Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 5 di 8 PrimaPrima ... 34567 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 78

Discussione: La religione fa bene alla salute: perchè gli atei sono pieni di mutazioni genetiche

  1. #41
    Veterano di CR L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    54
    Messaggi
    1,860
    Ringraziato
    543
    Citazione Originariamente Scritto da Brocabruno Visualizza Messaggio
    Se però ipotizziamo che anche la religiosità dipenda dal patrimonio genetico...
    Certo, ma di ipotesi se ne possono fare tante. Anche per l'omosessualità è stata fatta l'ipotesi genetica, ma scientificamente ad oggi non c'è nessuna prova di ciò.
    Su quali basi poggia questa?

  2. Il seguente utente ringrazia Aleksej per questo messaggio:

    maurum (03-01-2018)

  3. #42
    Fedelissimo di CR L'avatar di teophilius
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Torino
    Età
    51
    Messaggi
    3,579
    Ringraziato
    793
    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    Su quali basi poggia questa?
    Ma su basi genetiche, ovvio
    E tergerà ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno, perché le cose di prima sono passate \[T]/

  4. #43
    Veterano di CR L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    54
    Messaggi
    1,860
    Ringraziato
    543
    Citazione Originariamente Scritto da teophilius Visualizza Messaggio
    Ma su basi genetiche, ovvio
    Ah beh su quella base potrei ipotizzare che chi vince spesso al gratta e vinci è geneticamente predestinato.

  5. Il seguente utente ringrazia Aleksej per questo messaggio:

    Phantom (03-01-2018)

  6. #44
    Collaboratore di "Dottrina della Fede"
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Veneto
    Età
    24
    Messaggi
    520
    Ringraziato
    76
    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    Certo, ma di ipotesi se ne possono fare tante. Anche per l'omosessualità è stata fatta l'ipotesi genetica, ma scientificamente ad oggi non c'è nessuna prova di ciò.
    Su quali basi poggia questa?
    Sono geneticamente predisposti a sostenere l'ipotesi genetica.

  7. #45
    Moderatore L'avatar di pongo
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    🏡☝🛐
    Età
    31
    Messaggi
    5,110
    Ringraziato
    1539
    Citazione Originariamente Scritto da Brocabruno Visualizza Messaggio
    Se però ipotizziamo che anche la religiosità dipenda dal patrimonio genetico...
    …dovremmo dedurre che le promesse di Dio sono solo per alcuni, e Cristo sarebbe morto invano.
    «Il fare degli uomini fece quasi dimenticare la presenza di Dio. In una tale situazione divenne sempre più chiaro che l’esistenza della Chiesa vive della giusta celebrazione della liturgia e che la Chiesa è in pericolo quando il primato di Dio non appare più nella liturgia e così nella vita. La causa più profonda della crisi che ha sconvolto la Chiesa risiede nell’oscuramento della priorità di Dio nella liturgia»
    (Benedetto XVI, Prefazione all'edizione russa del volume XI dell'Opera omnia)

  8. #46
    Fedelissimo di CR L'avatar di teophilius
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Torino
    Età
    51
    Messaggi
    3,579
    Ringraziato
    793
    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    Ah beh su quella base potrei ipotizzare che chi vince spesso al gratta e vinci è geneticamente predestinato.
    Suvvia non trattiamo così male i teorici del "tutto è gene quel che finisce gene". La predisposizione genetica non implica la predestinazione a vincere spesso o sporadicamente. In ogni caso, direbbe il teorico del "tutto è gene", la predisposizione genetica al gioco d'azzardo implica una probabilità di vincita maggiore rispetto agli individui che non hanno (chissà per quale geneticamente misterioso motivo) tale predisposizione. Comunque si rimane sempre sorpresi nel riscoprire che ancora ci siano persone tanto intelligenti quanto irrimediabilmente riduzioniste, questione di geneing?
    E tergerà ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno, perché le cose di prima sono passate \[T]/

  9. #47
    Moderatore bibliotecario L'avatar di 3manuele
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Torino
    Età
    36
    Messaggi
    2,383
    Ringraziato
    182

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da pongo Visualizza Messaggio
    …dovremmo dedurre che le promesse di Dio sono solo per alcuni, e Cristo sarebbe morto invano.
    Non so se è proprio questa la lettura da dare, o l'unica lettura possibile.
    In primo luogo, dato che non sono esperto delle questioni numeriche di cui si discute qui, chiedo a chi ne sa più di me se le correlazioni statistiche offerte nello studio e in queste pagine sono forti o, per quanto non ascrivibili totalmente al caso, non molto forti. Una correlazione positiva dello 0.4, per esempio, quanto è forte?

    Secondariamente, nessuno (sensato) nega che la genetica non è tutto, come Brocabruno ci ha detto qualche post fa. L'essere umano non è solo frutto del suo patrimonio genetico, che indica certamente delle predisposizioni, ma anche dell'ambiente che gli sta intorno. E l'essere umano ha la capacità di "vincere" la sua genetica più che gli altri esseri viventi (come riferimento genericissimo a quest'affermazione, posso citare Dan Everett, linguista e antropologo evoluzionista, protestante poi diventato ateo: se ne veda p.es. il libro The language tool).Ne segue che tutti possono diventare religiosi, in senso lato, ma alcuni sarebbero più favoriti di altri. (Ricorda forse l'episodio di Gv 20, 20-31?)

  10. #48
    Moderatore Ecumenico L'avatar di DenkaSaeba25
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Rapallo
    Età
    35
    Messaggi
    13,764
    Ringraziato
    1657
    Citazione Originariamente Scritto da 3manuele Visualizza Messaggio
    Non so se è proprio questa la lettura da dare, o l'unica lettura possibile.
    In primo luogo, dato che non sono esperto delle questioni numeriche di cui si discute qui, chiedo a chi ne sa più di me se le correlazioni statistiche offerte nello studio e in queste pagine sono forti o, per quanto non ascrivibili totalmente al caso, non molto forti. Una correlazione positiva dello 0.4, per esempio, quanto è forte?
    Dipende dal numero di campioni. Se lo supponiamo relativamente alto (n>100), è una correlazione di livello medio.
    Le infermità del cuore, come quelle del corpo, vengono a cavallo o in carrozza, ma se ne vanno a piedi e al piccolo trotto

    S. Francesco di Sales, Filotea


  11. Il seguente utente ringrazia DenkaSaeba25 per questo messaggio:

    3manuele (03-01-2018)

  12. #49
    Fedelissimo di CR L'avatar di teophilius
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Torino
    Età
    51
    Messaggi
    3,579
    Ringraziato
    793
    Citazione Originariamente Scritto da 3manuele Visualizza Messaggio
    ma alcuni sarebbero più favoriti di altri. (Ricorda forse l'episodio di Gv 20, 20-31?)
    E i più favoriti dovrebbero aiutare i meno favoriti. Collegamento con la parabola dei talenti?
    E tergerà ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno, perché le cose di prima sono passate \[T]/

  13. #50
    Collaboratore di "Dottrina della Fede"
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Veneto
    Età
    24
    Messaggi
    520
    Ringraziato
    76
    Citazione Originariamente Scritto da 3manuele Visualizza Messaggio
    Non so se è proprio questa la lettura da dare, o l'unica lettura possibile.
    In primo luogo, dato che non sono esperto delle questioni numeriche di cui si discute qui, chiedo a chi ne sa più di me se le correlazioni statistiche offerte nello studio e in queste pagine sono forti o, per quanto non ascrivibili totalmente al caso, non molto forti. Una correlazione positiva dello 0.4, per esempio, quanto è forte?
    Una correlazione tra 0.3. e 0.7 è normalmente considerata significativa (ci sono delle variazioni con le varie materie, ma in genere uno 0.3 è già sufficiente a far saltare lo psicologo sulla sedia). Ovviamente non puoi sapere che cosa causi esattamente tale correlazione, potrebbe essere anche qualcosa di molto lontano nella catena implicativa.
    La correlazione tra asimmetria corporea e ateismo è con tutta probabilità frutto del caso, in quanto i test ripetuti non hanno dato lo stesso risultato; le altre direi che invece non sono frutto del caso, in quanto la correlazione continua a risultare con la ripetizione del test (a breve distanza di tempo, quantomeno).
    Ultima modifica di Brocabruno; 03-01-2018 alle 10:17

  14. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    3manuele (03-01-2018), Raffaele (03-01-2018)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •