Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltÓ al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: i peccati

  1. #1
    Iscritto
    Data Registrazione
    Nov 2010
    LocalitÓ
    Prov di Varese
    EtÓ
    35
    Messaggi
    113

    i peccati

    Quali sono i peccati mortali
    e quelli veniali ....

    cosa non bisogna fare ....

    Ci sono persone che dicono di non peccare... secondo voi il fatto di non sentirsi peccatori non Ŕ giÓ un peccato grave ? ...

  2. #2
    Collaboratore del forum "Preghiera" L'avatar di Phantom
    Data Registrazione
    Dec 2006
    LocalitÓ
    Latina
    EtÓ
    31
    Messaggi
    28,386

    Premi

    I peccati mortali sono tutti quelle azioni che violano i Comandamenti o i precetti della Chiesa.
    Per essere peccato devono sussistere tre condizioni: materia grave, piena avvertenza, deliberato consenso.

    Il peccato veniale Ŕ quando c'Ŕ solo materia grave (l'azione) ma non le altre due condizioni.
    Ut unum sint. Giovanni 17;21

  3. #3
    Iscritto
    Data Registrazione
    Nov 2010
    LocalitÓ
    Prov di Varese
    EtÓ
    35
    Messaggi
    113
    Citazione Originariamente Scritto da Phantom Visualizza Messaggio
    I peccati mortali sono tutti quelle azioni che violano i Comandamenti o i precetti della Chiesa.
    Per essere peccato devono sussistere tre condizioni: materia grave, piena avvertenza, deliberato consenso.

    Il peccato veniale Ŕ quando c'Ŕ solo materia grave (l'azione) ma non le altre due condizioni.
    Quali sono i precetti della chiesa ?

  4. #4
    Fedelissimo di CR L'avatar di Francisco
    Data Registrazione
    Jan 2009
    LocalitÓ
    Marigliano (NA)
    EtÓ
    38
    Messaggi
    3,284

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Y˛seph Visualizza Messaggio
    Quali sono i peccati mortali
    e quelli veniali ....

    cosa non bisogna fare ....

    Ci sono persone che dicono di non peccare... secondo voi il fatto di non sentirsi peccatori non Ŕ giÓ un peccato grave ? ...
    Caro Y˛seph, ti consiglio di consultare il Catechismo. Eccoti il link della pagina corrispondente al quesito che hai posto:

    http://www.vatican.va/archive/ITA0014/_P6B.HTM
    źCoraggio! Alzati, ti chiama!╗.

  5. #5
    Cronista di CR L'avatar di ITER PARA TUTUM
    Data Registrazione
    Sep 2007
    LocalitÓ
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    EtÓ
    59
    Messaggi
    5,881

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Y˛seph Visualizza Messaggio
    Ci sono persone che dicono di non peccare... secondo voi il fatto di non sentirsi peccatori non Ŕ giÓ un peccato grave ? ...
    Queste persone, delle due l'una (a meno che a parlare non sia Ges¨ Cristo stesso o la sua Santissima Madre):
    - o non sono mentalmente sani, nel qual caso ovviamente non sono responsabili, o lo sono in misura limitata, di quel che fanno e dicono;
    - o commettono un gravissimo peccato di presunzione.

    A riprova di questa mia affermazione, valga il fatto che i grandi Santi, che sono anche loro peccatori ma almeno in linea teorica hanno meno bisogno di confessarsi (meno peccati, o peccati meno gravi, uguale a meno necessitÓ di chiederne ed ottenerne il perdono) sono invece quelli che si confessano pi¨ spesso ed in modo pi¨ scrupoloso.
    Con un esempio pratico: se io vedo una camera molto sporca ed un'altra estremamente linda e pulita, ed in entrambe c'Ŕ un minuscolo granello di polvere: nella prima delle due questo granello non si vede nemmeno, nella seconda spicca a prima vista.

    Non rimane che ribadire il consiglio di leggere il Catechismo. PerchŔ un peccato sia mortale occorrono: materia grave, piena avvertenza, deliberato consenso.
    Se la materia non Ŕ grave, oppure la materia Ŕ grave ma non ci sono le altre due condizioni, il peccato Ŕ solo veniale.
    Esempi:
    - masturbarsi Ŕ sicuramente peccato in materia grave e su questo non si discute (eventuali diverse interpretazioni della Dottrina in merito sono fasulle); nel caso particolare non si pu˛ generalizzare perchŔ non si pu˛ sapere se sussistano attenuanti tali da renderlo complessivamente veniale; questa Ŕ una materia che va risolta in confessionale e non su un forum;
    - la bestemmia Ŕ sempre peccato in materia gravissima, ma anche qui le condizioni possono essere diverse; Ŕ ben differente, a paritÓ di parole pronunciate, il caso in cui si bestemmi deliberatamente per offendere Dio da quello del classico carpentiere che si Ŕ picchiato la martellata sul dito, anche se costui ovviamente farebbe meglio a manifestare in altro modo il suo dispetto per l'accaduto.

  6. #6
    Iscritto
    Data Registrazione
    Nov 2010
    LocalitÓ
    Prov di Varese
    EtÓ
    35
    Messaggi
    113
    Grazie per le risposte
    io continuer˛ a leggere il vangelo e ascoltare la mia anima...
    seguo i comandamenti .. la chiesa la seguo ma non credo che non andare in chiesa a volte sia un peccato mortale.. questo mi sembra assurdo.. anche perchŔ Ges¨ non disse se non vai in chiesa peccchi... nel vangelo disse

    5 Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini. In veritÓ vi dico: hanno giÓ ricevuto la loro ricompensa. 6 Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserÓ." (Matteo 6)

    Questo passo del vangelo ci fa capire che non conta dove uno prega ma Ŕ la sostanza della preghiera che conta ...

    comunque non voglio dire che la chiesa non serva ma non si puo dire nemmeno che se una persona a volte non va in chiesa fa un sacrilegio...


    ultima cosa ....


    Il peccato allo spirito santo qual Ŕ ?

    Non credere in Dio e nella sua salvezza ?

  7. #7
    Fedelissimo di CR L'avatar di Francisco
    Data Registrazione
    Jan 2009
    LocalitÓ
    Marigliano (NA)
    EtÓ
    38
    Messaggi
    3,284

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Y˛seph Visualizza Messaggio
    Grazie per le risposte
    io continuer˛ a leggere il vangelo e ascoltare la mia anima...
    seguo i comandamenti .. la chiesa la seguo ma non credo che non andare in chiesa a volte sia un peccato mortale.. questo mi sembra assurdo.. anche perchŔ Ges¨ non disse se non vai in chiesa peccchi... nel vangelo disse

    5 Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini. In veritÓ vi dico: hanno giÓ ricevuto la loro ricompensa. 6 Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserÓ." (Matteo 6)

    Questo passo del vangelo ci fa capire che non conta dove uno prega ma Ŕ la sostanza della preghiera che conta ...
    Credo che tu abbia frainteso il senso di questo passo del Vangelo: in realtÓ esso Ŕ rivolto a coloro che pregano al solo scopo di farsi vedere dagli altri, riducendo quindi il loro rapporto con Dio ad un fatto meramente esteriore.

    Quanto alla Messa, innanzitutto il terzo comandamento recita: "Ricordati di santificare le feste". La domenica Ŕ per noi cristiani il nostro giorno di festa, perchŔ in questo giorno il Signore Ŕ risorto.

    E la consacrazione della domenica non pu˛ che realizzarsi nella Santa Messa, nella quale facciamo ammenda dei nostri peccati, ascoltiamo la parola di Dio e, soprattutto, celebriamo l'Eucaristia, istituita da Ges¨, e nella quale ci nutriamo del suo corpo e del suo sangue che sono cibo di vita eterna.
    La Messa Ŕ quindi la preghiera delle preghiere, il momento centrale della nostra Fede, nonchŔ l'occasione in cui tutta la Chiesa diventa un solo corpo in Cristo.
    źCoraggio! Alzati, ti chiama!╗.

  8. #8
    Cronista di CR L'avatar di ITER PARA TUTUM
    Data Registrazione
    Sep 2007
    LocalitÓ
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    EtÓ
    59
    Messaggi
    5,881

    Premi

    Per quanto riguarda la S. Messa.
    Quando Dio diede a MosŔ le Tavole della Legge, ovviamente non parlava di S. Messa, che ancora non era stata istituita; il Popolo di Dio del Vecchio Testamento aveva comunque prescrizioni rituali per il giorno festivo (per loro il sabato).
    Nel Nuovo Testamento, il Comandamento Ŕ rimasto lo stesso (il Nuovo Testamento non ha abrogato il Vecchio). Il Precetto della Chiesa Ŕ "Partecipare alla Messa la domenica e le altre feste comandate".
    Quindi la partecipazione almeno alla S. Messa festiva Ŕ un obbligo grave di ogni cristiano, si pu˛ evitarlo solo se sussiste un giusto impedimento (esempi: una malattia propria, oppure di un familiare che richieda assistenza continua, eccessiva distanza in relazione alle proprie capacitÓ di movimento ed al luogo pi¨ vicino dove si celebra).
    Esattamente, in una materia diversa, quello che ho scritto sopra per la masturbazione: la gravitÓ nel caso generale c'Ŕ sicuramente, nel caso particolare possono esserci attenuanti e/o impedimenti che rendono il peccato di minor gravit˛ o addirittura lo escludono.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •