Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltÓ al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 33 di 33

Discussione: Mappa

  1. #31
    Iscritto L'avatar di InChordisEtOrgano
    Data Registrazione
    Feb 2015
    LocalitÓ
    Archidioecesis Mediolanensis
    EtÓ
    24
    Messaggi
    439
    Ringraziato
    138
    Citazione Originariamente Scritto da lucpip Visualizza Messaggio
    Trezzano Rosa e Grazzago secondo me sono di rito romano, come si evince da questo calendario preso dal sito della ComunitÓ Parrocchiale: http://www.cpmadonnadelrosario.it/wp...giornalino.pdf

    EDIT: Anche Colnago, Cornate d'Adda e Porto d'Adda: http://www.comunitapastoralecornate....-s.-messa.html
    Un'altra parrocchia del decanato di Trezzo di Rito ambrosiano Ŕ quella di Groppello d'Adda, anche li mi Ŕ capitato di suonare delle Messe e il rito era chiaramente ambrosiano
    Laudate Dominum in chordis et organo

  2. #32
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    LocalitÓ
    Milano
    Messaggi
    10,084
    Ringraziato
    978
    Citazione Originariamente Scritto da InChordisEtOrgano Visualizza Messaggio
    Mi ero perso questa bella discussione sulla diffusione del nostro venerabile Rito, ho dato un'occhiata a tutti i messaggi precedenti e devo segnalare che in alcune parrocchie del decanato di Trezzo si celebra attualmente in Rito ambrosiano. Non so con precisione se in tutte o solo in alcune, ma sono certo - perchŔ ci ho suonato alcune Messe, e abbiamo fatto pure i 12 Kyrie - che almeno a Pozzo d'Adda (dove ci sono due parrocchie, quella di Pozzo e quella di Bettola) si celebra in Rito Ambrosiano. Mi raccontavano che fino ad una decina di anni fa in una delle due parrocchie si celebrava in Romano e nell'altra in Ambrosiano, cosa assurda considerando che si tratta di un piccolo comune formato da due piccoli centri abitati distanti forse un paio di chilometri l'uno dall'altro e con lo stesso parroco. Ad ogni modo, da una decina d'anni a questa parte, si Ŕ risolto di celebrare in entrambe le parrocchie in Rito ambrosiano.
    Avevo letto qualche anno fa, ma vallo a ritrovare, di una serie di conferenze per spiegare le peculiaritÓ del rito ambrosiano tenute da mons. Navoni (e mi pare anche mons. Magnoli) in una non bene precisata parrocchia della parte est della diocesi (o almeno io non ne ricordo il nome) in vista del passaggio al rito ambrosiano.
    Se non ricordo male si era nel periodo dell'introduzione del nuovo Lezionario ambrosiano.

    Probabilmente si parlava dunque della parrocchia di Pozzo d'Adda.

    Una situazione analoga, a parti invertite, Ŕ successa a Lomazzo le cui due parrocchie erano anch'esse "ab immemorabili" di due riti diversi.

    L'accordo tra diocesi di Milano e Como del 1981 ha, purtroppo, sancito il passaggio di Lomazzo, insieme a Montorfano, in Diocesi di Como con il contestuale passaggio al rito romano (a Milano mi pare sia passata la parrocchia di Saltrio, che era in diocesi di Como).

    Per Lomazzo la cosa Ŕ stata particolarmente spiacevole perchŔ parroco della parrocchia ambrosiana Ŕ stato per molti anni mons. Moneta Caglio, grande esperto del rito e canto ambrosiano che ora Ŕ sepolto proprio lý. Durante al guerra si Ŕ numerose volte esposto in prima persona per salvare i suoi parrocchiani dalle razzie e retate degli occupanti tedeschi.
    Quando l'arcivescovo Montini vi aveva fatto la visita pastorale era rimasto esterefatto dalla partecipazione di tutto il popolo alla liturgia con il canto ambrosiano. Mons. Moneta Caglio, caratteraccio spigoloso e inflessibile, infatti si era speso assiduamente perchŔ tutti imparassero a cantare in ambrosiano!
    (Il monsignore poi Ŕ stato chiamato a Milano quale preside del PIAMS ed Ŕ stato per lunghi anni Primicerio del capitolo del Duomo).

    E adesso tutto Ŕ stato buttato alle ortiche. Sic transit gloria mundi.........
    Ultima modifica di Ambrosiano; 24-11-2017 alle 16:11

  3. Il seguente utente ringrazia Ambrosiano per questo messaggio:

    Carolum (08-11-2017)

  4. #33
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2007
    LocalitÓ
    VarÚs
    EtÓ
    49
    Messaggi
    7,769
    Ringraziato
    700

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    ............... (a Milano mi pare sia passata la parrocchia di Saltrio, che era in diocesi di Como).
    Con molta approssimazione perchŔ la fonte Ŕ Wikipedia: La maggioranza della popolazione [di Saltrio] Ŕ di religione cristiana appartenenti principalmente alla Chiesa cattolica; il comune ha quattro edifici di culto amministrati da una sola parrocchia dei Santi Gervaso e Protaso, e appartiene oggi all'Arcidiocesi di Milano, ma la sua storia Ŕ del tutto particolare: Saltrio Ŕ appartenuta fin dal Medioevo alla Diocesi di Como, tanto che nel borgo Ŕ in uso il rito romano, rappresentata in loco dal prevosto di Riva San Vitale attraverso la vicina Arzo. L'anomalia si gener˛ nel 1516 allorquando, in seguito al Trattato di Friburgo, tutto il resto del territorio plebaneo pass˛ alla Svizzera: quando nel 1884 il governo svizzero decise la nazionalizzazione delle istituzioni religiose, e fu creata la Diocesi di Lugano, Saltrio si trov˛ isolata dalla propria diocesi e, caso unico in Lombardia, priva di un prevostodi riferimento. Alla situazione si cerc˛ di mettere una pezza dichiarando il paese vicariato foraneo di sÚ stesso, ma fu solo nel 1982 che Carlo Maria Martini mise ordine al problema cambiando diocesi alla parrocchia uniformandola a quelle italiane ad essa circostanti.
    Ultima modifica di Ambrosiano; 24-11-2017 alle 16:11
    Ogni giorno che passa Ŕ un giorno in meno - COMING SOON!

  5. Il seguente utente ringrazia lucpip per questo messaggio:

    Ambrosiano (08-11-2017)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •