Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 567
Risultati da 61 a 66 di 66

Discussione: Dignità capitolari / capitolo del Duomo di Milano

  1. #61
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,185
    Ringraziato
    1030
    L'incensazione dell'Arcivescovo durante i Pontificali avviene in due momenti:
    - dopo la lettura del Vangelo, con l'Arcivescovo assiso sulla Cattedra con mitria e pastorale
    - dopo l'incensazione dell'altare all'Offertorio

    L'incensazione dopo il Vangelo è sempre, dico sempre, fatta dall'Arciprete del Duomo.
    Il quale talvolta è solo assistente ed è quindi in piviale, talaltra, più spesso, è concelebrante e quindi in casula/pianeta (oltretutto sempre distinta da quella degli altri concelebranti).

    Ma se guardi con attenzione, dopo che il diacono ha fatto baciare l'Evangeliario, l'Arciprete si porta davanti alla cattedra e incensa l'Arcivescovo.

    Vedi ad esempio qui
    https://www.youtube.com/watch?v=YfLYH1ahw38
    dal minuto 26:15 circa, o qui:
    https://www.youtube.com/watch?v=0Vz3uDM6x10
    dal minuto 18:20.

    Invece l'incensazione all'Offertorio è fatta dal diacono che prende il turibolo direttamente dall'Arcivescovo che ha appena incensato l'altare e che per prima cosa incensa l'Arcivescovo e poi conclude l'incensazione dell'altare girandogli intorno (e poi incenserà il resto del clero e i fedeli).

    Questo è lo schema liturgico sempre usato nei Pontificali.

    Nei Vespri Pontificali è sempre il diacono che incensa l'altare e l'Arcivescovo al Magnificat.

  2. Il seguente utente ringrazia Ambrosiano per questo messaggio:

    Pivialista (06-01-2017)

  3. #62
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,271
    Ringraziato
    3457
    Mons. Claudio Fontana, Canonico minore e Maestro delle Celebrazioni del Duomo di Milano, è stato nominato Segretario particolare dell'Arcivescovo Mario Delpini, mantenendo anche gli incarichi precedenti.
    (fonte: http://www.chiesadimilano.it/news/ch...ni-179819.html)
    «Ego quidem aqua baptizo vos. Venit autem fortior me (...):
    ipse vos baptizabit in Spiritu Sancto et igni»
    (Luc. 3,16)

  4. #63
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,185
    Ringraziato
    1030


    Nomina un po' "strana". Normalmente il ruolo il segretario particolare è decisamente impegnativo e richiede il tempo pieno.
    Non so come mons. Fontana potrà trovare il tempo per svolgere anche le altre attività di cui è responsabile, che non sono poche.

    L'unico pregio della nomina è che nelle trasferte dell'Arcivescovo in Diocesi si risparmia un prete in quanto segretario e cerimoniere erano sempre presenti ed ora sono uniti "in persona Fontanae".

  5. Il seguente utente ringrazia Ambrosiano per questo messaggio:

    Pikachu (10-09-2017)

  6. #64
    Veterano di CR L'avatar di Pivialista
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    18
    Messaggi
    1,507
    Ringraziato
    402
    In effetti è vero...Monsignor Fontana adesso è segretario, maestro delle celebrazioni liturgiche, canonico minore, assistente ecclesiastico della Comunità San Galdino e uno dei delegati per la celebrazione in rito ambrosiano antico.
    Viva il Papa!

  7. #65
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    52,271
    Ringraziato
    3457
    Più che gli incarichi in Arcidiocesi, credo sia molto difficile che possa mantenere la cattedra all'Istituto di Liturgia di Santa Giustina a Padova, visto che l'incarico di segretario particolare dell'Arcivescovo presuppone una presenza quasi quotidiana in Arcivescovado.
    «Ego quidem aqua baptizo vos. Venit autem fortior me (...):
    ipse vos baptizabit in Spiritu Sancto et igni»
    (Luc. 3,16)

  8. #66
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Milano/Lodi
    Età
    39
    Messaggi
    424
    Ringraziato
    111
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio


    Nomina un po' "strana". Normalmente il ruolo il segretario particolare è decisamente impegnativo e richiede il tempo pieno.
    Non so come mons. Fontana potrà trovare il tempo per svolgere anche le altre attività di cui è responsabile, che non sono poche.

    L'unico pregio della nomina è che nelle trasferte dell'Arcivescovo in Diocesi si risparmia un prete in quanto segretario e cerimoniere erano sempre presenti ed ora sono uniti "in persona Fontanae".
    Concordo. C’è anche da dire però che mons. Delpini conosce molto bene la diocesi, tutti i suoi sacerdoti e le relative dinamiche quindi il lavoro del segretario sarà sicuramente più facile rispetto a prima. E immagino anche che i discorsi, le lezioni, gli interventi che il card. Scola faceva normalmente in giro per l’Italia e il mondo verranno meno, almeno inizialmente, dato la diversa “caratura” di mons. Delpini.
    Certamente mons. Fontana non avrà tempo di annoiarsi!

Discussioni Simili

  1. Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 26-02-2017, 23:13
  2. Menorah nel Duomo di Milano? No, un semplice candelabro
    Di Freddi nel forum Liturgia Ambrosiana
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 29-03-2009, 15:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •