Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 33 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 321

Discussione: è peccato guardare video scaricati da emule?

  1. #11
    Vecchia guardia di CR L'avatar di haxel
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    latina
    Età
    31
    Messaggi
    2,259
    Ringraziato
    19
    Citazione Originariamente Scritto da Lupo Visualizza Messaggio
    Mi è sorto questo dubbio, se io mi scarico dei film da Emule e poi me li guardo faccio peccato? è come se rubassi? Mia madre si confessò di questa cosa ad un confessore che gli disse che se li guardiamo e basta non commettiamo peccato, è peccato se li vendiamo ecc...

    però io non ne sono poi tanto sicuro....
    è rubare, quindi penso di si
    Tu, una volta ravveduto, conferma i tuoi fratelli

  2. #12
    Gran CierRino
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    8,361
    Ringraziato
    605

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da cattolica1986 Visualizza Messaggio
    Non te lo so dire. Il sacerdote cosi' mi ha detto.
    Pero' alla fine se ci riflettete, cosa c'e' di male a scaricare delle canzoni o dei filmati?
    Il male è che si violano i diritti altrui. Se una cosa è resa disponibile ciò non significa che usufruirne non sia peccato. Se questo fosse il principio allora non sarebbe peccato nemmeno "usufruire" della pornografia online, visto che è liberamente disponibile.

    Citazione Originariamente Scritto da nofear Visualizza Messaggio
    Se il prezzo di un cd o di un film è proibitivo per le mie possibilità non ci vedo peccato.
    In questo caso il peccato è duplice, perchè oltre a ledere i diritti altrui lo si fa per futili motivi, ossia per possedere qualcosa di non necessario.

  3. #13
    Iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Italia
    Età
    55
    Messaggi
    245
    Ringraziato
    1
    Il caso del copiare il compito in classe è diversissimo da quello dello scaricare da internet.

    Nel primo caso sto ingannando il professore, che indurrò a valutarmi in modo sbagliato rispetto alle mie effettive capacità. Quindi è peccato, indipendentemente dall'avere o meno il consenso del compagno da cui copio.

    Nel secondo caso trovo deplorevole definire lo scaricamento da internet un "furto".
    Col furto Tizio ruba una mela a Caio, e Caio non ce l'ha più. Con lo scaricamento, Tizio copia una canzone, ma Caio continua ad avercela.

    Quindi non c'è lesione del diritto di proprietà sulla cosa, ma piuttosto la lesione della legittima aspettativa dell'autore ad una retribuzione del proprio lavoro.

    Il furto e lo scaricamento sono due cose diverse, e il primo passo per cercare di risolvere questi problemi è quello di fare le distinzioni appropriate.

    Nel diritto naturale, copiare un'opera d'arte sicuramente non è furto, tanto è vero che l'umanità è andata avanti per migliaia di anni senza che esistesse nemmeno il concetto di "copyright". E' un concetto nuovo, nato nel XVI secolo in Inghilterra. Prima, se uno voleva copiarsi la Divina Commedia o la canzone del menestrello, se la copiava, punto e basta.

    Assodato che non si tratta di furto, resta da fare un'altra considerazione.

    In linea di principio il cristiano deve rispettare le leggi civili, purchè non siano irrazionali e non siano in contrasto con la retta ragione.

    Se una legge civile mi dice di non passare col semaforo rosso, non devo passare (anche se nel diritto naturale nulla osterebbe). Si tratta infatti di una legge razionale, derivante da una legittima tutela della salute pubblica, volta a evitare incidenti ecc.

    Si tratta di vedere se la legge sul copyright è giusta, se è conforme alla ragione.

    In linea di principio, bisogna presumere che le leggi civili siano giuste e razionali: l'animo umano è troppo facilmente portato a costruirsi delle autogiustificazioni.

    Effettivamente, alla base della legge del copyright ci sono delle motivazioni giuste: gli autori hanno lavorato per produrre le loro opere, ed è giusto che ricevano una retribuzione adeguata.

    In linea di massima, e sempre sottomettendo i miei ragionamenti all'autorità della Chiesa se e quando darà una risposta ufficiale a questi interrogativi, io mi sono dato questa risposta:
    - in linea di massima, la legge sul copyright è una legge giusta e va rispettata
    - ci possono essere delle eccezioni al principio suddetto, quando la legge si rivela ingiusta o non razionale, per esempio:
    - durata eccessiva del diritto: 70 anni dopo la morte dell'autore è francamente eccessivo, se si continua ad allungare il periodo di tutela ci troveremo a pagare i diritti di autore anche agli eredi di Omero per l'Odissea
    - eccessiva onerosità dei diritti: quando l'autore o l'editore, approfittando della propria posizione di monopolio, impongono delle tariffe eccessive. La legge è buona se permette agli autori di procurarsi di che vivere, anche con una certa larghezza, ma non c'è motivo di permettere delle retribuzioni da nababbi
    - la posizione di Youcat, per quanto dotata di una certa autorevolezza, non è sufficiente a costituire magistero definitivo della Chiesa. Infatti esso è opera delle Conferenze episcopali svizzera, tedesca e austriaca e quindi, con tutto il rispetto che giustamente è dovuto agli autori, non necessariamente rispecchia in tutti i punti l'insegnamento della Chiesa universale (anche se devo dire, avendolo letto, che almeno per il 98% il contenuto di Youcat è conforme a quanto insegna la Chiesa)

  4. #14
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Miletto
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Archidioecesis Mediolanensis (Arcidiocesi di Milano)
    Messaggi
    2,374
    Ringraziato
    5

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da DenkaSaeba25 Visualizza Messaggio
    Calma. Sul compito copiato a scuola ho fortissimi dubbi, visto che è difficile copiare senza il consenso del compagno.
    Beh, insomma.

    1) Truffi la società facendoti riconoscere un voto che non meriti che attesta che sei a un certo livello che non sei.

    2) Ti appropri, magari anche col consenso del compagno, la sua proprietà intellettuale. Infatti il tuo compagno non ha il diritto di cederti la sua proprietà intellettuale in quel luogo.
    Va contro le regole. Ti cede lui una cosa che a lui non è permesso fare.
    Puntiamo al Paradiso!

  5. #15
    Moderatore Ecumenico L'avatar di DenkaSaeba25
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Rapallo
    Età
    35
    Messaggi
    13,771
    Ringraziato
    1662
    Citazione Originariamente Scritto da Miletto Visualizza Messaggio
    Beh, insomma.

    1) Truffi la società facendoti riconoscere un voto che non meriti che attesta che sei a un certo livello che non sei.

    2) Ti appropri, magari anche col consenso del compagno, la sua proprietà intellettuale. Infatti il tuo compagno non ha il diritto di cederti la sua proprietà intellettuale in quel luogo.
    Va contro le regole. Ti cede lui una cosa che a lui non è permesso fare.
    Stavo parlando dei compiti a casa, non del compito in classe. Sul compito in classe è ovvio che è sbagliato a priori.
    Le infermità del cuore, come quelle del corpo, vengono a cavallo o in carrozza, ma se ne vanno a piedi e al piccolo trotto

    S. Francesco di Sales, Filotea


  6. #16
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Torino
    Messaggi
    257
    Ringraziato
    0
    Teoricamente è rubare, perchè stai rubando i soldi che avresti dovuto dare al cantante o al produttore per il cd o dvd.

    Il mio ex professore di "diritto d'autore", che a quanto ne so è un professorone e vede spesso cause di artisti, ci disse che nel prezzo del cd/dvd vergine che tu compri, la SIAE aggiunge sempre una % per i casi di musica scaricata illegalmente. Quindi teoricamente tutto questo furto non ci dovrebbe essere, anzi per tutti quelli che ho bruciato dovrebbero pagarmi

    Io in ogni caso lo faccio continuamente (si parla sempre di visione/ascolto privata/o e non di vendita) anche perchè spendere dei soldi per i film che escono adesso, dove il 98% sono cretinate, non esiste proprio!

  7. #17
    Moderatore Ecumenico L'avatar di DenkaSaeba25
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Rapallo
    Età
    35
    Messaggi
    13,771
    Ringraziato
    1662
    Citazione Originariamente Scritto da Chiamata Visualizza Messaggio
    Io in ogni caso lo faccio continuamente (si parla sempre di visione/ascolto privata/o e non di vendita) anche perchè spendere dei soldi per i film che escono adesso, dove il 98% sono cretinate, non esiste proprio!
    Io lo faccio, francamente, ma quando trovo qualcosa di valore lo compro. Alcuni mi dicono che è una scusa, altri mi danno ragione. Ma francamente pagare per qualcosa che ho trovato ridicolo è senza senso.
    Le infermità del cuore, come quelle del corpo, vengono a cavallo o in carrozza, ma se ne vanno a piedi e al piccolo trotto

    S. Francesco di Sales, Filotea


  8. #18
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Torino
    Messaggi
    257
    Ringraziato
    0
    DenkaSaeba25 bruceremo all'inferno

    Sai sono quei discorsi strani perchè da una parte si potrebbe dire Emule (o qualunque altro) e un programma peer-to-peer, cioè di gente che mette a disposizione file, e io prendo questi file a disposizione. Dall'altra comunque non è giusto perchè è rubare in ogni caso, visto che sono file che spesso sono contraffatti o presi non legittimamente.

    Ma lo stesso discorso vale con i vestiti taroccati e il 90% delle cose del mondo.
    Anche i compiti in classe copiati, si è sbagliato, ma uno cosa dovrebbe fare? restare anni in più a scuola? E allora non ci dovrebbero essere i professori che non insegnano nulla o male, lo stato che gioca sulle tasse scolastiche e universitarie, i professori che ogni anno cambiano la copertina e ti fanno comprare libri nuovi e spendere nuovi soldi...ecc ecc ecc

    Quindi in attesa del prossimo diluvio universale perchè facciamo tutti schifo io non credo sia una cosa così grave e che una pietra e una piuma non cadono allo stesso modo. Anche perchè il peccato è tutta una cosa di testa.

    Poi certo, lo scopo è arrivare alla perfezione, a Dio. E a chi c'è più vicino di me auguro tutto il meglio del mondo in attesa di arrivare anche io a quel punto

  9. #19
    Moderatore Ecumenico L'avatar di DenkaSaeba25
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Rapallo
    Età
    35
    Messaggi
    13,771
    Ringraziato
    1662
    Personalmente io a scuola non ho mai copiato, nè ho mai usato fogliettini.

    Però ritengo che un conto sia copiare di sana pianta un compito, un altro magari aiutare qualcuno che non è riuscito a prepararsi a dovere. Per esempio nei compiti di matematica io aiutavo moltissimo gli altri, ma generalmente davo loro solo il risultato finale (che tanto è inutile se non fai l'esercizio).

    Invece per quanto riguarda il materiale, non riesco proprio a sentirmi in colpa. Dopo che ho speso, all'epoca, 6 euro per vedere Natale in India ho un credito illimitato verso la SIAE.
    Le infermità del cuore, come quelle del corpo, vengono a cavallo o in carrozza, ma se ne vanno a piedi e al piccolo trotto

    S. Francesco di Sales, Filotea


  10. #20
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Miletto
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Archidioecesis Mediolanensis (Arcidiocesi di Milano)
    Messaggi
    2,374
    Ringraziato
    5

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Chiamata Visualizza Messaggio
    Poi certo, lo scopo è arrivare alla perfezione, a Dio. E a chi c'è più vicino di me auguro tutto il meglio del mondo in attesa di arrivare anche io a quel punto
    Non ci arriverai mai se non combatti seriamente i tuoi difetti.

    Se hai capito che scaricare musica è sbagliato: devi decidere di non farlo mai più, pentirti, confessare il tuo peccato e cercare di cambiare vita.

    Se non decidi di far questo non cambierai mai. I difetti non se ne vanno da soli. Vanno via con una durissima lotta e con rinunce (ad esempio alla musica illegale).

    La conversione poi non va mai rinviata. Potrebbe mancarci il tempo (magari muori fra 5 minuti), la Grazia o peggio la volontà di convertirci in futuro.

    Colgo l'occasione per dire queste cose perchè il discorso che fai denota appunto un pensiero sbagliato molto pericoloso, a mio avviso.

    Se non si è fedeli nelle cose piccole poi non lo si sarà in quelle grandi.
    Puntiamo al Paradiso!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •