Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 96 1231151 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 953

Discussione: Violenze e persecuzioni contro i cristiani nel mondo

  1. #1
    Iscritto L'avatar di Gilbert
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    240
    Ringraziato
    2

    Exclamation Violenze e persecuzioni contro i cristiani nel mondo

    LA CHIESA PERSEGUITATA

    Violenze e persecuzioni verso i cattolici e i cristiani in generale nel mondo.






    www.repubblica.it

    Somalia, uccisa operatrice umanitaria italiana
    "Omicidio forse collegato a polemiche Papa"
    A sostenerlo è una fonte islamica locale citata da Reuters




    Miliaziani per le vie di Mogadiscio

    MOGADISCIO - Una operatrice umanitaria italiana, una suora di 70 anni che lavorava in un ospedale pediatrico, è stata uccisa oggi a Mogadiscio. Fonti ospedaliere hanno riferito che la donna, che stamane era stata gravemente ferita da uomini armati che avevano ucciso la sua guardia del corpo, è morta dopo un intervento eseguito all'ospedale di Modadiscio, per cercare di salvarle la vita.

    Una fonte somala islamica citata dall'agenzia Reuters sostiene che esiste "un alto grado di possibilità" che l'omicidio sia collegato alla polemica suscitata recentemente dall'intervento del Papa sulla religione musulmana. "C'è una possibilità molto alta che che l'ha uccisa sia molto arrabbiato con il Papa cattolico per i suoi recenti commenti contro l'Islam", sostiene la fonte. I miliziani islamici che controllano la capitale avrebbero già arrestato un sospetto.

    "E' morta nel pronto soccorso dell'ospedale per la gravità delle ferite subite", ha riferito Ali Mohamed Hassan, medico dell'ospedale pediatrico dove la suora lavorava da anni, "era stata raggiunta da tre colpi alle spalle".

    Nell'ottobre del 2003 a Mogadiscio è stata uccisa a colpi di fucile nella sua abitazione Annalena Tonelli, una volontaria italiana che operava in Somalia da oltre vent'anni.
    Ultima modifica di Gilbert; 17-09-2006 alle 23:11
    "All'inizio dell'essere cristiano non c'è una decisione etica o una grande idea, bensì l'incontro con un avvenimento, con una Persona" (Benedetto XVI, Deus Caritas Est, 1)

  2. #2
    Iscritto L'avatar di Gilbert
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    240
    Ringraziato
    2
    17 set 16:49 Somalia: suora uccisa, un arresto
    MOGADISCIO (Somalia) - Uno dei presunti assassini della suora italiana uccisa oggi a Mogadiscio, in Somalia, e' stato arrestato, mentre un altro e' riuscito a fuggire. Lo ha reso noto Yusuf Mohamed Siad, capo della Sicurezza delle Corti Islamiche, il movimento estremista che ha preso il controllo della capitale somala. Secondo Siad, gli assassini di suor Leonella "potrebbero essere persone seccate per il discorso del Papa, che ha provocato la rabbia degli islamici di tutto il mondo".

    "Persone seccate"?!
    Ultima modifica di Gilbert; 17-09-2006 alle 18:02
    "All'inizio dell'essere cristiano non c'è una decisione etica o una grande idea, bensì l'incontro con un avvenimento, con una Persona" (Benedetto XVI, Deus Caritas Est, 1)

  3. #3
    dario
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da TheTexan Visualizza Messaggio
    i musulmani hanno la jihad, uccidono una suora, fanno attentati su civili e noi stiamo zitti a dire "povera, i birbantelli non dovevano farlo".
    Gentile amico,
    Essendomi già presentato in un altro post, non vorrei ridondare e, quindi, vado al punto in discussione... sul concetto del "jihad". Un po' troppo enfatizzato. Come ho già scritto non è un concetto assoluto ma va relazionato, almeno, con i concetti di "dar-al-Islam" e "dar-al-harb". Ergo, non è possibile che si alzi una persona ed invochi lo "jihad"... e la "guerra" inizia. Non è possibile, ci vogliono determinate, specifiche, ed unanime, situazioni particolari.
    L'uccisione della suora, preghiere e pace sulla sua anima e ricordo, rimane una uccisione estrana al "jihad". Se, dove è successo l'omicidio, si applica la "sharia"... c'è la possibilità che chi ha effettuato l'omicio, della "sorella" suora, venga condannato a morte...
    Non farti influenzare dalle visioni politiche, enfatizzate da alcuni mass-media, di alcuni stati nazionali che sono in guerra.
    Ti faccio un esempio con una domanda: ritieni che, nella religione islamica, tutti concordano che ci sia lo "jihad" in Palestina?.
    Mia risposta: non tutti concordano. Infatti, ci sono discussioni aperte.
    Quindi, il concetto di "jihad" non è così assoluto come qualche nazione, con forti servizi segreti, vuole fare credere... servizi segreti che, per fini interni nazionali, riescono a far passare "la trascendenza dello jihad". E qualcuno ci crede pure.
    Grazie per la tua attenzione e a risentire le tue opinioni...

    Dario

  4. #4
    dario
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da TheTexan Visualizza Messaggio
    Dario ciao e benvenuto. Ho generalizzato per forza di cose, la Jihad li' molti la ritengono una cosa effettiva e da fare. A me fa alterare (questo era il senso del discorso) il silenzio che c'e' dalla nostra parte... Don Santoro, questa Suora, panico per due vignette, quasi guerra per una frase (modificata) del Papa... insomma non esageriamo.
    Ti ringrazio per il benvenuto e ricambio.
    Difficile sintetizzare quando ci sono molti argomenti da discutere. Partiamo da qualcuno e magari qualcun altro lo discuteremo in seguito.
    Sul "jihad"... come ho scritto, è un evento possibile all'interno dell'Islam. Tenendo presente che quando parliamo di Islam, intendiamo diversi approcci operativi: dal wahabismo ai drusi. Non esiste un unico approccio all'Islam. Diversi approcci che hanno, per la maggior parte, elementi in comune ed, anche, alcuni elementi diversi. Quando si parla di religione islamica, si deve tener presente lo spettro degli approcci. Questo si riflette anche sulla nozione di "jihad"... non esiste una applicazione univoca. La versione accreditata da alcuni servizi segreti di alcune nazioni... è versione errata. Non è possibile che una persona singola, o gruppo di persone, dichiari un "jihad" senza specifici elementi e senza approvazione dell'umma dei fedeli.
    Che qualcuno, poi, utilizzi, sia all'interno dell'Islam e sia all'esterno dell'Islam, lo "jihad" per ottenere fini politici mascherati da finalità religiose... possibile ma non è "jihad" conforme ai testi islamici. Si tratta di "guerra", o "lotta", politica mascherata da "jihad"... si cerca di utilizzare la religione per ottenere finalità politiche.
    Un discorso, un po' più lungo, andrebbe fatto, anche con altri amici, sulla situazione all'interno della chiesa, intesa come comunità di fedeli, cattolica.
    Personalmente, noto:
    a) scarsa elaborazione culturale nell'interpretare i fenomeni;
    b) connessione con alcuni partiti politici italiani che sono più strutture aziendalistiche private che partito politico pubblico;
    c) forte presenza della visione "filosofica" di Comunione e Liberazione a scapito di altre valenze portate da altri gruppi;
    d) mancanza di considerazione sull'insieme dei gruppi dei fedeli.
    Su questi elementi... vogliamo aprire una discussione oppure si deve solo discutere delle elaborazioni, con finalità interne, di alcuni servizi segreti...
    Grazie, ciao ed a risentirci...

    Dario

  5. #5
    Nuovo iscritto L'avatar di Debby
    Data Registrazione
    May 2006
    Età
    34
    Messaggi
    1
    Ringraziato
    0

    Exclamation mi sfugge qualcosa..?!

    Ma mi sfugge qualcosa...?
    Muore una suora per dei fomentati islamici( e tanti altri cristiani ne sono morti)e chi è che deve chiedere scusa.....? il Papa..??
    A me sembra che dovrebbero chiedere scusa questi grandi rappresentanti islamici che fomentano le folle (anche i cosi detti moderati) e sono loro che fanno succedere queste cose!

    non trovate ci sia qualcosa che non va in tutto ciò....???!


  6. #6
    dario
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Debby Visualizza Messaggio
    Ma mi sfugge qualcosa...?
    Muore una suora per dei fomentati islamici( e tanti altri cristiani ne sono morti)e chi è che deve chiedere scusa.....? il Papa..??
    A me sembra che dovrebbero chiedere scusa questi grandi rappresentanti islamici che fomentano le folle (anche i cosi detti moderati) e sono loro che fanno succedere queste cose!
    non trovate ci sia qualcosa che non va in tutto ciò....???!
    Gentile Debby,

    Forse non ci siamo intesi... l'uccisione della suora, trattasi di omicidio non di "jihad". Chiedi a qualsiasi islamico... e vedrai la risposta.
    Ti potrei domandare: come mai qualcuno la "spaccia" come "jihad"?.
    Sul perchè poi una persona ha ucciso una suora... beh andrebbe fatta una analisi sociale delle situazioni che hanno creato il tragico fatto. Ma trattasi sempre di omicidio.
    Ciao e grazie per la tua attenzione. A risentirci...

    Dario

  7. #7
    Iscritto L'avatar di Gilbert
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    240
    Ringraziato
    2
    Citazione Originariamente Scritto da dario Visualizza Messaggio
    .
    Un discorso, un po' più lungo, andrebbe fatto, anche con altri amici, sulla situazione all'interno della chiesa, intesa come comunità di fedeli, cattolica.
    Personalmente, noto:
    a) scarsa elaborazione culturale nell'interpretare i fenomeni;
    b) connessione con alcuni partiti politici italiani che sono più strutture aziendalistiche private che partito politico pubblico;
    c) forte presenza della visione "filosofica" di Comunione e Liberazione a scapito di altre valenze portate da altri gruppi;
    d) mancanza di considerazione sull'insieme dei gruppi dei fedeli.
    Su questi elementi... vogliamo aprire una discussione oppure si deve solo discutere delle elaborazioni, con finalità interne, di alcuni servizi segreti...
    Grazie, ciao ed a risentirci...

    Dario
    Queste considerazioni, di cui peraltro non si capisce bene dove vogliano andare a parare, sono completamente OT.
    "All'inizio dell'essere cristiano non c'è una decisione etica o una grande idea, bensì l'incontro con un avvenimento, con una Persona" (Benedetto XVI, Deus Caritas Est, 1)

  8. #8
    Iscritto L'avatar di Fortiter Non Trepide
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Roma
    Età
    48
    Messaggi
    113
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Debby Visualizza Messaggio
    Ma mi sfugge qualcosa...?
    Muore una suora per dei fomentati islamici( e tanti altri cristiani ne sono morti)e chi è che deve chiedere scusa.....? il Papa..??
    A me sembra che dovrebbero chiedere scusa questi grandi rappresentanti islamici che fomentano le folle (anche i cosi detti moderati) e sono loro che fanno succedere queste cose!

    non trovate ci sia qualcosa che non va in tutto ciò....???!

    Queste richieste di scuse fatte anche da politici italiani mi sono suonate come se si pretendessero delle scuse da Nostro Signore, per allocuzioni polticamente poco corrette. Ricordiamo la macina legata al collo di chi dà scandalo ai bambini?. Ma chi siamo noi per pretendere scusa? Davvero abbiamo avuto il coraggio di scagliare la prima pietra? Ma il discorso all'università è stato davvero letto? Non è davvero condivisibile dire che la fede non la si può imporre a fil di spada?
    Le polemiche in occidente sono cavalcate da una parte per dissoterrare l'ascia di guerra contro la cristianità e chi la rappresenta, dall'altra per una sempre piu crescente vigliaccheria nei confronti dei prepotenti che devono essere mantenuti a tutti i costi buoni rassegnandosi a tutte le loro angherie.

  9. #9
    dario
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Debby Visualizza Messaggio
    La loro la regione, quella islamica è base e fondamento della loro vita e della politica..è la base di tutto il sistema! ma questa base dove poggiano è davvero una base giusta?
    vi siete mai letti il corano?
    mi sembra chiaro da ciò che accede nel mondo...che c'è qualcosa che non va!
    c'è davvero tutta questa differenza tra un islamico moderato e un fondamentalista? c'è questa netta distinzione?
    Gentile Debby,

    Solo su alcuni punti...
    1. La distinzione tra Islam moderato e fondamentalista è più nella mente di qualche teorico dei "servizi" di qualche nazione che nella realtà. Nell'applicazione, non esiste un Islam fondamenalista che si contrappone ad un Islam moderato. Esistono solo dei principii sui quali i fedeli concordano o meno. Quali siano i principii è fonte di discussione sia teorica sia pratica.
    2. Esiste una ermeneutica del Corano. Come per qualsiasi libro sacro.
    3. Cercate di comprendere l'Islam senza farvi condizionare dagli approcci teorici sviluppati da qualche "servizio" per fini interni, di certe nazioni, ed esterni ( di relazioni internazionali ).
    Grazie e ciao...

    Dario

  10. #10
    Iscritto L'avatar di Gilbert
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    240
    Ringraziato
    2
    Aiuto alla Chiesa che Soffre
    http://www.acs-italia.org/index.html
    "All'inizio dell'essere cristiano non c'è una decisione etica o una grande idea, bensì l'incontro con un avvenimento, con una Persona" (Benedetto XVI, Deus Caritas Est, 1)

Discussioni Simili

  1. i cristiani nel mondo.
    Di isvaldo nel forum Ecumenismo e Dialogo
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 30-09-2010, 10:37
  2. Il male nel mondo
    Di est modus nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 10-03-2007, 01:04

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •