Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345
Risultati da 41 a 48 di 48

Discussione: Joseph Ratzinger-Benedetto XVI: OPERA OMNIA

  1. #41
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    50,744
    Ringraziato
    3059
    Mons. Müller: l'opera di Benedetto XVI è un incontro personale con Gesù

    Uno sguardo verso un incontro personale con Cristo alla luce della Dottrina della Chiesa. Così, ieri sera, a Roma presso la Pontificia Università Lateranense, mons. Gerhard Ludwig Müller, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, ha presentato l’Opera omnia di Benedetto XVI, che riunisce i tre volumi su Gesù pubblicati nel 2007, nel 2011 e nel 2012. Il servizio di Marina Tomarro

    Una vista d’insieme della vita di Cristo per rendere il suo Volto vicino a tutti, non distante. Si presentano così i tre volumi su Gesù scritti da Benedetto XVI. Il commento di mons. Gerhard Ludwig Müller, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede:

    “Gesù Cristo non è solo una persona storica, cui possiamo accedere per una ricostruzione teoretica, ma è il Cristo vivo e presente nella Chiesa, nella comunità dei credenti. Esiste un accesso, un incontro personale con Gesù Cristo vivente, nella testimonianza della sua Chiesa”.

    E il Papa emerito, nella stesura dei tre testi, da una parte da voluto delineare la figura storica di Gesù e dall’altra il dogma di Cristo. Ancora mons. Müller:

    “Gli evangelisti sono i primi testimoni della storicità di Gesù ed anche del suo significato, della sua relazione personale con Dio, suo Padre, il Creatore, il Redentore di tutto il mondo. Per questo non dobbiamo fare una sintesi esteriore dell’aspetto dogmatico e dell’aspetto storico. Nella persona di Gesù, noi, come uomini, abbiamo nell’approccio questi due aspetti, che sono solo due prospettive, ma non due realtà”.


    Papa Benedetto dà anche una nuova chiave di lettura del silenzio dei Vangeli sul periodo tra l’infanzia di Gesù e l’inizio della sua predicazione. Il commento di mons. Müller:

    “I Vangeli non sono una biografia, sono la testimonianza della realtà di Gesù. Su altri uomini sappiamo di più, uomini che hanno vissuto recentemente. Vogliamo più fonti storiche di Gesù, ma di Gesù Cristo non abbiamo una biografia, ma solo questo insieme, questa sintesi tra la testimonianza della sua vita reale, storica e della sua importanza per noi come Redentore, della sua essenza, della sua sostanza di essere il Figlio di Dio, il Verbo incarnato”.


    fonte: Radio Vaticana
    Oboedientia et Pax

  2. #42
    Moderatore tomista L'avatar di Deoiuvante
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Località
    Vicenza
    Età
    27
    Messaggi
    10,396
    Ringraziato
    1368
    Una buona idea regalo per Natale...
    Ipsam sequens non devias, Ipsam rogans non desperas, Ipsam cogitans non erras

  3. #43
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    50,744
    Ringraziato
    3059
    Il cammino di un cristiano divenuto Papa
    · Negli scritti cristologici di Joseph Ratzinger ·


    19 novembre 2015


    Il secondo tomo del sesto volume dell’opera omnia di Joseph Ratzinger, appena pubblicato dalla Libreria Editrice Vaticana, è intitolato Gesù di Nazaret. Scritti di cristologia (pagine 725, euro 55) e completa la sezione degli scritti di cristologia, inaugurata con la raccolta della trilogia pubblicata tra il 2007 e il 2012. L’ampia produzione cristologica dell’autore — tradotta ex novo in italiano dagli originali in tedesco — è qui suddivisa in cinque parti secondo un criterio tematico piuttosto flessibile, in cui sono distribuiti articoli scientifici, conferenze, recensioni, prefazioni, introduzioni, omelie, meditazioni e catechesi.

    Come scrive nella Prefazione del curatore il cardinale Gerhard Müller, la varietà dei generi letterari utilizzati da Ratzinger mostra che «da sessant’anni i vari temi della cristologia stanno al centro della sua attività e del suo insegnamento come professore universitario, come vescovo e come Papa». In effetti, l’estrema varietà dei generi impiegati costituisce la peculiarità dell’approccio alla persona di Gesù Cristo da parte di un autore che, pur provenendo dall’ambiente accademico, si è costantemente misurato con le sfide che la cultura contemporanea ha rivolto al centro della fede cristiana. Per rendere comprensibile l’evento di Gesù di Nazaret, Ratzinger ha infatti colto ogni occasione, in contesti molto diversi, riuscendo a illuminare gli aspetti molteplici di quel mistero che abita il Figlio di Dio fatto uomo, morto e risorto, salvatore dell’umanità intera.

    In continuità con la parte a — cioè con il primo tomo del sesto volume che comprende la trilogia Gesù di Nazaret. La figura e il messaggio, inserita nell’opera omnia di Joseph Ratzinger, in quanto frutto della sua ricerca personale e non come atto magisteriale, benché al momento della pubblicazione già fosse divenuto Benedetto XVI — il volume si apre con la parte b, dal titolo redazionale Guardare al crocifisso: il mistero pasquale di Cristo (pp. 13-183), che abbraccia il periodo che va dal 1961 al 2002. I nove contributi qui raccolti sono stati precedentemente pubblicati in volumi collettanei, riviste specialistiche o atti di convegni. Con sapiente maestria l’autore spazia dai temi biblici a quelli dogmatici, dalla liturgia alla devozione, dalla storia all’estetica, attraverso una variegata galleria di temi e figure che hanno al loro centro Cristo: il venerdì santo della storia, il cristocentrismo nella predicazione, le tesi e i punti di orientamento cristologici, il mistero pasquale fondamento della devozione al sacro cuore di Gesù, la teologia di Romano Guardini, le tentazioni di Gesù, il volto di Cristo nella Scrittura, la bellezza del crocifisso e la nuova estetica della fede.

    La parte c, intitolata Messia e Figlio di Dio: il mistero della persona di Gesù (pp. 187-315), contiene dieci saggi che preparano il terreno alla trilogia. In questi studi si espongono i misteri della vita di Cristo, i rischi dell’ermeneutica moderna a confronto con il metodo esegetico antico, la legittimità del dogma cristologico di fronte all’accusa moderna di ellenizzazione, la verità dell’incarnazione, il mistero pasquale nella luce della risurrezione e dell’ascensione al cielo, l’effettiva storicità dell’agire di Dio in Cristo che protegge la fede dal diventare gnosi, l’identificazione dell’irripetibile figura storica di Gesù di Nazaret con la realtà stessa di Dio.

    Nella parte d, sotto il titolo Salvezza, redenzione, liberazione. Temi di soteriologia (pp. 319-452), sono riuniti i diversi contributi di Ratzinger sul tema della salvezza. Si comincia con quattro voci di lessico — su salvezza, mediatore, rappresentanza vicaria, espiazione — per poi trattare le questioni preliminari a una teologia della redenzione, in cui si prospetta una salvezza legata all’universalità, alla libertà, all’amore: «La salvezza del mondo esiste in forma paradossale: nel Crocifisso. Soltanto nella Croce, nella libertà che dona se stessa, che può donarsi nella certezza del suo amore, sboccia la libertà, avviene la redenzione. La Croce è la sfida suprema a osare un amore che trasforma la povertà e l’ingiustizia nel mondo» (p. 367).

    Particolare rilievo è dato alla gioia come criterio di autenticazione del Vangelo accolto nella fede, «tema intimamente legato al discernimento degli spiriti. Una delle regole fondamentali di discernimento potrebbe essere così espressa: laddove non c’è gioia, laddove l’allegria si spegne, certo non v’è lo Spirito di Gesù Cristo.

    di Maurizio Gronchi


    fonte: L’Osservatore Romano
    Oboedientia et Pax

  4. #44
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di Fidei Depositum
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Archidioecesis Tridentina
    Età
    32
    Messaggi
    5,377
    Ringraziato
    1164

    Premi

    Qualcuno potrebbe indicarmi (se esiste) un elenco completo delle opere di Joseph Ratzinger (non quelle da Papa) pubblicate in lingua italiana?
    Nihil amori Christi praeponere (Regula Benedicti IV,21)

  5. #45
    CierRino Assoluto
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Latina
    Età
    35
    Messaggi
    42,033
    Ringraziato
    2781

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Fidei Depositum Visualizza Messaggio
    Qualcuno potrebbe indicarmi (se esiste) un elenco completo delle opere di Joseph Ratzinger (non quelle da Papa) pubblicate in lingua italiana?
    http://www.ratzinger.us/modules.php?...showpage&pid=3

  6. Il seguente utente ringrazia Phantom per questo messaggio:

    Fidei Depositum (06-12-2015)

  7. #46
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Lombardia
    Età
    34
    Messaggi
    1,032
    Ringraziato
    431

    Annunciati altri 2 volumi (un tomo e un volume) dell'Opera Omnia

    Finalmente all'orizzonte si vede l'uscita di altri due volumi dell'Opera Omnia (che sta andando davvero a rilento, almeno in Italia).

    Fra pochi mesi dovrebbe uscire il primo dei due tomi del 7° volume dedicato al Concilio Vaticano II, mentre per l'anno prossimo è prevista l'uscita del 2° volume dedicato a San Bonaventura.

    Fonte:
    A questo proposito mi sia permesso di segnalare che fra pochi mesi uscirà in versione italiana il primo dei due volumi dell’Opera Omnia dedicati al Concilio Vaticano II, e per il prossimo anno è in calendario l’uscita del volume dell’Opera Omnia su San Bonaventura, che si accompagnerà a un importante Convegno presso l’Università Gregoriana per l’VIII Centenario della nascita del Santo.

  8. #47
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    50,744
    Ringraziato
    3059
    Joseph Ratzinger e il Vaticano II. Domani la presentazione a Roma

    Si svolgerà a Roma domani, 14 dicembre, alle ore 17 presso l’Aula Magna della Pontificia Università Gregoriana la presentazione del volume Joseph Ratzinger L’insegnamento del Concilio Vaticano II (Tomo 1 del volume 7 della Opera Omnia, LEV 2016). Dopo i saluti introduttivi del curatore della Opera Omnia di Joseph Ratzinger/Benedetto XVI, Sua Eminenza il cardinale Gerhard Ludwing Müller, Prefetto della congregazione per la Dottrina della Fede; del prof. P. Dariusz Kowalczyk, SJ, decano della Facoltà di Teologia; di don Giuseppe Costa, SDB, Direttore della Libreria Editrice Vaticana e di padre Federico Lombardi, SJ, Presidente della Fondazione Joseph Ratzinger Benedetto XVI interverranno: mons. prof. Inos Biffi, ordinario emerito di Teologia sistematica e di Storia della teologia e il rev. prof. Dario Vitali, Ordinario di Ecclesiologia e Direttore del Dipartimento di Teologia Dogmatica.

    Il volume 7 dell’Opera omnia di Joseph Ratzinger raccoglie i testi da lui dedicati al Concilio Vaticano II suddividendoli in due parti. La prima, corrispondente al primo tomo del volume, raccoglie quanto scritto da Joseph Ratzinger fra l’annuncio del Concilio, il 25 gennaio 1959, e i primi anni successivi alla sua chiusura, il 7 dicembre 1963, passando per tutto quanto da lui prodotto durante il Concilio: sia come perito conciliare e membro di diverse commissioni, sia come consigliere del cardinale Joseph Frings che egli, ancora da Papa, definirà come “un padre”. Proprio sulla base della profonda amicizia e della consuetudine sviluppatasi tra il giovane teologo e l’anziano arcivescovo di Colonia, l’ultima parte del primo tomo del volume 7 raccoglie tutti gli scritti di Joseph Ratzinger in onore del cardinale Frings. Il secondo tomo è invece dedicato alla ricezione e all’ermeneutica del Concilio sino alla vigilia della elezione di Ratzinger al Soglio di Pietro.

    È già allora, un linguaggio immediatamente accessibile, pieno di immagine ed episodi, avvincente e profondo a un tempo quello con cui Ratzinger non solo descrive protagonisti e temi dell’avvenimento di grande portata storica del quale è testimone ma del quale, insieme, fa concretamente anche la storia. Emerge così una fondamentale caratteristica del volume e, al contempo, della persona e del teologo che egli mai smarrirà nel corso di tutto il suo cammino intellettuale e umano: sin dal primo inizio, il linguaggio di Joseph Ratzinger non è linguaggio di scuola, perché non sono le dispute scolastiche a interessarlo e non è agli studiosi che egli in primo luogo si rivolge. Il suo è, sin dall’inizio, un linguaggio “vivo” per così dire, per tutti, e questo proprio perché “è l’uomo di oggi nella realtà del suo mondo, così come esso è” il suo costante punto di riferimento, perché è proporre in positivo la fede quello che al fondo sta sempre al centro dei suoi pensieri: meditare ed esprimere il Vangelo di Cristo in un modo comprensibile all’uomo di oggi, per fargli di nuovo comprendere Cristo nella sua attualità: questo è, per lui, l’aggiornamento. Ratzinger si rivela così un “figlio del Concilio” già a partire dal suo linguaggio.


    fonte: http://www.farodiroma.it/2016/12/13/...azione-a-roma/
    Oboedientia et Pax

  9. Il seguente utente ringrazia Vox Populi per questo messaggio:

    chipko (13-12-2016)

  10. #48
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    50,744
    Ringraziato
    3059
    Il volume dell’Opera Omnia di Ratzinger su San Bonaventura



    (17/11/17) È stato presentato il 15 novembre presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma il volume II dell’Opera omnia di Joseph Ratzinger-Benedetto XVI :“L’idea di Rivelazione e la Teologia della storia di Bonaventura”, nel contesto del Congresso internazionale “Deus summe cognoscibilis. L’attualità teologica di San Bonaventura”.

    Offriamo un testo di presentazione del volume, preparato dal curatore dell’edizione italiana dell’Opera omnia.


    di Pierluca Azzaro

    Il volume II della Opera omnia di Joseph Ratzinger segue il primo volume dei suoi scritti sulla liturgia e raccoglie i suoi studi sulla teologia di san Bonaventura. In particolare, la parte A del volume presenta la sua tesi di abilitazione del 1955 completa e suddivisa in due parti: la prima, Rivelazione e storia della salvezza nella dottrina di san Bonaventura, sino a oggi inedita; la seconda, La teologia della storia di san Bonaventura, già pubblicata in forma rielaborata nel 1959, è ora riproposta così come originariamente legata alla prima. I saggi che, con gli articoli per i lessici compongono la parte B del volume, scaturiscono in parte dall’approfondimento negli anni di singoli temi della tesi, in parte dall’elaborazione di materiali raccolti nell’ambito dello studio su Bonaventura e tuttavia non direttamente collegati a esso nel contenuto. La parte C raccoglie le lunghe recensioni, le omelie e le prefazioni dedicate da Joseph Ratzinger nell’arco di mezzo secolo a temi e lavori bonaventuriani; non pochi dei quali scritti da suoi allievi, afferrati evidentemente dall’entusiasmo, di più, dall’amore trasmessogli dal loro maestro per il grande francescano e Dottore della Chiesa, per il quale la teologia è “motivata dall’amore di Colui, al quale ha dato il suo consenso” (Proemium in I Sent., q. 2). Pagina dopo pagina, l’amore emerge sempre più come l’autentica nota di sottofondo dell’intero volume e, insieme, come sorgente dalla quale scaturisce la domanda centrale alla quale esso intende rispondere: la teologia di Bonaventura è soltanto il documento di un tempo – e seppure di eccezionale valore quale è quello del passaggio dalla teologia medievale alla moderna – o ha ancora qualcosa di importante da dire all’uomo di oggi? Quanto più ci si addentra nella lettura, tanto più si trova con chiarezza la risposta, comprendendo insieme sempre più il significato e l’importanza che l’incontro con il Dottore Serafico ha avuto nel cammino intellettuale e umano di Joseph Ratzinger/Benedetto XVI. E questo sin dal Concilio Vaticano II quando, per il giovane perito “bonaventuriano”, affermare nel dibattito sulla Costituzione sulla Rivelazione che non è la Rivelazione a sgorgare dalla Scrittura e dalla Tradizione, ma il contrario, non era solo un dotto gioco di parole: Tradizione e Scrittura sgorgano dalla Rivelazione perché Rivelazione non è semplicemente una raccolta di testi e consuetudini, dunque qualcosa di morto e sottomesso in ultimo a criteri umani; ma al contrario, è qualcosa di vivo: è Cristo stesso, è l'incontro con Lui, è l’innamoramento in Lui, è l’incontrarsi ed unirsi del suo e del nostro amore, e senza di cui tutto si riduce a “dogmatismo ideologico e falso”. Vivere così è l’ideale vivo del cristiano, oggi più che mai; trasformare con Lui la storia il suo autentico compito; è interpretarla a partire dal suo centro, Cristo, non significa forzare i materiali e le fonti, “quanto è la strada per cogliere l’autentico nocciolo degli avvenimenti e avvicinarsi alla verità stessa”. Il volume II della Opera omnia di Joseph Ratzinger si rivela così strumento essenziale per chi voglia scoprire una “affinità spirituale” senza la quale non è possibile comprendere la figura e il messaggio di Joseph Ratzinger Benedetto XVI.


    fonte: http://www.fondazioneratzinger.va/co...naventura.html
    Oboedientia et Pax

  11. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    Atanvarno (17-11-2017)

Discussioni Simili

  1. Scopri l'opera d'arte!
    Di Il Padovano nel forum Sala Giochi
    Risposte: 157
    Ultimo Messaggio: 05-06-2010, 03:00
  2. Intervista Joseph Ratzinger
    Di Dominus Iesus nel forum La Sacrestia di "Cattolici Romani"
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28-04-2010, 08:49
  3. Joseph Ratzinger a Venezia
    Di Lorenzo Perosi nel forum La Sacrestia di "Cattolici Romani"
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-01-2009, 15:47
  4. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 02-10-2008, 19:30

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •