Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18

Discussione: Età ed ordine corretto per Prima Comunione e Cresima

  1. #1
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    21
    Ringraziato
    2

    Età ed ordine corretto per Prima Comunione e Cresima

    Perugia. Cresima e comunione, cambia tutto: due sacramenti in uno, in quinta elementare

    A illustrare la novità è l'arcivescovo Renato Boccardo: "Portare avanti 8 anni di indottrinamento non serve a nulla - ha detto il presule - visti i risultati e quindi occorreva pensare a qualcosa di diverso”


    http://www.perugiatoday.it/cronaca/c...bia-tutto.html


    Effettivamente il discorso è valido. Quando andavo al catechismo io a Torino si iniziava in 2° elementare e si facevano la Prima Comunione alla fine della 2° e la Cresima alla fine della 5°. Poi si è fatto slittare il tutto di uno, due od anche tre anni. La “scusa” era quella di tenere i ragazzi per più tempo in parrocchia. Quando facevo il catechista io (primi anni ’80), si ricevevano la Prima comunione alle fine della 4° elementare e la Cresima alla fine della 2° medie, e c’era un certo effetto di trascinamento per cui molto ragazzi frequentavano poi i “gruppi post-cresima” di 3° media. Dopo qualche anno, però, l’effetto di trascinamento è cessato.
    Sull’argomento confesso di non avere le idee chiare. C’è una logica in quello che dice l’Arcivescovo di Perugina, ma c’è una logica anche in quello che fanno i Valdesi, che non hanno una vera e propria “Prima Comunione” perché invitano i bambini, quando sono in chiesa perché non c’è la scuola domenicale, a prendere il pane con i genitori già da piccoli, a 3 o 4 anni, anche se non si rendono ancora conto di quello che fanno, e poi posticipano la Confermazione quasi all’età adulta (fine 2° liceo).

    Argomento interessante, Cosa ne pensate?


  2. #2
    CierRino Assoluto L'avatar di Phantom
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Latina
    Età
    35
    Messaggi
    42,505
    Ringraziato
    2904

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Grande Puffo Visualizza Messaggio
    A illustrare la novità è l'arcivescovo Renato Boccardo: "Portare avanti 8 anni di indottrinamento non serve a nulla - ha detto il presule - visti i risultati e quindi occorreva pensare a qualcosa di diverso”
    S.E. Boccardo non è arcivescovo di Perugia, semmai è il card. Bassetti.

    Citazione Originariamente Scritto da Grande Puffo Visualizza Messaggio
    l’Arcivescovo di Perugina
    Cosa è l'arcivescovo di Perugina?
    Ut unum sint. Giovanni 17;21

  3. #3
    Fedelissimo di CR L'avatar di Amatrixian
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Nella provincia dei 7 laghi
    Età
    45
    Messaggi
    3,948
    Ringraziato
    400
    Contrarissimo.

    Secondo me si rischia di non far percepire differenza e importanza dei diversi sacramenti

    La cresima, poi, secondo me non ha senso farla prima dei 15 anni. Meglio 18
    "Che vuol ch'io faccia del suo latinorum?"

  4. 3 utenti ringraziano per questo messaggio:

    pongo (14-10-2017), Servus Servorum (14-10-2017), TGC (14-10-2017)

  5. #4
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    21
    Ringraziato
    2
    Citazione Originariamente Scritto da Phantom Visualizza Messaggio
    S.E. Boccardo non è arcivescovo di Perugia, semmai è il card. Bassetti.
    Vabbè, cosa c'entra, è sempre un vescovo della regione.
    Citazione Originariamente Scritto da Phantom Visualizza Messaggio
    Cosa è l'arcivescovo di Perugina?
    Eh, avevo fame e mi è scappata una enne...

  6. #5
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    46
    Messaggi
    6,603
    Ringraziato
    671

    Premi

    L'ordine corretto è Battesimo - Confermazione - Eucaristia.

    Per il resto:
    Comunione e Cresima nello stesso giorno, cosa ne pensate ?


  7. #6
    Vecchia guardia di CR L'avatar di TGC
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Torino
    Età
    36
    Messaggi
    2,271
    Ringraziato
    1352
    Citazione Originariamente Scritto da Grande Puffo Visualizza Messaggio
    La “scusa” era quella di tenere i ragazzi per più tempo in parrocchia. Quando facevo il catechista io (primi anni ’80), si ricevevano la Prima comunione alle fine della 4° elementare e la Cresima alla fine della 2° medie, e c’era un certo effetto di trascinamento per cui molto ragazzi frequentavano poi i “gruppi post-cresima” di 3° media. Dopo qualche anno, però, l’effetto di trascinamento è cessato.
    Come in molte cose, ci sono pro e contro sia per confessione-comunione-cresima accorpate in età molto bassa come anche per posticiparle in età più adulta o portare solo la cresima ai 15/18 anni come "sigillo" di reale consapevolezza e confermazione della propria scelta cristiana.
    Al di là della tematica, vorrei però soffermarmi su un punto che è uscito sia in questo topic sia in altri di similare argomento e cioè sul fatto che un odei motivi per posticipare la cresima sia quello di "allungare" il catechismo e quindi assicurarsi una maggiore permanenza dei ragazzi in chiesa.
    Allora se è questo il motivo... siamo fuori strada.
    Cioè, non ha senso usare i sacramenti come una sorta di ricatto verso i bambini e i genitori per farli venire a catechismo o in chiesa, ben sapendo che poi, una volta ricevuti i sacramenti, quei ragazzi e genitori spariscono.
    La primaria educazione religiosa deve essere impartita dalla famiglia. Se sia i genitori sia i bambini vivono la Fede in malo modo, come un mero obbligo per concludere l'iter dei sacramenti... allora è tutto inutile ed è meglio che quei bambini e genitori vadano per altri lidi. Non ha senso tale situazione. I genitori devono portare i bambini fin in tenera età in chiesa, devono educarli alla religione, alle preghiere, al catechismo.
    Poi ben venga anche il catechismo parrocchiale e di preparazione ai sacramenti, ma quello è un di più, il bambino dovrebbe già essere seguito e formato dai genitori (o dai padrini).
    Se invece l'unico catechismo è quello in preparazione ai sacramenti e per di più vissuto come un obbligo anche per i genitori... non serve né anticipare né posticipare i sacramenti, perché l'errore è alla base.

  8. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    Lightcreek (14-10-2017), Vox Populi (15-10-2017)

  9. #7
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Venezia
    Messaggi
    163
    Ringraziato
    57
    Fino ai primi anni del Novecento, la Prima Santa Comunione si faceva in età molto avanzata (15 anni circa); S. Pio X sosteneva viceversa che la S. Comunione dovesse essere data attorno ai 7 anni, e così noi facciamo ancora.
    La Santa Cresima era anticamente amministrata prima della Santa Comunione; è molto moderna la pratica di conferirla dopo.
    Per quanto riguarda gli altri Sacramenti, il Battesimo subito dopo la nascita (S. Pio X parla di peccaminosità da parte dei genitori se differissero il battesimo di oltre le 48 ore convenienti, se non erro...), e Confessione qualche giorno prima della Prima Comunione.

    Per quanto riguarda l'uso bieco della Cresima a 15 anni per tenere i ragazzi al catechismo, condivido pienamente l'analisi di TGC, soprattutto la parte sull'educazione alla Fede Cattolica da parte delle famiglie.

  10. #8
    CierRino Assoluto L'avatar di Phantom
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Latina
    Età
    35
    Messaggi
    42,505
    Ringraziato
    2904

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Gerensis Visualizza Messaggio
    L'ordine corretto è Battesimo - Confermazione - Eucaristia.
    In tutto il mondo la Cresima è dopo la Comunione. Anche perché la Pentecoste venne dopo l'Ultima Cena...
    Ut unum sint. Giovanni 17;21

  11. #9
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    46
    Messaggi
    6,603
    Ringraziato
    671

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Phantom Visualizza Messaggio
    In tutto il mondo la Cresima è dopo la Comunione.
    La prassi attuale e maggioritaria è questa, anche se, come ricordava Traditio Marciana nel messaggio appena sopra il tuo, si tratta di un uso invalso dopo le norme di san Pio X sulla comunione dei fanciulli.
    Di contro, le Chiese cattoliche orientali e le Chiese ortodosse conferiscono tutti e tre i Sacramenti dell'Iniziazione cristiana anche ai bambini appena nati.

    Citazione Originariamente Scritto da Phantom Visualizza Messaggio
    Anche perché la Pentecoste venne dopo l'Ultima Cena...
    Opinione interessante, ma mi sfugge il momento in cui gli Apostoli sono stati battezzati.

  12. #10
    CierRino Assoluto L'avatar di Phantom
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Latina
    Età
    35
    Messaggi
    42,505
    Ringraziato
    2904

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Gerensis Visualizza Messaggio
    Opinione interessante, ma mi sfugge il momento in cui gli Apostoli sono stati battezzati.
    O dal Battista o con la lavanda dei piedi prima dell'Ultima Cena.
    Ut unum sint. Giovanni 17;21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •