Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 36

Discussione: Pontificia Accademia per la Vita: attività e notizie

  1. #21
    Moderatrice L'avatar di AntonellaB
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    8,391
    Ringraziato
    384
    Citazione Originariamente Scritto da aldo12 Visualizza Messaggio
    Io sono per l'accanimento terapeutico.
    L'accanimento terapeutico è crudele e insensato. I macchinari possono tener in vita un cadavere, fargli circolare il sangue e farlo respirare, ma questa resta una violenza nei suoi confronti. Siamo destinati alla vita eterna e quando il Signore chiama, lasciamo andare.
    Finchè....non ritorni....il Signore!

  2. 3 utenti ringraziano per questo messaggio:

    Aleksej (17-11-2017), Messa (18-11-2017), TGC (17-11-2017)

  3. #22
    Gran CierRino L'avatar di coram Deo
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Diocesi di Piacenza - Bobbio
    Messaggi
    9,599
    Ringraziato
    2760

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da nofear Visualizza Messaggio
    E' una scelta.

    S. Giovanni Paolo II l'ha rifiutato, alla fine.
    Perché era in casa sua...
    Quando dissi la mia idea, un medico, seccato, mi disse che non si trattava di accanimento, bensì di garantire le normali cure ad una persona ammalata. Mi disse anche che, se volevo, potevo portare a casa mio nonno e, là, farlo morire come meglio credevo, ma così togliendogli anche la pur piccola speranza (ma quale?) di rimettersi in salute.
    Ora, in realtà le speranze erano pari a zero, fatti salvi i miracoli; e se me ne accorgevo io, come non se ne rendevano conto i medici?
    "Signore, fino a quando?"

  4. #23
    Gran CierRino L'avatar di coram Deo
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Diocesi di Piacenza - Bobbio
    Messaggi
    9,599
    Ringraziato
    2760

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da AntonellaB Visualizza Messaggio
    L'accanimento terapeutico è crudele e insensato. I macchinari possono tener in vita un cadavere, fargli circolare il sangue e farlo respirare, ma questa resta una violenza nei suoi confronti. Siamo destinati alla vita eterna e quando il Signore chiama, lasciamo andare.
    Una mia collega ha ricoverato sua madre, malata terminale di cancro, in un “hospice” in cui si praticano cure palliative.
    Ha parlato con una dottoressa, la quale le ha confessato di avere scelto con gioia di trasferirsi lì dall’ospedale, dove, a suo dire, ci si ostina ormai irrazionalmente a curare anche ciò che è evidentemente incurabile.
    Quando ha comunicato la sua scelta, moltissimi colleghi l’hanno disapprovata e quasi derisa, reputando che il suo andarsi ad occupare di cure palliative fosse un gettare la spugna, un’ammissione di fallimento, un venir meno alla missione del medico…

    "Signore, fino a quando?"

  5. #24
    Moderatrice L'avatar di AntonellaB
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    8,391
    Ringraziato
    384
    Citazione Originariamente Scritto da coram Deo Visualizza Messaggio
    Perché era in casa sua...
    Quando dissi la mia idea, un medico, seccato, mi disse che non si trattava di accanimento, bensì di garantire le normali cure ad una persona ammalata. Mi disse anche che, se volevo, potevo portare a casa mio nonno e, là, farlo morire come meglio credevo, ma così togliendogli anche la pur piccola speranza (ma quale?) di rimettersi in salute.
    Ora, in realtà le speranze erano pari a zero, fatti salvi i miracoli; e se me ne accorgevo io, come non se ne rendevano conto i medici?
    Non bisogna confondere l'accanimento terapeutico con la cura di cui ogni persona ha diritto fino alla morte naturale. La cura non necessariamente può rimettere in salute il paziente, ma può eliminargli i dolori, lo può idratare, ed essere comunque di sollievo.
    Finchè....non ritorni....il Signore!

  6. #25
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    54
    Messaggi
    2,643
    Ringraziato
    798
    Citazione Originariamente Scritto da aldo12 Visualizza Messaggio
    Io sono per l'accanimento terapeutico.
    Per te stesso o per tutti?

  7. #26
    Veterano di CR L'avatar di aldo12
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    vicenza
    Messaggi
    1,982
    Ringraziato
    354
    Citazione Originariamente Scritto da AntonellaB Visualizza Messaggio
    L'accanimento terapeutico è crudele e insensato. I macchinari possono tener in vita un cadavere, fargli circolare il sangue e farlo respirare, ma questa resta una violenza nei suoi confronti. Siamo destinati alla vita eterna e quando il Signore chiama, lasciamo andare.
    Non sempre l'accanimento terapeutico è crudele ed insensato.

  8. #27
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    5,974
    Ringraziato
    3795
    Citazione Originariamente Scritto da aldo12 Visualizza Messaggio
    Non sempre l'accanimento terapeutico è crudele ed insensato.
    L'accanimento terapeutico per definizione lo è.

    Il problema è avere ben chiaro che cos'è l'accanimento terapeutico. E, in media, non è quello che gli avanguardisti della legge sul fine vita per "modernizzare l'Italia" sostengono...

    Nutrizione e idratazione non sono accanimento terapeutico, ad esempio.

  9. #28
    Cronista di CR L'avatar di Pellegrina
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    a casa mia
    Età
    64
    Messaggi
    7,973
    Ringraziato
    1752
    Citazione Originariamente Scritto da aldo12 Visualizza Messaggio
    Io sono per l'accanimento terapeutico.
    E sbagli! Perchè la Chiesa stessa (come è chiaramente indicato nel CCC già da molto tempo, e non solo da ieri "perchè l'ha detto Papa Francesco") è contro l'accanimento terapeutico.
    Tu dici che non sempre è inutile e insensato: ma scusa, lo dice la parola stessa: "accanimento"! Più chiaro di così!
    Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla (Salmo 23)

  10. #29
    Veterano di CR L'avatar di aldo12
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    vicenza
    Messaggi
    1,982
    Ringraziato
    354
    Citazione Originariamente Scritto da Pellegrina Visualizza Messaggio
    E sbagli! Perchè la Chiesa stessa (come è chiaramente indicato nel CCC già da molto tempo, e non solo da ieri "perchè l'ha detto Papa Francesco") è contro l'accanimento terapeutico.
    Tu dici che non sempre è inutile e insensato: ma scusa, lo dice la parola stessa: "accanimento"! Più chiaro di così!
    Mica tanto che sbaglio. Non è per spirito di polemica che affermo questo.... o per essere bastian contrario.
    Ho le mie ragioni.....come hanno le loro quelli che non sono per l'accanimento terapeutico... Ma non per questo le loro ragioni sono le ragioni che potrebbero far diventare sbagliate le ragioni altrui.

    Quando si parla di accanimento terapeutico non bisogna solo pensare al vecchio di 95 anni o al malato di SLA terminale che si è stancato ( lo posso anche capire ma non me la sento di giustificarlo) di vivere .
    Ultima modifica di aldo12; 18-11-2017 alle 07:42

  11. #30
    Cronista di CR L'avatar di Pellegrina
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    a casa mia
    Età
    64
    Messaggi
    7,973
    Ringraziato
    1752
    Citazione Originariamente Scritto da aldo12 Visualizza Messaggio
    Mica tanto che sbaglio. Non è per spirito di polemica che affermo questo.... o per essere bastian contrario.
    Ho le mie ragioni.....come hanno le loro quelli che non sono per l'accanimento terapeutico... Ma non per questo le loro ragioni sono le ragioni che potrebbero far diventare sbagliate le ragioni altrui.
    Quando si parla di accanimento terapeutico non bisogna solo pensare al vecchio di 95 anni o al malato di SLA terminale che si è stancato ( lo posso anche capire ma non me la sento di giustificarlo) di vivere .
    Ed ecco la radice del tuo errore! Quando si parla di "accanimento terapeutico", non si fa riferimento ad una persona anziana o incurabile "che si è stancata di vivere"... L'accanimento di cui si parla è quello di certi medici (o pazienti o loro famigliari) che insistono nella somministrazione di cure e terapie che non portano a nessun giovamento per il paziente: nè in termini di guarigione, nè in termini di alleviare le sue sofferenze, anzi al contrario possono essere invasive e/o dolorose.
    Ti faccio un esempio: un tumore incurabile e inoperabile, non c'è nessun reale vantaggio a voler sottoporre il paziente a un trattamento chemioterapico, che non solo non porterà alcun vantaggio terapeutico, ma nemmeno di benessere, in quanto - si sa - è un trattamento invasivo e dai numerosi effetti collaterali. (Ti faccio questo esempio, perchè parlo di qualcosa che conosco per esperienza diretta: la mia mamma era uno di questi casi, e la primaria dell'hospice ha sconsigliato una terapia che non sarebbe servita a nulla, se non a procurarle delle inutili sofferenze, in cambio di cosa? di una settimana o due di vita in più? Se n'è andata serenamente, senza soffrire - grazie alle cure palliative - e con la sua dignità e tutti i suoi capelli, ancora neri all'età di 80 anni!)
    Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla (Salmo 23)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •