Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Ecclesiaste 7,26: Trovo che più amara della morte è la donna,la quale è tutta lacci.

  1. #1
    Iscritto L'avatar di caravaggio
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    la caletta
    Età
    29
    Messaggi
    148
    Ringraziato
    2

    Ecclesiaste 7,26: Trovo che più amara della morte è la donna,la quale è tutta lacci.

    Nel libro dell'Ecclesiaste ( o Qoelet) al capitolo 7 versetto 26 si legge: Trovo che più amara della morte è la donna,la quale è tutta lacci. Come interpretare questo passo Biblico. Chiedo risposta a voi che magari siete più preparati in merito. Grazie

  2. #2
    Iscritto L'avatar di Fratello Fiorentino
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Firenze
    Età
    36
    Messaggi
    206
    Ringraziato
    3
    Nell'atmosfera di sconfortata amarezza che pervade l'Ecclesiaste credo che quel verso vada interpretato non tanto come un disconoscimento del valore della donna in sè, quanto come un avvertimento di come l'istinto sessuale possa allontanare da Dio se non è controllato e rischi di diventare una schiavitù che priva l'uomo della libertà ("una rete il suo cuore, catene le sue braccia") che gli viene invece dal seguire i comandamenti di Dio. Non un disprezzo della donna, quindi, ma una presa di coscienza del pericolo spirituale derivante dalla difficoltà dell'uomo di "contenersi" e di non farsi sopraffare dall'istinto.
    "Se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto."

  3. #3
    Veterano di CR L'avatar di Tullio
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Abruzzo
    Età
    31
    Messaggi
    1,910
    Ringraziato
    1

    Premi

    Ad alcuni potrebbe apparire come un libro ricco di componenti di ateismo, come, ad esempio, nel fatto che Qoelet non riesca ad avere una visione diretta con qualcuno, Dio, che sia in grado di risollevare Israele dalla crisi vigente. A mio parere viene troppe volte frainteso.

  4. #4
    Iscritto L'avatar di utunumsint
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Diocesi di Francoforte(D)
    Età
    49
    Messaggi
    397
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Fratello Fiorentino Visualizza Messaggio
    Nell'atmosfera di sconfortata amarezza che pervade l'Ecclesiaste credo che quel verso vada interpretato non tanto come un disconoscimento del valore della donna in sè, quanto come un avvertimento di come l'istinto sessuale possa allontanare da Dio se non è controllato e rischi di diventare una schiavitù che priva l'uomo della libertà ("una rete il suo cuore, catene le sue braccia") che gli viene invece dal seguire i comandamenti di Dio. Non un disprezzo della donna, quindi, ma una presa di coscienza del pericolo spirituale derivante dalla difficoltà dell'uomo di "contenersi" e di non farsi sopraffare dall'istinto.
    concordo molto su questa interpretazione di F.F.
    E' un avvertimento acuto su come qualcosa che sembra farci sentire "liberi" in realta' poi possa diventare una schiavitu' tremenda..

  5. #5
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,682
    Ringraziato
    1472
    In Duomo (a Milano) la riflessione di Ravasi sulle domande di Qoèlet per l'uomo d'oggi .

    Con una lettura del libro di Qoèlet dal titolo “L’amore difficile”, l’arcivescovo Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, concluderà nella cattedrale ambrosiana, mercoledì 21 maggio alle ore 21, i Dialoghi 2008 «Perdere il cuore».
    Ecco una buona occasione per approfondire la nostra conoscenza della Bibbia.

  6. #6
    Gran CierRino L'avatar di Ismael
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Groningen
    Età
    41
    Messaggi
    8,393
    Ringraziato
    27
    Citazione Originariamente Scritto da Fratello Fiorentino Visualizza Messaggio
    Nell'atmosfera di sconfortata amarezza che pervade l'Ecclesiaste credo che quel verso vada interpretato non tanto come un disconoscimento del valore della donna in sè, quanto come un avvertimento di come l'istinto sessuale possa allontanare da Dio se non è controllato e rischi di diventare una schiavitù che priva l'uomo della libertà ("una rete il suo cuore, catene le sue braccia") che gli viene invece dal seguire i comandamenti di Dio. Non un disprezzo della donna, quindi, ma una presa di coscienza del pericolo spirituale derivante dalla difficoltà dell'uomo di "contenersi" e di non farsi sopraffare dall'istinto.
    concordo

  7. #7
    Iscritto L'avatar di valeco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Bari
    Età
    47
    Messaggi
    194
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da ago86 Visualizza Messaggio
    Credo che l'ecclesiaste piaccia molto agli atei perché ha una forte componente esistenzialista, e sottolinea le difficoltà della vita con cui ogni giorno abbiamo a che fare. Certo, gli atei gli danno un significato diverso dal nostro, e non credo apprezzino molto il finale.

    I non credenti apprezzano della Bibbia soprattutto il Cantico dei Cantici e Qoelet.
    Il primo perchè per loro è un poema erotico e il secondo perchè ci vedono appunto una componente esistenzialista e magari anche nichilista.
    Ovviamente, si tratta di approcci riduzionistici e deformanti alle Sacre Scritture.

  8. #8
    Fedelissimo di CR L'avatar di ago86
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Jesi
    Età
    33
    Messaggi
    3,468
    Ringraziato
    4
    Citazione Originariamente Scritto da valeco Visualizza Messaggio
    I non credenti apprezzano della Bibbia soprattutto il Cantico dei Cantici e Qoelet.
    Il primo perchè per loro è un poema erotico e il secondo perchè ci vedono appunto una componente esistenzialista e magari anche nichilista.
    Ovviamente, si tratta di approcci riduzionistici e deformanti alle Sacre Scritture.
    Concordo.

  9. #9
    CierRino L'avatar di anacleto
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Novae
    Età
    37
    Messaggi
    4,966
    Ringraziato
    4

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da valeco Visualizza Messaggio
    I[...]Il primo perchè per loro è un poema erotico [...]
    In Cantico dei Cantici è un poema erotico. Non vedo come si possa definire diversamente. Anche la Tradizione più tradizionale (passatemi il bisticcio) dice che descrive l'amore tra Cristo e la Chiesa, sua sposa.

  10. #10
    Iscritto L'avatar di valeco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Bari
    Età
    47
    Messaggi
    194
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da anacleto Visualizza Messaggio
    In Cantico dei Cantici è un poema erotico. Non vedo come si possa definire diversamente. Anche la Tradizione più tradizionale (passatemi il bisticcio) dice che descrive l'amore tra Cristo e la Chiesa, sua sposa.

    Ma loro l'interpretano SOLO come un poema erotico dedicato ad una donna, quindi senza alcuna dimensione sacrale.

Discussioni Simili

  1. 8 marzo festa internazionale della donna
    Di mare profondo nel forum La Sacrestia di "Cattolici Romani"
    Risposte: 85
    Ultimo Messaggio: 15-03-2020, 15:22
  2. Sant'Anselmo, vescovo e dottore della Chiesa. Nel IX centenario della morte.
    Di ProPontificeNostro nel forum Storia della Chiesa e Agiografia
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 25-09-2009, 07:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •