Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 56

Discussione: La Chiesa in Vietnam: notizie e informazioni

  1. #1
    Iscritto L'avatar di Franciscus parvulus
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Grotte vaticane
    Messaggi
    144
    Ringraziato
    0

    Exclamation La Chiesa in Vietnam: notizie e informazioni

    LA SITUAZIONE DEI CRISTIANI
    E DELLA CHIESA CATTOLICA
    IN VIETNAM

    Informazioni costantemente aggiornate








    VIETNAM
    Arcivescovo di Hanoi:
    Pronto ad andare in prigione per il mio gregge

    di J.B. An Dang

    La stampa di stato accusa il prelato e i sacerdoti della capitale di manipolare il popolo “ingenuo”. I cattolici continuano i loro raduni attorniati da poliziotti. Si teme qualche azione
    di forza.


    L’arcivescovo, mons. Joseph Ngô Quang Kiet

    Hanoi (AsiaNews) – Continua il sit-in dei cattolici di Hanoi nel giardino dell’ex nunziatura, nonostante l’ultimatum lanciato dal governo di liberare il sito dalle 5 del pomeriggio di domenica scorsa. I giornali statali lanciano una nuova ondata di insulti su vescovo e fedeli. Alcuni cattolici pensano che questo sia un preparare il terreno a un gesto di forza.
    Dal 23 dicembre l’edificio della ex nunziatura vaticana nella capitale è punto di raccolta di migliaia di cattolici che domandano di riavere indietro l’edificio sequestrato dallo stato nel ’59 e che ora sta per essere venduto per fare ristoranti e night club. Il governo locale ha già minacciato “azioni estreme” se i gruppi di fedeli che continuano a pregare davanti l’edificio e nel giardino non smettono di “minare all’ordine pubblico”.
    P. Joseph Nguyen commenta ad AsiaNews: “Attualmente, nel giardino della ex nunziatura vi sono centinaia di religiosi e religiose, insieme a tanti laici che pregano. Ma vi sono anche un gran numero di poliziotti della sicurezza, in uniforme e in borghese. Si mescolano alla gente e prendono foto, filmano con delle videocamere. Temo che ci possa essere un attacco da un momento all’altro.
    L’arcivescovo, mons. Joseph Ngô Quang Kiệt, ci ha detto che pregare è un diritto umano basilare, protetto dalla legge e che lui è pronto ad andare anche in prigione per il suo gregge, se il governo fa una prova di forza”.
    Intanto una nuova campagna stampa accusa i fedeli cattolici di essere “ingenui” e di confidare troppo nei loro leader che vogliono “impadronirsi illegalmente dell’edificio”. Anche il giornale della polizia, il Capital security, accusa il clero di Hanoi di “mentire al loro popolo” e di “costringerli a dimostrare contro il governo”.
    Joseph Vu Van Khoat,che da venerdì scorso continua il sit-in nel giardino della residenza, bolla le cose dei giornali come “senza senso”. “Non mi interessa quello che scrivono – dice ad AsiaNews. Basta andare per le strade e domandare a chiunque: nessuno crede loro. Tutti sanno che siamo qui per pregare pacificamente e per chiedere giustizia. Ma è il loro lavoro raccontare bugie”.
    “Perché non pubblicano sui giornali la dichiarazione dell’arcivescovo?” si domanda Maria Doan Thi Tuyet. Il 28 gennaio a diocesi ha infatti diffuso una dichiarazione in cui si spiega che l’edificio della nunziatura non è mai stato “donato” (come invece pretende il governo locale). Esso inoltre afferma che il raduno dei cattolici è perfettamente legale (Vedi: Cattolici di Hanoi continuano la protesta sfidando l’ultimatum del governo).
    “In quel comunicato – continua la signora Doan Thi Tuyet – l’arcivescovo risponde punto per punto a tutte le accuse della stampa. Noi continuiamo a protestare perché siamo vittime di uno spirito ideologico. Per 30 anni abbiamo presentato richiesta di riavere indietro l’edificio e non abbiamo mai ricevuto risposta. Il governo tratta sempre noi cattolici come cittadini di seconda classe”.

    AsiaNews 30/01/2008 08:57

  2. #2
    bannato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Viterbo
    Età
    61
    Messaggi
    1,839
    Ringraziato
    2
    Quando pensiamo a Colui che è Luce del Mondo, dobbiamo riconoscere che queste persone sono le Sue lampade.

  3. #3
    Fedelissimo di CR L'avatar di ago86
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Jesi
    Età
    31
    Messaggi
    3,473
    Ringraziato
    2
    Speriamo che la persecuzione serva a stringere il popolo cristiano intorno ai suoi pastori e al Vangelo.

  4. #4
    Iscritto L'avatar di Franciscus parvulus
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Grotte vaticane
    Messaggi
    144
    Ringraziato
    0
    VIETNAM - VATICANO
    Arcivescovo di Hanoi
    conferma il ritorno della nunziatura:
    “Grazie al Papa”

    di J.B. An Dang

    In una lettera aperta , mons. Joseph Ngô Quang Kiệt ha confermato la concessione del governo di far tornare alla Chiesa l'uso del palazzo che ospitava la Nunziatura apostolica, requisito dai comunisti nel 1959. Un ringraziamento particolare al Papa ed al card. Bertone, che hanno seguito “da vicino e con attenzione” gli eventi di Hanoi.

    Hanoi (AsiaNews) – L’arcivescovo di Hanoi ha confermato nella serata di ieri che il governo vietnamita concede il ritorno alla Chiesa cattolica dell’uso del palazzo che ospitava la nunziatura apostolica. In una lettera aperta indirizzata ai sacerdoti, i religiosi, i seminaristi ed i fedeli laici dell’arcidiocesi, il presule ha sottolineato il suo apprezzamento per la solidarietà ricevuta “non soltanto dai fedeli dell’arcidiocesi di Hanoi, ma da tutto il mondo”.

    In particolare, mons. Joseph Ngô Quang Kiệt ha voluto ringraziare Benedetto XVI ed il Segretario di Stato vaticano, card. Bertone, che “hanno seguito da vicino e con attenzione” gli eventi che si sono verificati ad Hanoi. Dalla lettera inviata nei giorni scorsi dal card. Bertone, scrive mons. Quang, “tutti voi avete appreso che il Papa e la Santa Sede vi sono vicini. Credo che la Santa Sede farà sempre sentire al governo la sua voce per le legittime aspirazioni dei cattolici vietnamiti”.

    Dal 18 dicembre scorso, migliaia di fedeli cattolici vietnamiti hanno protestato con veglie di preghiera giornaliere davanti alla ex nunziatura di Hanoi per chiedere al governo di concederne di nuovo l’uso alla Chiesa. Il palazzo era stato confiscato dalla leadership comunista nel 1959. In questi 40 giorni di proteste, scrive ancora l’arcivescovo, “abbiamo vissuto una nuova Pentecoste: siamo stati uniti e devoti alla preghiera, nonostante sfide e difficoltà”.

    Infatti, “sotto la pioggia fredda ed il vento pungente, non si può che ammirare la devozione fervente ed il profondo attaccamento alla Chiesa, il legame fra pastore e gregge, i rapporti amichevoli fra i fedeli e le devote preghiere al Signore. Questi sono tutti un dono di grazia da parte di Dio”.

    Ora però, aggiunge l’arcivescovo, “le nostre preghiere sono state esaudite. Il ristorante [che doveva prendere il posto della Nunziatura ndr] è stato chiuso, e la nostra comunità ha tolto le tende con cui aveva affrontato i giorni di protesta. La grande croce [portata dai fedeli sul luogo della protesta e posizionata accanto alla statua della Vergine ndr] è stata riportata in processione nella cattedrale di S. Giuseppe. Tutto questo avviene al momento giusto: non ce la facevo più a vedervi affrontare questo freddo inverno”.

    La protesta dei cattolici vietnamiti è stata seguita da diversi organi di informazione cattolici, fra cui AsiaNews, e tramite questi da tutto il mondo. In conclusione, mons. Ngô ringrazia “tutto il popolo vietnamita e quello mondiale, per le loro preghiere ed il loro sostegno” ed augura a tutti “un buon anno lunare, pieno di abbondanti grazie da parte di Dio”.

    02/02/2008 11:22

  5. #5
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    0
    Ringraziato
    4
    Christus Vincit!

  6. #6
    Nuovo iscritto L'avatar di raffobaffo
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Roma città Santa
    Età
    31
    Messaggi
    33
    Ringraziato
    0
    Non mollare, la Verità vince sempre
    "Spalancate le porte a Cristo" (Giovanni Paolo II)

  7. #7
    Fedelissimo di CR L'avatar di ago86
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Jesi
    Età
    31
    Messaggi
    3,473
    Ringraziato
    2
    Finalmente qualcosa che va a buon fine!

  8. #8
    Iscritto L'avatar di Franciscus parvulus
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Grotte vaticane
    Messaggi
    144
    Ringraziato
    0
    Vietnam, i buddisti con i cattolici
    per la restituzione dell'ex Nunziatura

    I buddisti vietnamiti si sono uniti alle rivendicazioni dei cattolici che tentano di recuperare un terreno confiscato dal regime comunista cinquant'anni fa. Lo si apprende da fonti religiose. Oggetto del contenzioso e' una villa di stile coloniale francese vicino alla cattedrale di Hanoi. Il palazzo, sede della delegazione apostolica del Paese fino a mezzo secolo fa, era stato recuperato dai comunisti dopo la loro salita al potere nel Nord, alla partenza dei francesi, nel 1954. Dall'inizio di febbraio i cattolici hanno moltiplicato manifestazioni per ottenere la restituzione del sito. All'avvicinarsi del Tet, il capodanno vietnamita, i manifestanti avevano tuttavia cessato la mobilitazione, dopo un richiamo all'ordine del Vaticano e la promessa del Governo, affermano i preti di Hanoi, di restituire il terreno. Niente tuttavia e' stato ufficialmente annunciato e nemmeno e' stata precisata ne' alcuna data ne' alcuna modalita' di restituzione. Le discussioni dovevano riprendere dopo il Tet, cosa che, secondo un prete dell'arcivescovado, non e' ancora avvenuto.


    PETRUS

  9. #9
    utente cancellato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    0
    Ringraziato
    4
    Lodevole. Spero che il governo cinese smammi al piú presto, oppure si converta radicalmente.

  10. #10
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    senna comasco
    Età
    53
    Messaggi
    1,787
    Ringraziato
    8

    Premi

    Trovo che spesso i fedeli di molti paesi dove i cattolici sono una minoranza (vietnam, Cina, India ecc.) dimostrano un coraggio e un attaccamento alla fede che è un monito e uno sprone per noi cattolici dei paesi occidentali.

Discussioni Simili

  1. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 26-01-2010, 20:51
  2. Battesimo sotto condizione in caso di dubbio
    Di Carolum nel forum Diritto Canonico
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-01-2007, 21:27

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •