Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 18 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 179

Discussione: Ordo Virginum

  1. #1
    Iscritto
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Salerno
    Età
    41
    Messaggi
    97
    Ringraziato
    0

    Ordo Virginum

    in che cosa consiste l'ordu virginum?
    c'è qualche donna che è stata consacrata ad esso?
    che esperienze si fanno?

  2. #2
    Iscritto L'avatar di organum86
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    chiedetemelo
    Messaggi
    491
    Ringraziato
    0
    Conosco una ragazza che è consacrata, ma non so cosa le comporti. Io la vedo sempre stra-impegnata a livello diocesano.

  3. #3
    Gran CierRino L'avatar di Ismael
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Groningen
    Età
    39
    Messaggi
    8,495
    Ringraziato
    19
    Il Codex dice:

    Can. 604 - §1. A queste forme di vita consacrata è assimilato l'ordine delle vergini le quali, emettendo il santo proposito di seguire Cristo più da vicino, dal Vescovo diocesano sono consacrate a Dio secondo il rito liturgico approvato e, unite in mistiche nozze a Cristo Figlio di Dio, si dedicano al servizio della Chiesa.

    §2. Le vergini possono riunirsi in associazioni per osservare più fedelmente il loro proposito e aiutarsi reciprocamente nello svolgere quel servizio alla Chiesa che è confacente al loro stato.
    Da:http://blog.panorama.it/italia/2007/...dioevo-a-oggi/

    L’ ordo virginarum è stato fondato in coincidenza con la nascita della chiesa, anche se è caduto in disuso nei secoli bui del Medioevo quando la modificata accezione della condizione della donna lo ha reso di fatto inattivo. La donna poteva scegliere o di entrare in un convento e farsi “assistere” dalla madre superiora oppure di farsi mantenere dal marito o dal fratello. In ogni caso non era ammessa una donna indipendente che viveva da sola e lavorava per sopravvivere.
    La riscoperta dell’ordine risale al Concilio vaticano secondo che lo ha ripristinato dopo ben 1.600 anni. Trent’anni fa, mentre il mondo era scosso dalle prime manifestazioni delle femministe, si parlava del diritto all’aborto e al divorzio, il Vaticano disciplinava l’accesso all’ordine tramite l’atto della consacrazione, un rito pubblico tenuto in cattedrale per mano del vescovo, durante il quale la donna fa promessa di castità ma non necessariamente di povertà e di obbedienza.
    Nella pratica queste donne non devono obbedire a nessuno (per entrare in un convento le suore promettono obbedienza alla madre superiora) e quindi possono condurre uno stile di vita del tutto indipendenti e non devono necessariamente vestire in modo dimesso, né condurre uno stile di vita spartano. Purché ovviamente sia rispettata l’astensione da atti sessuali. Nonostante la loro indipendenza, queste donne (quasi 400 in Italia divise in 80 diocesi) fanno riferimento al loro Vescovo, per la loro crescita spirituale. È sempre lui le accompagna in tutta la fase preparatoria alla consacrazione. Oggi sono altre 200 le donne che si stanno preparando al rito.


    Una foto di quattro membri dell'ordine delle vergini.

    I "Liaci Libertari Anticlericali" dicono di loro e qui cito una che si afferma 'atea' e 'lesbica':

    Se sono quelle della foto,no nè che hanno fatto voto di castità,ma ben sì gli altri che le scansano sono cessi,scusate il termine ma dalle foto mi sembra ovvio,bhè è un modo alternativo se sei un cesso e nessuno vuol fare sesso con te,buttala sul fatto che fai un voto così almeno non ti senti da meno degli altri,queste sono troppo alternative per i miei gusti,in ogni senso alternative
    Tanto per mostrare quanto gretto e triste sia il cuore di alcuni esseri umani. Sinceramente anche se queste donne non sono l'apice della bellezza nemmeno sono così brutte. Ho visto donne ben più brutte e sposate.
    Questo mostra quanta cattiveria si possa nascondere nella gente che fa di tutto per offendere coloro che si impegnano a fare il bene.
    Ultima modifica di Ismael; 25-05-2008 alle 02:28

  4. #4
    Iscritto
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Salerno
    Età
    41
    Messaggi
    97
    Ringraziato
    0
    Tanto per mostrare quanto gretto e triste sia il cuore di alcuni esseri umani.



    In un mondo così invertito (e pervertito), invece, io la trovo una scelta molto coraggiosa e anche più consapevole stando agli stili di vita proposti attualmente.
    Mi sai dire se a tale ordine possono accedere anche donne sposate (magari con figli) che vogliano vivere il proprio rapporto coniugale nella luce di Cristo al fine di affidare il proprio letto nuziale unicamente all'opera di Dio?

  5. #5
    Gran CierRino L'avatar di Ismael
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Groningen
    Età
    39
    Messaggi
    8,495
    Ringraziato
    19
    Citazione Originariamente Scritto da Milena77 Visualizza Messaggio
    Tanto per mostrare quanto gretto e triste sia il cuore di alcuni esseri umani.



    In un mondo così invertito (e pervertito), invece, io la trovo una scelta molto coraggiosa e anche più consapevole stando agli stili di vita proposti attualmente.
    Mi sai dire se a tale ordine possono accedere anche donne sposate (magari con figli) che vogliano vivere il proprio rapporto coniugale nella luce di Cristo al fine di affidare il proprio letto nuziale unicamente all'opera di Dio?
    Beh non so molto dell'ordine, ma dal nome 'Ordu Virginum' credo che solo le donne vergini possano accedervi. Si dovrebbe però chiedere a qualcuno che conosce bene l'ordine.

    Sono praticamente donne che, hanno voluto 'sposarsi' con Cristo ma non hanno voluto rinunciare alla vita ed impegni sociali per entrare in convento. Le donne sposate quindi non credo possano accedervi (forse le vedove?).

    Esistono comunque altre attività e ordini spirituali per le persone sposate (Terzo Ordine dei Francescani, Opus Dei, etc...)
    Ultima modifica di Ismael; 26-05-2008 alle 11:04

  6. #6
    Fedelissimo di CR L'avatar di Andrea71
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Savigliano (CN)
    Età
    46
    Messaggi
    4,679
    Ringraziato
    6

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da Ismael Visualizza Messaggio
    Beh non so molto dell'ordine, ma dal nome 'Ordu Virginum' credo che solo le donne vergini possano accedervi.
    Questo non lo credo: penso che sia sufficiente impegnarsi a non avere rapporti sessuali dal momento del voto in poi.
    Per questo motivo ritengo che l'ordine non sia compatibile con la vocazione delle donne sposate.
    Ultima modifica di Andrea71; 26-05-2008 alle 11:08

  7. #7
    Gran CierRino L'avatar di Ismael
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Groningen
    Età
    39
    Messaggi
    8,495
    Ringraziato
    19
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea71 Visualizza Messaggio
    Questo non lo credo: penso che sia sufficiente impegnarsi a non avere rapporti sessuali dal momento del voto in poi.
    Pee questo motivi ritengo che l'ordine non sia compatibile con la vocazione delle donne sposate.
    Sono d'accordo, dato che la sessualità è perte integrante del matrimonio e fare voto di castità perpetuo andrebbe contro i fini stessi del matrimonio ed inoltre porterebbe inutili stress nella relazione di coppia.


    PS:

    Aggiungo questo link sull'Ordine, ma è in inglese.

    http://www.consecratedvirgins.org/

    Il sito dice:

    Who can be consecrated? A woman living in the world who has never married or lived in open violation of chastity, and who by age, prudence, and good character is deemed suitable for dedicating herself to a life of chastity in the service of the Church and of her neighbor may petition her bishop to receive the Consecration.
    Taduco:

    Chi può essere consacrato?

    Una donna che vive nel mondo che non si è mai sposata ne ha mai vissuto in aperta violazione della Castità e che è per età, prudenza e buon carattere, ritenuta adatta a dedicarsi alla vita di castità in servizio della Chiesa e del prossimo può fare petizione al proprio vescovo perricevere la consacrazione.


    Quindi le donne sposate, le donne che fanno già parte di un ordine conventuale (suore) e coloro che hanno avuto rapporti sessuali (pre-matrimoniali) non possono accedere all'ordine.


    ------

    Edit:

    spulciando ho trovato il sito italiano: http://www.ordovirginum.it/
    Ultima modifica di Ismael; 26-05-2008 alle 11:18

  8. #8
    Iscritto
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Salerno
    Età
    41
    Messaggi
    97
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea71 Visualizza Messaggio
    Questo non lo credo: penso che sia sufficiente impegnarsi a non avere rapporti sessuali dal momento del voto in poi.
    Per questo motivo ritengo che l'ordine non sia compatibile con la vocazione delle donne sposate.

    Con le coppie sposate in Cristo probabilmente non è compatibile, ma con le donne (o gli uomini) che hanno ricevuto il sacramento del matrimonio con rito misto, per esempio con un ateo/a o un non battezzato/a, potrebbe esserlo per non incorrere nel disamore di Dio.

  9. #9
    Iscritto L'avatar di ministrante83
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Archidioecesis Barensis-Bituntinus
    Età
    34
    Messaggi
    119
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Ismael Visualizza Messaggio
    Beh non so molto dell'ordine, ma dal nome 'Ordu Virginum' credo che solo le donne vergini possano accedervi. Si dovrebbe però chiedere a qualcuno che conosce bene l'ordine.

    Sono praticamente donne che, hanno voluto 'sposarsi' con Cristo ma non hanno voluto rinunciare alla vita ed impegni sociali per entrare in convento. Le donne sposate quindi non credo possano accedervi (forse le vedove?).

    Esistono comunque altre attività e ordini spirituali per le persone sposate (Terzo Ordine dei Francescani, Opus Dei, etc...)
    Per le vedove esiste l'ordine corrispettivo dell' "Ordo Viduarum". Nella mia diocesi un vicario episcopale è preposto a coordinare l'attività sia dell'Ordo Virginorum che dell'Ordo Viduarum.

  10. #10
    Iscritto L'avatar di andrea74
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Trieste
    Età
    44
    Messaggi
    269
    Ringraziato
    16
    INTERESSANTE INTERVISTA IN PROPOSITO TRATTA DALL'OSSERVATORE ROMANO.
    A colloquio con Gloria Irene Alvaro Sanz sull'sull'«Ordo virginum», una delle forme di consacrazione più antiche
    Spose e vergini
    segno di contraddizione per il mondo



    di Nicola Gori

    Vergini consacrate per il Regno di Dio, segno di contraddizione in una società materialista ed edonista. Sono definizioni applicabili a una delle più antiche forme di consacrazione femminile nella Chiesa, riscoperta dal Concilio Vaticano II: l'Ordo virginum. È una realtà che sta affermandosi e diffondendosi sempre più, sotto il diretto controllo e l'obbedienza ai vescovi. Si tratta di un ordine inserito a pieno titolo nelle diverse diocesi, costituito da donne che seguono fedelmente i precetti evangelici, rimanendo nel loro ambiente familiare. Gloria Irene Alvaro Sanz, vergine consacrata della diocesi di Valladolid ed ex docente di lingua e letteratura spagnola, attraverso la sua testimonianza ci aiuta a conoscerle meglio.

    Cosa ispira alla consacrazione nell'Ordo virginum?

    È il ritorno all'attualità della forma di consacrazione femminile più antica della Chiesa. Non siamo un'istituzione, non siamo un istituto religioso. Non abbiamo superiore, i nostri superiori sono i vescovi. Il vescovo diocesano è il superiore di ognuna, e attraverso di lui siamo unite alla Chiesa universale, al Santo Padre.

    Da quando è stata riscoperta questa forma di consacrazione?

    È un frutto del Concilio Vaticano II, perché in quel contesto venne deciso che questa forma di consacrazione femminile doveva essere riscoperta. Si era avvertito il bisogno che questa forma di donazione fosse ripristinata, affiancandola alle altre esistenti. Occorreva, soprattutto, dimostrare che delle vergini consacrate possono avere come superiori direttamente i vescovi. Si tratta quindi di una consacrazione intimamente unita ai pastori della Chiesa.

    Che differenza c'è tra vergini consacrate e religiose?

    Noi siamo secolari, viviamo nel mondo e viviamo del nostro lavoro. Conduciamo una vita di preghiera intensa, non emettiamo i voti, in quanto siamo consacrate dal vescovo come spose di Cristo. La nostra cerimonia di consacrazione è chiamata nel dizionario di liturgia, "consacrazione matrimoniale a Gesù Cristo", sponsa Christi. Ogni forma di vita religiosa lo è, naturalmente, e ogni anima cristiana è sposa di Cristo, ma a noi viene chiesto di esserlo in maniera eminente. Dobbiamo rappresentare l'unione sponsale dell'anima con Cristo Gesù e niente di più. Per questo, diventa un obbligo inderogabile portare l'anello nuziale. Non possiamo farne a meno, perché è il segno esteriore del matrimonio e nella nostra consacrazione rappresentiamo in maniera eminente la Chiesa vergine, sposa di Cristo. Per questo, non facciamo voti, perché l'essenza della nostra scelta è essenzialmente nella verginità consacrata, che come requisito canonico richiede la verginità fisica.

    Quali promesse fate nelle mani dei vescovi? Emettete anche voi i tre voti di castità, povertà, obbedienza?

    Li viviamo, ma senza specificarli, perché nella nostra vocazione la dedizione totale e verginale a Gesù Cristo racchiude tutto, senza bisogno di specificare. La nostra consacrazione comprende e abbraccia tutto.

    Che significa stare nel mondo come vergini?

    Significa molto quando gli altri lo vengono a sapere. Io sono stata, fino a tre mesi fa, docente di lingua e letteratura. Ho svolto persino incarichi politici in Spagna; sono stata delegata del Ministero dell'istruzione e della scienza. Tutti sapevano e sanno che sono una vergine consacrata. Questo non mi ha impedito di realizzarmi come donna. Ho dovuto dimostrare una grande professionalità, e se si è veramente professionali e ci si aggiorna regolarmente, nell'ambito lavorativo veniamo rispettate in quanto donne e vergini. Per questo la nostra professionalità è molto importante. Possiamo essere medici, avvocati, docenti, l'importante è che la gente noti che c'è qualcosa di diverso dal modo di vivere delle altre donne. Tutto ciò induce coloro con cui veniamo a contatto a interrogarsi. A quel punto, possiamo rivelare la nostra essenza profonda, quella di consacrate a Gesù Cristo, come sue spose. Spesso mi sono trovata in situazioni molto particolari e sono sempre stata valorizzata. La prova è che ho avuto persino incarichi politici.

    Quali sentimenti ingenera nella gente che vive a stretto contatto con voi nella quotidianità?

    C'è curiosità inanzitutto. La maggior parte della gente s'interroga sul nostro modo di vivere. La miglior risposta da offrire alle persone è dimostrare che stai accanto a loro, che puoi aiutarle e che possono confidare in te, perché non le tradirai. E tutto quello che fai, lo fai per Cristo e per loro, perché le ami. È allora che chi ti sta vicino inizia a porsi alcune domande. Comincia a notare che sei una persona libera, che non ti lasci manipolare dalla pubblicità del sesso, che dai grandissima importanza alla sessualità matrimoniale, che consideri importante il matrimonio e lo difendi. E ciò fa sì che la gente s'interroghi, che si ponga domande molto profonde.

    Ci vuole parlare della sua giornata tipo?

    Mi riferisco alla giornata che più o meno conduce ogni vergine consacrata: ci alziamo a un'ora adeguata per poter pregare, alle 6.30 o alle 7 di mattina. Le prime ore sono per il Signore, con la recita delle lodi e la lettura della sacra Scrittura. La Bibbia è il nostro riferimento principale, ispira tutta la nostra condotta. Segue poi il lavoro. Io per esempio, mi sono guadagnata da vivere come docente di lingua e letteratura spagnola. Terminato il lavoro, rientriamo in casa, pranziamo e nel pomeriggio, se non lo abbiamo fatto la mattina, partecipiamo alla messa. Recitiamo poi il rosario, i vespri e trascorriamo in genere un momento di preghiera personale davanti al Santissimo Sacramento. Alla sera la cena, la compieta e il riposo.

    Avete anche incarichi ufficiali in diocesi o comunque nella comunità ecclesiale?

    Molte di noi svolgono un servizio a tempo pieno in diocesi. A volte ci affidano un compito specifico, come occuparci della catechesi parrocchiale o degli esercizi spirituali. Nel mio caso, ad esempio, come ho già detto, rappresento l'Ordo virginum a livello della Conferenza episcopale spagnola, nella commissione episcopale della vita consacrata.

    Come vi rapportate con i vescovi diocesani?

    Non ci sono tanti problemi. Chi conosce a fondo l'Ordo valorizza il carisma che ci anima. L'obbedienza al vescovo rientra nei doveri di ogni cristiano che voglia effettivamente sentirsi unito alla Chiesa e i nostri vescovi ci vogliono inserite nella comunità.

    Avete celebrato nei giorni scorsi un congresso mondiale. Di cosa avete discusso?

    È il secondo congresso promosso a livello mondiale. La partecipazione è stata notevole, in quanto l'Ordo virginum oggi è molto più diffuso rispetto ad anni fa. Abbiamo voluto fare il punto sulla diffusione dell'Ordo virginum nel mondo. Il dibattito serve per conoscerci meglio tra di noi, per condividere i problemi, per superarli, e soprattutto, per cercare il modo di essere sempre più unite. Occorre in primo luogo che siamo unite al nostro sposo Gesù Cristo e, attraverso di lui, alla nostra Chiesa. Questo congresso ci è molto di aiuto per vivere nella gioia, nel cuore della Chiesa e manifestare il nostro amore intenso e ardente a Gesù Cristo.

    Vi è un tempo di prova prima di poter entrare a pieno titolo nell'Ordo?

    C'è un periodo di discernimento, solitamente non inferiore ai tre anni, che serve per conoscere il carisma. È poi richiesto un percorso di studi teologici, in modo di essere in grado di dialogare con il mondo. Infatti, siamo chiamate a rendere conto della nostra vita, perché risulti attraente anche agli occhi degli altri. Ci presentiamo per quello che siamo: donne che non si lasciano manipolare, donne che sono libere per Cristo, per la Chiesa e per i fratelli.

    Perché ha scelto di essere vergine consacrata invece di entrare in una congregazione religiosa?

    Perché mi sembrava che fosse la forma ecclesiale nella quale si rifletteva in modo eminente l'essere sposa di Cristo. Non mi viene richiesto il voto di povertà, mi viene richiesto il matrimonio come sposa di Cristo che esige un innamoramento totale della figura di Gesù di Nazareth. Sono sposa in senso radicale. Nella cerimonia di consacrazione il vescovo ci chiede: "vuoi essere consacrata come sposa a Gesù Cristo?". Bisogna rispondere come nei matrimoni: "sì, lo voglio". Questo sposalizio per noi è importantissimo, è ciò che ci distingue dalle altre forma di vita consacrata. Essere cioè sposa Christi, in modo radicale. Per noi Gesù di Nazareth è colui che è stato capace di farci innamorare profondamente. La nostra consacrazione è l'unica forma di vita consacrata, l'unica in cui si esige il requisito della verginità fisica.

    Che direbbe a una giovane che deve decidere la sua vocazione?

    Io le domanderei: ti attrae la figura di Gesù di Nazareth? Fino a che punto ti attrae? Ti attrae per dedicarti unicamente a lui e per viverlo nel matrimonio? Se pensi che ti attrae unicamente per lui, allora viene il secondo passo. Come vuoi viverlo? Vuoi viverlo unita al tuo pastore, al tuo vescovo, e consacrarti a Cristo come sposa, o vuoi viverlo in un'altra forma di vita consacrata?. Ma soprattutto le direi: guarda bene se sei innamorata di Cristo Gesù. Se Gesù è qualcosa di vivo per te, se ti attrae, se ti entusiasma il suo messaggio, pensaci bene. Devo ringraziare Dio per poter vivere tutto questo, che è una meraviglia.

    La vostra realtà è ben diffusa in Spagna?

    In Spagna l'Ordo virginum è molto conosciuto e la Conferenza episcopale ha espressamente nominato un vescovo consigliere che ci segue e ci fa da riferimento. Siamo più di centosettanta, e tutti gli anni vi sono nuove consacrazioni. Nel mondo siamo più di tremila.

    (©L'Osservatore Romano - 5 giugno 2008)

Discussioni Simili

  1. Ordo Divini Sacrificii Sancti Patris Nostri Joannis Chrysostomi
    Di robdealb91 nel forum Liturgie Orientali
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 11-02-2010, 00:06
  2. Forma straordinaria: Il Nocciolo Teologico
    Di Basilio nel forum Rito Romano nella forma straordinaria
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 11-04-2008, 22:55

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •