Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 23 di 23

Discussione: Il "purgatorio" ortodosso

  1. #21
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Venezia
    Messaggi
    150
    Ringraziato
    53
    Citazione Originariamente Scritto da DenkaSaeba25 Visualizza Messaggio
    P.S. Faccio notare che Le Goff non era cattolico.
    Ha perfettamente ragione, un refuso nella scrittura perché stavo pensando a un altro autore. Se potessi modificherei il post.

    Il trattatello citato da Gsimy non è comunque specchio di una visione dogmatica universale nel mondo ortodosso. Conosco l'autore, padre Ambrogio Cassinasca, e lui stesso ha assunto più volte posizioni discordanti dalla visione della maggioranza degli Ortodossi, per esempio sull'Immacolata Concezione. Dunque bisogna considerare che non è unica la visione ortodossa su queste faccende.

  2. #22
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di evergreen
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    6,862
    Ringraziato
    739

    Premi

    Le Chiese ortodosse è il titolo di uno fra gli ultimi volumi pubblicati nella collana Religioni e Movimenti -; diretta da Massimo Introvigne -; delle edizioni Elledici (Leumann [Torino] 2000, pp. 104, L. 14.000). Ne è autore Andrea Pacini, responsabile del Laboratorio di Ricerche e Relazioni Culturali Europee e Internazionali della Fondazione Giovanni Agnelli nonché docente di Teologia Orientale presso la Sezione di Torino della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. fonte



    Tratto da:

    (Collana Religioni e movimenti - diretta da Massimo Introvigne)


    Le Chiese ortodosse
    di Andrea Pacini, ELLEDICI

    pag. 74

    Tradizionalmente un’altra questione separava la Chiesa ortodossa dalla Chiesa cattolica: la dottrina del purgatorio.

    La teologia ortodossa infatti non accetta il concetto di purgatorio sviluppatosi in Occidente, definito con valenza giuridica come “luogo” di purificazione di castigo temporaneo in cui scontare la pena temporale per i propri peccati.

    L’ortodossia esprime un concetto in qualche modo analogo, ritenendo che dopo la morte possa continuare per gli uomini salvati il cammino di progressiva purificazione e divinizzazione proprie della vita cristiana, fino a giungere alla perfetta unione con Dio.

    In questa visione è del tutto assente sia l’idea di luogo, sia la valenza giuridica tipica del concetto tradizionale di purgatorio elaborato nella teologia cattolica occidentale. La teologia e lo stesso magistero cattolico recenti hanno tuttavia elaborato una visione del purgatorio più sensibile agli assunti della teologia orientale, per cui è comunemente accettato che la dottrina del purgatorio non costituisce più un reale elemento di divergenza tra le due Chiese.

    Quanto riportato nel seguente volume corrisponde alla realtà, non solo perché è opera di specialisti della materia, ma anche perché le Chiese Ortodosse (nello specifico, Chiese Ortodosse bizantine) sono perfettamente identiche alle Chiese Cattoliche di rito bizantino, che sarebbero, quest'ultime, le comunità ortodosse che nel corso dei secoli sono ritornate in perfetta comunione con Roma, conservando le proprie tradizioni e i propri riti.

  3. Il seguente utente ringrazia evergreen per questo messaggio:

    Efesino (29-12-2017)

  4. #23
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di evergreen
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    6,862
    Ringraziato
    739

    Premi

    Importante sottolineare che nelle Chiese Ortodosse (bizantine) non esiste un unico Magistero, inteso come nella Chiesa Cattolica. Questo significa che ogni patriarcato tende ad avere la stessa fede degli altri patriarcati ma con sfumature diverse.

    Inoltre, le Chiese Ortodosse (bizantine) non hanno partecipato ai Concili Ecumenici dopo la data dello scisma (anno 1054), pertanto, molti concetti di fede non sono stati approfonditi.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •