Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 413 di 419 PrimaPrima ... 313363403411412413414415 ... UltimaUltima
Risultati da 4,121 a 4,130 di 4188

Discussione: Domande e curiosità sulla LITURGIA AMBROSIANA

  1. #4121
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    5,848
    Ringraziato
    3720
    Citazione Originariamente Scritto da Cardinale Diacono Visualizza Messaggio
    Ma la Messa in Rito Ambrosiano Antico è liberalizzata allo stesso modo del Rito Romano?
    Il Summorum Pontificum vale anche per il Rito Ambrosiano?
    Personalmente ritengo che la ratio con cui Benedetto XVI promulgò il Motu Proprio non era esclusiva del rito romano ma si estendesse quantomeno all'intera chiesa latina.

    Al di là delle opinioni personali però - che per altro personali rimangono, in quanto mai confermate né direttamente né indirettamente dal diretto interessato - in punta di diritto né l'Arcivescovo di Milano dell'epoca né i suoi successori - in qualità di Caporito - hanno mai seguito il Summorum Pontificum con analogo provvedimento che riguardasse il rito ambrosiano perciò, al momento, le celebrazioni in rito ambrosiano antico restano permesse solo con l'indulto dell'Arcivescovo.

  2. Il seguente utente ringrazia Carbonate per questo messaggio:

    coram Deo (10-12-2017)

  3. #4122
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,020
    Ringraziato
    950

    No, non vale.
    Il Motu proprio, proprio per volontà di Benedetto XVI, che lo ha esplicitato chiaramente nel titolo, riguarda il rito romano.
    Se il Papa lo ha detto così chiaramente una ragione ci sarà pure.
    E non vedo allora come se ne possa estendere l'applicazione ipotizzando una ratio diversa da quella esplicitata.

    Gli Arcivescovi che si sono succeduti hanno poi sicuramente valutato se fosse il caso di estenderne l'applicabilità sic et simpliciter al rito ambrosiano oppure mantenere una sorta di liberalizzazione controllata del vecchio rito, cosa che è poi quella che si è perseguita (e che io ritengo sia la strada migliore; ma dato che il mio parere vale meno di zero me lo tengo per me).

  4. Il seguente utente ringrazia Ambrosiano per questo messaggio:

    Carolum (10-12-2017)

  5. #4123
    Iscritto L'avatar di Cardinale Diacono
    Data Registrazione
    Jul 2017
    Località
    Lacco Ameno
    Età
    19
    Messaggi
    128
    Ringraziato
    10
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio

    No, non vale.
    Il Motu proprio, proprio per volontà di Benedetto XVI, che lo ha esplicitato chiaramente nel titolo, riguarda il rito romano.
    Se il Papa lo ha detto così chiaramente una ragione ci sarà pure.
    E non vedo allora come se ne possa estendere l'applicazione ipotizzando una ratio diversa da quella esplicitata.

    Gli Arcivescovi che si sono succeduti hanno poi sicuramente valutato se fosse il caso di estenderne l'applicabilità sic et simpliciter al rito ambrosiano oppure mantenere una sorta di liberalizzazione controllata del vecchio rito, cosa che è poi quella che si è perseguita (e che io ritengo sia la strada migliore; ma dato che il mio parere vale meno di zero me lo tengo per me).
    Allora un prete ambrosiano può celebrare liberamente VO?

  6. #4124
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,020
    Ringraziato
    950
    Citazione Originariamente Scritto da Cardinale Diacono Visualizza Messaggio
    Allora un prete ambrosiano può celebrare liberamente VO?
    Forse non hai letto con attenzione il mio post precedente. Se lo avessi fatto ti saresti risposto di no!

  7. #4125
    Iscritto L'avatar di Cardinale Diacono
    Data Registrazione
    Jul 2017
    Località
    Lacco Ameno
    Età
    19
    Messaggi
    128
    Ringraziato
    10
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Forse non hai letto con attenzione il mio post precedente. Se lo avessi fatto ti saresti risposto di no!
    Ho visto però alcuni casi di celebrazioni in rito amborsiano antico, i sacerdoti hanno un permesso speciale?

  8. #4126
    Gran CierRino L'avatar di coram Deo
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Diocesi di Piacenza - Bobbio
    Messaggi
    9,428
    Ringraziato
    2660

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Cardinale Diacono Visualizza Messaggio
    Ho visto però alcuni casi di celebrazioni in rito amborsiano antico, i sacerdoti hanno un permesso speciale?
    C'è un indulto di GPll del 1988, che subordina la celebrazione al permesso del vescovo diocesano.
    Per il R.R. è superato dal Summorum Pontificum, ma rimane in vigore per il R.A., non "coperto" dal motu proprio di BXVI.
    "Signore, fino a quando?"

  9. #4127
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,020
    Ringraziato
    950
    Lo ridico: forse non hai letto con attenzione i post precedenti.......

    Riporto qui la frase che puoi trovare appena più su nel post di Carbonate:
    .....né l'Arcivescovo di Milano dell'epoca né i suoi successori - in qualità di Caporito - hanno mai seguito il Summorum Pontificum con analogo provvedimento che riguardasse il rito ambrosiano perciò, al momento, le celebrazioni in rito ambrosiano antico restano permesse solo con l'indulto dell'Arcivescovo.
    Come dire dunque che per celebrare VO c'è bisogno di un indulto dell'Arcivescovo e quindi quei sacerdoti lo avevano ricevuto.

    Mi raccomando, stavolta leggi con attenzione!

  10. #4128
    Iscritto L'avatar di Cardinale Diacono
    Data Registrazione
    Jul 2017
    Località
    Lacco Ameno
    Età
    19
    Messaggi
    128
    Ringraziato
    10
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Lo ridico: forse non hai letto con attenzione i post precedenti.......

    Riporto qui la frase che puoi trovare appena più su nel post di Carbonate:

    Come dire dunque che per celebrare VO c'è bisogno di un indulto dell'Arcivescovo e quindi quei sacerdoti lo avevano ricevuto.

    Mi raccomando, stavolta leggi con attenzione!
    Ora ho capito

  11. #4129
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    5,848
    Ringraziato
    3720
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio

    No, non vale.
    Il Motu proprio, proprio per volontà di Benedetto XVI, che lo ha esplicitato chiaramente nel titolo, riguarda il rito romano.
    Se il Papa lo ha detto così chiaramente una ragione ci sarà pure.
    E non vedo allora come se ne possa estendere l'applicazione ipotizzando una ratio diversa da quella esplicitata.

    Gli Arcivescovi che si sono succeduti hanno poi sicuramente valutato se fosse il caso di estenderne l'applicabilità sic et simpliciter al rito ambrosiano oppure mantenere una sorta di liberalizzazione controllata del vecchio rito, cosa che è poi quella che si è perseguita (e che io ritengo sia la strada migliore; ma dato che il mio parere vale meno di zero me lo tengo per me).
    Ma certo

    Intendevo dire che - magari sbaglio, ripeto, è un convincimento personale - ma io non credo che il Papa ritenesse che i motivi in base ai quali riteneva adatto estendere l'uso del rito romano antico in tutto il resto del mondo latino fossero del tutto insussistenti in Lombardia e nelle zone limitrofe.

    Semplicemente ha deciso - e a mio modo di vedere lo ha fatto correttamente, mostrando in questo modo un profondo rispetto delle peculiarità del rito ambrosiano - di non imporre la propria autorità superiore e di limitarsi a legiferare per quel che attiene il rito di cui è a capo, dopo aver esposto i motivi per cui legiferava in tal senso laddove ne aveva la competenza, e lasciando completa libertà all'Arcivescovo di Milano di agire o non agire per quel che riguardava il rito ambrosiano.

    Finora l'Arcivescovo di Milano ha ritenuto opportuno non agire e va bene così.

  12. #4130
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Milano
    Età
    39
    Messaggi
    397
    Ringraziato
    102
    Sono convinto anch’io che il riferimento al solo rito romano sia stato voluto da Benedetto XVI per rispetto verso gli altri riti, il cui compito di legiferare in merito spetta al rispettivo capo-rito. Oltre che corretto dal punto di vista giuridico questo comportamento dimostra ulteriormente il massimo rispetto che Benedetto XVI ha per la liturgia.

    Non è da escludere che in futuro mons. Delpini possa legiferare in merito visto che non è insensibile agli aspetti liturgici e visto che il suo segretario, mons. Fontana, è delegato proprio per il rito ambrosiano antico.





Discussioni Simili

  1. Liturgia Ambrosiana (Informazioni, dettagli, particolarità, ecc.)
    Di chierichetto87 nel forum Liturgia Ambrosiana
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 03-05-2017, 17:30

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •