Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 40 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 392

Discussione: Duomo di Milano

  1. #11
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Brescia
    Età
    28
    Messaggi
    793
    Ringraziato
    61
    Grazie ad Ambrosiano per la bella e chiara spiegazione.
    Solo una cosa non ho compreso: è stato detto che dove c'è ora la Cappella feriale vi era il Coro dei Canonici, giusto? Adesso dove quindi il Coro?
    "L'anima che si dà tutta a Dio è tutta di Dio" San Filippo Neri

  2. #12
    CierRino L'avatar di princeps ecclesiae
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Ambrosii terra
    Messaggi
    5,317
    Ringraziato
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Card.Petrucci Visualizza Messaggio
    Grazie ad Ambrosiano per la bella e chiara spiegazione.
    Solo una cosa non ho compreso: è stato detto che dove c'è ora la Cappella feriale vi era il Coro dei Canonici, giusto? Adesso dove quindi il Coro?
    Il coro ligneo è tuttora presente e, in pratica, circonda tre lati della cappella feriale. Esso è usato dai canonici in rare occasioni (venerdì quaresimali, officiature con l'arcivescovo nei giorni della settimana autentica).
    Quotidianamente i canonici si riuniscono nella cappella iemale, che è di forma circolare: da un lato vi sono gli stalli, dall'altro due file di banchi per i fedeli che partecipano; l'altare, circondato da colonne si trova al centro e vi si celebra guardando verso il lato dei fedeli.

  3. #13
    Iscritto
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    deserto ambrosiano
    Messaggi
    240
    Ringraziato
    3
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Queste cose non chiederle a me. Io ti posso dire il mio parere, che è questo:
    Riguardo ai paliotti mi sembra che sia un delitto coprire un altare così bello.
    I paliotti vengono ancora usati in speciali occasioni quando occorre costruire altari posticci. Due verranno sicuramente usati domenica 26/6 per l'altare in piazza Duomo. Quello di S. Carlo è usato attualmente come parato per l'altare di S. Giovanni Buono che espone la sua urna.
    Premettendo che sul bello e sul brutto tutto è opinabile, diciamo che non è che ci sia gran voglia di fare in Duomo, tutto è tenuto come un museo pieno di polvere e sembra di stare in una delle tante chiese parigine... Altari spogli senza candelieri. Per l'altare in cui è esposto S. Carlo si sono proprio sprecati! Un muro di cartongesso con appeso un quadro...
    Se almeno usassero i paliotti nelle solennità o all'opposto coprissero l'altare almeno in avvento e in quaresima ci sarebbe un segno più visibile del calendario liturgico.
    L'unica cosa che mettono sono quei due stracci appesi ai lati della cattedra...
    Siamo molto lontani da quando il duomo era il Duomo (Non mi sembra così difficilmente visibile l'altare, si vede per tutta la sua interezza anche con la chiesa gremita).
    Ultima modifica di Ambrosiano; 21-06-2011 alle 23:08

  4. #14
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    9,898
    Ringraziato
    882
    Citazione Originariamente Scritto da Card.Petrucci Visualizza Messaggio
    Grazie ad Ambrosiano per la bella e chiara spiegazione.
    Solo una cosa non ho compreso: è stato detto che dove c'è ora la Cappella feriale vi era il Coro dei Canonici, giusto? Adesso dove quindi il Coro?
    Citazione Originariamente Scritto da princeps ecclesiae Visualizza Messaggio
    Il coro ligneo è tuttora presente e, in pratica, circonda tre lati della cappella feriale. Esso è usato dai canonici in rare occasioni (venerdì quaresimali, officiature con l'arcivescovo nei giorni della settimana autentica).
    Quotidianamente i canonici si riuniscono nella cappella iemale, che è di forma circolare: da un lato vi sono gli stalli, dall'altro due file di banchi per i fedeli che partecipano; l'altare, circondato da colonne si trova al centro e vi si celebra guardando verso il lato dei fedeli.
    Esatto! Aggiungo che è anche stato costruito un nuovo coro su per giù dove un tempo c'era il coro senatorio, molto minimalista, in cui i canonici siedono durante le celebrazioni all'altare maggiore e durante la recita dei Vespri di domenica.

    Questo video, che è relativo all'ufficio delle letture del mattino del Sabato Santo, permette di vedere un po' il tutto. Si intravede il coro nuovo, e si vede abbastanza bene il vecchio e la cappella feriale.


    Citazione Originariamente Scritto da Ciloster82 Visualizza Messaggio
    Premettendo che sul bello e sul brutto tutto è opinabile, diciamo che non è che ci sia gran voglia di fare in Duomo, tutto è tenuto come un museo pieno di polvere e sembra di stare in una delle tante chiese parigine... Altari spogli senza candelieri. Per l'altare in cui è esposto S. Carlo si sono proprio sprecati! Un muro di cartongesso con appeso un quadro...
    Se almeno usassero i paliotti nelle solennità o all'opposto coprissero l'altare almeno in avvento e in quaresima ci sarebbe un segno più visibile del calendario liturgico.
    L'unica cosa che mettono sono quei due stracci appesi ai lati della cattedra......
    Che ci vuoi fare. I tempi sono cambiati ed ora è impensabile un paramento del tipo raffigurato nella foto. L'ultimo che ho visto su per giù così è stato nell'Epifania del 1964 (o forse 63) quando per la prima volta fu celebrata dal cardinal Colombo, che aveva avuto una speciale dispensa, una Messa in Italiano. Mi pare di ricordare che qualcuno (forse donmich) aveva anche postato una foto di quella celebrazione, ma valla a trovare! Quasi subito dopo sono cominciati i problemi statici e il Duomo è diventato un cantiere per 20 anni e quindi i paramenti erano l'ultimo dei problemi. Alla conclusione dei lavori ormai la mentalità era cambiata e di quegli apparati si era perso sia il ricordo sia la volontà di riproporli.

    Invece, tornando all'altare ed alle colonnine, la tua bonaria provocazione mi ha intrigato davvero. Ieri sono stato in Duomo per controllare "de visu", senza però concludere niente. Infatti con le mezze luci (quando rifaranno l'impianto luminoso e metteranno luci un po' più cristiane non sarà mai troppo tardi) non si vede praticamente niente. Oltretutto all'altare non ci si può minimamente avvicinare. L'unica è andarci di domenica quando le luci sono tenute più alte e almeno si può accedere ai primi banchi.

    Comunque mi è sembrato proprio che alcune (solo alcune) colonnine siano scanalate, o così sembra. Ad esempio quella sul lato piccolo di destra. La corrispondente di sinistra mi è sembrata invece quasi senza alcun dubbio una colonnina liscia. Lancio quindi l'invito a raccogliere documentazioni in merito.

    Ho riletto poi con calma i cartelloni presenti per l'anniversario di S. Carlo e, riguardo all'altare viene detto testualmente:
    "Praticamente utilizzato come basamento di sostegno per il tabernacolo ed il ciborio, l'altare medioevale scomparve per quasi i due terzi della profondità della mensa".
    Questo spiega l'impressione di diversità di grandezza che si ha guardando le foto di prima e quelle di adesso.

    Riguardo alla polvere, è vero, l'impressione è questa. Ma è solo un'impressione perchè se capiti in Duomo nei giorni feriali è un continuo spazzare in terra e far la polvere. Io penso che molto dipenda da quella luce infame che c'è. Se solo sostituissero le lampade con altre di tono un po' più caldo, penso che l'impressione possa cambiare.
    Va beh, comunque "l'è inscì, ste voeret fagh".
    Ultima modifica di Ambrosiano; 03-02-2015 alle 00:00

  5. #15
    Iscritto L'avatar di TeIgitur
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Italia (in passato anche U.S.)
    Messaggi
    272
    Ringraziato
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Ho riletto poi con calma i cartelloni presenti per l'anniversario di S. Carlo e, riguardo all'altare viene detto testualmente:
    "Praticamente utilizzato come basamento di sostegno per il tabernacolo ed il ciborio, l'altare medioevale scomparve per quasi i due terzi della profondità della mensa".
    Infatti: confrontando l'altare ai tempi del beato cardinal Schuster

    e adesso (dalla messa in Cena Domini dell'ultimo giovedì santo)

    si nota come il dossale poggiasse su una parte dell'altare, che non sarà un terzo ma poco ci manca. Notare inoltre che l'altare era assolutamente irriconoscibile.

    L'altare della cappella feriale è di bronzo, giusto?


    Dài, Ciloster, non facciamo confronti con le chiese di Parigi!


    Notre Dame de Paris mi fornisce tra l'altro un'occasione per approfondire un tema sull'orientamento dell'altare nelle chiese "preconciliari", ma magari ci tornerò in un altro post...

  6. #16
    Iscritto L'avatar di Cerimoniere1994
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    Introbio
    Età
    23
    Messaggi
    80
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Che ci vuoi fare. I tempi sono cambiati ed ora è impensabile un paramento del tipo raffigurato nella foto. L'ultimo che ho visto su per giù così è stato nell'Epifania del 1964 (o forse 63) quando per la prima volta fu celebrata dal cardinal Colombo, che aveva avuto una speciale dispensa, una Messa in Italiano. Mi pare di ricordare che qualcuno (forse donmich) aveva anche postato una foto di quella celebrazione, ma valla a trovare! Quasi subito dopo sono cominciati i problemi statici e il Duomo è diventato un cantiere per 20 anni e quindi i paramenti erano l'ultimo dei problemi. Alla conclusione dei lavori ormai la mentalità era cambiata e di quegli apparati si era perso sia il ricordo sia la volontà di riproporli.
    A Introbio li stiamo rifacendo proprio in questi giorni! che lavoro! 150 m di stoffa e 125 di frangia dorata!

  7. #17
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    9,898
    Ringraziato
    882
    Citazione Originariamente Scritto da Cerimoniere1994 Visualizza Messaggio
    A Introbio li stiamo rifacendo proprio in questi giorni! che lavoro! 150 m di stoffa e 125 di frangia dorata!
    Ci farai poi vedere con una bella foto, naturalmente.

  8. #18
    Iscritto
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    deserto ambrosiano
    Messaggi
    240
    Ringraziato
    3
    Anche da me li mettiamo i drappi, se mi dite dove metter una foto potrei anche farlo... Anche se non amo pavoneggiare la mia chiesa in giro...

    Per rispondere a TeIgitur
    Beh... in effetti a Milano è molto meglio... e meno male
    (anche se avrei lasciato tutto com'era l'altare di S. Carlo, mettendo una nuova mensa)

  9. #19
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Brescia
    Età
    28
    Messaggi
    793
    Ringraziato
    61
    Quindi il coro senatorio è stato rimosso? Ma cosa era, in concreto?
    "L'anima che si dà tutta a Dio è tutta di Dio" San Filippo Neri

  10. #20
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    9,898
    Ringraziato
    882
    Citazione Originariamente Scritto da Card.Petrucci Visualizza Messaggio
    Quindi il coro senatorio è stato rimosso? Ma cosa era, in concreto?
    Praticamente niente....
    Solo uno spazio sopraelevato rispetto alla navata del Duomo e distinto da essa con una balaustra. Se non ricordo male c'erano dei banchi normali. Anche le due tribunette sotto gli organi ne facevano parte e penso fossero riservate, a mo' di palco della Scala, ai più in vista tra i maggiorenti. Ma la tribunetta di destra, negli anni '60, era ormai già diventata, e lo è tuttora, la cabina di regia del Duomo (amplificazione, luci, video, campane). Ricordo che in quella zona si piazzava un tizio vestito in foggia seicentesca, cioè con gorgiera, pantaloni a sbuffo e spadino, che accompagnava il Cardinale quando scendeva in Duomo per le celebrazioni solenni. A quanto ricordo la sua unica funzione era di mettersi nel suddetto coro, dalla parte della cattedra, e di ricevere in custodia il tricorno rosso del Cardinale quando se lo toglieva per indossare i paramenti. E di restituirglielo alla fine. Poi magari chissà che altri compiti aveva, ma io, da estraneo, vedevo solo questo. Mi pare che questa figura sia sparita praticamente con l'inizio del pontificato del cardinal Colombo.

    Per la gioia dei tuoi occhi ecco il coro senatorio come si vede da una foto del 1930 circa.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •