Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 15 di 16 PrimaPrima ... 513141516 UltimaUltima
Risultati da 141 a 150 di 151

Discussione: feste comandate

  1. #141
    CierRino L'avatar di pongo
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    🏡☝🛐
    Età
    32
    Messaggi
    5,870
    Ringraziato
    1912
    Citazione Originariamente Scritto da Nathaniel Visualizza Messaggio
    L’articolo cita Notitiae 10 [1974], p. 222, che riporto per comodità:



    DE MISSA DIEI DOMINICAE
    ET FESTI DE PRAECEPTO VESPERE DIEI
    PRAECEDENTIS ANTICIPATA


    Instructio Eucharisticum mysterium, n. 28 statuit: «Sicubi ex concessione Apostolicae Sedis permittitur ut vespere sabbati praecedentis satisfieri possit praecepto de Missa participanda die dominica… celebretur Missa sicut in Calendario pro die dominica assignatur, homilia et oratione fidelium minime exclusis. Quae omnia dicenda sunt etiam de Missa quae, eadem de causa, ad vesperam pridie diei festi de praecepto alicubi celebrari permittitur».

    Haec est norma generalis. Dubium tamen exurgit quando quaedam sollemnitas de praecepto sabbato vel feria II [lunedì, ndr] occurrit. Nam vespere primi diei festivi (sabbato vel dominica) occurrentia habetur inter duos dies liturgicos quia «celebratio dominicae et sollemnitatum incipit iam vespere diei praecedentis» (cf. Normae universales de anno liturgico et de calendario, n. 3), et in eadem celebratione alii conveniunt fideles ad satisfaciendum praecepto de die currenti et alii de die sequenti. Ita, v. gr., evenire potest ut vespere dominicae IV Adventus, quando haec incidit die 24 decembris, insimul habeatur Missa vespertina dominicae et Vigiliae Nativitatis Domini. Eodem modo, quando Nativitas Domini sabbato incidit, vespere concurrentia habetur inter Missam Nativitatis et Missam anticipatam de Sacra Familia.

    Hi et similes casus solvi non possunt per normam universalem, quia necessitates pastorales et consuetudine fidelium diversae inveniuntur.


    Quapropter sequentes indicationes dari possunt:

    1. Principium generale pro celebratione Missae festivae diei de praecepto anticipatae vespere diei antecedentis illud est quod invenitur in n. 28 Instructionis Eucharisticum mysterium.

    2. In casu occurrentiae inter dominicam et sollemnitatem, integritas celebrationis totius diei liturgici generatim melius obtineri potest applicando celebrazioni Missae vespertinae ea quae statuuntur pro Vesperis, scilicet: «Si eodem die celebrandae sint vesperae Officii correnti et I Vesperae diei seguenti, praevalent vesperae celebrationis quae in tabula dierum liturgico rum superiorem obtinent locum; in casu autem paritatis vesperae diei currentis» (cf. Normae universales de anno liturgico et de calendario, n. 61).

    3. In Vigilia sollemnitatum in quibus peculiaris Missa vigiliae habetur (Nativitas Domini, Nativitas S. Joannis Baptistae, SS. Petreus et Paulus, Assumptio B. Mariae V.), haec dicatur etiamsi die dominica incidat.

    4. Attentis adiunctis naturae pastoralis, praxis sequenda in ambitu dioecesano indicetur initio anni ab Ordinario loci in Calendario liturgico proprio, etiam si casus fert derogando iis quae supra dicta sunt, cum, ob rationes pastorales, praeferenda videtur celebratio unius alteriusve Missae.
    Ecce Agnus Dei! Ecce qui tollit peccata mundi!

  2. #142
    CierRino L'avatar di pongo
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    🏡☝🛐
    Età
    32
    Messaggi
    5,870
    Ringraziato
    1912
    Citazione Originariamente Scritto da pongo Visualizza Messaggio
    Hi et similes casus solvi non possunt per normam universalem, quia necessitates pastorales et consuetudine fidelium diversae inveniuntur.

    Mi pare quindi di capire che in teoria ha ragione sia 1. chi limita il precetto festivo-domenicale (IV domenica di Avvento), che cade il 24 dicembre, dai suoi Primi Vespri fino al primo pomeriggio (Ora Nona) del 24; sia 2. chi considera il precetto festivo-domenicale fino alla mezzanotte della stessa, anche se la qualità liturgica del giorno, e quindi il diem festum, è mutata con l'arrivo dei Primi Vespri del Natale. Ma, in pratica, solo l'Ordinario potrebbe fare chiarezza. Il rischio del "due per uno" mi fa ritenere, comunque, più opportuna la prima opzione.
    Ecce Agnus Dei! Ecce qui tollit peccata mundi!

  3. #143
    Veterano di CR L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    54
    Messaggi
    1,227
    Ringraziato
    322
    A me pare che il testo di Notitiae si occupi esclusivamente di quale Messa si deve dire nel pomeriggio in cui la solennità e la domenica si sovrappongono (e che non sono necessariamente entrambi giorni di precetto: non lo è la Natività di S. Giovanni Battista, anche se la sera di domenica 23 giugno prevale la Messa vespertina di vigilia della solennità sulla domenica, e in diversi luoghi non lo sono le solennità dei Ss. Pietro e Paolo e dell'Assunzione della B.V.M.), e non della questione dell'assolvimento del precetto. Anzi, sotto quest'ultimo profilo dice chiaramente che «in eadem celebratione alii conveniunt fideles ad satisfaciendum praecepto de die currenti et alii de die sequenti».
    Comunque ritengo che non abbiamo posizioni inconciliabili, una volta che abbiamo chiarito: 1) che non è comunque ammissibile il "2 x 1"; 2) che, sebbene non necessario, è sicuramente preferibile, quando è possibile, che i due precetti siano assolti partecipando a liturgie diverse anziché uguali.

  4. #144
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    50,997
    Ringraziato
    3114
    Citazione Originariamente Scritto da Laus Deo Visualizza Messaggio
    A me pare che il testo di Notitiae si occupi esclusivamente di quale Messa si deve dire nel pomeriggio in cui la solennità e la domenica si sovrappongono (e che non sono necessariamente entrambi giorni di precetto: non lo è la Natività di S. Giovanni Battista, anche se la sera di domenica 23 giugno prevale la Messa vespertina di vigilia della solennità sulla domenica, e in diversi luoghi non lo sono le solennità dei Ss. Pietro e Paolo e dell'Assunzione della B.V.M.), e non della questione dell'assolvimento del precetto.
    A tale proposito segnalo che quanto affermato dalla Congreazione per il Culto Divino nel passaggio sopra citato del documento del 1974 è stato superato, dieci anni dopo, dal Responsum della medesima Congregazione il quale stabilisce che, qualora una solennità non di precetto cada il giorno precedente o successivo a un giorno di precetto, anche di grado inferiore nella tabella delle precedenze, si debba osservare la suddetta tabella solo per la LH, mentre la Messa vespertina (del sabato o della domenica) debba essere sempre quella domenicale (praecedentia semper danda est celebrationi, quae est de praecepto servanda, independenter a gradu liturgico duarum celebrationum occurrentium).
    Oboedientia et Pax

  5. #145
    Iscritto L'avatar di anima_pellegrina
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Cologno Monzese
    Messaggi
    185
    Ringraziato
    1

    Santo Stefano

    Salve. Sa vivo in un paese in cui Santo Stefano e' festa di precetto, sono tenuto ad andare a Messa, anche se ora mi trovo per alcuni giorni in Italia in vacanza?

  6. #146
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    46
    Messaggi
    6,571
    Ringraziato
    667

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da anima_pellegrina Visualizza Messaggio
    Salve. Sa vivo in un paese in cui Santo Stefano e' festa di precetto, sono tenuto ad andare a Messa, anche se ora mi trovo per alcuni giorni in Italia in vacanza?
    I giorni di precetto sono solo quelli indicati dal più volte citato canone 1246 §1del CJC: tra di essi non c'è la festa di santo Stefano.
    Al limite, può essere festa patronale nel luogo in cui vivi abitualmente (anche se ora non ti trovi lì), ma questo non obbliga il fedele a partecipare alla Messa.
    Tuttavia, indipendentemente dal precetto, andare a Messa non fa mai male e, nel dubbio, meglio una in più che una in meno.

    Buon Natale.

  7. Il seguente utente ringrazia Gerensis per questo messaggio:

    Chicco (26-12-2017)

  8. #147
    Iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    216
    Ringraziato
    20
    Citazione Originariamente Scritto da Dariosixsix Visualizza Messaggio
    Quali sono, oltre la domenica, le festività che la Chiesa definisce come "di precetto"?
    Grazie.

    Che ne pensate? Ce la faremo a riavere le festività abolite?


    https://www.ilmessaggero.it/primopia...e-3675728.html

  9. #148
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    6,020
    Ringraziato
    3851
    Citazione Originariamente Scritto da SolitairWolf Visualizza Messaggio
    Che ne pensate? Ce la faremo a riavere le festività abolite?


    https://www.ilmessaggero.it/primopia...e-3675728.html

    Parere personale? No.

    Sarà un disegno di legge che, vista la bassissima priorità, finirà perso nei meandri del Parlamento. E senza entrare in valutazioni politiche vietate sul forum ma penso si possa dire che - vista la situazione che chiunque può vedere da sè - questa rischia di essere un legislatura piuttosto breve, quindi probabilmente non verrà nemmeno mai posto in discussione.....


    P.S. Non sapevo che Pentecoste si festeggiasse il primo lunedì 50 giorni dopo Pasqua.....

  10. #149
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    46
    Messaggi
    6,571
    Ringraziato
    667

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da SolitairWolf Visualizza Messaggio
    Che ne pensate? Ce la faremo a riavere le festività abolite?


    https://www.ilmessaggero.it/primopia...e-3675728.html
    Se lo scopo è quello di avere "più ponti", no grazie.

    Mi preme molto di più, invece, che la solennità dell'Ascensione, indipendentemente dal precetto (ecclesiastico) e dalla festività (civile) venga riportata al suo giorno proprio (Giovedì della VI settimana di Pasqua), sia per rispettare i 40 giorni del racconto biblico, sia per favorire un'autentica novena liturgica in preparazione alla Pentecoste.
    Per questo non servirebbe alcun disegno di legge, ma solo un decreto della CEI, previa approvazione della CCDDS.
    Nell'attesa (vana?), mi sa che in quei giorni diventerò ambrosiano .

    @Carbonate: secondo me, nell'articolo intendono il lunedì dopo Pentecoste, giorno festivo (civile) in tutti i paesi di lingua tedesca.
    Ultima modifica di Gerensis; 17-04-2018 alle 20:51

  11. 3 utenti ringraziano per questo messaggio:

    P.Willigisius carm (17-04-2018), SolitairWolf (22-04-2018), Vox Populi (18-04-2018)

  12. #150
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    6,020
    Ringraziato
    3851
    Citazione Originariamente Scritto da Gerensis Visualizza Messaggio
    @Carbonate: secondo me, nell'articolo intendono il lunedì dopo Pentecoste, giorno festivo (civile) in tutti i paesi di lingua tedesca.
    Sì, lo avevo intuito

    Diciamo che, più che ripristinare (o introdurre? in Italia non mi sembra sia mai stato festivo ) come giorno festivo del calendario civile il lunedì dopo Pentecoste, a me piacerebbe di più che venisse ripristinata l'Ottava nel calendario liturgico, a suo tempo cassata - a mio parere - un po' troppo frettolosamente per poi cercare di "rimediare" al "pasticcio" consigliando di celebrare Messe votive dello Spirito Santo nella settimana dopo Pentecoste.....

    Su questo però non legifera il Parlamento italiano, purtroppo o per fortuna

  13. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    Mysterium Fidei (17-04-2018), Vox Populi (18-04-2018)

Discussioni Simili

  1. USA: feste ai funerali
    Di lucachess nel forum La Sacrestia di "Cattolici Romani"
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 07-02-2018, 09:46
  2. Feste patronali
    Di pattamarco nel forum Liturgia
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 18-07-2011, 10:38
  3. Le feste bizantine - Annunciazione
    Di GiovanniF nel forum Liturgie Orientali
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-03-2009, 17:46
  4. Le feste bizantine: 2 febbraio
    Di GiovanniF nel forum Liturgie Orientali
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 07-02-2009, 15:25
  5. Feste Patronali
    Di fede nel forum La Sacrestia di "Cattolici Romani"
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 14-07-2008, 10:46

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •