Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 84 PrimaPrima 123451353 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 831

Discussione: Enzo Bianchi e la Comunità di Bose

  1. #21
    Moderatrice L'avatar di AntonellaB
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    8,391
    Ringraziato
    384
    Riprendo questo trhead per chiedere se sapete con certezza se la Comunità di Bose ha l'approvazione ecclesiale. Finora a me risulta che abbia solo l'approvazione del Vescovo. E se non ha tale benestare come mai fior di prelati frequentano la fraternità?

  2. #22
    Iuris Utriusque Doctor L'avatar di Canonista
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,879
    Ringraziato
    31
    Citazione Originariamente Scritto da AntonellaB Visualizza Messaggio
    Riprendo questo trhead per chiedere se sapete con certezza se la Comunità di Bose ha l'approvazione ecclesiale. Finora a me risulta che abbia solo l'approvazione del Vescovo. E se non ha tale benestare come mai fior di prelati frequentano la fraternità?
    Non possono (e non vogliono) avere l'approvazione ecclesiale per due motivi:

    1) Hanno due monaci protestanti. Il monaco vescovo ortodosso è invece mancato a gennaio.

    2) Siccome vogliono essere una comunità ecumenica che fa da ponte, preferiscono non essere inquadrati "giuridicamente" in nessuna denominazione cristiana, benchè siano cattolici al 100%.

    Tantissimi prelati la frequentano perchè si vede chiaramente che lo Spirito soffia in quella comunità per vari motivi.

  3. #23
    Fedelissimo di CR L'avatar di a_ntv
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Milano
    Età
    49
    Messaggi
    4,182
    Ringraziato
    9
    Citazione Originariamente Scritto da Canonista Visualizza Messaggio
    Non possono (e non vogliono) avere l'approvazione ecclesiale per due motivi:

    1) Hanno due monaci protestanti. Il monaco vescovo ortodosso è invece mancato a gennaio.

    2) Siccome vogliono essere una comunità ecumenica che fa da ponte, preferiscono non essere inquadrati "giuridicamente" in nessuna denominazione cristiana, benchè siano cattolici al 100%.

    Tantissimi prelati la frequentano perchè si vede chiaramente che lo Spirito soffia in quella comunità per vari motivi.
    Be', c'è anche un terzo motivo, penso
    L'approvazione ecclesiale è necessaria per un nuovo ordine monastico (o altra forma con giurisdizione): serve ad avere giurisdizione, a potersi espandere in altre diocesi, ad essere inquadrati nel codice di diritto canonico ecc.
    Bose non vuole essere un ordine monastico: si ispira direttamente al primo monachesimo, quello dei padri del deserto: non un ordine strutturato e con giurisdizione, ma solo persone che vivono la fede: certo Sant'Antonio non chiese l'autorizzazione al vescovo: andò a vivere nel deserto per pregare, poi alcuni altri di unirono a lui, ma senza fondazioni e autorizzazioni (come invece fece il contemporaneo San Pacomio).
    Per questo basta e avanza il riconoscimento del loro vescovo.

    Sola Scriptura has hindered rather than helped the understanding of Christianity
    Margaret Barker, Biblical scholar



  4. #24
    Moderatrice L'avatar di AntonellaB
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    8,391
    Ringraziato
    384
    Sono andata diverse volte a trascorrere qualche giorno presso la comunità di Bose. Premesso che non viene celebrata la Messa tutti i giorni, la Liturgia dell'Eucarestia domenicale mi lascia un po' perplessa. Il sacerdote che celebra non si siede vicino all'altare ma in mezzo al popolo, il Vangelo è proclamato da una monaca, così l'omelia è letta dalla stessa monaca (una roba noiosissima).
    Ho chiesto spiegazioni per queste differenze che mi sono balzate agli occhi in modo evidente, forse ce ne saranno altre, e mi è stato risposto che, come gli ordini monastici possono adeguare la Liturgia così anche loro hanno impresso un carattere particolare.
    Però mi chiedo come è possibile la convivenza con i protestanti che non hanno la venerazione per Maria e i santi? Infatti non ho mai partecipato ad un rosario.

  5. #25
    Moderatrice L'avatar di AntonellaB
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    8,391
    Ringraziato
    384
    Citazione Originariamente Scritto da miliziotto Visualizza Messaggio
    Questa testimonianza mi lascia basito.
    Si, è così. Confermo. Un mio carissimo amico è infatuato di Bose e ha contagiato pure mio marito. Sabato scorso ,dopo l'ennesimo invito ad andare, l'ho sparata un po' grossa e ho detto che non volevo andare poichè Bose è eretica. Mi sono saltati addosso con i denti canini all'infuori. Però ho poi azzardato a dire che non ha l'approvazione ecclesiale. Ma non essendone così certa ho voluto chiedere a voi notizie.

  6. #26
    Veterano di CR L'avatar di Hortus Novus
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Padova
    Messaggi
    1,165
    Ringraziato
    0

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da AntonellaB Visualizza Messaggio
    Si, è così. Confermo. Un mio carissimo amico è infatuato di Bose e ha contagiato pure mio marito. Sabato scorso ,dopo l'ennesimo invito ad andare, l'ho sparata un po' grossa e ho detto che non volevo andare poichè Bose è eretica. Mi sono saltati addosso con i denti canini all'infuori. Però ho poi azzardato a dire che non ha l'approvazione ecclesiale. Ma non essendone così certa ho voluto chiedere a voi notizie.

    Non hanno l'approvazione e non l'avranno mai salvo eleggere Papa Enzo Bianchi (!), però a quanto so non c'è astio fra Bose e la Santa Sede, e sono liberi di vivere il monachesimo come meglio credono. E in questo non c'è niente di male, può essere che in futuro la visione di fr. Enzo sia apprezzata.

  7. #27
    Vecchia guardia di CR
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    2,357
    Ringraziato
    2
    Io non prendo ordini da nessuno e non devo proprio nulla, mica dipendo da te!

  8. #28
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    provincia milano
    Messaggi
    334
    Ringraziato
    2
    Allargo un po' il fronte, prendendo spunto da qualche passaggio non sempre lineare che origina dalla proposta teologica del priore Bianchi.

    Essere cattolicamente ecumenici nello spirito della Ut Unum Sint, n. 77 di Giovanni Paolo II significa ripristinare l’unità dei cristiani battezzati nella pienezza della nostra fede, non a prezzo di amputazioni più o meno politicamente corrette.

    E’ evidente che una comunione costruita su premesse false è solo una falsa comunione, mentre soltanto la Verità consente la vera comunione. Tema caro agli ultimi due papati, con Giovanni Paolo II che lo mette nero su bianco (Ut unum sint 36).

    In questo ambito, per esempio, una definizione dei “dogmi mariani” non ostacola l’ecumenismo, perché chiarisce appieno il significato attribuito ai singoli aspetti della fede.
    Su questa base dogmatica, perfettamente delineata e senza ambiguità, si costruisce il resto degli accordi. Tanto per continuare nell'esempio, tutta la mariologia non è altro che una chiave di lettura della cristologia e la cristologia non è che una potentissima luce sulla realtà trinitaria di Dio.

    Il dogma ha precisamente il pregio di collocare al giusto posto ogni piccolo tassello delle verità di fede, senza che nessuno le agiti qua e là, talora a sproposito, giusto per creare divisioni: nel caso dei dogmi mariani, essi servono proprio a porre Maria tutta in relazione a Gesù, nel suo essere vero uomo e vero Dio, incarnazione del Figlio, seconda persona divina della Santissima Trinità, del Dio uno e trino. Giovanni Paolo II affermò che “la piena comunione (tra i cristiani) avverrà veramente solo attraverso l’accettazione dell’intera verità in cui lo Spirito Santo guida i discepoli di Cristo. Ogni forma di riduzionismo o di facile compromesso va assolutamente evitata” (Ut Unum Sint, n.36), ribadendo che questo non significa certamente frenare l’ecumenismo, bensì lo preserva dall’accontentarsi di soluzioni fallaci, apparenti e precarie. L’obbligo di rispettare la verità deve andare fino in fondo. E' la legge del Vangelo Ut Unum Sint, n. 79.

  9. #29
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    provincia milano
    Messaggi
    334
    Ringraziato
    2
    Prima che giustamente qualcuno chieda qualche esempio, ne riporto tre per mostrare dove non mi convinece ed anzi crea (con tutte le migliori intenzioni, per carità) quella cortina fumogena che impedisce al dialogo di chiarirsi nella concretezza delle questioni che non sono da guerra santa, ma da verità di fede. Non è la stessa cosa e non si deve scantonare...

    I cristiani non sempre riescono a farsi ascoltare e capire: appaiono dogmatici, fondamentalisti e non solo a causa dell´incapacità di ascolto dei loro interlocutori. E´ questione, infatti, di un linguaggio che sia capace di manifestare come il cristianesimo sia, in campo morale, un umanesimo, come l´etica cristiana sia un servizio alla libertà, alla dignità dell´uomo e alla qualità della vita nella società. (Enzo Bianchi, La differenza cristiana)

    In una società pluralista, tutti sono esposti al confronto e alla critica, tutti obbligati a elaborare ragioni nell’agorà pubblica, e i cristiani devono imparare a esprimersi in termini che non siano né dogmatici, né soltanto sostenuti dalla loro fede, devono usare un linguaggio antropologico, tale da essere comprensibile anche dagli altri e capace di mostrare le “ragioni umane” che sostengono le loro posizioni e le loro scelte. I cristiani non possono condurre le loro battaglie trincerandosi dietro i dogmi e usando come arma la loro dottrina… (Enzo Bianchi, La differenza cristiana)

    Ma proprio questo fa dire che l’umanità è una, che di essa fanno parte religione e irreligione e che, comunque, in essa è possibile, per credenti e non credenti, la via della spiritualità. Spiritualità non intesa in stretto senso religioso, ma come vita interiore profonda, come fedeltà-impegno nelle vicende umane, come ricerca di un vero servizio agli altri, attenta alla dimensione estetica e alla creazione di bellezza nei rapporti umani. Spiritualità, soprattutto, come antidoto al nichilismo che è lo scivolo verso la barbarie: nichilismo che credenti e non credenti dovrebbero temere maggiormente nella sua forza di negazione di ogni progetto, di ogni principio etico, di ogni ideologia. Purtroppo questo nichilismo viene sovente definito relativismo, finendo per confondere il linguaggio del dialogo e del confronto e portando all’incomprensione reciproca. Ed è lo stesso nichilismo che, paradossalmente, può assumere la forma del fanatismo in cui ci sono certezze assolute, dogmatismi, intolleranza che accecano fino a rendere una persona disposta a morire e a far morire. (Enzo Bianchi, La spiritualità degli atei).

  10. #30
    CierRino L'avatar di anacleto
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Novae
    Età
    35
    Messaggi
    5,078
    Ringraziato
    3

    Premi

    news

    È stata oggi pubblicata la nomina del Rev.do Fr. Enzo BIANCHI, Priore della Comunità Monastica di Bose (Italia) a Adiutor Secretarii specialis della XII Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi.

Discussioni Simili

  1. L'opinione di Enzo Bianchi sul Motu Proprio
    Di Anselmo nel forum Rito Romano nella forma straordinaria
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 26-11-2008, 12:14
  2. Enzo Bianchi difende le rogazioni
    Di adelmo77 nel forum Liturgia
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 02-08-2007, 07:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •