Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltÓ al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Epiclesi nella Divina Liturgia (la Santa Messa) in rito bizantino.

  1. #1
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Mar 2016
    LocalitÓ
    Orotelli (NU)
    Messaggi
    18
    Ringraziato
    3

    Epiclesi nella Divina Liturgia (la Santa Messa) in rito bizantino.

    Non ho mai capito che senso abbia la presenza dell'Epiclesi nella Messa in rito bizantino, prima vi sono le parole della consacrazione del pane e del vino "questo Ú il mio corpo" "questo Ú il mio sangue" dette dal sacerdote. Subito dopo il sacerdote invocando lo Spirito Santo dice: "manda il tuo Spirito Santo su di noi e su questi doni imbanditi ........... e fa di questo Pane il prezioso Corpo del tuo Cristo ....... e fa di ciˇ che Ú in questo calice il Prezioso Sangue del tuo Cristo" (traduzione in italiano della Divina Liturgia di San Giovanni Crisostomo usata nella Parrocchia Ortodossa di Quartu in Sardegna). Le domande che io mi pongo sono le seguenti:
    1) nei Vangeli non c'Ú alcuna traccia dell'Epiclesi quando Ges˙ istituisce l'Eucaristia;
    2) perchÚ invocare lo Spirito Santo con l'Epiclesi perchÚ il pane ed il vino diventino rispettivamente il corpo ed il sangue di Cristo se con le parole della consacrazione ("questo Ú il mio corpo" "questo Ú il mio sangue") lo sono giß diventati ? Mi pare che non abbia senso ! Eppure gli Ortodossi ci tengono molto al punto che per essere valida la consacrazione l'Epiclesi Ú indispensabile) e sbirciando la Messa in rito copto ho trovato anche lÝ l'Epiclesi dopo le parole della consacrazione. E' vero che nella Messa attuale nel rito latino c'Ú un'Epiclesi che gli ortodossi dicono "ascendente" (in quella secondo il rito di San Pio V era assente) ma posta prima delle parole della consacrazione (rivolgendosi a Dio Padre il sacerdote dice nel rito latino: "manda il tuo Santo Spirito affinchÚ questo pane e questo vino diventino il corpo ed il sangue di Cristo").

  2. #2
    Partecipante a CR L'avatar di Bessarione
    Data Registrazione
    May 2015
    LocalitÓ
    Veneto
    Messaggi
    908
    Ringraziato
    169
    Citazione Originariamente Scritto da Gonariu Visualizza Messaggio
    2) perchÚ invocare lo Spirito Santo con l'Epiclesi perchÚ il pane ed il vino diventino rispettivamente il corpo ed il sangue di Cristo se con le parole della consacrazione ("questo Ú il mio corpo" "questo Ú il mio sangue") lo sono giß diventati ?
    In realtÓ nel mondo ortodosso si Ŕ dibattuto se la consacrazione effettiva avvenga con le parole pronunciate da Nostro Signore durante l'Ultima Cena o solo dopo con l'Epiclesi. Vado a memoria e non vorrei sbagliarmi, ma all'epoca del Concilio di Firenze la seconda teoria era la pi¨ seguita e aveva un grande sostenitore in Nicola Cabasilas.
    San Giovanni Crisostomo per˛ da qualche parte aveva scritto che la transustanziazione avviene con le parole pronunciate da Cristo.
    Francisco Summo Pontifici et Universali Patri: pax, vita et salus perpetua!

  3. Il seguente utente ringrazia Bessarione per questo messaggio:

    Gonariu (01-08-2016)

  4. #3
    Partecipante a CR L'avatar di Bessarione
    Data Registrazione
    May 2015
    LocalitÓ
    Veneto
    Messaggi
    908
    Ringraziato
    169
    P.S.: Nicola Cabasilas aveva individuato l'Epiclesi anche nel Canone Romano: Supplices te rogamus, omnipotens Deus, iube hŠc perferri per manus sancti Angeli tui in sublime altare tuum, in conspectu divinŠ maiestatis tuŠ; ut quotquot ex hac altaris participatione sacrosanctum Filii tui Corpus et Sanguinem sumpserimus, omni benedictione cŠlesti et gratia repleamur (ed anche qui quindi l'Epiclesi sarebbe dopo il racconto dell'Istituzione).
    Francisco Summo Pontifici et Universali Patri: pax, vita et salus perpetua!

  5. Il seguente utente ringrazia Bessarione per questo messaggio:

    Gonariu (01-08-2016)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •