Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 120 di 123 PrimaPrima ... 2070110118119120121122 ... UltimaUltima
Risultati da 1,191 a 1,200 di 1224

Discussione: Esecuzioni musicali durante le celebrazioni liturgiche pontificie

  1. #1191
    Partecipante a CR L'avatar di Cornetto
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    provincia di Cuneo
    Età
    45
    Messaggi
    815
    Ringraziato
    185
    La scelta di sostituire il suono dell’organo “Tamburini” con quello di un organo digitale “Allen” (che nel settore rimane pur uno strumento valido) è deleteria non solo in se, perché si viene a privare delle celebrazioni particolari e speciali, quali quelle del Santo Padre, di un suono “naturale” e vero ma rischia, secondo me, di creare dei pericolosissimi precedenti.

    Già mi immagino quando in futuro qualche sprovveduto organista o maestro di coro (in italia) proporrà la costruzione di un organo a canne in una chiesa (magari un nuovo edificio) che ne è priva oppure il restauro o ristrutturazione di un organo esistente già si vedrà bocciare la proposta dal parroco (quando non già dal solito bieco consiglio per gli affari economici della parrocchia/diocesi) con la scusa: “… ma se tanto in san Pietro per le messe del papa hanno messo un organo elettronico e non usano più il “vecchio e ammuffito” organo a canne perché dobbiamo farlo noi, si prende un organo digitale che va “benissimo” (detto da loro) e si risparmia ……. Così i soldi li usiamo per i poveri, l’oratorio, la casa-vacanze della parrocchia …”

    Oppure dai sacerdoti della Nuova Chiesa 2.0: “… anche il papa ha deciso di disfarsi di questi inutili e costosi orpelli, per scegliere strumenti più moderni, in linea con i tempi in cui viviamo e senza sperperare inutilmente denaro prezioso … Ecco, la Nuova Chiesa di papa Francesco ha abbandonato il medioevale e anacronistico strumento musicale, retaggio di un passato scomodo e ingombrante quanto costoso per vivere in modo più sobrio e dignitoso le celebrazioni liturgiche …” (con buona pace di tutti gli artigiani che lavorano nel settore).

    Ma tant'è, questa scelta rischia solo di provocare dei disastri nel già decadente scenario musicale-liturgico italiano.


    Ps. I soloni che propagandano queste idee dovrebbero però sapere che questi strumento non sono poi così tanto a “buon mercato”. Gli organi “Allen” (come i “Rodgers”) sono prodotti negli Stati Uniti d’America ed hanno il costo non proprio a buon mercato di tutto ciò che viene realizzato oltreoceano, inoltre c’è il trasporto, la dogana, l’installazione e l’intonazione sul posto e soprattutto l’amplificazione con un certo numero di casse esterne amplificate.

    Ricordo che quando nel 1998, a seguito dell’incendio della cappella della Sindone del Guarini nel duomo di Torino, il grande organo era fuori uso ed è stato acquistato un organo modello “Rodgers” di produzione americana (2 manuali, registri a pomello, mobile elegante, amplificazione esterna) già all’epoca il prezzo era di circa 70.000.000 delle vecchie lire ….
    Ultima modifica di Ambrosiano; 31-12-2017 alle 13:43 Motivo: Le quotazioni in lire hanno qualche zero in più rispetto a quelle in euro a cui adesso siamo abituati.

  2. 5 utenti ringraziano per questo messaggio:

    AlessandroBuffe (02-01-2018), Card.Petrucci (11-01-2018), Comasco (01-01-2018), maurum (31-12-2017), Venegonese (03-01-2018)

  3. #1192
    Iscritto L'avatar di InChordisEtOrgano
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Località
    Archidioecesis Mediolanensis
    Età
    24
    Messaggi
    439
    Ringraziato
    138
    Citazione Originariamente Scritto da Cornetto Visualizza Messaggio
    La scelta di sostituire il suono dell’organo “Tamburini” con quello di un organo digitale “Allen” (che nel settore rimane pur uno strumento valido) è deleteria non solo in se, perché si viene a privare delle celebrazioni particolari e speciali, quali quelle del Santo Padre, di un suono “naturale” e vero ma rischia, secondo me, di creare dei pericolosissimi precedenti.

    Già mi immagino quando in futuro qualche sprovveduto organista o maestro di coro (in italia) proporrà la costruzione di un organo a canne in una chiesa (magari un nuovo edificio) che ne è priva oppure il restauro o ristrutturazione di un organo esistente già si vedrà bocciare la proposta dal parroco (quando non già dal solito bieco consiglio per gli affari economici della parrocchia/diocesi) con la scusa: “… ma se tanto in san Pietro per le messe del papa hanno messo un organo elettronico e non usano più il “vecchio e ammuffito” organo a canne perché dobbiamo farlo noi, si prende un organo digitale che va “benissimo” (detto da loro) e si risparmia ……. Così i soldi li usiamo per i poveri, l’oratorio, la casa-vacanze della parrocchia …”

    Oppure dai sacerdoti della Nuova Chiesa 2.0: “… anche il papa ha deciso di disfarsi di questi inutili e costosi orpelli, per scegliere strumenti più moderni, in linea con i tempi in cui viviamo e senza sperperare inutilmente denaro prezioso … Ecco, la Nuova Chiesa di papa Francesco ha abbandonato il medioevale e anacronistico strumento musicale, retaggio di un passato scomodo e ingombrante quanto costoso per vivere in modo più sobrio e dignitoso le celebrazioni liturgiche …” (con buona pace di tutti gli artigiani che lavorano nel settore).

    Ma tant'è, questa scelta rischia solo di provocare dei disastri nel già decadente scenario musicale-liturgico italiano.


    Ps. I soloni che propagandano queste idee dovrebbero però sapere che questi strumento non sono poi così tanto a “buon mercato”. Gli organi “Allen” (come i “Rodgers”) sono prodotti negli Stati Uniti d’America ed hanno il costo non proprio a buon mercato di tutto ciò che viene realizzato oltreoceano, inoltre c’è il trasporto, la dogana, l’installazione e l’intonazione sul posto e soprattutto l’amplificazione con un certo numero di casse esterne amplificate.

    Ricordo che quando nel 1998, a seguito dell’incendio della cappella della Sindone del Guarini nel duomo di Torino, il grande organo era fuori uso ed è stato acquistato un organo modello “Rodgers” di produzione americana (2 manuali, registri a pomello, mobile elegante, amplificazione esterna) già all’epoca il prezzo era di circa 70.000 delle vecchie lire ….
    Pare che l'organo Allen sia stato donato alla Cappella Sistina dalla Ditta produttrice, ma questo non cambia lo stato delle cose e, soprattutto, non cancella il pericolosissimo precedente "storico". Nella mia Parrocchia ho fatto istallare proprio qualche mese fa un nuovo organo corale a canne in sostituzione dell'elettrofono che si usava ormai da anni immemorabili in attesa del restauro (chissà quando lo si potrà fare però...) del grande organo a trasmissione ahimè pneumatica. Con le giuste accortezze è possibile trovare un discreto organo a canne di seconda mano pagandolo molto molto meno di un modesto elettronico. Infatti il punto di forza del mio nuovo organo a canne è stato proprio il prezzo inferiore a quello di un elettrofono, tanto che il parroco e l'economato della Parrocchia non ha potuto negare l'evidenza. A parte questo, è vero che a caval donato non si guarda in bocca, e credo che una soluzione di compromesso la si sarebbe potuta trovare, limitando magari l'uso dell'organo Allen alle celebrazioni all'aperto (dove da qualche tempo si usava già un elettronico della Rodgers).

    La cosa agghiacciante in tutto questo, oltre alla scelta, è come Palombella argomenta e giustifica l'adozione di un elettronico, arrivando ad affermare che grazie all'organo elettronico il "nobile suono dell'organo a canne" si sentirà in tutta la Basilica. Qui si vede il problema di fondo: l'organo a canne e i suoi surrogati tecnologici non sono percepiti più come due strumenti diversi e, anzi, sembra che l'imitazione (elettronico) sia considerata più perfetta di ciò che per natura è perfetto, ossia il suono prodotto dal vento che passa in canne vere! Poi, come si può eleggere a criterio della scelta una fantomatica esigenza celebrativa di trasmissione per le mondovisioni e le dirette televisive? L'organo e la Musica Sacra sono al servizio della Liturgia, per rendere gloria a Dio e per edificare i fedeli, altro che storie! Un musicista serio e consapevole dell'importanza del ministero che svolge non si farebbe mettere i piedi in testa dal regista di turno o dai fonico di qualche emittente televisiva!

    Quando poi Palombella parla dell'eccezionalità della Basilica di S. Pietro, come dargli torto? E' vero che abbiamo a che fare non solo con una delle più grandi chiese del mondo, ma con la Basilica forse più "osservata" di tutta la cristianità, in quanto ormai sede privilegiata delle celebrazioni presiedute dal Sommo Pontefice. E proprio per l'importanza della Basilica e del Celebrante, nonché banalmente per il fatto stesso che si celebri il Culto divino, bisognerebbe puntare al massimo, consapevoli che non si deve compiacere la moda del momento ma che si deve glorificare il Signore nel modo migliore possibile, con la maggiore solennità e dignità di cui si dispone, dignità che un elettrofono... Ricordo che la Sacrosanctum Concilium al punto 120 recita: Nella Chiesa latina si abbia in grande onore l'organo a canne, strumento musicale tradizionale, il cui suono è in grado di aggiungere un notevole splendore alle cerimonie della Chiesa e di elevare potentemente gli animi a Dio e alle cose celesti.

    Scusate lo sfogo, ma da giovane organista preoccupato per il futuro e la sopravvivenza dell'organo a canne all'interno della Liturgia, per tutti i motivi di cui sopra, mi sembra che questa mossa sia uno dei primi passi dell'autodistruzione della Musica sacra, un po' come sta succedendo con la Liturgia, e questo non mi sta per niente bene! Spero che tutto il polverone mediatico che la vicenda sta suscitando arrivi a chi di dovere e si cerchi di rimediare.
    Laudate Dominum in chordis et organo

  4. 11 utenti ringraziano per questo messaggio:

    adelmo77 (01-01-2018), AlessandroBuffe (02-01-2018), Ambrosiano (31-12-2017), Card.Petrucci (11-01-2018), Comasco (01-01-2018), gratis date (03-01-2018), Laertius (03-01-2018), Pikachu (31-12-2017), Raffaele (03-01-2018), Venegonese (03-01-2018), Vox Populi (31-12-2017)

  5. #1193
    CierRino Assoluto L'avatar di Phantom
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Latina
    Età
    35
    Messaggi
    42,804
    Ringraziato
    2975

    Premi

    Non dimentichiamo che mons. Palombella è un salesiano...
    Ut unum sint. Giovanni 17;21

  6. #1194
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    51,653
    Ringraziato
    3328
    Mascioni Organs
    VATICANO - BASILICA S.PIETRO

    Apprendiamo con sorpresa e rammarico la scelta di dotare la Cappella Sistina di un elettrofono da utilizzarsi per le solenni funzioni della Basilica. Il grande organo di S.Pietro è un Tamburini a quattro manuali, progettato dal glorioso M°Ferdinando Germani, integralmente revisionato dalla nostra casa organaria nel 1999, anno in cui è stato dotato anche di una seconda consolle mobile per poterlo usare proprio con la Cappella Sistina e per le celebrazioni esterne in piazza. In manutenzione costante (almeno 3 volte l'anno) da allora è sempre stato in perfette condizioni di funzionamento.
    Per le funzioni esterne, mediante una presa microfonica, il suo suono veniva amplificato in tutta la piazza, così come prima si faceva per l'organo Walker.
    Ora a quasi 20 anni dalla revisione è previsto un intervento di pulitura e accordatura generali che verrà eseguito sempre dalla nostra casa organaria nel primo semestre di quest'anno.
    Riteniamo scandalosa e ingiustificabile la scelta di utilizzare ora un elettrofono nascondendosi dietro poco difendibili motivazioni pratiche e funzionali. Anche i responsabili ecclesiastici e le maestranze tecniche della Basilica sono sbigottiti, increduli e naturalmente assai dispiaciuti per l'avverarsi dell'inaspettata situazione.


    fonte: pagina Facebook della ditta Mascioni
    «O Cristo! Fa’ che io possa diventare ed essere servitore della tua unica potestà!
    Servitore della tua dolce potestà! Servitore della tua potestà che non conosce il tramonto!
    Fa’ che io possa essere un servo! Anzi, servo dei tuoi servi».
    (San Giovanni Paolo II, Omelia per l'inizio del Pontificato, 22 ottobre 1978)

  7. 7 utenti ringraziano per questo messaggio:

    Atanvarno (13-01-2018), Comasco (03-01-2018), Gaudium et Spes (04-01-2018), gratis date (03-01-2018), Pikachu (03-01-2018), Selvaticus (03-01-2018), Venegonese (03-01-2018)

  8. #1195
    Iscritto L'avatar di InChordisEtOrgano
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Località
    Archidioecesis Mediolanensis
    Età
    24
    Messaggi
    439
    Ringraziato
    138
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Mascioni Organs
    VATICANO - BASILICA S.PIETRO

    Apprendiamo con sorpresa e rammarico la scelta di dotare la Cappella Sistina di un elettrofono da utilizzarsi per le solenni funzioni della Basilica. Il grande organo di S.Pietro è un Tamburini a quattro manuali, progettato dal glorioso M°Ferdinando Germani, integralmente revisionato dalla nostra casa organaria nel 1999, anno in cui è stato dotato anche di una seconda consolle mobile per poterlo usare proprio con la Cappella Sistina e per le celebrazioni esterne in piazza. In manutenzione costante (almeno 3 volte l'anno) da allora è sempre stato in perfette condizioni di funzionamento.
    Per le funzioni esterne, mediante una presa microfonica, il suo suono veniva amplificato in tutta la piazza, così come prima si faceva per l'organo Walker.
    Ora a quasi 20 anni dalla revisione è previsto un intervento di pulitura e accordatura generali che verrà eseguito sempre dalla nostra casa organaria nel primo semestre di quest'anno.
    Riteniamo scandalosa e ingiustificabile la scelta di utilizzare ora un elettrofono nascondendosi dietro poco difendibili motivazioni pratiche e funzionali. Anche i responsabili ecclesiastici e le maestranze tecniche della Basilica sono sbigottiti, increduli e naturalmente assai dispiaciuti per l'avverarsi dell'inaspettata situazione.


    fonte: pagina Facebook della ditta Mascioni
    Fortunatamente il maggior organaro italiano ha avuto il coraggio di esporsi e prendere nettamente posizione, contrariamente a quanto fatto dall'Associazione Italiana Organari col suo comunicato insipido, retorico e prolisso.

    La risposta di organisti, organari coraggiosi e cultori della Musica Sacra è unanime e compatta. Mons. Palombella ormai si ritrova solo contro tutti: non resta che sperare che le lamentele del Clero e degli amministratori della Basilica Vaticana di cui parlano i Mascioni, unitamente alla levata di scudi dei suddetti organisti e organari crei per lo meno un ripensamento o dei dubbi. La scelta - che mi permetto di definire arbitraria - di Palombella potrebbe condizionare non poco la resistenza dell'organo a canne all'interno delle Chiese: come già scrivevo in qualche altro post, la stragrande maggioranza del clero cattolico guarda - come è giusto che sia - alle celebrazioni papali come ad un modello da replicare ed esportare nelle proprie chiese. Sussiste tuttavia il problema che il suddetto clero prende per buono tutto ciò che vede, senza applicare filtri o discernimento; questo non solo nell'ambito strettamente musicale, si veda ad esempio la liturgia o la scelta dei paramenti. Ma un Clero totalmente o quasi incompetente di Musica sacra e organologia certo non si porrà scrupoli e, se la Sistina non fa retromarcia, potrebbe diventare quasi impossibile convincere un parroco della bontà ed unicità di un organo a canne, strumento sacro per eccellenza al servizio della Liturgia.
    Laudate Dominum in chordis et organo

  9. Il seguente utente ringrazia InChordisEtOrgano per questo messaggio:

    maurum (03-01-2018)

  10. #1196
    Partecipante a CR L'avatar di AlessandroBuffe
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Località
    Novara
    Messaggi
    650
    Ringraziato
    80
    Da quanto ne so, il gruppo dell'Organ Day (una bella manifestazione organistica cui ho partecipato tempo addietro) sta organizzando una raccolta firme. Vi tengo aggiornati!
    HAEC EST PORTA COELI

  11. #1197
    Iscritto L'avatar di InChordisEtOrgano
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Località
    Archidioecesis Mediolanensis
    Età
    24
    Messaggi
    439
    Ringraziato
    138
    Citazione Originariamente Scritto da AlessandroBuffe Visualizza Messaggio
    Da quanto ne so, il gruppo dell'Organ Day (una bella manifestazione organistica cui ho partecipato tempo addietro) sta organizzando una raccolta firme. Vi tengo aggiornati!
    Sto seguendo e partecipando attivamente alle varie discussioni sulle pagine Facebook, invito chi non lo avesse ancora fatto ad iscriversi al gruppo "Amici dell'Organo a canne" per restare aggiornati su questa vicenda e su altre (e più liete) notizie organarie e organistiche tanto patrie quanto estere.
    Laudate Dominum in chordis et organo

  12. #1198
    Triumviro di Liturgie papali L'avatar di Pikachu
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Diocesi di Alba
    Messaggi
    6,194
    Ringraziato
    2226

    Premi

    Nella mia ignoranza musicale mi limito a rilevare che le mie orecchie inesperte hanno percepito eccome la differenza dell'elettrofono dall'organo a canne della Basilica tanto al Te Deum quanto alla Cappella Papale dell'altroieri. Non saprei nemmeno descrivere bene il perché, ma ho avvertito chiaramente che quello era un suono finto, riprodotto, e non il risultato del passaggio dell'aria nelle canne.

    In particolare ho trovato veramente pessima, nella sua freddezza meccanica, la suonata finale (non credo fosse un'improvvisazione) a conclusione del Te Deum, mentre il Papa rientrava in sacrestia.


  13. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    Gaudium et Spes (04-01-2018), InChordisEtOrgano (03-01-2018)

  14. #1199
    Iscritto L'avatar di InChordisEtOrgano
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Località
    Archidioecesis Mediolanensis
    Età
    24
    Messaggi
    439
    Ringraziato
    138
    Citazione Originariamente Scritto da Pikachu Visualizza Messaggio
    Nella mia ignoranza musicale mi limito a rilevare che le mie orecchie inesperte hanno percepito eccome la differenza dell'elettrofono dall'organo a canne della Basilica tanto al Te Deum quanto alla Cappella Papale dell'altroieri. Non saprei nemmeno descrivere bene il perché, ma ho avvertito chiaramente che quello era un suono finto, riprodotto, e non il risultato del passaggio dell'aria nelle canne.

    In particolare ho trovato veramente pessima, nella sua freddezza meccanica, la suonata finale (non credo fosse un'improvvisazione) a conclusione del Te Deum, mentre il Papa rientrava in sacrestia.
    La differenza di suono è lampante, più si suona forte, più registri si mettono più si percepisce che si ha a che fare con un surrogato: se l'imitazione di quei registri che tecnicamente si chiamano fondi può non essere tutto sommato così fastidiosa, il problema quando si arriva alle mutazioni, al ripieno e alle ance.

    Rinvio, a questo proposito, al video della Messa di Mezzanotte in cui all'offertorio, dopo il mottetto di Palestrina, Paradell Solé ha improvvisato usando proprio le ance su tutte e tre le tastiere... qualcosa di agghiacciante!

    Per quanto riguarda il brano conclusivo della celebrazione del Te Deum confermo che non è una improvvisazione ma la Toccata uber die Glocken des St. Gallen di Paul Huber (1918-2001) un pezzo che, personalmente, non mi entusiasma. Noto che ultimamente viene usato molto spesso, se non sempre, alla fine delle Cappelle papali: su un organo a canne ha comunque un senso, ma su un elettrofono è terribile!
    Laudate Dominum in chordis et organo

  15. Il seguente utente ringrazia InChordisEtOrgano per questo messaggio:

    Gaudium et Spes (04-01-2018)

  16. #1200
    Partecipante a CR L'avatar di AlessandroBuffe
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Località
    Novara
    Messaggi
    650
    Ringraziato
    80

    Exclamation Petizione A.I.O. Organo San Pietro

    Segnalo che a questo link è possibile firmare la petizione dell'Associazione Italiana Organari sul tema dell'organo digitale in San Pietro.
    HAEC EST PORTA COELI

Discussioni Simili

  1. La Sede del Santo Padre durante le celebrazioni liturgiche
    Di Vox Populi nel forum Liturgie Papali
    Risposte: 2459
    Ultimo Messaggio: 29-06-2018, 12:51
  2. Risposte: 405
    Ultimo Messaggio: 31-10-2013, 21:04
  3. Risposte: 81
    Ultimo Messaggio: 23-05-2010, 21:38
  4. Elenco delle stole indossate da Papa Benedetto XVI durante le Celebrazioni liturgiche
    Di Vox Populi nel forum Elenco dei paramenti e dei paliotti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-06-2007, 13:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •