Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 8 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 80

Discussione: Sull'Angelus domenicale

  1. #21
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    1,306
    Ringraziato
    1
    Rifacendomi al mio precedente post, ho ritrovato il testo dell'Angelus recitato in giorno feriale da Giovanni Paolo II a Czestochowa; egli stesso ci dà delle "linee guida" su questa usanza

    GIOVANNI PAOLO II
    ANGELUS

    Santuario mariano di Czestochowa
    Martedì, 5 giugno 1979



    C’è a Roma la bella usanza che, ogni domenica e festa di precetto, il Papa reciti l’“Angelus Domini” con i fedeli che si radunano per questo in Piazza San Pietro. Ho trovato questa usanza come eredità dei miei venerabili Predecessori e la continuo con grande gioia. La preghiera viene preceduta da una breve meditazione ed anche un ricordo degli avvenimenti che bisogna particolarmente raccomandare a Dio nella preghiera, e si conclude con la benedizione.

    I miei connazionali in Polonia sanno di questa usanza romana. Anzi dal momento in cui sono stato chiamato alla Cattedra di San Pietro, hanno cominciato spontaneamente ad unirsi a me esercitando l’“Angelus Domini” ogni giorno nelle ore stabilite del mattino, del mezzogiorno e della sera. Questa preghiera è diventata usanza universale, come lo confermano numerose lettere e accenni sulla stampa. Mediante l’“Angelus Domini” ci uniamo spiritualmente tra di noi, ci ricordiamo a vicenda, condividiamo il mistero della salvezza e anche il nostro cuore.

    Oggi recitando l’“Angelus Domini” da Jasna Gora desidero ringraziare tutti i miei Connazionali in tutta la Polonia per questa loro nobile iniziativa. Mi ha sempre profondamente commosso la costante prova del vostro ricordo, e oggi desidero esprimerle pubblicamente questo sentimento.

    2. Nello stesso tempo desidero, insieme a voi, carissimi Fratelli e Sorelle, chiedere alla Madre Santissima che la preghiera dell’Angelus ricordi continuamente, a ciascuno e a tutti, quanto sia grande la dignità dell’uomo. Tale infatti è anche il frutto di questa preghiera e il suo fine.Ricordando che “il Verbo si fece carne”, che cioè il Figlio di Dio è diventato uomo, dobbiamo prendere coscienza di quanto sia diventato grande, attraverso questo mistero – cioè attraverso l’incarnazione del Figlio di Dio – ogni uomo! Cristo infatti è stato concepito nel grembo di Maria ed è divenuto uomo per rivelare l’Amore eterno del Creatore e Padre e per manifestare la dignità di ciascuno di noi.

    Se recitiamo regolarmente l’“Angelus Domini”, questa preghiera deve influire su tutta la nostra condotta. Non possiamo recitarla solo con le labbra, non possiamo ripetere la preghiera dell’“Angelus Domini” e nello stesso tempo agire in modo contrastante con la nostra dignità umana e cristiana.

    Adesso non parlerò dettagliatamente di tutto ciò che nell’atteggiamento dei polacchi è contrario alla dignità “dell’immagine e somiglianza di Dio”, alla dignità, riconfermato dal Mistero dell’Incarnazione. Conosciamo perfettamente i vizi che, alle volte, si trasformano in vere piaghe, che minacciano la vita spirituale e biologica della Nazione. Pensateci, cari Fratelli e Sorelle. Ve ne prego vivamente.

    Continui quindi in terra polacca l’“Angelus Domini” in unione col Papa. E porti frutto in tutta la vita dei Polacchi, non soltanto nei giorni di festa, ma in ogni giorno della loro vita.

    fonte: http://www.vatican.va/holy_father/jo...ochowa_it.html
    Ultima modifica di SemperOremus; 28-08-2008 alle 07:24

  2. #22
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    venetia
    Età
    42
    Messaggi
    239
    Ringraziato
    5
    Citazione Originariamente Scritto da sedevacante Visualizza Messaggio
    Mi spiace contraddirti , ma quando si affaccia sul balcone (di norma solo due volte all'anno, Natale e Pasqua) non recita assolutamente l'Angelus, ma impartisce la benedizione Urbi et Orbi, preceduta dal discorso e dagli auguri in diverse lingue

    E' vero!!!! Hai ragione, solitamente si affaccia alla finestra !!!!!
    Spero che comunque il senso fosse chiaro !

    Dai, mi ero fatto prendere un po' dal clima degli Angelus a Castelgandolfo, in cui si affaccia al balcone interno del palazzo Apostolico ...

  3. #23
    Iscritto L'avatar di turiferaio
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Genova ma non solo
    Età
    36
    Messaggi
    105
    Ringraziato
    0
    ciao a tutti!!!... io ricordavo che a introdurre questa "tradizione" domenicale fu S.S. Pio XII... non però come lo intendiamo oggi... mi pare infatti che questa abitudine iniziò in un periodo di malattia di Papa Pacelli verso gli ultimi anni del suo pontificato, circolavano frequentemente voci sul fatto che il pontefice stesse molto male e in fin di vita e i fedeli volevano comunque vedere il Papa una volta giunti a Roma... il santo padre decisa allora di affacciarsi, ma senza nulla dire, a mezzogiorno, per farsi fvedere e un po' anche per significare: "state tranquilli, il papa sta bene, è qua, è con voi..."... questa abitudine continuò fino alla fine della sua vita... quando venne eletto S.S. Giovanni XXIII gli venne ricordato che la folla attendeva l'affacciarsi del Papa dalla finestra alle 12 della domenica, Egli però non voleva farlo (e forse la prima domenica proprio non lo fece) giacchè considerava le motivazioni di quel gesto ormai cessate e quello stesso gesto così poco motivato dalla tradizione papale.... poi però, anche grazie alla forte insistenza dei fedeli e dei suoi più stretti collaboratori il santo padre decise di affacciarsi, ma non così, a vuoto, ma abbinando questo istante ad un momento di preghiera, la preghiera mariana dell'"Angelus Domini" appunto... da quel momento tutti i pontefici successivi hanno continuato questa che ormai a buon diritto si può definire una tradizione papale ormai consolidata...

  4. #24
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Fedele al Papa
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Palazzo Apostolico
    Messaggi
    2,247
    Ringraziato
    0

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da turiferaio Visualizza Messaggio
    ciao a tutti!!!... io ricordavo che a introdurre questa "tradizione" domenicale fu S.S. Pio XII... non però come lo intendiamo oggi... mi pare infatti che questa abitudine iniziò in un periodo di malattia di Papa Pacelli verso gli ultimi anni del suo pontificato, circolavano frequentemente voci sul fatto che il pontefice stesse molto male e in fin di vita e i fedeli volevano comunque vedere il Papa una volta giunti a Roma... il santo padre decisa allora di affacciarsi, ma senza nulla dire, a mezzogiorno, per farsi fvedere e un po' anche per significare: "state tranquilli, il papa sta bene, è qua, è con voi..."... questa abitudine continuò fino alla fine della sua vita... quando venne eletto S.S. Giovanni XXIII gli venne ricordato che la folla attendeva l'affacciarsi del Papa dalla finestra alle 12 della domenica, Egli però non voleva farlo (e forse la prima domenica proprio non lo fece) giacchè considerava le motivazioni di quel gesto ormai cessate e quello stesso gesto così poco motivato dalla tradizione papale.... poi però, anche grazie alla forte insistenza dei fedeli e dei suoi più stretti collaboratori il santo padre decise di affacciarsi, ma non così, a vuoto, ma abbinando questo istante ad un momento di preghiera, la preghiera mariana dell'"Angelus Domini" appunto... da quel momento tutti i pontefici successivi hanno continuato questa che ormai a buon diritto si può definire una tradizione papale ormai consolidata...
    è una tradizione molto bella e significativa.... che ci consente di vedere e pregare con il Papa settimanalmente.....
    Mi raccomando .... non perdiamo mai nessun Angelus del Santo Padre.... e preghiamo per il Papa e secondo le Sue intenzioni tutti i giorni ...

  5. #25
    Iscritto L'avatar di episcopos
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    casa
    Età
    39
    Messaggi
    278
    Ringraziato
    0
    Anch'io sono d'accordo che l'Angelus anche se recitato poco dopo mezzogiorno sia carico di intenzioni, quelle che di solito il papa propone prima della preghiera e anche dopo in occasione di alcuni appelli fatti subito dopo la preghiera che ci ricordano come il papa sia attento ad ogni avvenimento della storia umana e questo è di insegnamento a tutti noi!

  6. #26
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Fedele al Papa
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Palazzo Apostolico
    Messaggi
    2,247
    Ringraziato
    0

    Premi

    Veramente molto bello e profondo il pensiero sulla morte e sulla speranza cristiana dell'Angelus odierno..... un vero e proprio insegnamento, già trattato nella splendida encliclica "Spe Salvi" e che il Santo Padre ci ricorda spesso.... bellissimo!!!!

  7. #27
    CierRino L'avatar di Vaticanista
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Reggio Emilia e Bologna
    Età
    29
    Messaggi
    7,023
    Ringraziato
    390
    Citazione Originariamente Scritto da Fedele al Papa Visualizza Messaggio
    Veramente molto bello e profondo il pensiero sulla morte e sulla speranza cristiana dell'Angelus odierno..... un vero e proprio insegnamento, già trattato nella splendida encliclica "Spe Salvi" e che il Santo Padre ci ricorda spesso.... bellissimo!!!!
    Io mi sono emozionato (e dico vermante emozionato) nel passaggio in cui, nell'istante in cui la morte ci coglie "nessuno può accompagnarci e non possiamo portare nessuno, ma Lui ci attende alla porte del Regno dei Cieli per trasformare per noi le tenebre in luce".

  8. #28
    Iscritto L'avatar di episcopos
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    casa
    Età
    39
    Messaggi
    278
    Ringraziato
    0
    E' bene che il Papa agli angelus faccia riferimento ai testi che scrive... come quando faceva riferimento, nei commenti sul VAngelo domenicale, al suo libro "Gesù di Nazareth"...

  9. #29
    CierRino L'avatar di Vaticanista
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Reggio Emilia e Bologna
    Età
    29
    Messaggi
    7,023
    Ringraziato
    390
    Citazione Originariamente Scritto da episcopos Visualizza Messaggio
    E' bene che il Papa agli angelus faccia riferimento ai testi che scrive... come quando faceva riferimento, nei commenti sul VAngelo domenicale, al suo libro "Gesù di Nazareth"...
    Sono d'accordo: in questo modo è anche più facile incuriosire chi ascolta e spingerlo a leggere il libro o l'Enciclica che sia.

  10. #30
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Diocesi di Chiavari
    Messaggi
    369
    Ringraziato
    0

    Informazione: Angelus del 4 gennaio

    Domando un'informazione: il 4 gennaio sarò a Roma e avrei piacere di assistere alla recita dell'Angelus in piazza S. Pietro. Sapete per caso se sarà effettuata oppure in quel periodo il Santo Padre sarà a Castel Gandolfo? Sapete qualcosa in merito? Grazie mille e tanti auguri

Discussioni Simili

  1. Libri liturgici Commenti sulla nuova edizione del Lezionario Romano
    Di Vox Populi nel forum Liturgia
    Risposte: 731
    Ultimo Messaggio: 27-03-2018, 16:44
  2. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 12-04-2012, 20:30
  3. Precetto domenicale e messa ortodossa
    Di Garsel nel forum Liturgia
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 05-09-2007, 14:43

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •