Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 96 di 97 PrimaPrima ... 468694959697 UltimaUltima
Risultati da 951 a 960 di 966

Discussione: Violenze e persecuzioni contro i cristiani nel mondo

  1. #951
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    51,633
    Ringraziato
    3313
    #24febbraio #ColosseoRosso: l'iniziativa per i cristiani perseguitati nel mondo
    All'evento di sabato, organizzato da ACS, saranno presenti i parenti di Asia Bibi e una giovane nigeriana fuggita dalla schiavitù dei Boko Haram. Nella mattinata, l'incontro con Papa Francesco

    Sabato 24 febbraio alle ore 18:00, il più famoso simbolo di Roma, il Colosseo, si illuminerà di rosso come segno di solidarietà con tutti i perseguitati a causa della fede. L’iniziativa è promossa da ACS - Aiuto alla Chiesa che Soffre - la Fondazione Pontificia che supporta i cristiani oppressi in 140 Paesi di tutto il mondo.

    Contemporaneamente, la Cattedrale maronita di Sant’Elia ad Aleppo in Siria, e la Chiesa di San Paolo a Mosul in Iraq, saranno illuminate di rosso, simbolo del sangue dei Cristiani recentemente martirizzati.


    fonte: Vatican News
    Oboedientia et Pax

  2. #952
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    412
    Ringraziato
    121
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    #24febbraio #ColosseoRosso: l'iniziativa per i cristiani perseguitati nel mondo
    All'evento di sabato, organizzato da ACS, saranno presenti i parenti di Asia Bibi e una giovane nigeriana fuggita dalla schiavitù dei Boko Haram. Nella mattinata, l'incontro con Papa Francesco

    Sabato 24 febbraio alle ore 18:00, il più famoso simbolo di Roma, il Colosseo, si illuminerà di rosso come segno di solidarietà con tutti i perseguitati a causa della fede. L’iniziativa è promossa da ACS - Aiuto alla Chiesa che Soffre - la Fondazione Pontificia che supporta i cristiani oppressi in 140 Paesi di tutto il mondo.

    Contemporaneamente, la Cattedrale maronita di Sant’Elia ad Aleppo in Siria, e la Chiesa di San Paolo a Mosul in Iraq, saranno illuminate di rosso, simbolo del sangue dei Cristiani recentemente martirizzati.


    fonte: Vatican News
    Quest'anno la Giornata dei missionari martiri (24 marzo) coincide con la vigilia delle Palme, per noi ambrosiani Sabato in Traditione Symboli.

  3. #953
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    51,633
    Ringraziato
    3313
    Citazione Originariamente Scritto da Johannes Colombo Visualizza Messaggio
    Quest'anno la Giornata dei missionari martiri (24 marzo) coincide con la vigilia delle Palme, per noi ambrosiani Sabato in Traditione Symboli.
    Sì, ma l'iniziativa sopra riportata si svolgerà oggi, 24 febbraio e non riguarda i missionari martiri ma tutti i cristiani perseguitati.
    Oboedientia et Pax

  4. #954
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    412
    Ringraziato
    121
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Sì, ma l'iniziativa sopra riportata si svolgerà oggi, 24 febbraio e non riguarda i missionari martiri ma tutti i cristiani perseguitati.
    Ho visto. Se non sbaglio, è già qualche anno che a Roma si fa. Andrebbe estesa ad altre città.

  5. #955
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    51,633
    Ringraziato
    3313
    Card. Parolin al Colosseo: non può esistere un Medio Oriente senza cristiani
    La potenza del Signore agisce nei martiri cristiani: così il Segretario di Stato Vaticano cardinale Pietro Parolin portando il saluto del Papa alla manifestazione che ha visto il Colosseo colorarsi di rosso per ricordare il sangue dei cristiani dei primi secoli

    Michele Raviart e Gabriella Ceraso-Città del Vaticano

    “Per vincere l’indifferenza” contro i cristiani perseguitati nel mondo è stato scelto il simbolo per eccellenza di Roma, il Colosseo, che questa sera si è illuminato di rosso, il colore del sangue dei martiri. Un’iniziativa dedicata ai cristiani discriminati nel mondo per la loro fede,ai martiri in particolare in Siria ed in Iraq. Per questo a colorarsi di rosso sono state anche la Chiesa di San Paolo a Mosul, città recentemente liberata dall’occupazione degli estremisti dello Stato Islamico, che avevano cacciato tutta la popolazione cristiana, e la cattedrale maronita di Sant' Elia ad Aleppo, città simbolo della guerra che da sette anni sta devastando la Siria.

    L'indifferenza del mondo
    “Il saluto e la vicinanza del Papa” a tutti coloro che nel mondo si sono uniti oggi per ricordare i cristiani perseguitati, lo ha portato il Segretario di Stato Vaticano cardinale Pietro Parolin nel suo intervento alla manifestazione organizzata da Aiuto alla Chiesa che soffre. Il porporato ha evidenziato il “silenzio”, l’”indifferenza”, l’”inerzia” del mondo nei confronti delle sofferenze fisiche e morali dei perseguitati per la loro fede, non solo cristiani. Oggi come nei primi secoli, ha detto citando le parole del Papa, la “Chiesa è chiesa di martiri e l'anfiteatro Flavio ce lo ricorda". "Stasera ricordiamo tute le vittime dell'odio" e tutti coloro che sono privati della " libertà religiosa", lamentando il propagarsi di "una mentalità che non concede spazio per l'altro, "non integra, ma sopprime".

    Tornando a Dio possiamo essere artefici di pace
    Il cardinale Parolin ha testimoniato il digiuno e la preghiera che il Papa ha osservato per la Giornata del 23 febbraio dedicata al Sud Sudan e alla Repubblica democratica del Congo, ma in generale a tutti i Paesi in guerra; ha ribadito l'impegno e il sostegno continuo della Santa Sede per un Medio Oriente pacificato, soccorso dal punto di vista umanitario e sottoposto ad un progetto reale di negoziati. Non può esistere" un Medio Oriente senza i cristiani e senza il loro contributo". Il porporato ha incoraggiato a "tornare a Dio" per poter "essere artefici di pace" e "ricucire i rapporti umani e sociali". Presenziare alla manifestazione di Acs, ha sottolineato ancora, vuol dire anche"ribadire la potenza del Signore che agisce nei martiri di oggi che sono come il "chicco di grano che porta frutto", sono "testimoni del messaggio salvifico di Cristo".

    No alla logica perfida della legge sulla blasfemia
    Prendendo la parola poi il Segretario generale della Conferenza episcopale italiano, mons Nunzio Galantino, ha ribadito quanto il Colosseo colorato di rosso evochi subito "il sangue e il sacrificio per amore": in un "mondo come il nostro sempre più a corto di testimoni appassionati del Vangelo, in un mondo che fa di tutto per ridurre la portata rivoluzionaria del Vangelo siamo qui per dire grazie a tanti testimoni. Il loro martirio dice cha ha senso rimanere fedeli a Gesù". Occorre, sottolinea con forza, non solo " sentrci a loro vicini" ma fare di tutto per fermare la violenza a partire dalla logica perfida delle leggi contro la balsfemia, veri strumenti di sopraffazione".

    Le testimonianze a Roma

    Prima dell'accensione del Colosseo, le parole del presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e, particolarmente toccanti, le immagini dalla Siria devastata dalla guerra. Quindi le testimonianze che, dinanzi a centinaia di persone presenti nonostante il freddo e la pioggia, hanno portato Ashiq Masih e Eisham Ashiq il marito e la figlia minore di Asia Bibi, imprigionata dal 2009 in Pakistan sulla base della terribile legge sulla blasfemia, e Rebecca Bitrus, ragazza nigeriana per due anni prigioniera di Boko Haram, che questa mattina sono stati ricevuti dal Papa. La manifestazione si è chiusa con la recita comune della preghiera di Pio XII, per la " Chiesa del silenzio", letta dal cardinale Mauro Piacenza.


    fonte: Vatican News
    Oboedientia et Pax

  6. #956
    Cronista di CR L'avatar di casimiriano
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Trento
    Età
    40
    Messaggi
    1,397
    Ringraziato
    63

    Pakistan: non si converte islam, il promesso sposo le dà fuoco

    L'ha cosparsa di cherosene e le ha dato fuoco: una ragazza cristiana è stata bruciata viva da un giovane musulmano in Pakistan, dopo che si era rifiutata di convertirsi all'islam per sposarlo. Asima, 24 anni, ha ora ustioni sull'80% del corpo ed è ricoverata in gravissime condizioni a Lahore. Lo riferisce la Bbc Urdu. L'aggressione è avvenuta nella città di Sialkot, nel Punjab. La polizia ha arrestato il ragazzo, Muhammad Rizwan.

    http://www.ansa.it/sito/notizie/mond...a9b93cc38.html
    Non abbiate paura

  7. #957
    Vecchia guardia di CR
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Roma
    Età
    73
    Messaggi
    2,464
    Ringraziato
    681
    Un ennesimo delitto dettato dalla intolleranza,dalla considerazione che la donna sia solo un oggetto e dell'integralismo musulmano, Quando finirà questa persecuzione? Una preghiera per la povera ragazza e per il suoc arnefice che si ravveda e si cnverta. Forse è utopia,ma rimettiamo tutto nelle mani di Dio.

  8. #958
    Veterano di CR L'avatar di Pivialista
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    18
    Messaggi
    1,494
    Ringraziato
    400
    Ancora una volta la fede cristiana è scandalo, è considerata stoltezza. Un Dio in croce infastidisce e, di conseguenza, anche i suoi seguaci vanno eliminati. Peccato che il sangue dei martiri sia seme di nuovi cristiani e così, anche oggi, in Medio Oriente od in altre parti del mondo, questi nostri fratelli danno testimonianza della nostra fede, testimoniano il Risorto.
    Viva il Papa!

  9. #959
    Cronista di CR L'avatar di Sunshine
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Genova
    Messaggi
    21,441
    Ringraziato
    3948

    Premi




    Un #MeToo per chi è perseguitato a causa della fede

    Sul numero in edicola di Vanity Fair, la rivista più patinata che c’è, è uscita una pagina di pubblicità molto particolare e controcorrente.
    È opera di Aiuto alla Chiesa che Soffre, la fondazione pontificia che si occupa di seguire e raccontare le sofferenze e le opere dei cristiani nel mondo e che ogni anno redige un rapporto per raccontarne le persecuzioni subite. Che Acs acquisti una pagina su un importante settimanale femminile può apparire una provocazione. In realtà è una richiesta di aiuto affinché #MeeToo, la campagna che in tutto il mondo ha chiesto più attenzione per le donne e le molestie da loro subite, sia per tutte, anche per coloro che sono sottoposte a stupri, torture e mortificazioni in nome della libertà di fede.
    La campagna Metoo ha coinvolto attrici di Hollywood, personalità dello showbiz e, spesso, ha tracimato in istanze femministe che hanno banalizzato il pur nobile intento d’origine. Acs valorizza questo impegno ma chiede che sia rivolto anche per chi dal mondo patinato hollywoodiano e da quello mainstream dei media è spesso dimenticato.
    Come si vede dall’immagine della pagina pubblicitaria, si chiede che anche la voce di Rebecca, cristiana di 28 anni, violentata da Boko Haram; di Dalal, yazida di 21 anni, violentata dai terroristi dell’Isis in Iraq; e di suor Meena, 40 anni, violentata dagli estremisti indù in India, siano prese in considerazione dalle star planetarie del mondo del cinema.

    ____________________________

    Lettera aperta a quattro attrici famose su Vanity Fair e un Fondo di solidarietà ACS per le donne perseguitate per la fede
    Vedrai una città regale addossata ad una collina alpestre, superba per uomini e per mura, il cui solo aspetto la indica Signora del Mare: Genova (F. Petrarca)

  10. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    P.Willigisius carm (08-06-2018), Vox Populi (08-06-2018)

  11. #960
    Iscritto
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    Italia
    Messaggi
    114
    Ringraziato
    38

    Nigeria, raid islamico in chiesa. Massacro dei fedeli e dei preti

    Continua la strage di cristiani e civili inermi in Nigeria. Nell'ultimo attacco nella chiesa di Ayar-Mbalom, un commando ha fatto irruzione durante la messa uccidendo 19 fedeli, fra cui due sacerdoti che celebravano messa. Poi hanno saccheggiato il villaggio






    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/nigeria-lorrore-continua-due-sacerdoti-uccisi-chiesa-1519417.html

Discussioni Simili

  1. i cristiani nel mondo.
    Di isvaldo nel forum Ecumenismo e Dialogo
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 30-09-2010, 09:37
  2. Il male nel mondo
    Di est modus nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 10-03-2007, 00:04

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •