Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 27 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 269

Discussione: Il Limbo: dogma di fede o opinione teologica?

  1. #21
    Fedelissimo di CR L'avatar di arcycapa
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    U.S.
    Età
    44
    Messaggi
    4,564
    Ringraziato
    5
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    3) Siamo sicurissimi della sorte dei bambini morti senza il battesimo perchè il Concilio di Firenze dice infallibilmente che andranno all'inferno.
    Il Concilio di Firenze stava rispondendo alla domanda "se uno muore in stato di peccato originale, puo` andare in paradiso?" e la risposta fu "no". Questo sta` ad indicare la gravita` del peccato originale. Quindi fu insegnato, infallibilmente, che chi muore anche con il solo peccato originale, va all'inferno. Punto e basta.

    Il Concilio pero` non studio` la domanda, che non era ancora stata fatta, "puo` Dio togliere il peccato originale a questi bambini innocenti? Se si`, lo fa?". Ora si sta` studiando questa domanda. Penso che sia lecito farsi la domanda, e penso che sia bene non provare a rispondere, dato che noi non siamo Dio, e c'e` un bilancio delicato tra la sua Giustizia e la sua Misericordia.

  2. #22
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    in campagna
    Età
    53
    Messaggi
    1,091
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    1) 2) Nel Catechismo, Giovanni Paolo II non definisce niente, lascia solo questa speranza, speranza che può benissimo configurarsi nel limbo, ossia in un luogo dove ci sia una gioia naturale senza la visione beatifica che ai bambini non creerebbe comunque sofferenza espressa;
    Si, può anche essere così ma anche speranza che potrebbe configurarsi nella visione beatifica.

  3. #23
    Partecipante a CR L'avatar di Nunc scio vere
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Archidiocaesis Turritana
    Età
    78
    Messaggi
    581
    Ringraziato
    1
    Citazione Originariamente Scritto da franci65 Visualizza Messaggio
    Si, può anche essere così ma anche speranza che potrebbe configurarsi nella visione beatifica.
    Ci sono fior di teologi che stanno sviscerando il problema. Io lascerei fare a loro e aspetto quello che il Magistero, dopo aver vagliato tutto quanto si sarà discusso in sede teologica, vorrà decidere.

    Spero di non aver scritto un'eresia, se fosse, vi chiedo scusa.

  4. #24
    Fedelissimo di CR L'avatar di arcycapa
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    U.S.
    Età
    44
    Messaggi
    4,564
    Ringraziato
    5
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    Allora, vediamo di ripetere.
    Non dice chi muore col peccato originale in generale; dice chi muore AVENDO COME COLPA IMPERSONALE IL SOLO PECCATO ORIGINALE.
    Quindi, si riferisce PERFORZA ai soli bambini.
    Se poi volete intendere diversamente, fate pure, io sono un pò stufo, ho fatto il mio dovere di dire la verità, ora credete quello che volete.
    Io penso di aver capito bene la tua posizione (infatti, quando ho posto la mia seconda domanda sopra, ho scritto "bambini")... per favore non ti arrabbiare, perche' ho imparato molto da te in questa discussione, e mi piacerebbe continuarla (anche solo in privato, se vuoi).

    Io volevo solo dire che il Concilio di Firenze stava rispondendo alla domanda: "se uno non ha commesso peccati personali, e, non avendo raggiunto l'eta` della ragione, non ha fatto scelte, si salva?" La risposta fu, "dipende se gli e` stato perdonato il peccato originale o no". Era un dubbio sull'importanza del peccato originale, perche' alcuni eretici avevano affermato che non era un peccato vero e proprio. Quindi fu insegnato, infallibilmente, che coloro che muoiono anche con il solo peccato originale, vanno all'inferno.

    Ora penso che ci si stia ponendo un'altra domanda. "Dato che Dio ha il potere, in quanto onnipotente, di togliere il peccato originale a questi bambini innocenti al momento della loro morte, esiste una possibilita` che lo faccia?" I teologi della commissione hanno risposto si`, mentre te sembri rispondere no. Tutto qui... sto solo cercando di spiegarti il punto di vista della commissione.

    A me interesserebbe molto sapere il perche' del tuo "no", ed il perche' del tuo essere cosi` sicuro riguardo al "no"... tu sembri basarti sul Magistero (perche' altrimenti la tua opinione personale varrebbe quanto quella dei teologi della commissione...).

    Non voglio pero` fare polemiche inutili... penso si sia gia` parlato abbastanza in questa discussione, quindi se vuoi rispondimi pure in privato.
    Grazie!

  5. #25
    Iuris Utriusque Doctor L'avatar di Canonista
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,893
    Ringraziato
    37
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    Le ragioni mi sono sconosciute.
    Non ho mai stimato necessario tale documento, visto che la situazione è fin troppo chiara.
    Il Papa inoltre non ha approvato o ufficializzato niente, ha soltanto permesso ed approvato la pubblicazione di questa RICERCA teologica, e preciso che per ricerca intendo non un documento magistrale, non una presa di posizione ufficiale, ma soltanto uno STUDIO teologico che non ha nessun carattere di infallibilità e che non obbliga assolutamente né sub gravi, né sub levi.
    Si tratta solo di uno studio che prova a vedere altre possibilità che di fatto non concretizza assolutamente.

    Nessun bisogno, infatti.
    Del resto, non si tratta di un organo di magistero, questo è noto.
    Inoltre, non si parla mai di abolizione del limbo, la quale, lo dice la ricerca stessa, rimane una possibilità plausibile.
    Si è cercata solo un'altra strada, che, di fatto, è stata lasciata al "mistero", al dubbio.

    Ricapitolando: la ricerca della commissione teologica non è atto di magistero;

    non è infallibile;

    non obbliga i cristiani a prestare l'assenso;

    non cambia minimamente la dottrina in materia di bambini morti senza il battesimo.

    Marcus, grazie per le risposte.

    Io le rispetto e rispetto la tua posizione, però permittimi di dirti che se la Commissione Teologica (con l'approvazione di Benedetto XVI) ha sondato altre possibilità a riguardo e soprattutto non ha minimamente considerato il Limbo come Magistero Infallibile, io non sarei così sicuro a dire che lo è...!

    E' vero che la ricerca della commissione teologica non è atto di magistero, non è infallibile e non obbliga i cristiani a prestare l'assenso; però trovo davvero assurdo pubblicare un lavoro talmente minuzioso quando basterebbe citare con una frase questo "ipotetico" Magistero Infallibile.

    Io, con tutto il rispetto nei tuoi confronti, sono più propenso a considerare giusta e più autorevole la posizione della Commissione che la tua...

  6. #26
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    fra Milano e il Lago Maggiore
    Età
    51
    Messaggi
    2,696
    Ringraziato
    288

    Premi

    Nel Catechismo, Giovanni Paolo II non definisce niente, lascia solo questa speranza, speranza che può benissimo configurarsi nel limbo,
    Non mi sembra che la salvezza in cui spera il Catechismo (1251) possa essere il Limbo.
    Salvezza è Salvezza, cioé il Paradiso, soprattutto visto che il Catechismo si riferisce a Cristo che vuole che i bambini VENGANO A LUI.
    A meno che non si intenda che Cristo sia presente al Limbo....


    Resta poi un mistero come il Papa abbia autorizzato la pubblicazione di un documento così sbagliato, sia pure non con la bolla dell'infallibilità.
    Non è un segreto che il Card Ratzinger a titolo personale non abbia mai creduto nel Limbo, ovviamente nel senso di credere che i bambini non battezzati possano essere in paradiso, non all'inferno!
    Ultima modifica di Carolum; 23-07-2007 alle 14:08

  7. #27
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    in campagna
    Età
    53
    Messaggi
    1,091
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Nunc scio vere Visualizza Messaggio
    Ci sono fior di teologi che stanno sviscerando il problema. Io lascerei fare a loro e aspetto quello che il Magistero, dopo aver vagliato tutto quanto si sarà discusso in sede teologica, vorrà decidere.

    Spero di non aver scritto un'eresia, se fosse, vi chiedo scusa.
    Certo, ed è giusto attendere, ma penso che non si debba prendere posizioni assolute da entrambi le parti, proprio perchè non si ponne limiti all'Onnipotenza di Dio e alla sua misericordia.

  8. #28
    Fedelissimo di CR L'avatar di arcycapa
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    U.S.
    Età
    44
    Messaggi
    4,564
    Ringraziato
    5
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    Caro Arcycapa,
    (...)
    Grazie per la spiegazione.

  9. #29
    Iuris Utriusque Doctor L'avatar di Canonista
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,893
    Ringraziato
    37
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio







    Mi spiego meglio: il sentimento umano traviato di oggi, non è in grado di distinguere tra misericordia e giustizia.
    Non è in grado di capire che Dio compiendo un atto di giustizia sa essere misericordioso al tempo stesso.
    Quale sarebbe il ragionamento di Dio, se fosse un uomo del ventunesimo secolo?
    Tutti in paradiso, con una grazia speciale che colpisce anche chi non è battezzato.
    Ecco allora il ragionamento diabolico dell'uomo del ventunesimo secolo inserito a forza nella bocca di Dio.
    In realtà, si tratta di un problema mai sollevato da nessuno in tutto questo tempo, capriccio che solo oggi, per una questione di "correttezza politica", si sta sollevando.
    Questa è però una tua opinione.
    La Commissione ha invece espresso questa opinione:

    La trattazione di questo tema ben si giustifica all’interno di quello sviluppo della storia dell’intelligenza della fede, di cui parla la Dei Verbum (n. 8), e i cui fattori sono la riflessione e lo studio dei credenti, l’esperienza delle cose spirituali e la predicazione del Magistero. Quando nella storia del pensiero cristiano si è cominciato a percepire la domanda sulla sorte dei bambini morti senza Battesimo, forse non si conosceva esattamente la natura e tutta la portata dottrinale implicita in questa domanda. Soltanto nello sviluppo storico e teologico avvenuto nel corso dei secoli e fino al Concilio Vaticano II, ci si è resi conto che tale specifica domanda meritava di essere considerata in un orizzonte sempre più ampio delle dottrine di fede, e che il problema può essere ripensato, mettendo in rapporto esplicito il punto in questione nel contesto globale della fede cattolica e osservando il principio della gerarchia delle verità, menzionato nel decreto del Concilio Vaticano II Unitatis redintegratio. Il Documento, sia dal punto di vista teologico speculativo sia dal punto di vista pratico-spirituale, costituisce uno strumento esplicativo utile ed efficace per la comprensione e l’approfondimento di questa problematica, che non è soltanto dottrinale, ma incontra urgenze pastorali di non poco rilievo.


    Non si tratta di buonismo, Marcus, ma dell'immensa bontà di Dio.

  10. #30
    DOMINVS IN PRIMIS
    visitatore
    credo che la migliore soluzione rimanga quella di rivolgersi a persone comepetenti, e chi meglio della Santa Sede????

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •