Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 66

Discussione: Notizie dai Musei vaticani

  1. #1
    Iscritto L'avatar di Panda Saggio
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Roma!!!
    Età
    28
    Messaggi
    62
    Ringraziato
    0

    Notizie dai Musei vaticani

    Oggi sono stato nei musei vaticani con la scuola.
    Voi ci siete mai stati?
    Io li ho apprezzati molto, c'ero già andato anche qualche anno fa, ma ora, dopo che ho studiato una parte delle opere che sono esposte è stato molto più interessante.

  2. #2
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    a casa
    Messaggi
    1,622
    Ringraziato
    1
    Il museo (anzi...l'insieme di musei) più ricco e bello al mondo. Ogni volta che ci vado è un'emozione.

  3. #3
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Pax et bonum
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Brixia fidelis
    Età
    32
    Messaggi
    2,530
    Ringraziato
    1

    Premi

    Sono ormai molti anni che non vado ai musei vaticani ma ne serbo un ricordo stupendo! Spero di tornarci presto, anche perchè l'ultima volta facevo le scuole medie ma ora che sono quasi laureato in conservazione dei beni culturali certamente ne ricaverei un'emozione maggiore!!!

  4. #4
    Tu es Petrus
    visitatore

    Antonio Paolucci nuovo diretore dei Musei Vaticani

    Lo ha presentato il cardinale Giovanni Lajolo, presidente del Governatorato della Città del Vaticano
    Antonio Paolucci
    nuovo direttore dei Musei Vaticani




    "Accogliamo il professor Antonio Paolucci con grande rispetto e con grande attesa, perché possa portare avanti il lavoro. Porterà sicuramente un'aria nuova perché viene da un'esperienza multiforme. Speriamo che i Musei Vaticani possano trovare il giusto passo, accelerando quello che già era in corso". Con queste parole il cardinale Giovanni Lajolo, presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, ha presentato Antonio Paolucci, nominato da Benedetto XVI direttore dei Musei Vaticani.

    Lo studioso succede nell'importante carica a Francesco Buranelli, da oggi chiamato dal Papa a ricoprire le cariche di segretario della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa e di ispettore della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. I Musei Vaticani vengono così affidati alla guida di una delle personalità di maggior rilievo nel panorama culturale internazionale. Storico dell'arte e studioso di indiscusso prestigio, Paolucci ha anche svolto una importante attività dirigenziale: come responsabile di grandi strutture museali complesse e come ministro per i Beni Culturali in Italia.
    Nato a Rimini il 29 Settembre 1939 e residente a Firenze, sposato, con un figlio, Paolucci è allievo di uno dei massimi storici dell'arte del Novecento, Roberto Longhi, e con lui si laurea in storia dell'arte nel 1964 all'università di Firenze per poi specializzarsi con Francesco Arcangeli.

    Non ancora trentenne, nel 1969 entra nella carriera direttiva dei Beni Culturali e ricopre successivamente l'incarico di soprintendente a Venezia e a Verona, poi a Mantova, Brescia e Cremona, quindi a Firenze quelli di direttore dell'Opificio delle Pietre Dure, di soprintendente per il Polo Museale fiorentino e di direttore generale dei Beni Culturali per la Toscana. Dal gennaio del 1995 al maggio del 1996 Paolucci ricopre la carica di Ministro per i Beni Culturali italiani nel Governo presieduto da Lamberto Dini.

    Il sisma del 1997 segna per Paolucci uno dei momenti più intensi e difficili: per un amante appassionato dell'arte quale egli è, i gravi danni subiti ad Assisi dalla basilica di San Francesco costituiscono una ferita sofferta in prima persona. Chiamato a dirigere il cantiere di restauro in qualità di commissario governativo, vive l'esperienza come una di quelle delle quali si è sempre detto più orgoglioso.

    Accademico dei Lincei, Paolucci attualmente ricopre la carica di Presidente del Comitato Scientifico per le mostre d'arte nelle Scuderie del Quirinale ed è vicepresidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali e a Firenze è consulente del sindaco per i musei civici.

    Fitta è la sua bibliografia: basti qui ricordare gli studi su alcuni dei maggiori artisti del Quattrocento e del Rinascimento - Piero della Francesca, Michelangelo, Antoniazzo Romano, Luca Signorelli, Benvenuto Cellini - e numerosi contributi sulla storia del restauro e sulla tutela dei beni artistici, ai quali vanno aggiunti i saggi apparsi su "Paragone" e sul "Bollettino d'Arte".

    Grande specialista, ma anche eccellente comunicatore, Antonio Paolucci possiede la dote non certo comune di trasmettere contenuti e risultati scientifici con un linguaggio accessibile e accattivante. Qualità che il grande pubblico conosce bene dai suoi interventi televisivi e dagli articoli scritti per numerosi quotidiani italiani.

    A Francesco Buranelli, inoltre, il cardinale Lajolo - nel corso della presentazione del nuovo direttore dei Musei Vaticani - ha espresso la sua personale stima e quella del Papa per la sua attività. Romano e allievo di Massimo Pallottino, Buranelli è etruscologo e nel 1993, a trentotto anni, viene chiamato a dirigere il Reparto di antichità etrusco italiche dei Musei Vaticani, dei quali nel 1996 viene nominato direttore generale reggente e nel 2002 direttore generale. Nel corso della sua direzione Buranelli ha fornito il suo contributo soprattutto in occasione di due avvenimenti di grande importanza: l'anno giubilare - nel corso del quale è stato, tra l'altro, inaugurato il nuovo ingresso dei Musei - e le manifestazioni per il quinto centenario delle raccolte vaticane.
    (©L'Osservatore Romano - 5 dicembre 2007)

  5. #5
    Veterano di CR L'avatar di papalino
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Roma
    Età
    29
    Messaggi
    1,413
    Ringraziato
    1

    Premi

    anche io ho visitato i musei vaticani, una volta, lo scorso anno alla fine di dicembre. La visita era privata, cioé non con la scuola, anche se vennero con me anche due miei amici. E' stata una bellissima visita, i musei sono qualcosa di spettacolare, di magnifico, lì dentro c'é una ricchezza (anche culturale) immensa..c'é di tutto di ogni epoca. I giardini invece non li ho ancora visitati, ma mi piacerebbe molto vederli e li visiterò prima o poi, a Dio piacendo.

  6. #6
    Iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Verona
    Età
    27
    Messaggi
    199
    Ringraziato
    0
    Io i musei li ho visitati durante la gita con la scuola ... Mi piacerebbe molto ritornare e visitare i giardini... Chi li ha visti sono belli ???

  7. #7
    Nuovo iscritto L'avatar di querini
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Età
    32
    Messaggi
    38
    Ringraziato
    0
    Ho avuto la fortuna di visitare parecchi musei italiani e stranieri, tutti molto belli e affascinanti, ma solo ai musei vaticani ho scoperto la meraviglia. Visitarli è una delle prime cose che faccio quando vado a Roma.

  8. #8
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    0
    Ringraziato
    5
    Ho visitato moltissime volte i musei Vaticani (praticamente tutte le volte che vado a Roma, quindi almeno 4/5 volte all'anno) e ogni volta mi fermo incantato davanti alla Trasfigurazione di Raffaello. Non so dire perchè ma quel quadro è di una bellezza incomparabile!

  9. #9
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    1,306
    Ringraziato
    1
    Sicuramente le stanze di Raffaello e la Sistina valgono la pena di una visita appena uno ne ha la possibilità; non disdegno anche la parte, secondo me un pò sacrificata, dedicata agli autori contemporanei. C'è un quadro di Botero che rappresenta un cardinale che è veramente "gustoso"

  10. #10
    Veterano di CR L'avatar di hildegarda
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Età
    55
    Messaggi
    1,543
    Ringraziato
    10
    Piccola precisazione di comodità....sul sito del vaticano, quello "diciamo" commerciale, o digitando musei vaticani, è possibile accedere al sito dei musei e prenotare il biglietto di ingresso, in questo modo, presentandosi ad orari stabiliti è possibile accedere senza fare la solita IMMENSA fila per la biglietteria. Prenotazione e pagamento sono via internet e quindi è facile programmarsi.

Discussioni Simili

  1. La Chiesa in Francia
    Di utunumsint nel forum Principale
    Risposte: 260
    Ultimo Messaggio: 12-11-2018, 15:20
  2. Musei diocesani e di arte sacra
    Di abruzzesenato nel forum Iconografia / Artisti e opere d'arte figurativa
    Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 09-02-2013, 15:00
  3. Qual è l'opera d'arte custodita nei Musei Vaticani che preferite?
    Di Fedele al Papa nel forum La Casa del Sondaggio
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-04-2009, 22:33
  4. Notizie su Salvador Pié-Ninot?
    Di pantadelfo nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12-11-2008, 23:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •