Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 46

Discussione: Lo studio del latino nella formazione di un sacerdote

  1. #21
    Veterano di CR L'avatar di Dossofilo
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Santa Margherita Ligure
    Messaggi
    1,492
    Ringraziato
    74

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Veritas et Amor Visualizza Messaggio
    nel seminario di Milano lo studio del latino - per chi non ha fatto il liceo - è relegato ad un corso di alcune ore nell'anno propedeutico; ciò non è gravissimo in quanto è ciò che chiede il cursus della CEI.
    Citazione Originariamente Scritto da don Maurizio Visualizza Messaggio
    Esatto il famoso corso propedeutico di 2 ore alla settimana per 8 mesi, dove ti fanno fare una CORPATA assurda di latino, e dopo 3 mesi non ti ricordi neanche la prima declinazione... che vergogna.
    Eh beh, se si studia un po' più seriamente il latino si è in grado di leggere i tanto vilipesi e sconosciuti "manuali"... ma questa lettura diretta è assai scomoda per molti "professoroni" che girano dalle vostra parti, capaci solo di calunniare quanto non conoscono, pretendendo di ricostruire l'edificio teologico ex novo...

  2. #22
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    -
    Messaggi
    2
    Ringraziato
    0
    Scrivo per raccontare una triste vicenda che avviene nel seminario dove studio: il latino è insegnato solamente per due ore settimanali e solo per un semestre. "Naturalmente" coloro che hanno in precedenza affrontato licei classici e scientifici sono esenti dalla frequentazione del corso e dal sostenimento dell'esame, senza nemmeno pretendere una minima prova...
    Ma il paradosso è il seguente: solo ed esclusivamente ai seminaristi novizi che non hanno mai fatto latino viene concesso un corso ulteriore, ma sapete che lo tiene questo corso? Un seminarista di un paio d'anni più grande che è uscito assai bene da un classico! Cioè, datemi una conferma, soltanto io mi stupisco del fatto che una diocesi non voglia nemmeno permettersi un professore un po' più qualificato? (senza nulla togliere a questo seminarista-insegnante, per altro davvero molto preparato, ma realmente costretto a "perdere tempo" che potrebbe dedicare allo studio)?
    Fatemi sapere se per caso conoscete esperienze simili, così mi tranquillizzo

  3. #23
    CierRino L'avatar di Teofilo89
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Toscana
    Età
    28
    Messaggi
    5,692
    Ringraziato
    13
    cambia seminario. Filosofia l'affidano ai cucinieri?
    Non licet bovi quod licet Iovi

  4. #24
    Iscritto
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    europa
    Età
    39
    Messaggi
    361
    Ringraziato
    0
    Ringraziate il Concilio Vaticano II, e gli scempi della Liturgia che furono effettuati in quella sede.
    Solo nella nostra religione, con una specie di blitz, di incursione para-bellica; è stata stravolta la Liturgia millenaria, l'unica capace di garantire l'esatta perpetuazione delle nostre tradizioni dottrinali, e cerimoniali.
    Chi ha permesso ciò, ha gettato le basi del caos attuale: preti che non conoscono più il latino; seminaristi che , loro malgrado, sono probabilmente costretti ad affidarsi( o meglio buttarsi) nel mare magnum internettiano.In cui è tanto facile affogare, purtroppo .

  5. #25
    Fuocodalcielo
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Salma Visualizza Messaggio
    Ringraziate il Concilio Vaticano II, e gli scempi della Liturgia che furono effettuati in quella sede.
    .

    Non è colpa del Concilio Vaticano II, ma delle interpretazioni libere che via via gli sono state date, per cui ognuno faceva come gli pareva.

  6. #26
    Iscritto
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    europa
    Età
    39
    Messaggi
    361
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Fuocodalcielo Visualizza Messaggio
    Non è colpa del Concilio Vaticano II, ma delle interpretazioni libere che via via gli sono state date, per cui ognuno faceva come gli pareva.
    E dici poco?
    Non avrebbero dovuto toccare nulla, assolutamente.
    Così NESSUNO avrebbe potuto dare la propria "libera interpretazione", come tu affermi .
    La preghiera ha una sua forza intrinseca , sostenuta dalla fede delle generazioni precedenti, che l'hanno ripetuta con amore fiducia, e venerazione; una catena ininterotta di devozione che si è dipanata per quasi due millenni.La forza e la continuità di questa" catena spirituale", è stata di fatto spezzata dalla "nuova" liturgia. Inventata ed imposta, da chi fu molto poco lungimirante.
    Chiudo O.T.

  7. #27
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    49,126
    Ringraziato
    2620
    Citazione Originariamente Scritto da Salma Visualizza Messaggio
    Ringraziate il Concilio Vaticano II, e gli scempi della Liturgia che furono effettuati in quella sede.
    Mi citeresti per favore il documento del Concilio Vat. II in base al quale sarebbero stati effettuati tali "scempi"?
    Oboedientia et Pax

  8. #28
    Iscritto
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    europa
    Età
    39
    Messaggi
    361
    Ringraziato
    0
    Ti dico che le mie nonne e bisnonne sapevano a memoria TUTTE le preghiere IN LATINO.
    Ogni giorno recitavano il Santo Rosario IN LATINO.
    E le mie ave, e bisavole; pure. Andando a ritroso , nel tempo....


    Io sto insegnando le preghiere alla mia bambina in ITALIANO.
    Ti basta, come esempio di scempio apportato alle pratiche religiose nel corpo della Chiesa?


    Cui prodest?

    Pensateci bene.

  9. #29
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Milano
    Età
    56
    Messaggi
    1,852
    Ringraziato
    0

    Premi

    Per fortuna almeno a Lourdes spesso viene usato il latino nella chiesa di san Pio X per le celebrazioni. Mi piacerebbe che almeno in alcune chiese della mia diocesi vi fossero più celebrazioni col Novus Ordo in latino.

  10. #30
    Fuocodalcielo
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Salma Visualizza Messaggio
    E dici poco?
    Non avrebbero dovuto toccare nulla, assolutamente.
    Così NESSUNO avrebbe potuto dare la propria "libera interpretazione", come tu affermi .
    La preghiera ha una sua forza intrinseca , sostenuta dalla fede delle generazioni precedenti, che l'hanno ripetuta con amore fiducia, e venerazione; una catena ininterotta di devozione che si è dipanata per quasi due millenni.La forza e la continuità di questa" catena spirituale", è stata di fatto spezzata dalla "nuova" liturgia. Inventata ed imposta, da chi fu molto poco lungimirante.
    Chiudo O.T.
    Sono assolutamente d'accordo, ed è per questo che il Rosario lo recito in Latino.

    Fortunatamente, nella parrocchia che frequento adesso celebrano col Novus Ordo.

Discussioni Simili

  1. che formazione cattolica avete ricevuto?
    Di portodimare nel forum La Casa del Sondaggio
    Risposte: 200
    Ultimo Messaggio: 05-10-2015, 14:40

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •