Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 156 PrimaPrima 123451353103 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 1551

Discussione: Congregazione dei Francescani dell'Immacolata

  1. #21
    Utente Senior
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    Ceccano (Fr)
    Età
    29
    Messaggi
    670
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da pet85 Visualizza Messaggio
    Vengo da una lunga tradizione di terziari in famiglia e ho letto le Fonti fin da bambino.... so di san Francesco quello che mi dicono le fonti, ossia che fu il primo Santo a recitare i salmi in volgare e a scrivere in volgare... la liturgia in latino tipica dei monasteri benedettini era quanto di più lontano a san Francesco.... poi certo quando il vento tira da una parte, tutti gli corrono dietro alla faccia di san Francesco... ma ricordatevi il vento delle mode prima o poi cambia e voi rimarrete i "Latini dell'Immacolata" poi se devo essere sincero in questa vostra grande "insalata" di carismi... 1. padre kolbe 2.l'immacolata e 3. le ultime mode della liturgia.... quello che avete dimenticato è proprio San Francesco.... sì sa troppi cuochi rendono cattiva la minestra.... 1 carisma serve ai francescani SAN FRANCESCO e basta....
    Questo è completamente falso e San Francesco non usava il volgare in opposizione al latino. Il "vento che tira da una parte" appartiene a voi modernisti e catto-progressisti che avete trasformato il Francescanesimo in una variante della new age naturalista e ambientalista e quindi le mode appartengono a voi. Noi siamo fedeli alla pura spiritualita' francescana e al suo autentico carisma. Oltre a dimostrare la tua spavalderia e la tua superbia (in perfetta coerenza e sintonia con l'umilta' francescana...) dimostri anche la tua totale ignoranza in materia liturgica. Lo sai che il latino è da sempre la lingua ufficiale della Chiesa e che il Papa ancora lo usa per celebrare ? San Francesco lo hai dimentica tu visto che non fai quanto a prescritto nella regola :

    "Ammonisco, però, e li esorto a non disprezzare e a non giudicare gli uomini che vedono vestiti di abiti molli e colorati ed usare cibi e bevande delicate, ma piuttosto ciascuno giudichi e disprezzi se stesso" (Capitolo II-81)

    P.s : Ma la tua famiglia ti ha per caso trasmesso davvero qualcosa di francescano ? Leggendoti ho i miei dubbi...
    Ultima modifica di Card Siri; 25-09-2010 alle 21:22

  2. #22
    Amministratore L'avatar di Raffaele
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    4,540
    Ringraziato
    600
    Direi che non è il caso di dare lezioni di francescanesimo ai Francescani dell'Immacolata. Questa discussione ha il fine di far conoscere, nei limiti in cui è possibile in un forum, questo istituto religioso. Chi vuole discutere sullo spirito francescano può farlo altrove. Grazie.
    In Cristo l'universo è creato e tutto sussiste in lui.

  3. #23
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Kirishitan
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    .
    Messaggi
    2,588
    Ringraziato
    2

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da pet85 Visualizza Messaggio
    Vengo da una lunga tradizione di terziari in famiglia e ho letto le Fonti fin da bambino.... so di san Francesco quello che mi dicono le fonti, ossia che fu il primo Santo a recitare i salmi in volgare e a scrivere in volgare... la liturgia in latino tipica dei monasteri benedettini era quanto di più lontano a san Francesco.... poi certo quando il vento tira da una parte, tutti gli corrono dietro alla faccia di san Francesco... ma ricordatevi il vento delle mode prima o poi cambia e voi rimarrete i "Latini dell'Immacolata" poi se devo essere sincero in questa vostra grande "insalata" di carismi... 1. padre kolbe 2.l'immacolata e 3. le ultime mode della liturgia.... quello che avete dimenticato è proprio San Francesco.... sì sa troppi cuochi rendono cattiva la minestra.... 1 carisma serve ai francescani SAN FRANCESCO e basta....
    Ci sono molte cose storicamente improprie o sbagliate nel tuo intervento. Tu parli di "insalata", ma nel tuo intervento c'è un'enorme confusione.

    1. Padre Kolbe. I Francescani dell'Immacolata sono stati fondati da p. Stefano Maria Manelli, frate francescano conventuale. P. Manelli muoveva da una lettura degli scritti di p. Massimiliano Maria Kolbe, che era appunto un francescano conventuale. Dunque è una spiritualità di coerente ambito francescano e che, anzi, si sviluppa, embrionalmente, entro uno specifico ordine religioso. Opporre il "carisma" di san Francesco (sull'uso estensivo della parola carisma in teologia, oggi, bisognerebbe scrivere un pamphlet) alla scelta di ispirarsi a p. Kolbe è pertanto un assurdo.

    2. L'Immacolata. Si dà il caso che proprio san Kolbe sia stato un grande promotore della devozione all'Immacolata, anche in conformità con l'attività dispiegata dai Francescani Conventuali, nel corso della loro storia, per favorire il riconoscimento di tale dogma. Per rendere l'idea, san Massimiliano Kolbe fondò la "Milizia dell'Immacolata", la rivista "Il Cavaliere dell'Immacolata", il convento "Proprietà dell'Immacolata". Anche in questo caso, dunque, non c'è mescolanza di elementi eterogenei, ma una derivazione della spiritualità della nuova congregazione dagli scritti di san Kolbe e dalla tradizione francescana conventuale.

    3. Definire "moda teologica" il recupero della liturgia preconciliare, che nella sua forma risale a s. Pio V - attraverso le varie edizioni e revisioni del Messale, l'ultima delle quali nel 1963 - e che del resto contiene elementi che risalgono ad epoca di gran lunga precedente quella di san Francesco stesso, dimostra la stessa impreparazione che esibisci nel resto del tuo intervento. San Francesco cantava i salmi in volgare per le campagne. E faceva bene. Ma non mi risulta che cantare i salmi in campagna sia fare liturgia. Più propriamente, sarà evangelizzare.

    Se possibile, proviamo a prepararci un minimo prima di scrivere, se non altro per regalare ai lettori un'informazione corretta.
    Ultima modifica di Kirishitan; 26-09-2010 alle 09:42

  4. #24
    CierRino Assoluto L'avatar di Phantom
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Latina
    Età
    35
    Messaggi
    42,804
    Ringraziato
    2975

    Premi

    Una domanda; ci sono Vescovi appartenenti a questo Istituto?
    Ut unum sint. Giovanni 17;21

  5. #25
    Partecipante a CR L'avatar di Servo di Maria
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Pianeta terra
    Messaggi
    780
    Ringraziato
    5
    I francescani, come la chiesa tutta, fino a 40 anni fa celebravano in latino. Per questo non è corretto dire che la liturgia in latino non appartiene ai francescani.
    P.S. Da parte mia devo dire che ho partecipato soltanto 2 volte ad una Messa in latino, ed ho capito che non fa per me. Preferisco la Messa celebrata in italiano, con solennità e devozione. La solennità e la ricchezza dei paramenti non mi scandalizza minimamente, anche perchè non sono prerogativa della Messa in latino.
    Ultima modifica di Servo di Maria; 26-09-2010 alle 14:24

  6. #26
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    51,653
    Ringraziato
    3328
    Mi preme sottolineare che le equazioni forma straordinaria=sfarzo e lusso, forma ordinaria=semplicità sono troppo semplicistiche e inesatte. Basterebbe dare un'occhiata (per limitarci ai giorni nostri) alla discussione sull'Abbazia di Le Barroux, nella sezione del forum dedicata alla F.S., per notare con quanta austerità e dignità viene celebrata lì la liturgia. D'altro canto, possiamo trovare forme di ostentazione di lusso anche in celebrazioni nella forma ordinaria.
    In ogni caso, come ho già scritto ieri (e lo stesso concetto si può ricavare dal messaggio di Servo di Maria), la Chiesa non obbliga nessuno a partecipare alla liturgia nella forma straordinaria; se la spiritualità di alcuni fedeli è particolarmente legata a detta forma, essi hanno il diritto di parteciparvi, senza per questo essere denigrati da coloro che a questa forma non sono legati (e viceversa, ovviamente).
    «O Cristo! Fa’ che io possa diventare ed essere servitore della tua unica potestà!
    Servitore della tua dolce potestà! Servitore della tua potestà che non conosce il tramonto!
    Fa’ che io possa essere un servo! Anzi, servo dei tuoi servi».
    (San Giovanni Paolo II, Omelia per l'inizio del Pontificato, 22 ottobre 1978)

  7. #27
    Gran CierRino L'avatar di ITER PARA TUTUM
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    Età
    63
    Messaggi
    9,303
    Ringraziato
    1571

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da paololos Visualizza Messaggio

    San Francesco conosceva il latino e anche lui celebrava con paramenti sacri e usava una lingua di più di 2000 anni fa! Ancora questa concezione sbagliata della povertà, non credo che San Francesco celebrasse in saio.
    San Francesco in verità non ha mai celebrato la S. Messa in alcuna forma e in nessuna lingua!!!
    e questo per lo stesso motivo per cui non l'ho mai celebrata io... io infatti NON sono sacerdote, esattamente come non lo era San Francesco...

  8. #28
    Nuovo iscritto L'avatar di Anastasio
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Italia
    Messaggi
    33
    Ringraziato
    0
    Volevo chiedere informazioni sul Terz'Ordine Francescano dell'Immacolata.
    Su internet non ho trovato nulla, e anche sul forum ne ho trovato accenni solo nel primo post di questa discussione e in un altro vecchio post di un'utente cancellata ( http://www.cattoliciromani.com/forum...ta#postcount=8 ho evidenziato la parte finale).
    Chiedo se magari il nostro Card. Siri potesse dirmi qualcosa di più, mi sento molto vicino alla spiritualità di quest'ordine e mi piacerebbe poterne leggere la regola e conoscere le esperienze di chi ne fa parte.
    Ultima modifica di Anastasio; 27-09-2010 alle 22:39

  9. #29
    Utente Senior
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    Ceccano (Fr)
    Età
    29
    Messaggi
    670
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Anastasio Visualizza Messaggio
    Volevo chiedere informazioni sul Terz'Ordine Francescano dell'Immacolata.
    Su internet non ho trovato nulla, e anche sul forum ne ho trovato accenni solo nel primo post di questa discussione e in un altro vecchio post di un'utente cancellata ( http://www.cattoliciromani.com/forum...ta#postcount=8 ho evidenziato la parte finale).
    Chiedo se magari il nostro Card. Siri potesse dirmi qualcosa di più, mi sento molto vicino alla spiritualità di quest'ordine e mi piacerebbe poterne leggere la regola e conoscere le esperienze di chi ne fa parte.
    Carissimo Anastasio, ti consiglio tanto di contattare la nostra casa editrice (se vuoi in privato ti do la mail e il num di telefono e fax) e farti spedire il libro "Leggenda francescana dell'Immacolata" con cui puoi sapere tutto su di noi, il nostro carisma e la nostra spiritualita'. Ave Maria !

  10. #30
    Utente Senior L'avatar di Antigone
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Toscana
    Età
    43
    Messaggi
    746
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Kirishitan Visualizza Messaggio
    Ci sono molte cose storicamente improprie o sbagliate nel tuo intervento. Tu parli di "insalata", ma nel tuo intervento c'è un'enorme confusione.

    1. Padre Kolbe. I Francescani dell'Immacolata sono stati fondati da p. Stefano Maria Manelli, frate francescano conventuale. P. Manelli muoveva da una lettura degli scritti di p. Massimiliano Maria Kolbe, che era appunto un francescano conventuale. Dunque è una spiritualità di coerente ambito francescano e che, anzi, si sviluppa, embrionalmente, entro uno specifico ordine religioso. Opporre il "carisma" di san Francesco (sull'uso estensivo della parola carisma in teologia, oggi, bisognerebbe scrivere un pamphlet) alla scelta di ispirarsi a p. Kolbe è pertanto un assurdo.

    2. L'Immacolata. Si dà il caso che proprio san Kolbe sia stato un grande promotore della devozione all'Immacolata, anche in conformità con l'attività dispiegata dai Francescani Conventuali, nel corso della loro storia, per favorire il riconoscimento di tale dogma. Per rendere l'idea, san Massimiliano Kolbe fondò la "Milizia dell'Immacolata", la rivista "Il Cavaliere dell'Immacolata", il convento "Proprietà dell'Immacolata". Anche in questo caso, dunque, non c'è mescolanza di elementi eterogenei, ma una derivazione della spiritualità della nuova congregazione dagli scritti di san Kolbe e dalla tradizione francescana conventuale.
    Per non dire poi che è stato il francescano Duns Scoto a sostenere già nel Medioevo il dogma dell'Immacolata Concezione...

Discussioni Simili

  1. Milizia dell'Immacolata
    Di Simone93 nel forum La Casa del Sondaggio
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 11-02-2017, 15:35
  2. T.O.R. e francescani rinnovati
    Di gian nel forum Principale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 01-07-2013, 13:41
  3. Preghiere a Maria SS. Cartellina dell'Immacolata
    Di antonio85 nel forum Elenco preghiere
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-05-2010, 13:23
  4. Novena dell'Immacolata
    Di anonimoanonimo nel forum Preghiera
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 09-12-2008, 08:22

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •