Cari ambrosiani, sapreste raccontare in breve la differenza tra il breviario tradizionale e quello attuale?