Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 14 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 134

Discussione: Cronache della Diocesi di Vallo della Lucania - 2018

  1. #11
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    San Sebastiano: la festa della Polizia Locale approda nei templi

    Sarà la città di Capaccio Paestum a ospitare la festa della Polizia Locale il 20 gennaio 2018 in occasione di San Sebastiano, santo protettore degli agenti della Polizia Locale. La manifestazione, giunta all’ottava edizione, vedrà la partecipazione di numerosi comandi di Polizia Locale provenienti da tutta la Campania. La festa è stata organizzata dal Comando di Polizia Locale di Capaccio Paestum, guidato dal Comandante Antonio Rubini, in stretta sinergia con il Comando di Castellabate, diretto dal Comandante Massimiliano Gabriele Falcone, e con il patrocinio del Comune di Capaccio Paestum. Il programma prevede l’arrivo delle varie delegazioni provinciali alle 14.30 lungo il viale Magna Grecia, nell’area antistante il Parco Archeologico di Paestum, dove saranno accolte dal gruppo delle majorettes di Capaccio Paestum. Alle 15.00 si procederà con una visita guidata all’interno dell’area archeologica e del museo con una “guida” d’eccezione, il direttore Gabriel Zuchtriegel. Alle 16.30, invece, il vescovo della Diocesi di Vallo della Lucania celebrerà la Santa Messa all’interno della Basilica Paleocristiana. Seguiranno, quindi, la benedizione dei veicoli nell’area antistante piazza Basilica e la parata degli stessi mezzi della Polizia Locale lungo viale Magna Grecia, con lampeggiante acceso e gonfalone esterno al lato di ogni veicolo. La giornata in onore di San Sebastiano proseguirà alle 18.00 all’interno della Sala Erica, a piazza Santini, con il convegno “Tecniche Investigative nella Sicurezza Urbana” che vedrà gli interventi del Sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo, del Vice Comandante della Polizia Municipale di Roma, Antonio Di Maggio, del Comandante della Polizia Locale di Sant’Antimo, Biagio Chiariello. Il convegno sarà moderato dal Comandante della Polizia Locale di Castellabate, Massimiliano Gabriele Falcone. Seguirà la premiazione dei Comandi della Provincia di Salerno che si sono distinti per le operazioni di sicurezza urbana. Il programma continua alle 20.00 con un’altra parata dei veicoli che raggiungerà anche le vie di Capaccio capoluogo, prima di rientrare a Paestum, dove la festa terminerà con una cena spettacolo all’hotel Hermanos. Ogni delegazione riceverà l’amaro del Vigile e un piatto ricordo con l’effige tipica del Tuffatore. L’intera giornata sarà trasmessa in diretta streaming sul sito www.a-pl.it

    InfoCilento.it

  2. #12
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    Unità dei Cristiani: Celebrazione Ecumenica Regionale

    La Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani, che quest’anno si celebra dal 18 al 25 gennaio, ha come tema “Potente è la Tua mano, Signore” (Esodo 15,6). Un richiamo esplicito ad invocare con forza l’Unità dei battezzati, affinché la Testimonianza cristiana sia forte e credibile. A tal proposito è stato distribuito in tutte le parrocchie della Diocesi del materiale informativo, utile a sensibilizzare le Comunità alla preghiera e alla riflessione. Come segno tangibile dell’impegno per l’unità sabato 20 gennaio è stata organizzata a Paestum, alle ore 18:00 presso la Basilica paleocristiana, la Celebrazione Ecumenica Regionale della Parola di Dio. Il Vescovo diocesano S.E. Mons. Ciro Miniero incontrerà i rappresentanti delle diverse chiese cristiane per pregare insieme e condividere una riflessione circa il tema proposto.

    Don Marco Torraca, Delegato diocesano per l’Ecumenismo
    diocesivallo.it

  3. #13
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    136 anni fa nasceva nel Cilento monsignor Luigi Guercio

    136 anni fa nasceva e a Santa Maria di Castellabate Luigi Guercio, scrittore e autore di diversi saggi in lingua latina. Si tratta di un personaggio importante, esponente di spicco della corrente letteraria del “latino vivente”. La sua era una famiglia di modeste origini: il papà si chiamava Tommaso, la mamma Caterina Izzo. Giovanissimo entrò nel seminario diocesano dell’abbazia territoriale della Santissima Trinità di Cava. Fu ordinato sacerdote nel 1904 e 4 anni dopo conseguì all’università di Napoli la laurea in lettere classiche nel 1908 con una tesi sui rapporti tra le visioni medioevali e la Divina Commedia, edita l’anno successivo a Roma. Nel primo decennio del ‘900 iniziò la sua attività di insegnante in diversi licei dei mezzogiorno tra cui quelli di Campobasso, Pescara e Sala Consilina. Nel 1950 Don Luigi Guercio, titolare di latino e greco del Liceo Tasso di Salerno, di cui fu anche preside fino al 1952, vinse il primo premio nel “Certamen Capitolinum”, bandito dall’Istituto di Studi Romani con “Phoenix Casinensis”, composizione ispirata all’abbazia di Montecassino martoriata dalle bombe alleate. Due anni dopo analogo successo con “Feriae Anticolenses” (vacanze a Fiuggi). Successivamente dal Vaticano ebbe l’incarico della redazione di testi in latino e fu collaboratore di riviste latine, pubblicando, in versi e in prosa, saggi di composizioni, di traduzioni di autori italiani e di epigrafi. Monsignor Luigi Guercio non dimenticò mai la sua terra natia tant’è che nel 1959 pubblica in latino l’ode O patrii colles, dedicata alla sua Castellabate. Morì il 9 novembre 1962; le sue spoglie riposano nel cimitero di Salerno, la città che nel decennio scorso gli ha intitolato anche una strada. A Castellabate, invece, porta il suo nome l’istituto comprensivo di Santa Maria.

    Fiorenza Di Palma (InfoCilento.it)

  4. #14
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    Costabile Gentilcore Pellegrino alla Badia di Cava


  5. #15
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    Il quadro benedetto da Papa Giovanni Paolo II nel carcere di Vallo

    Nei giorni scorsi ha avuto inizio a Vallo della Lucania la peregrinatio con il quadro della Madonna delle Grazie in preparazione alla festa del decennio del prossimo due luglio. Prima tappa il carcere di Vallo. Il quadro realizzato nel 1988 e Benedetto da san Giovanni Paolo II, abitualmente custodito nella chiesa di san Nicola allo Spio, è stato portato al carcere, dove è stato accolto dai detenuti raccolti nella cappella, con loro la polizia penitenziaria ed il personale del carcere. Don Pietro Sacco cappellano del carcere e don Aniello Adinolfi parroco della Chiesa di Santa Maria e i seminaristi della diocesi hanno guidato la recita del rosario, animato da canti mariani. Presenti rappresentanti del comitato festa decennale e animatori liturgici della parrocchia. Clima di grande fervore e di profonda commozione. A tutti è stata donata una immagine della Madonna delle Grazie con la preghiera del vescovo Ciro Miniero per il decennio. Prossime tappe della peregrinatio del quadro, la clinica Cobellis il 10 febbraio e la rsa di Massa il 24, febbraio. Dopo Pasqua il quadro sarà portato all’ospedale San Luca.

    InfoCilento.it

  6. #16
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    Salento: le funzioni religiose in diretta via webcam

    Tutti i salentini sparsi nel mondo potranno da oggi seguire le funzioni religiose che si tengono nel Comune cilentano direttamente da casa propria. È stata attivata, infatti, una webcam attiva 24ore su 24 dall’interno della chiesa di Santa Barbara. Il servizio, presente sul portale Skyline webcams è stato realizzato in collaborazione con il Comune di Salento. Attraverso la webcam sarà possibile seguire in diretta tutte le messe, un’opportunità non solo per chi è emigrato ma si sente ancora legato alle proprie radici, ma anche per i disabili che non possono muoversi da casa per raggiungere la chiesa. “Tutti i Salentini nel mondo potranno accedere al link e partecipare alle funzioni come se fossero a Salento; e cosi anche le persone anziane ed ammalate! È una delle cose di cui la mia Amministrazione va piu’ fiera”, ha detto il primo cittadino Gabriele De Marco. La Chiesa di Santa Barbara è collocata nel capoluogo, a poca distanza dal municipio. Salento non è l’unico comune ad aver avviato questa iniziativa: webcam live per vedere in diretta le funzioni sono attive anche in una cappella di Agropoli e nella chiesa patronale di Vibonati.

    Fiorenza Di Palma (InfoCilento.it)

  7. #17
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    Furto oro San Pantaleone: le condanne


  8. #18
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    Furto del tesoro di San Pantaleone: condanne per sei banditi

    Furto dell’oro di San Pantaleone. Nell’udienza che si è svolta martedì mattina presso il tribunale di Vallo della Lucania sono stati condannati sei dei sette malviventi catturarti dalle forze dell’ordine. Il giudice ha accolto le richieste di patteggiamento avanzate dai legali degli imputati. I sei malviventi sono stati condannati dai due anni e nove mesi ai tre anni di reclusione. Per tutti un multa di 300 euro e il pagamento delle spese processuali per circa 5 mila euro. Il settimo malvivente, Lacatus Andrei, ha chiesto il rito abbreviato. L’udienza è fissata per il 20 febbraio. I rumeni, che hanno tutti dai 20 ai 30 anni, sono agli arresti domiciliari concessi dal giudice Maria Lamberti agli inizi di novembre. Solo Lacatus è di nuovo in carcere per evasione dai domiciliari. A distanza di quasi un anno dal colpo messo a segno nella cattedrale di San Pantaleone si avvia quindi a chiudersi una triste vicenda per la comunità di Vallo della Lucania. Di fatti la vicenda giudiziaria era già stata definita mesi fa. L’udienza di martedì a distanza esatta di un anno dalla notte del colpo, ha riservato poche novità. Dalla testimonianza di Lacatus presente in aula martedì mattina sono arrivate le scuse alla comunità di Vallo per il gesto criminale. I malviventi avevano chiesto riti alternativi accolti dal pm su cui due giorni fa è arrivata la decisione del giudice. La vicenda é stata seguita con attenzione dalla comunità locale ferita dall’azione criminale perpetrata ai danni del Santo Patrono. L’oro in parte è stato recuperato grazie al lavoro svolto dai carabinieri della compagnia di Vallo al comando del capitano Mennato Malgieri. Il comune di Vallo, con l’avvocato Gaetano Di Vietri e la Parrocchia di San Pantaleone con l’avvocato Gerardo Boccia si sono costituiti parte civile unitamente alla signora Anella Lombardo (avvocato Celestino Sansone) a cui i ladri hanno danneggiato l’auto. All’appello mancherebbe l’ottavo ed ultimo componente della banda. A mettere a segno il colpo furono otto malviventi. Il bottino sarebbe stato poi diviso in dieci. Per tutti resta l’accusa di associazione a delinquere su cui si attende la decisone del procuratore.

    InfoCilento

  9. #19
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    Giornata del Malato 2018 in Diocesi


  10. #20
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Agropoli
    Età
    34
    Messaggi
    751
    Ringraziato
    6

    La statua internazionale della Madonna di Fatima Pellegrina arriva nel Cilento

    Dopo le Missioni Eucaristiche – Mariane realizzate gli anni scorsi presso l’ospedale San Luca in Vallo della Lucania con una partecipazione commossa di centinaia di fedeli, anche quest’anno, in occasione della XXVI Giornata Mondiale del Malato l’Associazione Apostolato Eucaristico Mariano in collaborazione con l’Ufficio della Pastorale della Salute della Diocesi di Vallo della Lucania ripropone l’evento che toccherà nello specifico la Clinica Malzoni e l’Ospedale in Agropoli (dal giorno 6 al 7 Febbraio) e l’Ospedale San Luca in Vallo della Lucania (dal giorno 8 al 9 Febbraio). Giungerà da una missione in Romania nella città di Bucarest la venerata effigie della Madonna di Fatima, calco della lignea realizzata nel 1947 da Suor Lucia. Ad accoglierla, Don Claudio Zanini, Cappellano dell’Ospedale San Luca, Don Silvestro Zammarrelli, responsabile Diocesano della Pastorale della Salute, i Dirigenti delle strutture di ricovero interessate, le autorità civili e militari. È prevista la presenza di Mons. Vescovo Ciro Miniero che presiederà la Celebrazione Eucaristica del giorno 6 Febbraio alla Clinica Malzoni in Agropoli alle ore 16.00 conclusa la quale visiterà insieme con la sacra effigie i reparti della Clinica. Anche in Vallo della Lucania la presenza del nostro Vescovo sarà importante: egli infatti presiederà l’Eucaristia nell’Aula Magna dell’ospedale alle ore 10:00 del giorno 9 Febbraio mentre nel pomeriggio dello stesso giorno dalle ore 14.00 alle ore 16.00 accompagnerà la sacra effigie in alcuni reparti dell’Ospedale. Nelle strutture di ricovero interessate, in occasione della celebrazione della XXVI Giornata Mondiale dell’ammalato, la statua verrà portata in processione per i diversi reparti dove sono previsti numerosi momenti di preghiera e riflessione guidati dal Dott. Vittorio Ambrosioni che opera all’interno dell’Associazione. L’effigie della Madonna di Fatima ripartirà poi per una missione ancora in Diocesi nella parrocchia di Petrosa dove ad accoglierla ci sarà il parroco Don Salvatore Monterosso.

    InfoCilento.it

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •