Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 8 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 78

Discussione: La religione fa bene alla salute: perchè gli atei sono pieni di mutazioni genetiche

  1. #21
    Vecchia guardia di CR
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Roma
    Età
    72
    Messaggi
    2,464
    Ringraziato
    681
    Anche per me tutte queste disquisizioni lasciano il tempo che trovano. Molto modestamente credo che i credenti vivano meglio perchè hanno la certezza in una vita dopo la morte del corpo e anche la certezza della resurrezione della carne. Gli atei devono accontentarsi -ammesso che gli atei siano una moltitudine,questo non lo possiamo sapere - di una ben più modesta prospettiva,non credendo nella vita eterna. In quanto alle mutazioni genetiche, altrettanto modestamente, credo che sia solo una balla.

  2. #22
    Partecipante a CR L'avatar di Niccolò84
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Località
    Londra
    Messaggi
    595
    Ringraziato
    25
    La ricerca mi sembra una divertente boiata, però è interessante la questione di come tutti gli avanzamenti scientifici abbiano impoverito il nostro corredo genetico, perché ha impedito alla selezione naturale di eliminare i soggetti deboli. Molto politicamente scorretta, in questa epoca ridicola di buonismo e correttismo a tutti i costi

  3. #23
    CierRino L'avatar di pongo
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    🏡☝🛐
    Età
    32
    Messaggi
    5,946
    Ringraziato
    1960
    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò84 Visualizza Messaggio
    Molto politicamente scorretta, in questa epoca ridicola di buonismo e correttismo a tutti i costi
    Sull'opportunità in chiave evoluzionistica di mantenere in vita i soggetti più deboli, il genetista Theodosius Dobzhansky scriveva negli anni '60: «If we enable the weak and the deformed to live and to propagate their kind, we face the prospect of a genetic twilight. But if we let them die or suffer when we can save or help them, we face the certainty of a moral twilight».
    Ecce Agnus Dei! Ecce qui tollit peccata mundi!

  4. Il seguente utente ringrazia pongo per questo messaggio:

    Cavariese (02-01-2018)

  5. #24
    Moderatore bibliotecario L'avatar di 3manuele
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Torino
    Età
    37
    Messaggi
    2,673
    Ringraziato
    250

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da pongo Visualizza Messaggio
    Sull'opportunità in chiave evoluzionistica di mantenere in vita i soggetti più deboli, il genetista Theodosius Dobzhansky scriveva negli anni '60: «If we enable the weak and the deformed to live and to propagate their kind, we face the prospect of a genetic twilight. But if we let them die or suffer when we can save or help them, we face the certainty of a moral twilight».
    Secondo l’articolo di cui si discute, c’e un’integrazione da fare a questa citazione. Parrebbe, cioè, almeno a leggere le pagine di questo forum, che anche l’aver salvato e aiutato i “genetically less fit” a condurre una vita il più possibile normale abbia generato un “moral twilight”.

  6. #25
    Partecipante a CR L'avatar di Brocabruno
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    997
    Ringraziato
    192
    Citazione Originariamente Scritto da 3manuele Visualizza Messaggio
    Secondo l’articolo di cui si discute, c’e un’integrazione da fare a questa citazione. Parrebbe, cioè, almeno a leggere le pagine di questo forum, che anche l’aver salvato e aiutato i “genetically less fit” a condurre una vita il più possibile normale abbia generato un “moral twilight”.
    Arguta osservazione, soprattutto se consideriamo che gli individui geneticamente meno salubri sarebbero anche quelli più tendenti alle aberrazioni etiche come la pedofilia. Nella realtà, però, credo che certe correlazioni abbiano più un motivo sociologico che genetico, altrimenti, considerando quanto velocemente è aumentato l'ateismo in Inghilterra, dovremmo concludere che stiamo mutando velocissimamente. Credo che la correlazione di ereditabilità della religiosità trovata da of Meine (0.4) non sarà replicata, soprattutto se ci si concentra su certi altri stati, o se si riprova tra qualche anno.

  7. #26
    Fedelissimo di CR L'avatar di Cavariese
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Cavaria con Premezzo, decanato di Gallarate arcidiocesidi Milano
    Età
    42
    Messaggi
    3,985
    Ringraziato
    219

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò84 Visualizza Messaggio
    La ricerca mi sembra una divertente boiata, però è interessante la questione di come tutti gli avanzamenti scientifici abbiano impoverito il nostro corredo genetico, perché ha impedito alla selezione naturale di eliminare i soggetti deboli. Molto politicamente scorretta, in questa epoca ridicola di buonismo e correttismo a tutti i costi
    Molto poco cristianamente corretta.

  8. #27
    CierRino Assoluto L'avatar di Phantom
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Latina
    Età
    35
    Messaggi
    42,495
    Ringraziato
    2902

    Premi

    Perché però l'articolo mette in cattiva luce le mutazioni genetiche? La genetica non insegna forse che le forme di vita migliori sono quelle che mutano geneticamente per adattarsi?
    Pensate alla storia delle farfalle bianche e nere in Gran Bretagna, durante la prima Rivoluzione industriale.
    Ut unum sint. Giovanni 17;21

  9. Il seguente utente ringrazia Phantom per questo messaggio:

    BEAVIS (11-01-2018)

  10. #28
    Partecipante a CR L'avatar di Brocabruno
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    997
    Ringraziato
    192
    Citazione Originariamente Scritto da Phantom Visualizza Messaggio
    Perché però l'articolo mette in cattiva luce le mutazioni genetiche? La genetica non insegna forse che le forme di vita migliori sono quelle che mutano geneticamente per adattarsi?
    Pensate alla storia delle farfalle bianche e nere in Gran Bretagna, durante la prima Rivoluzione industriale.
    Si parla, nello specifico, di mutazioni legate a salute cagionevole, autismo, aberrazioni psicologiche, asimmetria corporea, asocialità, eccetera, quindi mutazioni svantaggiose. Il fatto che tali mutazioni siano legate anche all'intelligenza (meglio: al cosiddetto fattore Q, qualsiasi cosa sia davvero) è significativo e strano.

  11. #29
    CierRino L'avatar di Abacuc
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    oltre
    Messaggi
    6,867
    Ringraziato
    186
    Comunque la religione "bene alla salute" non fa. Mutazioni genetiche non so, ma molti santi hanno avuto un sacco di malanni.
    Lo spirito soffia dove vuole

  12. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    BEAVIS (11-01-2018), Phantom (02-01-2018)

  13. #30
    Partecipante a CR L'avatar di Brocabruno
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    997
    Ringraziato
    192
    Citazione Originariamente Scritto da Abacuc Visualizza Messaggio
    Comunque la religione "bene alla salute" non fa. Mutazioni genetiche non so, ma molti santi hanno avuto un sacco di malanni.
    Effettivamente ho sentito poco fa un vescovo dire che darsi tutti per gli altri farà perdere la salute, ma non la vita.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •