Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 205 PrimaPrima 123451353103 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 2042

Discussione: Maria Valtorta: vita, profezie, scritti, quaderni.

  1. #21
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Isidro de Sevilla
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    In Urbe optime maneo
    Età
    56
    Messaggi
    2,150
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Legolas Visualizza Messaggio
    Grazie! che segugio a trovarlo, io non c'ero riuscita. Che dire...senza voler esprimere giudizi sulla questione della origine soprannaturale o meno dell'opera valtortiana, sinceramente non posso tacere il fatto che mi paiono veramente risibili le motivazioni della condanna, così come si leggono qui.
    Scusa Lego, ma hai letto bene quello che la Valtorta dice?

    Nel vol. I a pag. 63 si legge questo titolo: "Maria puó essere chiamata la secondogenita del Padre":"

    Daaaaai... Per molto meno la Chiesa ha messo al rogo una pubblicazione.

  2. #22
    Iscritto L'avatar di Legolas
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    milano
    Età
    57
    Messaggi
    184
    Ringraziato
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Isidro de Sevilla Visualizza Messaggio
    Scusa Lego, ma hai letto bene quello che la Valtorta dice?

    Nel vol. I a pag. 63 si legge questo titolo: "Maria puó essere chiamata la secondogenita del Padre":"

    Daaaaai... Per molto meno la Chiesa ha messo al rogo una pubblicazione.

    Dopo controllo, visto che mi hai dato il riferimento sul testo, il contesto ed il linguaggio adoperato. Siccome il genere dell'opera non è quello della trattatistica teologica, rimanendo all'interno delle sue proprie modalità espressive ritengo molto improbabile che il termine usato stia ad intaccare il dogma trinitario.
    Più tardi vado a rileggerlo...

  3. #23
    Iscritto L'avatar di Legolas
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    milano
    Età
    57
    Messaggi
    184
    Ringraziato
    1

    non trovo il passo citato

    La pagina 63 della mia edizione corrisponde ad un passo diverso da quello citato. Per favore, puoi dirmi, anzichè la pagina, il numero del capitolo ed il passo corrispondente? Se guardi il margine esterno delle pagine, dovrebbero esserci due numeri separati da un punto, il primo dei quali corrisponde al capitolo ed il secondo al passo.

  4. #24
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Isidro de Sevilla
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    In Urbe optime maneo
    Età
    56
    Messaggi
    2,150
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Legolas Visualizza Messaggio
    La pagina 63 della mia edizione corrisponde ad un passo diverso da quello citato. Per favore, puoi dirmi, anzichè la pagina, il numero del capitolo ed il passo corrispondente? Se guardi il margine esterno delle pagine, dovrebbero esserci due numeri separati da un punto, il primo dei quali corrisponde al capitolo ed il secondo al passo.
    Si tratta di una citazione da dall'Osservatore Romano di mercoledì 6 gennaio 1960. Anche se non fosse teologia, ma "narrativa" siamo sempre alla stregua del Codice da Vinci.

    Il problema è che non conta tanto quello che pensiamo noi, ma quello che pensa il Magistero.

  5. #25
    Iscritto L'avatar di Legolas
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    milano
    Età
    57
    Messaggi
    184
    Ringraziato
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Isidro de Sevilla Visualizza Messaggio
    Si tratta di una citazione da dall'Osservatore Romano di mercoledì 6 gennaio 1960. Anche se non fosse teologia, ma "narrativa" siamo sempre alla stregua del Codice da Vinci.

    Il problema è che non conta tanto quello che pensiamo noi, ma quello che pensa il Magistero.
    il punto è che senza leggerlo (cosa permessa, almeno su questo siamo sicuri) non puoi sapere nè se voglia essere teologia, nè se voglia essere narrativa, nè se sia qualcosa d'altro ancora.La frase che tu hai citato se non l'hai letta sul libro, allora l'hai presa dall'articolo dove si trova estrapolata dal contesto. Invece bisogna andare a vedere nel suo contesto che significa, se quello che adombra l'articolo o qualcosa d'altro.

  6. #26
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Isidro de Sevilla
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    In Urbe optime maneo
    Età
    56
    Messaggi
    2,150
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Legolas Visualizza Messaggio
    il punto è che senza leggerlo (cosa permessa, almeno su questo siamo sicuri) non puoi sapere nè se voglia essere teologia, nè se voglia essere narrativa, nè se sia qualcosa d'altro ancora.La frase che tu hai citato se non l'hai letta sul libro, allora l'hai presa dall'articolo dove si trova estrapolata dal contesto. Invece bisogna andare a vedere nel suo contesto che significa, se quello che adombra l'articolo o qualcosa d'altro.
    Beh, io non insisto più su questo argomento, data la totale irrilevanza per la mia fede. Noi crediamo solo in un Unigenito del Padre e tanto mi basta. Tu pensala come credi.

  7. #27
    Nuovo iscritto L'avatar di Francesco78
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Perugia
    Messaggi
    10
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Isidro de Sevilla Visualizza Messaggio
    Beh, io non insisto più su questo argomento, data la totale irrilevanza per la mia fede. Noi crediamo solo in un Unigenito del Padre e tanto mi basta. Tu pensala come credi.

    Secondo me la fede è un cammino, e per la fede di qualcuno invece potrebbe avere importanza.

    Per Legolas:
    il riferimento dovrebbe essere questo: 16 agosto 1944.
    Dato che è stato motivo di dibattito, riporto il pezzo "incriminato" perché ognuno possa fare le proprie riflessioni senza "estrapolare" (cosa che, se possibile, non andrebbe mai fatta):
    Dio volle un seno senza macchia.
    16 agosto 1944 - dice Gesù : " Oggi scrivi questo solo. La purezza ha un valore tale che un seno di creatura poté contenere l'Incontenibile, perché possedeva la massima purezza che potesse avere una creatura di Dio. La Ss. Trinità scese con le sue perfezioni, abitò con le sue Tre Persone, chiuse il suo Infinito in piccolo spazio - né si diminuì per questo, perché l'amore della Vergine e il volere di Dio dilatarono questo spazio sino a renderlo un Cielo - si manifestò con le sue caratteristiche:

    il Padre, essendo Creatore nuovamente della Creatura come al sesto giorno ed avendo una "figlia" vera, degna, a sua perfetta somiglianza. L'impronta di Dio era stampata in Maria così netta che solo nel Primogenito del Padre le era superiore. Maria può essere chiamata la " secondogenita" del Padre perché, per perfezione data e saputa conservare, e per dignità di Sposa e Madre di Dio e di Regina del Cielo, viene seconda dopo il Figlio del Padre e seconda nel suo eterno Pensiero, che ab aeterno in Lei si compiacque;

    il Figlio, essendo anche per Lei " il Figlio" e insegnandole, per mistero di grazia, la sua verità e sapienza quando ancora non era che un Germe che le cresceva in seno;

    lo Spirito Santo, apparendo fra gli uomini per una anticipata Pentecoste, per una prolungata Pentecoste, Amore in "Colei che amò", Consolazione agli uomini per il frutto del suo seno, Santificazione per la maternità del Santo.

    Dio, per manifestarsi agli uomini nella forma nuova e completa che inizia l'era della Redenzione, non scelse a suo trono un astro del cielo, non la reggia di un potente. Non volle neppure le ali degli angeli per base al suo piede. Volle un seno senza macchia.

    Anche Eva era stata creata senza macchia. Ma spontaneamente volle corrompersi. Maria, vissuta in un mondo corrotto - Eva era invece in un mondo puro - non volle ledere il suo candore neppure con un pensiero volto al peccato. Conobbe che il peccato esiste. Ne vide i volti diversi ed orribili. Tutti li vide. Anche il più orrendo: il deicidio. Ma li conobbe per espiarli e per essere, in eterno, Colei che ha pietà dei peccatori e prega per la loro redenzione.
    Questo pensiero sarà introduzione ad altre sante cose che darò per conforto tuo e di molti".
    A me sembra che spiegazione teologica ci sia e in abbondanza.
    Saluti

  8. #28
    Iscritto L'avatar di semplicemente cattolico
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Tra le alpi e gli appennini
    Età
    36
    Messaggi
    420
    Ringraziato
    0
    Evitiamo di andare Off topic, peraltro su argomenti che hanno già causato questioni e relative discussioni chiuse.
    "A voi giovani, che avete l’istinto della felicità,
    auguriamo che ne sappiate scoprire la sorgente, al di là dello schermo sensibile, al di là del successo, al di là del piacere,
    nella realtà profonda della vita, che solo Cristo disvela
    "

    Paolo VI - dal messggio per la S.Pasqua del 1964

  9. #29
    Iscritto L'avatar di aeneas9
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Ischia
    Messaggi
    275
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da eranuova Visualizza Messaggio
    Se fossimo più umili!
    Se leggessimo il catechismo ed usassimo con pudicizia e terrore "paroloni" di questo tipo!

  10. #30
    Iscritto L'avatar di Legolas
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    milano
    Età
    57
    Messaggi
    184
    Ringraziato
    1
    [quote=eranuova;352703]

    Se tu avessi la pazienza di andare a leggere tutti gli scritti della Valtorta ridimensioneresti le tue (affrettate) conclusioni su quella frase.

    Quel secondogenita voleva sottolineare la grandezza di Maria: difatti si afferma in tutta l'opera la creaturalità di Maria, ma anche la sua sublime elevatezza che la pone al di sopra della creazione.
    Inoltre (sempre secondo quegli scritti) l'anima di Maria sarebbe stata creata prima della creazione (non vi strappate le vesti, perché non vi è nulla di strano in questo, anzi...), quindi in questo senso, si può ben dire che Maria è la 'secondogenita', perché dopo la 'generazione' del Primogenito, viene la 'creazione' della secondogenita.

    quote]


    (Non ricordo quasta pagina degli scritti della Valtorta in cui si parlerebbe dell'anima di Maria come creata prima...di che cosa? dell'universo materiale?)

    Però sicuramente quando si parla di secondogentitura si intende l'ordine della perfezione nella creaturalità e della grazia e come dici tu, questo lo si ritrova in tutta l'opera.
    Ultima modifica di Legolas; 22-03-2008 alle 15:22

Discussioni Simili

  1. Cosa significa accogliere nella propria vita Maria?
    Di sentinella nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 23-11-2015, 17:18
  2. Dove furono scritti i Vangeli?
    Di Nicolino nel forum Sacra Scrittura
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 29-11-2009, 12:49
  3. L'Avvento con gli Scritti del Padri della Chiesa
    Di ORAPRONOBIS nel forum Lo Scaffale di CR
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-11-2008, 12:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •