Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 46

Discussione: Lo studio del latino nella formazione di un sacerdote

  1. #11
    Gran CierRino L'avatar di ITER PARA TUTUM
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    Età
    62
    Messaggi
    8,856
    Ringraziato
    1294

    Premi

    Da noi i sacerdoti più giovani lo conoscono piuttosto bene (in un liceo linguistico direbbero "livello conversazione").
    Diverso il caso dei sacerdoti sedicenti ""conciliari". Una decina di anni fa mi capitò uno, oggi sui 70 anni (forse dovrei postarlo in Umorismo) che nel corso di una conversazione affermava che i libri liturgici antichi sono tanto mal fatti che - a riprova - sul dizionario di latino non c'è "Kyrie Eleison".
    E per forza: sarebbe come cercare "parbleu" sul dizionario di inglese!!!

  2. #12
    Iscritto L'avatar di cardinale1987
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    genova
    Messaggi
    355
    Ringraziato
    6
    Me lo permetto anche io l'off topic (Vox, perdonami..). Eh non è più così scontato come una volta che i sacerdoti, soprattutto quelli giovani conoscano bene il latino, e soprattutto mi riferisco a coloro i quali vengono chiamati a svolgere il loro proprio servizio pastorale nelle parrocchie e non proseguono gli studi dopo i canonici 6 anni di teologia. A tal proposito, mi ricordo che il mio professore di religione del liceo, che è uno dei massimi esperti della filosofia agostiniana in Italia, con il quale resto ancora a distanza di qualche anno in stretto contatto, mi diceva sempre come lui, benché sia un laico ha da sempre contatti con il mondo ecclesiastico ed in particolare con il mondo accademico romano (è stato professore incaricato per un corso alla Lateranense, infatti conosce perfettamente la maggioranza dei vescovi e cardinali della curia romana e inoltre è stato compagno di facoltà a Genova dell'allora don Angelo Bagnasco...), aveva potuto riscontrare come i giovani sacerdoti non conoscessero più in una maniera sufficiente la lingua latina, a differenza di ciò che succedeva alcuni decenni fa, quando i presbiteri lo conoscevano quasi alla perfezione (mia mamma, mi racconta infatti spesso che suo zio lo parlava praticamente meglio dell'italiano); inoltre, anche il mio relatore della tesi triennale di filosofia, che ha insegnato diverso tempo all'Istituto Superiore di Scienze Religiose della mia città, mi ha sottolineato più volte questo aspetto, che vi era a suo avviso molta meno preparazione tra i novelli sacerdoti appena ordinati formati nei seminari per la vita pastorale sia a livello teologico che a livello di conoscenza del latino, mentre permane molto elevata la preparazione di chi ovviamente ha continuato lo studio della teologia fino al massimo grado accademico nelle varie università romane.
    Vi ho riportato questi due esempi che mi sono stati raccontati, non saprei esprimere un giudizio esauriente in proposito, al momento mi potrei soltanto farmi un'idea che segue la linea di questi miei esempi.
    E sapete com'è, i tempi cambiano!
    "Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!"(Karol Wojtyla)

  3. #13
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    46
    Messaggi
    6,310
    Ringraziato
    594

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Vos autem amicos dixi Visualizza Messaggio
    messaggi scorporati dalla discussione "Le nomine di Benedetto XVI"



    Piccolo O.T. : non so a voi ma a me mette un po' di tristezza la precisazione che il vescovo eletto conosce il latino.... cosa che probabilmente dovrebbe essere scontata!
    Cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno: forse lo conosce un po' meglio della media
    .

  4. #14
    Partecipante a CR L'avatar di gionni
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    CECCANO
    Età
    24
    Messaggi
    867
    Ringraziato
    6

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da ITER PARA TUTUM Visualizza Messaggio
    Da noi i sacerdoti più giovani lo conoscono piuttosto bene (in un liceo linguistico direbbero "livello conversazione").
    Diverso il caso dei sacerdoti sedicenti ""conciliari". Una decina di anni fa mi capitò uno, oggi sui 70 anni (forse dovrei postarlo in Umorismo) che nel corso di una conversazione affermava che i libri liturgici antichi sono tanto mal fatti che - a riprova - sul dizionario di latino non c'è "Kyrie Eleison".
    E per forza: sarebbe come cercare "parbleu" sul dizionario di inglese!!!


    Il mio sacerdote è del 1966, quindi non ha neanche cinquant'anni e non sa nulla, ma proprio nulla di latino.
    Vi faccio un esempio: nella festa di S. Sebastiano, compatrono della città di Ceccano, da sempre si canta il Gloria in lingua latina intonato dall'arciprete.
    Quest'anno no: il motivo? Non lo sa. Ma dico io, è o non è la lingua della Chiesa?
    PS: l'anno prossimo, da amante e conoscitore di questa lingua, lo intono io.

  5. #15
    Nikodhimos
    visitatore
    Certo che c'è da essere poco allegri .visto il panorama mondiale della ignoranza della lngua latina,ma anche del greco e dell'ebraico ,che pare non sia neppure obbligatorio presso certe università Pontificie. I motivi ,certo,sono molti, anche quello che si accettano in Seminario giovani che provengono da tutti i tipi e indirizzi scolastici. Questo sarebbe il meno se si prescrivesse non un'ora alla settimana per due sememstri o anche per quattro,ma un anno intero per lo studio di queste tre lingue,un anno da dedicare a questo studio ,cosa ci sarebbe di male?. Il Latino ,come il greco e l'ebraico,se permettete ,dovrebbero essere conosciute,almeno in modo basilare (basterebbe conoscere la grammatica e un poco di sintassi) .Nessuno,io credo ,pretende che si abbia una conoscenza a livello di Cicerone,non serivirebbe neppure.E questo non solo per una conoscenza liturgica,ma anche scritturistica,cosa importantissima,altrimenti,mancano le basi per qualsiasi ragionamento. In fondo se si dovesse diventare Sacerdoti un anno più tardi non cadrebbe il mondo,anzi ,sotto tati aspetti,sarebbe anche meglio,visto che i nostri sacerdoti vengono ordinati ,in media ,intorno ai 25 anni ( e menomale che sono presbiteri -più vecchi per definizione !)

  6. #16
    Cronista di CR L'avatar di Pellegrina
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    a casa mia
    Età
    63
    Messaggi
    7,367
    Ringraziato
    1506
    Domenica 22 aprile 2012, Lourdes, Messa internazionale: al momento della preghiera Eucaristica (in latino) un concelebrante (credo un vescovo) di colore, forse USA, non è stato in grado di leggere (LEGGERE!) poche parole in latino (ha dovuto venirgli in soccorso, suggerendogli, un altro concelebrante)
    Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla (Salmo 23)

  7. #17
    Gran CierRino L'avatar di coram Deo
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Diocesi di Piacenza - Bobbio
    Messaggi
    9,045
    Ringraziato
    2432

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da gionni Visualizza Messaggio

    Il mio sacerdote è del 1966, quindi non ha neanche cinquant'anni e non sa nulla, ma proprio nulla di latino.
    Vi faccio un esempio: nella festa di S. Sebastiano, compatrono della città di Ceccano, da sempre si canta il Gloria in lingua latina intonato dall'arciprete.
    Quest'anno no: il motivo? Non lo sa. Ma dico io, è o non è la lingua della Chiesa?
    PS: l'anno prossimo, da amante e conoscitore di questa lingua, lo intono io.
    Neanch'io, come il tuo parroco, so il latino, ma a furia di sentirlo cantare, "Gloria in Excelsis Deo" so dirlo anch'io!

    Secondo me non è vero che non lo sa, è che si vergogna! Come quelli che sanno il dialetto ma fingono di non saperlo, per darsi un tono!

    E comunque, scusate, ma questa discussione mi ha stupito: io credevo che, anche se non si celebrano più tutti i riti in latino, nei seminari lo si studiasse ancora!

    E' pur sempre la lingua ufficiale della Chiesa!
    "Signore, fino a quando?"

  8. #18
    Nikodhimos
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da coram Deo Visualizza Messaggio
    Neanch'io, come il tuo parroco, so il latino, ma a furia di sentirlo cantare, "Gloria in Excelsis Deo" so dirlo anch'io!

    Secondo me non è vero che non lo sa, è che si vergogna! Come quelli che sanno il dialetto ma fingono di non saperlo, per darsi un tono!

    E comunque, scusate, ma questa discussione mi ha stupito: io credevo che, anche se non si celebrano più tutti i riti in latino, nei seminari lo si studiasse ancora!

    E' pur sempre la lingua ufficiale della Chiesa!
    Come hai ragione!

  9. #19
    CierRino L'avatar di Teofilo89
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Toscana
    Età
    28
    Messaggi
    5,692
    Ringraziato
    13
    però qualcuno lo conosce ancora bene, sennò non si spiega come mai lo sportello automatico dello IOR sia in latino.
    Non licet bovi quod licet Iovi

  10. #20
    Nikodhimos
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Teofilo89 Visualizza Messaggio
    però qualcuno lo conosce ancora bene, sennò non si spiega come mai lo sportello automatico dello IOR sia in latino.
    Teofilo sei il solito...e non dico altro! Però come di diceva una volta "castigat,ridendo,mores". A buon intenditor...con quello che segue

Discussioni Simili

  1. che formazione cattolica avete ricevuto?
    Di portodimare nel forum La Casa del Sondaggio
    Risposte: 200
    Ultimo Messaggio: 05-10-2015, 14:40

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •