 13 Giugno 2013 alle ore 17.00, a un anno dalla salita in cielo di Chiara, al Santuario del Divino Amore sarà celebrata la Santa Messa. Presiederà Don Fabio Rosini.

    Seguirà un incontro con la testimonianza del marito Enrico, dei familiari, di Padre Vito D’Amato e di altri amici che le sono stati accanto.

    Chi ha desiderio di partecipare a questa Eucarestia è benvenuto.

    I sacerdoti che volessero concelebrare dovranno portare con sé camice e stola.

    https://www.facebook.com/costanza.miriano
    Finchè....non ritorni....il Signore!

  7. #6
    Veterano di CR L'avatar di sobiesky
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    roma
    Età
    68
    Messaggi
    1,981
    Ringraziato
    985

    Premi

    Questa storia è una delle pagine più tenere e commoventi che abbia mai letto. Grazie per avercela fatta conoscere. Sì giovedì 13 giugno 2013, come ben opportunamente ci ricorda la gentile Antonella, credo poi sia doveroso poter rivolgere un pensiero ed una prece alla memoria di Chiara, a questa donna dal cuore grande, a questa donna veramente straordinaria.

  8. #7
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    10
    Ringraziato
    0

    Bella

    Cari amici,
    ho avuto la fortuna di conoscere Chiara l'anno scorso. C'ho parlato poco, qualche battuta. Quello che vi posso dire è che era una ragazza normalissima. E con normalissima intendo jeans, maglia, una sciarpina, capelli raccolti (l'ultima volta che l'ho vista, poco prima che scoprisse di non poter far nulla per la malattia). Ebbene, questa ragazza normale sta cambiando i cuori di persone di tutto il mondo. Visitate il sito www.chiaracorbellapetrillo.it se non lo conoscete.
    Preghiamo per il marito e il bellissimo figlio!!!
    Agataluce

  9. #8
    CierRino di platino L'avatar di maurum
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    13,298
    Ringraziato
    1800
    Come Santa Gianna Beretta anche Chiara ha detto si alla vita rinunciando a se stessa e donando un esempio che, personalmente, penso non abbia eguali. Grazie Chiara per la tua viva testimonianza.




  10. #9
    Fedelissimo di CR L'avatar di Amatrixian
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Nella provincia dei 7 laghi
    Età
    45
    Messaggi
    3,961
    Ringraziato
    407
    Storia similie ha vissuto la cugina di mia moglie.
    Anche lei ha voluto rinviare la cure ino alla nascita di sua figlia.

    Una cosa che comunque è sempre difficile da accettare.
    "Che vuol ch'io faccia del suo latinorum?"

  11. #10
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    10
    Ringraziato
    0

    Settimanale "Credere"

    Il nuovo settimanale "Credere" aveva dedicato un articolo e la copertina a Chiara. Un mio amico che lo ha letto mi ha detto che c'è menzione di qualche presunto miracolo.
    Non so bene che cosa ci sia scritto, ma mi sembrerebbe già un miracolo il fatto che qualche ragazza scegliesse di non abortire sull'esempio luminoso di Chiara...
    Agataluce

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •