Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 9 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 82

Discussione: Movimento dei Focolari

  1. #11
    Veterano di CR L'avatar di donton
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Caraglio (CN)
    Messaggi
    1,205
    Ringraziato
    18

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Phantom Visualizza Messaggio
    Mi sbaglio o nel Movimento dei Focolari sono in maggioranza donne rispetto agli uomini?
    No ... praticamente la parte femminile e quella maschile si equivalgono.

  2. #12
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    1,072
    Ringraziato
    3
    mi astengo dal dare un qualsiasi giudizio sul movimento in quanto tale, nè, tantomeno sulla loro "dirigenza", dalla Lubich ai suoi luogotenenti.

    Sulla carta i loro propositi e carismi sono più che accettabili, senonchè, per quanto ho potuto vedere e sapere, hanno tendenze congregazionaliste (meno dei NC) e sono piuttosto insofferenti verso la struttura parrocchiale.

    Ho avuto modo di discutere una volta sola con un appartenete ai focolarini...una cosa disgustosa...

    Umilmente e senza preconcetti, gli ho domadato quale fosse, diciamo, la "peciliarità", il fine, il carisma specifico del movimento.

    Risposta: tutto e niente. comprensibile, ho replicato io, domandandomi, a fronte di tale dichiarata aspecificità, quale fosse la ragion d'essere del movimento. - al che l'uomo si è offeso, e pure tanto, direi.

    ha cominciato a sbraitare contro i parroci e la gerarchia e contri i "cristiani superbi, formalisti, teologivi ed intellettuali", perchè, a suo dire, questi cercano di inglobarli in una dimesione parrocchiale e liturgica che a loro pare(almeno in questo caso) asfittica ed inibitoria dell'espressione piena dei loro carismi (e, invero, non mi è ancora chiaro quali siano).

    L'unico dato certo consiste nell'impegno ecumenico, essendo assodato il ruolo molto attivo avuto dalla Lubich nella fase preparatoria dello storico incontro fra papa Montini ed Atenagora.

    Un merito che va comunque riconosciuto loro risiede nella particolare attenzione che pongono sulla famiglia, cosa della quale, di questi tempi, c'è forte bisogno.

    Dottrinalmente, a parte un velata pretesa di ispirazione più o meno diretta da parte del Paraclito e la precitata tendenza congregazionalista, mi sembrano in linea, salvo sorprese.

    vero è che, presso la santa Sede i Focolari hanno i loro protettori ed estimatori, indi, complessivamente, loro non rappresentano certo un rischi nè un pregiudizio per l'unità e la stabilità di S.madre Chiesa.

  3. #13
    Aldus
    visitatore

    Question

    In realtà non ho mai capito cosa sono quesye "mariapoli" , delle comuni cattoliche mantenute dal lavoro degli altr focolarini?

  4. #14
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    0
    Ringraziato
    5
    Un prete salesiano del mio collegio era focolarino. Mi sono sempre chiesto il motivo di questa sua appartenenza. Se uno si riconosce nel carisma di Don Bosco penso che ne abbia più che a sufficienza per la sua vita spirituale e sacerdotale. Per il resto, dei focolarini ho sempre sentito parlare abbastanza bene anche se non li conosco molto. L'unico rimprovero che ho sentito fare a questo movimento, ma dico subito che non so quanto sia fondato, è che li si accusava di cercare più di emozionare e di colpire la gente, quasi a crerare una, così fu definita, "spiritualità dell'emozione e del volemose bene".

  5. #15
    Nuovo iscritto L'avatar di danix
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Torino
    Età
    30
    Messaggi
    4
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da romualdus Visualizza Messaggio
    In realtà non ho mai capito cosa sono quesye "mariapoli" , delle comuni cattoliche mantenute dal lavoro degli altr focolarini?
    Non ho capito tanto bene la domanda ... qui trovi qualche notizia sulle Mariapoli ... ma forse non è quello che volevi sapere ..

    Esistono sostanzialmente due tipi diversi di Mariapoli, che poi sono riconducibili allo stesso "spirito": quelle per così dire "temporanee", incontri di qualche giorno in cui viene presentata la spiritualità del Movimento dei Focolari, e quelle "permanenti", ovvero quelle che vengono chiamate anche Cittadelle, vere e proprie città sparse in tutto il mondo dove gli abitanti cercano di dare testimonianza in modo "continuo" di una vita vissuta sul Vangelo.

    L'unico rimprovero che ho sentito fare a questo movimento, ma dico subito che non so quanto sia fondato, è che li si accusava di cercare più di emozionare e di colpire la gente, quasi a crerare una, così fu definita, "spiritualità dell'emozione e del volemose bene".
    Io ne faccio parte per cui potrei essere poco oggettiva, ma per la mia esperienza questa cosa di cercare di "emozionare e colpire la gente" è proprio una cosa infondata.

  6. #16
    Aldus
    visitatore
    La mia domanda è: queste cittadelle-mariapoli come vivono? Intendo dire, la gente lavora all'esterno come nella vita di tutti giorni o esistono forme particolari di sostentamento?
    Ricevono aiuti economici dai vari "focolari" esterni?
    Chi ci vive viene scelto o può andare lì di sua spontanea volonta?

  7. #17
    Nuovo iscritto L'avatar di danix
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Torino
    Età
    30
    Messaggi
    4
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da romualdus Visualizza Messaggio
    La mia domanda è: queste cittadelle-mariapoli come vivono? Intendo dire, la gente lavora all'esterno come nella vita di tutti giorni o esistono forme particolari di sostentamento?
    Queste cittadelle vivono di "lavoro normale", con la particolarità che molte delle aziende si trovano nella cittadella e sono gestite gestite e "tirate" avanti dagli abitanti stessi. Per farti un esempio di quella che è stata la prima Cittadella a sorgere, Loppiano, ci sono molte aziende che operano negli svariati ambiti che producono e poi vendono (nel sito ne vedi alcune dal menù "attività") all' "esterno".
    E oltre a questo fanno anche una specie di servizio "alberghiero", nel senso che ci sono delle strutture che possono ospitare la notte e offrire così ospitalità... come tante case salesiane o di congregazioni religiose in giro per il mondo
    E dove non arriva "l'uomo", arriva sempre molto copiosa la Provvidenza

    Ricevono aiuti economici dai vari "focolari" esterni?
    Che io sappia, no ... si auto-mantengono.

    Chi ci vive viene scelto o può andare lì di sua spontanea volonta?
    Diamo entrambe le cose.

    La prima che è nata (Loppiano), ad esempio, è la sede della formazione per i futuri focolarini (perchè tutti gli appartenenti al movimento sono chiamati genericamente focolarini, ma all'interno del movimento, focolarino è colui che sceglie la strada del focolare e si consacra - come laico, ma con i tre voti - a questa vita e che poi abita in quelli che sono chiamati "focolari", che sono un po' il centro della vita del movimento nelle città). Quindi la maggioranza degli abitanti di questa cittadella sono giovani che scelgono questa strada e che fanno (distintamente maschi e femmine, come distinti sono poi i focolari) gli anni di preparazione.
    Questo non toglie che a Loppiano abitino tante famiglie (prevalentemente aderenti al movimento, ma anche non) e che se uno voglia, possa andare ad abitarci. Anche perchè, appunto ... è una Città, e come ogni città è composta dalle sue diverse espressioni.

    E così anche per le altre cittadelle. Poi ognuna ha una sua caratteristica "particolare", per cui ad esempio, quella dell'Argentina è molto orientata ai giovani, e lì, come in quasi tutte le cittadelle, è presente una Scuola Gen (il termine gen indica i giovani del movimento) dove i giovani (ma ad esempio a Loppiano è presente una scuola per ogni diramazione) passano un periodo approfondendo e vivendo la spiritualità del Movimento, contribuendo al sostentamento della cittadella stessa lavorando nelle varie aziende.

    Spero di essere stata abbastanza chiara e non aver complicato ancora di più le cose
    Nel caso, scusa

  8. #18
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    13
    Ringraziato
    0
    concordo con danix.
    mia mamma è nel mivmento è lo conosco da sempre.
    aiuto ma perche si crede sempre che questi movimenti facciamo male?
    di criteiche me ne arrivano solo per un altro movimento ma nn x i focolarini!

  9. #19
    Vecchia guardia di CR L'avatar di WIlPapa
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Venegono Inferiore
    Messaggi
    2,751
    Ringraziato
    3
    Focolari: Maria Voce raccoglie il testimone di Chiara Lubich
    *Il movimento ha eletto ieri la nuova presidente E al suo fianco ha chiamato don Giancarlo Faletti




    DI GIACOMO GAMBASSI
    D a Chiara Lubich a Maria Voce. Il movimento dei Focolari ha da ieri una nuova presidente: è Maria Voce che raccoglie il testimone della fondatrice morta il 14 marzo. Originaria di Ajello Calabro, la neo presidente è stata eletta praticamente all’unanimità dall’assemblea generale che è in corso nella Mariapoli di Castel Gandolfo. Con lei, è stato scelto il nuovo co-presidente: è don Giancarlo Faletti, fino ad ora corresponsabile del movimento a Roma. Con l’elezione di Maria Voce e di don Faletti, i Focolari danno inizio a nuova fase della storia del movimento. Di fatto si compie la transizione da Chiara e dai primi focolarini che hanno iniziato l’esperienza contrassegnata dalla spiritualità dell’unità.
    Fra le più strette collaboratrici della Lubich, Maria Voce festeggerà 71 anni fra pochi giorni, il 16 luglio. Ha conosciuto il movimento nel 1959 e da 44 anni vive nella comunità del Focolare. Ha un’esperienza diretta di dialogo ecumenico e interreligioso. Dopo aver vissuto per dieci anni in Turchia, ha stretto rapporti con il patriarcato ortodosso di Costantinopoli, a cominciare dall’attuale Patriarca Bartolomeo I. Molti i con- tatti con i leader delle altre confessioni cristiane e con gli esponenti del mondo musulmano. Forte di un percorso di studi in teologia e in diritto canonico, si è dedicata al recente aggiornamento degli statuti generali del movimento. È tra i responsabili di «Comunione e diritto», la rete di professionisti e studiosi impegnati nel campo della giustizia, nata recentemente nell’ambito dei Focolari.
    Nelle sue prime parole da successore di Chiara, la Voce ha ringraziato coloro che l’hanno eletta e si è detta «sicurissima di avere in loro i primi collaboratori». Il ruolo della nuova presidente sarà diverso da quello che ha avuto la Lubich per oltre sessanta anni. Lei stessa ne aveva parlato più volte spiegando che non sarebbe stata una sola persona a sostituirla, ma «un corpo» di collaboratori. Una guida condivisa che ha il suo ful*cro nel consiglio generale che, insieme alla presidente e in comunione con il co-presidente, è chiamato a garantire il carisma dell’unità.
    Maria Voce avrà al suo fianco il sacerdote Giancarlo Faletti, 68 anni non ancora compiuti e un passato da dirigente in un istituto di credito. Nato ad Asti da una famiglia di origine contadina, si è impegnato sia nel mondo giovanile sia nel volontariato cristiano. A 19 anni ha incontrato l’ideale di fraternità e unità dei Focolari e a 25 ha maturato la decisione di dedicarsi al focolare. All’interno dell’opera, è stato anche responsabile del movimento a Genova e nel Lazio.
    La notizia della doppia elezione è stata comunicata al presidente del Pontificio Consiglio per i laici, il cardinale Stanislaw Rylko. Dal cardinale Rylko e dal segretario del Pontificio Consiglio, il vescovo Josef Clemens, sono arrivati gli auguri a Voce e Faletti di «svolgere in modo proficuo i loro compiti in piena fedeltà al carisma ricevuto da Chiara Lubich, fondatrice e prima presidente dell’opera, nel perseguimento dell’ideale dell’unità, ardente desiderio espresso da Gesù ». Le elezioni di ieri non concludono le fasi di votazione dell’assemblea generale che è composta da 496 delegati con diritto di voto dei cinque continenti. Infatti, nei prossimi giorni si procederà alla scelta dei consiglieri. Le prime votazioni per le presidenze erano avvenute sabato, ma avevano mostrato la necessità di una pausa di riflessione. Ieri la svolta: la nuova presidente è stata indicata con un consenso molto ampio e il co-presidente ha ottenuto più dei due terzi dei voti, come prevedono gli statuti.

    fonte: Avvenire 8 luglio 2008
    Ultima modifica di WIlPapa; 08-07-2008 alle 12:51
    "Vi scongiuro, sosteniamoci in questo cammino" Card.Angelo Scola

  10. #20
    Iscritto L'avatar di secrista
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Età
    39
    Messaggi
    91
    Ringraziato
    0
    Io ho avuto un parroco appartenente al movimento dei focolarini. é stato disastroso per la nostra parrocchia: ha cancellato tradizioni, ha creato intorno a se un circolo chiuso di persone, ha allontanato mollte persone dalla chiesa e ha lasciato moltissimi debiti,insomma ha distrutto quello che fino al 1996 è stato costruito. Ha perfino venduto le sedie antiche della casa parrocchiale e ha rubato la vecchia scrivania. Ecco quello che so dei focolarini.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •