Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 66 di 66 PrimaPrima ... 1656646566
Risultati da 651 a 660 di 660

Discussione: Cronache dell'Arcidiocesi di Milano - 2020

  1. #651
    Partecipante a CR L'avatar di °Claudio
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Milano
    Età
    52
    Messaggi
    663
    Ringraziato
    3

    Nizza, il coadiutore della Cattedrale: «Non abbiate paura»

    L’abbé Frederic Sanges, vicario a Notre-Dame, risponde a un messaggio di cordoglio e vicinanza citando Giovanni Paolo II: «Accompagniamo nel dolore le famiglie delle vittime»
    di Massimo PAVANELLO


    Con un breve whatsapp abbiamo immediatamente raggiunto, a poche ore dall’attentato, l’abbé Frederic Sanges, vicario parrocchiale della cattedrale di Nizza e responsabile diocesano per la Pastorale del turismo e del tempo libero. «Assicuro la preghiera – in questo momento di lutto – per la tua diocesi di Nizza, ma anche per la Chiesa intera», abbiamo scritto. Per concludere: «Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima. È Vangelo. Ci crediamo. Sentimi vicino».
    Dopo qualche giorno di comprensibile shock, il sacerdote ci ha risposto ringraziando per la vicinanza e – senza concedersi al sociologismo – ha attinto parole di senso dalla celebrazione della solennità dei Santi: «Le giornate scorse sono state molto stressanti – ci ha scritto -. Ieri sera abbiamo potuto celebrare la Messa di riparazione. Un momento di comunione e conforto attorno al Vescovo che ha fatto bene a tutti». Il prete nizzardo, come tutti i suoi confratelli, anche in questo momento delicato non pensa a sé, ma alle persone coinvolte: «Ormai dobbiamo accompagnare nel dolore le famiglie delle vittime». E citando San Giovanni Paolo II, il cui programma ha forgiato una generazione di giovani tra cui quella dell’abbé Frederic, ha chiosato: «Come lo ricordi. Non abbiate paura». Le righe di congedo, infine, ci coinvolgono con una richiesta: «Preghiamo perché i parrocchiani entrino nella via del perdono».
    La celebrazione cui si riferisce il sacerdote francese è quella che si è tenuta la sera del 1° novembre. Il rito di riparazione è necessario quando – all’interno di un luogo sacro – si commette un fatto grave, come un omicidio.
    I sacerdoti hanno celebrato la prima parte, con paramenti color viola. La chiesa è stata immersa nell’oscurità e con l’altare spoglio. Il vescovo ha cosparso le pareti della basilica con l’acqua santa, «segno di conversione» che porta «nel cuore del mistero di un Dio d’amore». La luce si è quindi riaccesa e il vescovo e i sacerdoti hanno indossato abiti bianchi, come simbolo del «passaggio dalle tenebre alla luce». A quel punto è iniziata la messa dedicata alla festa di Ognissanti. La Croce di Cristo presente in ogni chiesa – ha detto il vescovo nella omelia – «è sempre segno dell’accoglienza, segno di un Dio dal cuore e dalle braccia aperte, di un Dio che propone a tutti un cammino di vita».


    PUBBLICATO LUNEDÌ 2 NOVEMBRE 2020
    FONTE

  2. #652
    Vecchia guardia di CR L'avatar di westmalle
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,230
    Ringraziato
    217

    Question

    Citazione Originariamente Scritto da °Claudio Visualizza Messaggio

    È il più anziano diacono permanente per ordinazione presente nella Diocesi di Milano: è stato ordinato 31 anni fa, ad Arborio (Vercelli) dal vescovo di quella Diocesi, monsignor Albino Mensa, il 26 dicembre 1989, nel giorno del primo martire e diacono Santo Stefano.
    A spronare Pietro Zaffaroni di Cadorago (in provincia e Diocesi di Como), a intraprendere la strada del diaconato permanente fu il parroco don Pietro Della Vedova. «Negli anni Ottanta – dice Zaffaroni – non vi era ancora in Diocesi di Milano la scuola di formazione teologica per i diaconi permanenti. La Provvidenza volle che conoscessi un giovane di Trino Vercellese che frequentava il corso di teologia per diaconi presso il Seminario di Vercelli. E così in accordo con il mio vescovo e grazie anche alla sensibilità dell’azienda di meccanica di Fino Mornasco di cui era un tecnico, ho iniziato a frequentare gli studi a Vercelli. Sabato e domenica, poi, svolgevo la mia attività pastorale a Arborio, dove sono stato ordinato diacono. Nel 2000, su richiesta del vescovo ausiliare di Milano per la Zona di Varese, monsignor Marco Ferrari, l’allora arcivescovo di Vercelli, monsignor Tarcisio Bertone, concesse che venissi incardinato nella Diocesi di Milano».
    Che strana vicenda questa, non capisco per quale motivo sia andato fino a Vercelli per poter essere ordinato nel 1989 dicendo che non c'era un percorso di formazione per diaconi permanenti quando l'anno successivo, il 20 ottobre 1990, furono ordinati diaconi sposati Renato Crespi, Emiliano Drago, Andrea Spinelli, Abramo Garavaglia e Renato Locati.
    Questo primo gruppo di uomini sposati aveva ricevuto gli ordini minori già nel 1988 ed erano stati seguiti nella formazione da don Luigi Serenthà sicuramente da prima del 1986. E, cosa ancor più strana nel leggere la vicenda, uno di loro, Emiliano Drago, che all'epoca in cui inizò il percorso per il diaconato era da poco tornato in Italia dopo alcuni anni di volontariato in Africa, era proprio originario di una parrocchia della Diocesi Vercelli.

  3. #653
    Triumviro di Liturgie papali L'avatar di Cardinale Bellarmino
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    36
    Messaggi
    3,298
    Ringraziato
    335

    Premi

    L'Arcivescovo è negativo al Covid19

    Fonte: https://www.chiesadimilano.it/news/c...id-343511.html
    Il Bellarmino insegna con grande chiarezza e con l’esempio della propria vita che non può esserci vera riforma della Chiesa se prima non c’è la nostra personale riforma e la conversione del nostro cuore. (Papa Benedetto XVI, Udienza Generale del 23 febbraio 2011)

  4. #654
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Milano/Lodi
    Età
    41
    Messaggi
    502
    Ringraziato
    153
    E' morto S.E. mons. Marco Ferrari, già vescovo ausiliare di Milano

    Fonte: https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/la-scomparsa-di-monsignor-marco-ferrari-343700.html


  5. #655
    Fedelissimo di CR L'avatar di Cavariese
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Cavaria con Premezzo, decanato di Gallarate arcidiocesidi Milano
    Età
    45
    Messaggi
    4,165
    Ringraziato
    321

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Duomo Visualizza Messaggio
    E' morto S.E. mons. Marco Ferrari, già vescovo ausiliare di Milano

    Fonte: https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/la-scomparsa-di-monsignor-marco-ferrari-343700.html

    Una grave perdita, era un buon prete, un buon vescovo e, soprattutto, un uomo buono.

  6. Il seguente utente ringrazia Cavariese per questo messaggio:

    westmalle (24-11-2020)

  7. #656
    Vecchia guardia di CR L'avatar di westmalle
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,230
    Ringraziato
    217

    Post

    Don Mario Ciceri, prossimo Beato ambrosiano
    La Congregazione delle Cause dei Santi ha promulgato il decreto relativo a un miracolo attribuito all’intercessione del sacerdote morto nel 1945


    Oggi la Sala Stampa vaticana ha dato notizia, nel suo Bollettino, che tra i Decreti promulgati dalla Congregazione delle Cause dei Santi c’è anche quello che riguarda un miracolo attribuito all’intercessione di don Mario Ciceri. Il suo nome – anche nella diocesi di Milano, che pure gli ha dato i natali – è forse poco conosciuto. Eppure ora si appresta a essere un nuovo Beato ambrosiano, anche grazie alla tenacia di una comunità che non ha mai smesso di credere nel suo esempio.
    Nato nell’attuale Veduggio con Colzano l’8 settembre 1900, manifestò ai genitori di voler diventare sacerdote quando aveva circa otto anni. Il suo ideale, maturato osservando come chierichetto il suo parroco, don Carlo Maria Colombo, si consolidò negli anni della formazione, svolta nelle sedi del Seminario diocesano di Milano, dopo un anno al Collegio Gervasoni di Valnegra, dove venivano accolti i ragazzi poveri orientati al sacerdozio. Fu ordinato sacerdote il 14 giugno 1924 e subito destinato alla parrocchia di Sant’Antonino Martire a Sulbiate, più precisamente, nella frazione di Brentana.
    La sua preoccupazione maggiore era per i giovani: promosse l’Azione Cattolica, li invitava a partecipare a ritiri ed esercizi spirituali, lavorava con le sue mani per rendere l’oratorio un luogo accogliente. Anche i malati, specie i più poveri, ricevevano le sue cure. Negli anni della seconda guerra mondiale, contribuì a far sentire meno lontani da casa i giovani militari tramite il bollettino Voce Amica. Don Giovanni Barbareschi l’ha annoverato nel suo libro Memoria di sacerdoti “ribelli per amore” perché accoglieva e trovava rifugio a quanti erano in fuga per motivi politici, senza preoccuparsi della propria incolumità e rischiando anche l’arresto. Non volle accettare altri incarichi, per continuare ad aiutare la gente di Sulbiate e dei paesi vicini.
    Il 9 febbraio 1945, mentre viaggiava in bicicletta di ritorno da Verderio Inferiore, dov’era andato per aiutare nelle confessioni, don Mario fu investito da un biroccio, ovvero da un calesse. Fu soccorso molto tempo dopo e portato in ospedale. Mentre i suoi giovani facevano a gara per donargli il proprio sangue, lui dichiarava di offrire la propria vita per la fine della guerra. Morì il 4 aprile 1945, sacerdote da quasi ventuno anni.
    La comunità parrocchiale di Brentana di Sulbiate, ora parte della Comunità pastorale Regina degli Apostoli, è sempre stata convinta dell’esemplarità del suo antico viceparroco. La sua fama di santità e i suoi ideali sono stati portati avanti dall’Associazione Don Mario Ciceri Onlus, che affianca al volontariato la diffusione della sua vicenda, tanto da essersi resa attore della sua causa di beatificazione e canonizzazione. Il processo diocesano si è svolto tra il 13 settembre 2003 e il 14 maggio 2004, mentre il decreto sull’eroicità delle virtù risale al 1° dicembre 2016.
    Il decreto sul miracolo era da tempo atteso, e nella parrocchia di Sant’Antonino è stato salutato con le campane a festa. Il fatto riguarda Raffaella Di Grigoli, all’epoca una bambina di sette anni. Il 16 settembre 1975 fu ricoverata all’ospedale Valduce di Como, oggi tra quelli in prima linea per la lotta al Coronavirus, dove le venne diagnosticato un “dolicosigma”, ossia un allungamento fuori norma del colon. Due interventi chirurgici in rapida successione non risolsero la sua situazione, tanto che il 30 ottobre 1975 le fu amministrata la Cresima in articulo mortis. Quando neanche un terzo intervento sembrava avere esito positivo, la zia della bambina pensò di ricorrere all’intercessione di don Mario. Informò del caso la sorella del sacerdote, che consegnò alla famiglia un foulard a lui appartenuto. La madre di Raffaella lo posò più volte sul suo corpo, accompagnando il gesto con le sue preghiere, alle quali si unì tutta la famiglia. Il quadro clinico migliorò, tanto che Raffaella fu dimessa il 4 febbraio 1976 e, nel 2005, divenne a sua volta madre di una bambina.

    fonte

  8. #657
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    8,089
    Ringraziato
    5991
    I media diocesani comunicano che i funerali di Mons. Ferrari si celebreranno giovedì alle 11:00 in Duomo.

    Presiede l'Arcivescovo e la concelebrazione è limitata ai soli Vescovi, in ragione delle limitazioni dettate dalla situazione sanitaria.

  9. #658
    Fedelissimo di CR
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    4,461
    Ringraziato
    381
    Stamattina sul sito diocesano è stata annunciata la m0prte, il 23 novembre, di mons. Enrico Cantù. Poi però il link è sparito. Chi ne sa di più?

    https://www.chiesadimilano.it/news/p...tu-343675.html

  10. Il seguente utente ringrazia Marco123 per questo messaggio:

    lucpip (26-11-2020)

  11. #659
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    7,962
    Ringraziato
    767
    Citazione Originariamente Scritto da Duomo Visualizza Messaggio
    E' morto S.E. mons. Marco Ferrari, già vescovo ausiliare di Milano
    «Requiem æternam dona ei, Domine, et lux perpetua luceat ei. Requiescat in pace. Amen».

    «Dio misericordioso,
    che hai chiamato il tuo servo, il Vescovo Marco,
    a far parte del Collegio Episcopale,
    donagli di condividere nel tuo Regno
    la ricompensa promessa ai fedeli ministri del Vangelo.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli» (orazione colletta della Messa per un Vescovo defunto, dal Messale Romano).
    «Inter persecutiones mundi et consolationes Dei peregrinando procurrit Ecclesia».
    (Sant’Agostino, De civitate Dei, XVIII, 51, 2).




  12. #660
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    51
    Messaggi
    8,607
    Ringraziato
    1022

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco123 Visualizza Messaggio
    Stamattina sul sito diocesano è stata annunciata la m0prte, il 23 novembre, di mons. Enrico Cantù. Poi però il link è sparito. Chi ne sa di più?

    https://www.chiesadimilano.it/news/p...tu-343675.html
    e' deceduto il 25 novembre
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •