Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 40

Discussione: Perchè Dio è amore?

  1. #1
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di evergreen
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,014
    Ringraziato
    806

    Premi

    Perchè Dio è amore?





    Rm 5,5 L'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato.


    Sant'Ignazio di Loyola - Esercizi Spirituali "Chiamo consolazione quando nell’anima si produce qualche mozione interiore, con la quale l'anima viene ad infiammarsi nell’amore del suo Creatore e Signore, e, per conseguenza, quando non può amare in sé nessuna cosa creata sulla faccia della terra, ma tutte nel loro Creatore. Così pure quando versa lacrime che la muovono all'amore del suo Signore, sia per il dolore dei suoi peccati, o della Passione di Cristo Nostro Signore, o per altre cose direttamente ordinate al suo servizio e alla sua lode. Finalmente chiamo consolazione ogni aumento di speranza, fede e carità, e ogni letizia interiore che chiama e attrae alle realtà celesti e alla salvezza dell'anima, quietandola e pacificandola nel suo Creatore e Signore".


    Abate Riccardo di San Vittore. "Io oso affermare che una sola goccia di queste divine consolazioni può far ciò che tutti i piaceri del mondo non saprebbero fare. Questi ultimi non possono saziare il cuore mentre una sola goccia della dolcezza interiore, che lo Spirito Santo riversa nell' anima, la porta fuori di sè e le dona una santa ebbrezza".




    L’esperienza più bella della mia vita è aver conosciuto per mezzo di Gesù Cristo, in determinate occasioni, le consolazioni dello Spirito Santo, consolazioni che non sono paragonabili con quelle sensazioni di pace e amore che si prova nel mondo attraverso le creature, la natura o le tecniche di rilassamento psicofisico.

    Noi abbiamo fame di amore, e Cristo si è fatto cibo affinchè noi potessimo mangiare l’amore, la verità, la libertà e la pace.




    SACRAMENTUM CARITATIS - BENEDETTO XVI 70. Il Signore Gesù, fattosi per noi cibo di verità e di amore, parlando del dono della sua vita ci assicura che « chi mangia di questo pane vivrà in eterno » (Gv 6,51). Ma questa « vita eterna » inizia in noi già in questo tempo attraverso il cambiamento che il dono eucaristico genera in noi: « Colui che mangia di me vivrà per me » (Gv 6,57).


    Una delle tentazioni più pericolose è proprio quella di dubitare dell’Amore di Dio, che sarebbe uno dei peccati contro lo Spirito Santo.






    La Chiesa insegna:






    MESSAGGIO DI SUA SANTITÀ
    BENEDETTO XVI
    PER LA XXII GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ
    (1° APRILE 2007)
    “Come io vi ho amato, così amatevi
    anche voi gli uni gli altri” (Gv 13,34)





    Dio, sorgente dell’amore

    Il primo momento riguarda la sorgente dell’amore vero, che è unica: è Dio. Lo pone bene in evidenza san Giovanni affermando che “Dio è amore” (1 Gv 4,8.16); ora egli non vuol dire solo che Dio ci ama, ma che l’essere stesso di Dio è amore. Siamo qui dinanzi alla rivelazione più luminosa della fonte dell’amore che è il mistero trinitario: in Dio, uno e trino, vi è un eterno scambio d’amore tra le persone del Padre e del Figlio, e questo amore non è un’energia o un sentimento, ma una persona, è lo Spirito Santo.



    La domanda di questa discussione riguarda l’aspetto filosofico, ma anche teologico, della natura di Dio.

    Perchè Dio è Amore? Perchè deve essere per forza così?

    Per quale motivo Dio è uno e trino con un eterno scambio d’ amore?

  2. #2
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di SantoSubito
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Cosenza
    Età
    26
    Messaggi
    1,975
    Ringraziato
    122

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da evergreen Visualizza Messaggio
    La domanda di questa discussione riguarda l’aspetto filosofico, ma anche teologico, della natura di Dio.

    Perchè Dio è Amore? Perchè deve essere per forza così?

    Per quale motivo Dio è uno e trino con un eterno scambio d’ amore?
    Filosoficamente direi: il sentimento più bello che l'uomo prova e (soprattutto) conosce è proprio l'amore; insieme a sant'Anselmo chi crede definisce Dio come ciò di cui non si può pensare il più grande, e anche nei nostri sentimenti più puri. In Dio quindi ci deve essere la perfezione dell'amore dal quale tutti gli altri sentimenti umani nascono, si nutrono e si rafforzano.

    Teologicamente, molto semplice: in Gesù così si è mostrato. Non possiamo andare a cercare altre motivazioni quando, in questo, ci è stata data una rivelazione più che chiara in Gesù morto in Croce per la nostra salvezza.
    Domine, munda cor meum. Volo sequi te usque ad crucem!

  3. #3
    Iscritto
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Località
    Crotone
    Messaggi
    57
    Ringraziato
    0
    Tu stesso hai accennato alla natura trinitaria di Dio, ed io ti rispondo usando questo insondabile mistero:
    tre persone ovvero Padre(creatore),Figlio(redentore),Paracl ito(santificatore)...
    Nella creazione,redenzione e santificazione io vedo solo e soltanto amore. Amore incondizionato perchè anche dinanzi al peccato dell'uomo Dio ha risposto con la redenzione;
    E poi sostituiamo derivati della parola amore ai componenti della Trinità Santissima:Amante(Padre),Amato(Figlio),A more(Spirito Santo).
    Non dico di aver spiegato il mistero della Trinità, ma Mons.Staglianó é stato chiarissimo nel suo "Assoluto trinitario" e io ho voluto riportarene due importantissimi concetti.
    ​Introibo ad Altare Dei!


  4. #4
    Hijo del Hombre
    visitatore
    Non c'è un motivo dietro l'amore di Dio, non ci sono secondi fini né misteri da svelare con una semplice domanda.
    Dio ama perché Dio è, l'amore trinitario è quel mistero adombrato dall'essere plenipotente di Dio. "Io sono" è l'appellativo urgente del Signore Gesù Cristo, il Figlio, nel Vangelo: se non credete che Io sono, morirete nei vostri peccati.

  5. #5
    Fedelissimo di CR L'avatar di teophilius
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Torino
    Età
    52
    Messaggi
    4,209
    Ringraziato
    976
    Citazione Originariamente Scritto da evergreen Visualizza Messaggio
    La domanda di questa discussione riguarda l’aspetto filosofico, ma anche teologico, della natura di Dio.
    Perchè Dio è Amore? Perchè deve essere per forza così?
    Per quale motivo Dio è uno e trino con un eterno scambio d’ amore?
    Dio è Amore perchè è il bene assoluto.
    E' necessariamente così perchè l'amore è la risposta al bene assoluto.
    L'amore dunque implica relazione, questo il motivo della unitrinità di Dio.
    E tergerà ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno, perché le cose di prima sono passate \[T]/

  6. #6
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Italia
    Età
    82
    Messaggi
    1,478
    Ringraziato
    19

    perchè Dio è Amore?

    Dio è Amore perchè lo ha rivelato Lui stesso in molti passi della Sacra Scrittura sia dell'A.T. che del N.T. ( Anche nel Corano è scritto che Dio è clemente e misericordioso)
    Mi ha colpito la lettera agli Efesini ,letta oggi nel rito Ambrosiano(4,2-7) in cui Paolo mette in luce l'unicità del Corpo di Cristo conglobando l'umanità intera. Dice: " Un solo Dio che è Padre di tutti, che è al di sopra di tutti, opera per mezzo di tutti ed è presente in tutti. A ciascuno di noi ,tuttavia è stata data la grazia secondo la misura del dono di Cristo."
    Certo che considerando questa Verità alla luce ,o all'ombra, dell'Isis di questo tempo, faccio un po' fatica a comprendere che Dio è Amore, tuttavia lo è anche in queste circostanze, anzi è eccelso nell'Amore e nel rispetto per tutte le sue creature, (sia gli uccisi che gli uccisori). Opera per mezzo di tutti ed è presente in tutti. Ma cosa opera? penso la nuova creazione della nuova umanità redenta in Cristo suo Figlio... Il suo obiettivo è diverso dai nostri piccoli obiettivi, tuttavia si serve anche di noi tutti per raggiungere il suo e nostro migliore obiettivo: renderci felici con Lui. Dio è eccelso anche perchè è fedele a se stesso per Amore alla sua Parola ( a Suo Figlio) e a tutti quelli che credono in Lui e per questo non esita a metterci davanti alle nostre responsabilità fino al punto di dire agli operatori di iniquità :"andate ,maledetti nel fuoco eterno, preparato..." per quelli che non mi hanno amato non amando il loro prossimo..
    Dio è Amore veramente potente , buono e giusto...

  7. #7
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di evergreen
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,014
    Ringraziato
    806

    Premi

    Se Dio è al di sopra dei ragionamenti umani, come è possibile dimostrare che Dio è amore utilizzando solo la filosofia, cioè il ragionamento umano?

    Anche nella Bibbia è scritto:


    Is 55,8 Perché i miei pensieri non sono i vostri pensieri,
    le vostre vie non sono le mie vie. Oracolo del Signore.

    Is 55,9 Quanto il cielo sovrasta la terra,
    tanto le mie vie sovrastano le vostre vie,
    i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri.


    Voglio dire che davanti a qualsiasi ragionamento umano si potrebbe rispondere che Dio è al di sopra di tale ragionamento, pertanto simili conclusioni potrebbero essere errate.

    In effetti ci sono state, e ci sono ancora oggi, culture o civiltà dove il pensiero umano, cioè la filosofia, presentava, e presenta ancora oggi, un Dio che è assai distante dall'amore, quindi contraddicendo coloro che invece, attraverso la filosofia, sostengono che Dio è amore.


    Diverso è invece il discorso empirico, cioè credere che Dio è Amore perchè si è sperimentato la sua presenza.

    Catechismo Chiesa Cattolica 733:

    “Dio è Amore” ( 1Gv 4,8; 1Gv 4,16 )
    e l'Amore è il primo dono, quello che contiene tutti gli altri. Questo amore, Dio l'ha
    “riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato donato” ( Rm 5,5 ).


    Sant' Agostino insegna che:

    "Il male non è che privazione di bene fino al nulla assoluto". (sant’ Agostino – Le Confessioni 7.12).

    Quindi il Creatore deve necessariamente essere bene assoluto, altrimenti, se avesse una privazione, cioè se avesse un bene e un amore inferiori a ciò che troviamo in una creatura, sarebbe inferiore alla creatura e questo è un assurdo.


    Tuttavia sant’Agostino applica la filosofia dopo aver incontrato l’Amore di Dio nel proprio intimo, ed in questo caso la filosofia, cioè il ragionamento umano, possiede un senso, perchè la ragione corrobora ciò che si sperimenta con la Fede.

    S. Agostino - Confessioni, 10,27,38

    «Tardi Ti amai,
    o bellezza tanto antica e così nuova,
    tardi io Ti amai.
    Ed ecco che tu eri dentro ed io fuori;
    e lì Ti cercavo, gettandomi, brutto,
    su queste cose belle fatte da Te.
    Tu eri con me, ma io non ero con Te:
    mi tenevano lontano le creature,
    che, se non fossero in Te, non sarebbero.
    Tu mi hai chiamato,
    hai gridato, hai vinto la mia sordità.
    Tu hai balenato, hai sfolgorato,
    hai dissipato la mia cecità.
    Tu hai sparso il tuo profumo,
    io l'ho respirato e ora anelo a Te.
    Ti ho gustato e ora ho fame e sete.
    Mi hai toccato e ardo dal desiderio della tua pace».






    Giovanni Paolo II insegna che la fede e la ragione rappresentano le due ali dell'uomo:


    LETTERA ENCICLICA

    FIDES ET RATIO

    DEL SOMMO PONTEFICE

    GIOVANNI PAOLO II

    La fede e la ragione sono come le due ali con le quali lo spirito umano s'innalza verso la contemplazione della verità. E Dio ad aver posto nel cuore dell'uomo il desiderio di conoscere la verità e, in definitiva, di conoscere Lui perché, conoscendolo e amandolo, possa giungere anche alla piena verità su se stesso (cfr Es 33, 18; Sal 27 [26], 8-9; 63 [62], 2-3; Gv 14, 8; 1 Gv 3, 2).



    Quindi, se fede e ragione sono come le due ali dello spirito umano, allora è impossibile utilizzare una sola di queste ali, cioè la ragione, per contemplare la verità, cioè che “Dio è Amore” ( 1Gv 4,8; 1Gv 4,16 )
    Ultima modifica di evergreen; 07-08-2015 alle 23:29

  8. #8
    CierRino d'oro L'avatar di Stefano79
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    10,765
    Ringraziato
    554
    Piccola nota metodologica. La tua domanda, Evergreen, non può secondo me avere risposta filosofica, ma solo teologica. La metafisica si arresta, a dire tanto, all'esistenza di Dio. Oltre non ha gli strumenti per andare. Invece, la teologia ci fornisce molti dati su questo punto. Resta però il mistero di Dio. Io l'ho sostenuto sempre, in tutte le sedi, dove si fanno discorsi che si rintengono molto elaborati sulla questione dell'evoluzione, del disegno intelligente. Il problema è l'essenza di Dio. Non è che sia un problema, ma nel momento in cui Dio stesso di rivela come amore e ordine, è ovvio che tutta la questione umana dipende da questa verità. Se noi abbiamo una morale, oppure se noi abbiamo istinti e programmi autoconservativi, tutto ciò dipende dal fatto che l'essere di Dio non è semplicemente l'essere universale che vale per tutte le cose, ma è fortemente connotato in qualcosa di preciso, che è appunto l'amore. L'essenza di Dio coincide con il Suo essere, nel senso che Dio esiste in quanto amore e l'amore esiste in quanto tale, non ci sono spiegazioni quindi. La domanda che fai, quindi, non ha risposta, perchè se riuscissimo a rispondere al perchè Dio è amore, avremmo risposto anche alla domanda: perchè Dio?
    "E' morto fra Tommaso d'Aquino, figlio mio in Cristo, luce della Chiesa"

  9. #9
    Iscritto
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Milano
    Messaggi
    252
    Ringraziato
    25
    Io direi che la massima espressione dell'amore di Dio si manifesta nell'opera della redenzione. L'amore di Dio consiste nel fatto che essendo un Dio Santo non potrebbe avere comunione con l'uomo peccatore ed essendo un Dio Giusto dovrebbe abbattere la sua Santa ira sull'uomo peccatore.. Ma nonostante questo ha trovato il modo di far comparire davanti a sé l'uomo come se fosse perfettamente giusto, in modo tale da poterlo riconciliare con Sè e salvarlo... Tutto questo però gli è costato l'offerta del Suo Unigenito Figlio come sostituto. In questo modo Dio è rimasto un Dio Santo e Giusto perché non ha chiuso semplicemente gli occhi davanti al peccato ma lo ha condannato attivamente sulla Croce nella persona di Gesù Cristo. E per la fede in questa opera la Sua Parola dichiara che non c'è più nessuna condanna per noi.. Perché? Perché Dio ha già condannato i nostri peccati nella persona di Cristo. Da qua viene anche la nostra consolazione e la nostra sicurezza... Se abbiamo creduto, Dio come potrebbe condannarci? Vorrebbe dire che avrebbe sacrificato Suo Figlio inutilmente, il ché sarebbe impossibile... Nell'opera della redenzione si incontrano i 3 attributi fondamentali di Dio: Santità, Giustizia e Amore.

  10. #10
    Moderatore tomista L'avatar di Deoiuvante
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Località
    Vicenza
    Età
    28
    Messaggi
    10,469
    Ringraziato
    1421
    Citazione Originariamente Scritto da passeggero Visualizza Messaggio
    Perché? Perché Dio ha già condannato i nostri peccati nella persona di Cristo. Da qua viene anche la nostra consolazione e la nostra sicurezza... Se abbiamo creduto, Dio come potrebbe condannarci? Vorrebbe dire che avrebbe sacrificato Suo Figlio inutilmente, il ché sarebbe impossibile... Nell'opera della redenzione si incontrano i 3 attributi fondamentali di Dio: Santità, Giustizia e Amore.
    1) Riscattato, non condannato.

    2) Forse non capisco bene io ma stai negando l'inferno..?
    Ipsam sequens non devias, Ipsam rogans non desperas, Ipsam cogitans non erras

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •