Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 23 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 228

Discussione: Considerazioni su una musica liturgica per i nostri tempi

  1. #21
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Voce mea
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Friuli
    Età
    28
    Messaggi
    2,379
    Ringraziato
    2
    Citazione Originariamente Scritto da Il Padovano Visualizza Messaggio
    Dipende dalla situazionee dalla tradizione corale. Di certo, una Cappella Musicale che ha secoli di storia, maestri e musicisti che hanno fatto la storia della musica, permetti, il discorso cambia in pieno.... oltretutto, nel caso della Basilica del Santo, dove le Solennità sono in media 2 al mese, il repertorio di sicuro non si basa sui "dieci brani in croce".
    Infatti quindi in realtà la Cappella del Santo cantaspesso, poi gli organisti titolari si organizzeranno di volta in volta specificamente a seconda della situazione, tanto più che, all'ingresso della basilica, è scritto esplicitamente quale fra tutte sia la messa cantata.

    Invero dalla tua citazione iniziale veniva naturale allargare il discorso a quella che è la situazione delle parrocchie medie.

    I cori come il nostro in paese, che sono un piede dentro e uno fuori della chiesa, e cantano solo a Pasqua e Natale, sono un grosso problema per la liturgia, perchè impediscono in linea di principio (perchè si ha paura di "levare forze" alla corale) di costituire una schola.
    Invero per fare questo basterebbe proprio poco: nonostante nella nostra cultura il massimo della solennità sia il coro a quattro voci (magari con bambini) in realtà per cantare una messa solenne, ma proprio solenne, da tempo immemorabile basterebbero una decina di valide voci maschili: questo, unitamente ad un organista decente, apre la possibilità a eseguire:
    - tutti i canti dell'assemblea in modo decente, affidando la strofa a due tre cantori;
    - tutto il canto gregoriano anche a cappella
    - qualche pezzo di polifonia a voci pari, tipo Perosi

    Non si può pretendere di passare dal coretto delle chitarre alla cappella musicale di altissimo livello in poco tempo, però così sarebbe già molto bello.
    In presenza di un valido sacerdote si possono poi fare tutte le risposte, in più con un po' di lavoro cantare il salmo ogni domenica e via dicendo verso il meglio...
    Ultima modifica di Voce mea; 06-07-2009 alle 13:43

  2. #22
    CierRino L'avatar di anacleto
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Novae
    Età
    35
    Messaggi
    5,078
    Ringraziato
    3

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da macridm Visualizza Messaggio
    ... che vuoi... in fin dei conti i musicisti sono artisti... la moderazione avrà misericordia di tutti noi!!!

    M.Cristina
    La moderazione -- almeno il sottoscritto -- ha misericordia, ma ricorda -- il sottoscritto ci tiene -- che i musicisti sono artigiani. Solo i grandi sono artisti e sono tanto più grandi quanto più sono bravi artigiani.
    CANTABO DOMINO IN VITA MEA

  3. #23
    Veterano di CR L'avatar di macridm
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Trieste
    Età
    51
    Messaggi
    1,322
    Ringraziato
    1

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da anacleto Visualizza Messaggio
    La moderazione -- almeno il sottoscritto -- ha misericordia, ma ricorda -- il sottoscritto ci tiene -- che i musicisti sono artigiani. Solo i grandi sono artisti e sono tanto più grandi quanto più sono bravi artigiani.
    Condivido in pieno (anche se in realtà stavo facendo una battuta!)... ma mi sa che è un concetto attualmente non di moda: oggidì son tutti artisti e soltanto i più grandi si ricordano di essere anche bravi artigiani...

    ) M.Cristina

  4. #24
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Voce mea
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Friuli
    Età
    28
    Messaggi
    2,379
    Ringraziato
    2
    Citazione Originariamente Scritto da anacleto Visualizza Messaggio
    La moderazione -- almeno il sottoscritto -- ha misericordia, ma ricorda -- il sottoscritto ci tiene -- che i musicisti sono artigiani. Solo i grandi sono artisti e sono tanto più grandi quanto più sono bravi artigiani.
    Citazione Originariamente Scritto da macridm Visualizza Messaggio
    Condivido in pieno (anche se in realtà stavo facendo una battuta!)... ma mi sa che è un concetto attualmente non di moda: oggidì son tutti artisti e soltanto i più grandi si ricordano di essere anche bravi artigiani...

    ) M.Cristina

    Ma il fatto che io sia tremendamente disordinato è segno che sono sulla strada dell'artista?

  5. #25
    Veterano di CR L'avatar di macridm
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Trieste
    Età
    51
    Messaggi
    1,322
    Ringraziato
    1

    Premi

    MODE OT ON

    Citazione Originariamente Scritto da Voce mea Visualizza Messaggio
    Ma il fatto che io sia tremendamente disordinato è segno che sono sulla strada dell'artista?
    No, è segno del fatto che hai una madre (troppo) paziente...

    ) M.Cristina

    MODE OT OFF

    PS:
    MODE moderation ON


    Vediamo ora di rientrare in topic. Grazie!


    MODE moderation OFF
    Forse è il momento di ...

    M.Cristina
    Ultima modifica di macridm; 06-07-2009 alle 20:29 Motivo: aggiunta PS

  6. #26
    CierRino
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    PADUA Nobilissima
    Messaggi
    5,959
    Ringraziato
    1

    Premi

    Dalle Cappelle Musicali alle Parrocchiette, agli artisti e alle mamma arrabbiate...

  7. #27
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Voce mea
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Friuli
    Età
    28
    Messaggi
    2,379
    Ringraziato
    2
    Citazione Originariamente Scritto da macridm Visualizza Messaggio
    MODE OT ON



    No, è segno del fatto che hai una madre (troppo) paziente...

    ) M.Cristina

    MODE OT OFF
    MODE OT ON

    Sarà perché fa il tuo stesso mestiere, se non ricordo male.

    MODE OT OFF

  8. #28
    CierRino L'avatar di anacleto
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Novae
    Età
    35
    Messaggi
    5,078
    Ringraziato
    3

    Premi

    MODE moderation ON

    Vediamo ora di rientrare in topic. Grazie!

    MODE moderation OFF

  9. #29
    Iscritto L'avatar di davidthegray
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Località
    Provincia di Varese, zona laghi
    Età
    50
    Messaggi
    338
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Fiat Lux Visualizza Messaggio
    È cosí. Una Basilica ancóra di piú dovrebbe avere un servizio degno di tale nome ogni domenica, ma anche a ogni celebrazione.
    Forse. O forse no. Il "servizio degno di tale nome" a mio parere dovrebbero averlo tutte le parrocchie in misura analoga. Come tutte le chiese parrocchiali dovrebbero avere un organo a canne. Per usarlo, e non solo tenerlo come monumento (come spesso accade) per poi suonare un organo elettronico o strimpellare chitarre.
    Concordo comunque che in una cattedrale o una basilica ci si aspetta che la liturgia venga curata in modo più fino che in una parrocchia ordinaria, non fosse altro che per i mezzi che ha a disposizione. Chi vi si reca per partecipare alla Messa se lo aspetta. Ma credo che sia utopico pensare che si possa arrivare a chissà che nelle cattedrali, se insieme non si alzi il livello medio dell'ordinario. E' inutile fare oasi, se la stragrande parte della popolazione vive nel deserto. L'oasi farà solo apparire il deserto ancora più desolato.

    Citazione Originariamente Scritto da Fiat Lux Visualizza Messaggio
    Il discorso tedesco è un caso a parte. In una chiesa protestante presso Amburgo ho sentito il noto corale Wer nur den lieben Gott laesst walten, da noi conosciuto come Signore Dio, in te confido, cantato a quattro voci dispari in modo impeccabile, con tanto di adeguato preludio organistico e altrettanto perfetti interludî. E senza elementi-guida che si sbracciano a microfoni e amboni: l’assemblea fa tutto da sola.
    Questo in Germania, Austria e Svizzera accade spesso anche nelle chiese cattoliche, non solo in quelle protestanti (e ci sono chiese protestanti dove le chitarre a grattuggia impazzano). (Tra parentesi, ci sono parecchi organisti italiani che si trapiantano in quei territori, per fuggire dalle miserie italiche...) Ho ascoltato eccellenze anche in Francia. Il punto però è chiedersi perché queste realtà siano "un caso a parte", e se debbano continuare ad esserlo oppure se non sia il caso di prederle a modello da cercare di applicare anche da noi.

    Io credo che buona parte del problema stia nell'ignoranza musicale cronica che affligge la nostra gente, e possiamo ringraziare le scuole italiane se è così. Molta gente non è nemmeno in grado di capire la differenza tra un bel canto ed una canzonetta indegna persino per San Remo. Rimediare a questa devastazione culturale è impresa improba. Ma è necessario affrontarla.

  10. #30
    utente cancellato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    0
    Ringraziato
    4
    Citazione Originariamente Scritto da davidthegray Visualizza Messaggio
    Forse. O forse no. Il "servizio degno di tale nome" a mio parere dovrebbero averlo tutte le parrocchie in misura analoga. Come tutte le chiese parrocchiali dovrebbero avere un organo a canne. Per usarlo, e non solo tenerlo come monumento (come spesso accade) per poi suonare un organo elettronico o strimpellare chitarre.
    Concordo comunque che in una cattedrale o una basilica ci si aspetta che la liturgia venga curata in modo più fino che in una parrocchia ordinaria, non fosse altro che per i mezzi che ha a disposizione. Chi vi si reca per partecipare alla Messa se lo aspetta. Ma credo che sia utopico pensare che si possa arrivare a chissà che nelle cattedrali, se insieme non si alzi il livello medio dell'ordinario. E' inutile fare oasi, se la stragrande parte della popolazione vive nel deserto. L'oasi farà solo apparire il deserto ancora più desolato.
    Sono piú che d’accordo. Ed è deplorevole che chiese e cattedrali costruiscano, quando va bene, organi a canne giocattolo, con “misure antiche” e temperamenti improponibili ex novo, che si rivelano quasi sempre macigni insuonabili, scomodi e poco versatili.
    Questo in Germania, Austria e Svizzera accade spesso anche nelle chiese cattoliche, non solo in quelle protestanti (e ci sono chiese protestanti dove le chitarre a grattuggia impazzano). (Tra parentesi, ci sono parecchi organisti italiani che si trapiantano in quei territori, per fuggire dalle miserie italiche...) Ho ascoltato eccellenze anche in Francia. Il punto però è chiedersi perché queste realtà siano "un caso a parte", e se debbano continuare ad esserlo oppure se non sia il caso di prederle a modello da cercare di applicare anche da noi.
    Io credo che buona parte del problema stia nell'ignoranza musicale cronica che affligge la nostra gente, e possiamo ringraziare le scuole italiane se è così. Molta gente non è nemmeno in grado di capire la differenza tra un bel canto ed una canzonetta indegna persino per San Remo. Rimediare a questa devastazione culturale è impresa improba. Ma è necessario affrontarla.
    Qui non sono del tutto d’accordo. Io all’estero in chiese cattoliche di paesi protestanti o altro ho quasi sempre ascoltato porcherie immense; probabilmente si trattava di eccezioni, visto che ci sono spesso questi orrendi “raduni giovanili” in cui accade tutto e di piú (da droga a parti gemellari). Infatti in Inghilterra nelle chiese cattoliche ho sempre potuto apprezzare un’ottima celebrazione, impeccabile e partecipata. Non nego che alcune chiese protestanti facciano anche peggio (la Germania è abbastanza variegata da questo punto di vista), ma purtroppo ho notato che sono le chiese cattoliche a mancare di una minima cultura e sensibilità in fatto musicale. La comunità cattolica non è piú feconda musicalmente, tende ad essere statica nella sua mediocrità, in una parola si accontenta di ciò che ha. E questo, cari figlioli, lo dobbiamo ai nostri cari sacerdoti, che hanno letto il Concilio sotto i fumi dell’alcol e della droga sessantottina, traendone quanto di peggio si possa. Ma non solo: anche vescovi e cardinali del tutto impazziti hanno cominciato a demolire la tradizione per il gusto di farlo e basta, rimpiazzando il tutto con bailame di qualità mediocre.
    Verranno anche tempi migliori, ma qui se la Chiesa non prende una decisa e ferma posizione, la volontà di restaurare da parte nostra sarà solo vana.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •