Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Regole per catechismo prima comunione e cresima.

  1. #1
    Nuovo iscritto L'avatar di Maynus
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Abruzzo
    Età
    45
    Messaggi
    14

    Regole per catechismo prima comunione e cresima.

    E' noto che i bambini in età scolastica (scuola elementare e media) frequentano un idoneo periodo di preparazione ai sacramenti della prima Comunione e della Confermazione. Ho notato, però, che i periodi di frequenza, soprattutto per i corsi di preparazione alla prima comunione, variano da luogo a luogo. In alcune parrocchie si inizia dalla prima fino alla quinta elementare, in altre dalla terza alla quinta elementare. Per le scuole medie mi sembra che sia quasi sempre stabilita in tre anni (dalla prima alla teza media).

    Vorrei chiedere se esitono norme precise in ordine agli anni di frequenza, ovvero se le stesse siano rimesse alla discrezione delle singole diocesi o parrocchie.

    Ho anche sentito parlare di regole che richiedono la presenza ad un certo numero di lezioni (ad es. almeno i 2/3, la metà, un minimo stabilito ecc.), pena la "bocciatura" e ripetizione del corso precedente (ad es. bambino della quarta elementare che frequenta poco, l'anno successivo dovrà frequentare ancora il corso per la quarta elementare e non quello dei suoi coetanei di quinta). A tal proposito vorrei chiedere se esistono delle regole certe in proposito, o se possono essere previste discrezionalmente.

    Preciso, che il motivo delle domende non è finalizzato a creare eventuali sterili polemiche, ma semplicemente a comprendere meglio il fenomeno e circoscriverlo in un ambito, diciamo così, di "certezza giuridica".

    Ringrazio e resto in attesa di Vs. indicazioni.

  2. #2
    Nuovo iscritto L'avatar di sicutdilexivos
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Bari
    Età
    28
    Messaggi
    24
    Citazione Originariamente Scritto da Maynus Visualizza Messaggio
    E' noto che i bambini in età scolastica (scuola elementare e media) frequentano un idoneo periodo di preparazione ai sacramenti della prima Comunione e della Confermazione. Ho notato, però, che i periodi di frequenza, soprattutto per i corsi di preparazione alla prima comunione, variano da luogo a luogo. In alcune parrocchie si inizia dalla prima fino alla quinta elementare, in altre dalla terza alla quinta elementare. Per le scuole medie mi sembra che sia quasi sempre stabilita in tre anni (dalla prima alla teza media).

    Vorrei chiedere se esitono norme precise in ordine agli anni di frequenza, ovvero se le stesse siano rimesse alla discrezione delle singole diocesi o parrocchie.

    Ho anche sentito parlare di regole che richiedono la presenza ad un certo numero di lezioni (ad es. almeno i 2/3, la metà, un minimo stabilito ecc.), pena la "bocciatura" e ripetizione del corso precedente (ad es. bambino della quarta elementare che frequenta poco, l'anno successivo dovrà frequentare ancora il corso per la quarta elementare e non quello dei suoi coetanei di quinta). A tal proposito vorrei chiedere se esistono delle regole certe in proposito, o se possono essere previste discrezionalmente.

    Preciso, che il motivo delle domende non è finalizzato a creare eventuali sterili polemiche, ma semplicemente a comprendere meglio il fenomeno e circoscriverlo in un ambito, diciamo così, di "certezza giuridica".

    Ringrazio e resto in attesa di Vs. indicazioni.
    Credo che tutte queste peculiarità siano demandate all'Ordinario diocesano, infatti il Can. 775 Cic recita:

    Osservate le disposizioni date dalla Sede Apostolica, spetta al Vescovo diocesano emanare norme circa la materia catechetica e parimenti provvedere che siano disponibili gli strumenti adatti per la catechesi, preparando anche un catechismo, se ciò sembrasse opportuno, e altresì favorire e coordinare le iniziative catechistiche.

    e per quanto riguarda la Confermazione il Can. 889 si limita a dire:

    È capace di ricevere la confermazione ogni battezzato e il solo battezzato, che non l'ha ancora ricevuta.

    Fuori del pericolo di morte per ricevere lecitamente la confermazione si richiede, se il fedele ha l'uso di ragione, che sia adeguatamente preparato, ben disposto e sia in grado di rinnovare le promesse battesimali.
    Te per orbem terrarum sancta confitetur Ecclesia

  3. #3
    Nuovo iscritto L'avatar di Maynus
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Abruzzo
    Età
    45
    Messaggi
    14
    Ringrazio, anche se con estremo ritardo, per la cortese risposta.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •