Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 32 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 319

Discussione: Astinenza e Digiuno (in Quaresima e durante l'anno)

  1. #1
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Nord :-)
    Messaggi
    1,453
    Ringraziato
    5

    Premi

    Astinenza e Digiuno (in Quaresima e durante l'anno)

    Salve a tutti, come ben sapete oggi inizia la queresima.
    Vorrei sapere due cose:
    - quali comportamenti bisogna tenere?
    - il digiuno è relativo solamente al "cibo" (mangiare poco o meno?) o anche altro?
    - la penintenza in cosa consiste?

  2. #2
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Isidro de Sevilla
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    In Urbe optime maneo
    Età
    56
    Messaggi
    2,150
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da lucachess Visualizza Messaggio
    Salve a tutti, come ben sapete oggi inizia la queresima.
    Vorrei sapere due cose:
    - quali comportamenti bisogna tenere?
    - il digiuno è relativo solamente al "cibo" (mangiare poco o meno?) o anche altro?
    - la penintenza in cosa consiste?
    Una cosa vorrei chiedervi, per favore... Evitare di augurare "buona quaresima..." come ho già sentito dire altrove. Grazie!

    Mi ricorda tanto Maurizio Costanzo con "buona camicia a tutti..." o Milke Bongiorno con "Allegria".

    Le norme:
    Digiuno: mangiare meno o usare meno delle creature o abitudini piacevoli (cinema, tv, computer...)
    Astinenza: non mangiare carni.
    Preghiera: da riprendere o intensificare.
    Carità: aiutare chi ha bisogno con parole e opere.

    Penitenza è fare tutto questo non per piacere agli uomini, ma per vivere il deserto con Gesù e prepararsi alla gioia pasquale.

    Se in quaresima vedrete qualcuno che continua a organizzare feste, carnevali, gozzoviglie, etc. (parrocchie comprese) siete autorizzati a indignarvi (senza giudicare).

    Il troppo stroppia, lo si vede da come siamo nevrotici e pieni di tutto. Approfittiamo di questo periodo di grazia.

  3. #3
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Nord :-)
    Messaggi
    1,453
    Ringraziato
    5

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Isidro de Sevilla Visualizza Messaggio
    Digiuno: mangiare meno o usare meno delle creature o abitudini piacevoli (cinema, tv, computer...)
    cosa intendi per "usare meno delle creature" ???
    Astinenza: non mangiare carni.
    questa è totale? non si mangia carne fino a Pasqua ?

  4. #4
    Iscritto L'avatar di Napilico
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    orbe terracqueo
    Messaggi
    462
    Ringraziato
    13

    Pio V e la cioccolata

    Una mia curiosità. Papa Pio V era ghiotto di cioccolata e per questo motivo ne liberalizzò l'uso durante la quaresima, a condizione che fosse liquida.

    Oggi questa liberalizzazione è ancora valida?

  5. #5
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Nord :-)
    Messaggi
    1,453
    Ringraziato
    5

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Napilico Visualizza Messaggio
    Una mia curiosità. Papa Pio V era ghiotto di cioccolata e per questo motivo ne liberalizzò l'uso durante la quaresima, a condizione che fosse liquida.
    scusate, questa mi fa morire dalle risate

  6. Il seguente utente ringrazia lucachess per questo messaggio:

    BEAVIS (06-03-2017)

  7. #6
    Cronista di CR L'avatar di Sunshine
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Genova
    Messaggi
    20,496
    Ringraziato
    3354

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da lucachess Visualizza Messaggio
    scusate, questa mi fa morire dalle risate
    Anche a me.
    Mi sembrano quelle leggi "ab personam"...

  8. #7
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    457
    Ringraziato
    0
    Isaia (58,5-7)
    "E' forse questo il digiuno che preferisco, il giorno in cui l'uomo si affligge?
    Piegare il capo come un giunco e distendersi su un letto di sacco e di cenere?
    Chiami questo forse digiuno e giorno gradito al Signore?
    Non è piuttosto questo il digiuno che preferisco: spezzare le catene inique, sciogliere i legami del giogo, rimandare liberi gli oppressi e rompere ogni giogo?
    non forse questo: spezzare il pane all'affamato, introdurre in casa i poveri senza tetto, coprire colui che hai visto nudo, senza trascurare quelli della tua carne?"

    La mortificazione di sè deve avere lo scopo di far aprire gli occhi sulle vere priorità della vita, arrivando a "comandarsi" senza essere "comandato" dai propri sudditi (i sensi).

    Non ha ( il digiuno) lo scopo di annientare, ma di castigare ( rendere casto, purificare).

    Ogni cosa "sproporzionata" della nostra vita è "oggetto" di digiuno, ognuno secondo le proprie forze, ognuno secondo le proprie capacità...un passo da bambino, per il bambino, è un grande passo...

    tirare troppo la corda con il digiuno può essere una tentazione di superbia spirituale, bisogna saper guardare con verità la nostra vita e fare il primo passo verso una purificazione permanente...

    Penso che la vita stessa ( cioè Dio) ci manda dei "digiuni" quotidiani in varie forme e modalità...accettare queste cose potrebbe essere già una via di purificazione...o è sbagliato?

  9. #8
    Cronista di CR L'avatar di Sunshine
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Genova
    Messaggi
    20,496
    Ringraziato
    3354

    Premi

    Si, ma se mi "ciuccio" una tazza di cioccolata al giorno, tu dimmi che quaresima è...
    Non lo faccio neanche in tempi normali.
    Piuttosto è da inquadrare in una dieta, del tempo, assolutamente scarna che oggi neanche ci sogniamo. Cioè i digiuni a pane ed acqua, soprattutto, tra i monaci, erano estesi per buona parte della Quaresima.
    Forse da qui "lo strappo" (in senso pasicologico) di bersi pure la birra...

  10. #9
    Fedelissimo di CR L'avatar di Andrea71
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Savigliano (CN)
    Età
    46
    Messaggi
    4,679
    Ringraziato
    6

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da lozoppo Visualizza Messaggio
    Penso che la vita stessa ( cioè Dio) ci manda dei "digiuni" quotidiani in varie forme e modalità...accettare queste cose potrebbe essere già una via di purificazione...o è sbagliato?
    Occhio che la vita non coincide con Dio. La vita è dono di Dio, ma non è Dio. Noi viviamo una vita profondamente segnata dal peccato; non tutto ciò che arriva viene da Dio.
    Come concetto sul digiuno, però, concordo con te.

  11. #10
    Cronista di CR L'avatar di Sunshine
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Genova
    Messaggi
    20,496
    Ringraziato
    3354

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da lozoppo Visualizza Messaggio
    Isaia (58,5-7)
    "E' forse questo il digiuno che preferisco, il giorno in cui l'uomo si affligge?
    Piegare il capo come un giunco e distendersi su un letto di sacco e di cenere?
    Chiami questo forse digiuno e giorno gradito al Signore?
    Non è piuttosto questo il digiuno che preferisco: spezzare le catene inique, sciogliere i legami del giogo, rimandare liberi gli oppressi e rompere ogni giogo?
    non forse questo: spezzare il pane all'affamato, introdurre in casa i poveri senza tetto, coprire colui che hai visto nudo, senza trascurare quelli della tua carne?"

    La mortificazione di sè deve avere lo scopo di far aprire gli occhi sulle vere priorità della vita, arrivando a "comandarsi" senza essere "comandato" dai propri sudditi (i sensi).

    Non ha ( il digiuno) lo scopo di annientare, ma di castigare ( rendere casto, purificare).

    Ogni cosa "sproporzionata" della nostra vita è "oggetto" di digiuno, ognuno secondo le proprie forze, ognuno secondo le proprie capacità...un passo da bambino, per il bambino, è un grande passo...

    tirare troppo la corda con il digiuno può essere una tentazione di superbia spirituale, bisogna saper guardare con verità la nostra vita e fare il primo passo verso una purificazione permanente...

    Penso che la vita stessa ( cioè Dio) ci manda dei "digiuni" quotidiani in varie forme e modalità...accettare queste cose potrebbe essere già una via di purificazione...o è sbagliato?
    Il digiuno a pane ed acqua, se non accompagnato da una volontà di penitenza e di cammino interiore, può diventare fachirismo.
    Lo stesso, gli altri tipi di "digiuni", se non accompagnati da una volontà di umiliarsi, possono indurre, come hai detto giustamente tu, in una tentazione di superbia spirituale...

Discussioni Simili

  1. Il digiuno: chiedo aiuto
    Di mariacarla nel forum La Sacrestia di "Cattolici Romani"
    Risposte: 64
    Ultimo Messaggio: 11-02-2016, 14:44
  2. Digiuno di venerdì Santo
    Di lucachess nel forum La Casa del Sondaggio
    Risposte: 69
    Ultimo Messaggio: 18-02-2009, 18:50
  3. Il digiuno prima della comunione
    Di Rolando Rivi nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 58
    Ultimo Messaggio: 09-10-2007, 09:32

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •