Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Leggendo Zaccaria

  1. #1
    Iscritto L'avatar di domingo7
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Chiavari
    Età
    59
    Messaggi
    281
    Ringraziato
    18

    Leggendo Zaccaria

    Come Daniele, anche Zaccaria sembra mescolare gli eventi della persecuzione ellenistica con alcune visioni riguardanti gli ultimi tempi. Sebbene molti esegeti sostengano che il cosiddetto “Deutero Zaccaria” è totalmente svincolato dalla cronologia della storia ebraica, una lettura veloce dei testi permette di intravedere non pochi sviluppi storici annunciati dal profeta.

    Il IX capitolo del libro di Zaccaria parla infatti di un re pacifico ed umile che governa il popolo dopo l'esilio (probabilmente Zorobabele) e della protezione divina davanti all'avanzata di Javan (la Grecia di Alessanandro Magno vittoriosa su Tiro, Sidone e la Filistea).

    Il X capitolo accenna ad un periodo di grande confusione, ad un parziale ritorno all'idolatria e allo smarrimento del gregge per la mancanza di pastori buoni.

    Il capitolo XI parla dello scoramento del profeta, della venuta di un pastore malvagio ed insensato (forse Giasone o Menelao ai tempi dei Seleucidi), del rigetto di un giusto per 30 denari (forse il sommo sacerdote Onia III brutalmente trucidato) e dell'aggravarsi dello scisma samaritano.

    Il capitolo XII sembra annunciare la riscossa dei Maccabei, la difesa divina di Gerusalemme durante la persecuzione di Antioco IV ed il rammarico di tutto il popolo per un misterioso “trafitto” (forse Dio, forse il profeta venduto per 30 denari o forse l'unto tolto di mezzo senza colpa).

    Il capitolo XIII pare poi accennare ad una momentanea purificazione del paese dall'idolatria e dai falsi profeti, mentre il capitolo XIV annuncia la spada che colpirà il buon pastore e disperderà il gregge (la croce di Cristo?), la caduta di Gerusalemme (per opera dell'imperatore Tito?) e la venuta finale di Dio nella gloria del suo regno

    Lette così le profezie di Zaccaria sembrano avere uno sviluppo storico preciso
    Oppure è una lettura è troppo semplicistica?


  2. Il seguente utente ringrazia domingo7 per questo messaggio:

    carloeugenio (24-10-2017)

  3. #2
    Iscritto
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Località
    Varallo
    Età
    43
    Messaggi
    344
    Ringraziato
    65
    Mi sembrano interpretazioni corrette.
    Secondo me c'è un collegamento
    con la profanazione del Tempio per mano di Antioco IV.
    Fu sicuramente un periodo storico terribile, forse anche
    peggiore dell'esilio...

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •