Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345
Risultati da 41 a 45 di 45

Discussione: Solennità di S. AMBROGIO, Vescovo, Patrono dell'Arcidiocesi di Milano

  1. #41
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    473
    Ringraziato
    145
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Invece, miracolo, Telepace ha trasmesso la celebrazione dei Vespri in modo impeccabile.
    Praticamente nessun chiacchiericcio che poteva disturbare chi voleva seguire il rito.

    Cosa ben diversa purtroppo da quanto invece ha fatto ChiesaTV. Qui le chiacchere sono state un diluvio. Insulse la gran parte.

    Quindi chi vuol seguire domani la celebrazione del Pontificale, farebbe bene a scegliere il canale 187 di Telepace.... sperando che si comporti come oggi.
    Lo ha fatto. Davvero impeccabile! Pure il volume della registrazione è più alto, tanto che il vocione di don Norberto si sentiva persino troppo forte.

    Buona festa patronale a tutti gli ambrosiani!

  2. #42
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,135
    Ringraziato
    994
    Citazione Originariamente Scritto da Johannes Colombo Visualizza Messaggio
    Lo ha fatto. Davvero impeccabile! Pure il volume della registrazione è più alto, tanto che il vocione di don Norberto si sentiva persino troppo forte.

    Buona festa patronale a tutti gli ambrosiani!
    Sì, anche oggi su Telepace una trasmissiione senza chiacchiericcio.
    Peccato per la situazione disastrata dell'audio, cosa che non dipende sicuramente da loro, ma forse dalle modalità di collegamento predisposte ed in larga parte dall'impianto di amplificazione di sant'Ambrogio.

    Questo impianto, seppure da poco rinnovato, deve avere qualche problema con taluni microfoni che sono gestiti probabilmente in modalità di esclusione normale ed attivazione automatica quando rilevano un suono vicino. Cosa che in sostanza risulta nella perdita della prima parola o sillaba ed in un fastidioso senso di instabilità audio. Sono soprattutto i microfoni sul coro sopraelevato e probabilmente anche quello nel matroneo dove c'è l'organo e in teoria anche la cantoria.
    Quindi il suono del coro spesso dà una sensazione di "va e vieni" fastidiosissima.

    A proposito di coro, dappertutto era scritto (e anche il commentatore l'ha segnalato) che al Pontificale avrebbe cantato il coro della basilica, cosa strana perchè in quest'occasione ha sempre cantato la Cappella musicale del Duomo. E infatti, a sensazione e sentendo le voci, mi pare che sia stato così anche oggi.
    Qualcuno che era presente può confermare?

    Infine, ingiustificabile perchè sintomo di una pianificazione un po' improvvisata, il taglio del collegamento a mezzogiorno in punto. Proprio mezzogiorno spaccato! Cosa che mi ha dato l'idea che avessero prenotato e pagato il collegamento fino a quell'ora pensando di starci dentro.
    Invece... zac!

  3. #43
    Moderatore epifanico L'avatar di Atanvarno
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Giussano
    Età
    30
    Messaggi
    1,980
    Ringraziato
    748
    Non ho seguito il pontificale questa mattina (non c'è modo di recuperarlo, vero?) ma ho appena sentito l'omelia su youtube. Davvero molto bella, con quello stile che già lo distingueva quando scriveva su Milano7 di Avvenire (ed io ricordo anche da piccolo chierichetto "Pindaro Melodini" su Fiaccolina). Semplice ed insieme profondo.
    O Signore, dai a ciascuno la sua morte. La morte che è il frutto di quella vita in cui aveva amore, senso e necessità (R. M. Rilke)

  4. #44
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    51,979
    Ringraziato
    3384
    Citazione Originariamente Scritto da Atanvarno Visualizza Messaggio
    Non ho seguito il pontificale questa mattina (non c'è modo di recuperarlo, vero?)


    EDIT: Purtroppo il canale Youtube di Catholic Sat è stato cancellato e quindi il video completo del Pontificale il cui link è indicato sopra non è più disponibile.
    Inserisco quindi almeno il video dell'Omelia dell'Arcivescovo così da avere un minimo di ricordo della celebrazione
    Ultima modifica di Ambrosiano; 03-10-2018 alle 19:56
    Oboedientia et Pax

  5. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    Ambrosiano (07-12-2017), Atanvarno (07-12-2017)

  6. #45
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,135
    Ringraziato
    994
    La notizia, ripresa oggi nella pagina di Milano dai maggiori quotidiani, è gia stata data ieri nella Cronaca della diocesi di Milano, ma ritengo opportuna riportarla anche qui sia per renderla più visibile, sia perchè avrà "propaggini" anche sulla prossima ricorrenza di S. Ambrogio.

    I primi esiti della ricognizione dei corpi dei santi maggiori della Diocesi confermano su basi scientifiche le notizie della tradizione: il volto di Ambrogio è quello ritratto nella cappella di San Vittore, confermato il martirio dei fratelli Gervaso e Protaso.


    Come afferma la tradizione, Sant’Ambrogio si era procurato una brutta frattura alla spalla destra in seguito a un incidente e il suo volto doveva essere molto simile a quello raffigurato nel ritratto che compare nel mosaico della cappella di San Vittore in Ciel d’oro, all’interno della Basilica fatta costruire dal santo durante il suo episcopato milanese. Gervaso e Protaso, invocati da Ambrogio “tales ambio defensores”, avevano una ragguardevole statura, furono martirizzati in giovane età ed erano certamente fratelli.

    Questi sono i primi esiti della ricognizione eseguita sui resti dei corpi dei tre santi maggiori della Chiesa ambrosiana, nell’ambito di una campagna di studi multi-disciplinare coordinata dalla professoressa Cristina Cattaneo, Ordinario di Medicina Legale e direttrice del Centro LabAnOf dell’Università Statale dio Milano.

    Dall’esame radiologico e anatomico eseguito risulta, infatti, che i resti di Ambrogio sono quelli di un uomo sano di circa sessant’anni, alto circa 170 cm, con una brutta frattura alla clavicola destra che gli doveva procurare dolori e difficoltà nei movimenti, come lo stesso Ambrogio lamenta nei sui scritti alla sorella Marcellina. Inoltre lo studio della fisionomia del cranio mostra sotto le orbite una marcata asimmetria, dovuta a un evento traumatico sulla cui natura si sta ancora indagando. Tale conformazione conferma, per la prima volta su basi scientifiche, la verosimiglianza attribuita dagli studiosi della storia dell’arte al ritratto del Santo presente nel mosaico della cappella di San Vittore in Ciel d’oro.

    L’esame degli scheletri dei due martiri Gervaso e Protaso, invece, ha rilevato difetti congeniti alle vertebre tali da far suppore un forte legame di consanguineità tra i due. Inoltre entrambi risultano giovanissimi (tra i 23 e i 27 anni), alti oltre cm 180. Uno presenta segni di decapitazione e peculiari lesioni alle caviglie, forse da costrizione forzata. L’altro lesioni da difesa e fratture costali, oltre a segni sospetti di tubercolosi (ancora in corso di studio). Dati che proverebbero il martirio e che potrebbero dare anche indicazioni riguardo alla loro origine geografica. Le indagini microbiologiche sulle ossa mostrano il buono stato di conservazione e l’assenza di segni di degradazione attiva.

    Promossa dalla Basilica di sant’Ambrogio sotto l’alto patrocinio della Diocesi di Milano, in occasione dei 150 anni dal rinvenimento dei tre scheletri (gennaio 1864) e da 50 anni dall’ultima apertura della teca in occasione della traslazione del corpo di Sant’Ambrogio in Duomo (1974), lo studio è stato condotto dall’Università degli Studi di Milano e dall’Istituto Ortopedico Galeazzi, con l’alta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio.

    Il gruppo di ricerca – coordinato dalla prof.ssa Cristina Cattaneo, Ordinario di Medicina Legale dell’Università Statale e direttrice del Centro LabAnOf dello stesso Ateneo – ha eseguito la ricognizione e l’esame antropologico dei resti di Ambrogio, Gervaso e Protaso; la valutazione dello stato di conservazione e le indagini radiografiche e Tac degli scheletri, un esame del sarcofago in porfido che ha contenuto i santi fino alla metà dell’Ottocento, ricerche di archivio e storiografiche.


    Le prossime tappe:
    Martedì 30 ottobre l’Arcivescovo di Milano presiederà il Rito canonico di chiusura dell’Urna dei Santi nella Basilica di Sant’Ambrogio.
    Venerdì 30 novembre, giorno del Battesimo di Sant’Ambrogio nell’anno 374, si terrà una prima giornata di studi per la presentazione al pubblico dei risultati conseguiti.
    Questa pagina del sito della Diocesi offre anche la possibilità di ulteriori approfondimenti tramite video della conferenza di presentazione dei primi risultati delle indagini.
    https://www.chiesadimilano.it/news/c...ie-236417.html
    Ultima modifica di Ambrosiano; 03-10-2018 alle 16:44

Discussioni Simili

  1. San Gennaro, Vescovo e martire, patrono di Napoli
    Di vito la colla nel forum Storia della Chiesa e Agiografia
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 22-08-2011, 13:59
  2. Esercizi spirituali in S. Ambrogio
    Di Ambrosiano nel forum Principale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-11-2007, 17:59
  3. Dedicato a S. Pio V: 30 Aprile (Patrono di questa sezione)
    Di Anselmo nel forum Storia della Chiesa e Agiografia
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 22-04-2007, 21:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •