Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 37

Discussione: Come leggere interamente la Bibbia

  1. #21
    Iscritto
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Italia
    Età
    30
    Messaggi
    155
    Ringraziato
    17
    Ciao a tutti, qualcuno di voi è a conoscenza di un calendario con uno schema biennale o triennale per la lettura della Bibbia?

  2. #22
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    May 2016
    Località
    Puglia
    Messaggi
    19
    Ringraziato
    0
    Citazione Originariamente Scritto da GiovaneCattolic Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti, qualcuno di voi è a conoscenza di un calendario con uno schema biennale o triennale per la lettura della Bibbia?
    ciao, io ne conosco uno con schema annuale,ma che comunque puoi' adattare in base alle tue esigenze.

  3. #23
    Gran CierRino
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    8,783
    Ringraziato
    770

    Premi

    Citazione Originariamente Scritto da GiovaneCattolic Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti, qualcuno di voi è a conoscenza di un calendario con uno schema biennale o triennale per la lettura della Bibbia?
    Sei messaggi prima del tuo in questa discussione è linkato un calendario annuale per la lettura della Bibbia.

  4. #24
    Partecipante a CR L'avatar di Singapore
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Località non dichiarata
    Età
    28
    Messaggi
    755
    Ringraziato
    91
    Si può anche contare le pagine della propria Bibbia, dividere per 365, e si ottiene quanto leggere al giorno per finirla in un anno.

    Oppure contare i capitoli e dividere per 365. I capitoli non sono lunghi uguale, ma pazienza.

    Ovviamente se vuoi fartela durare due anni dividi per due volte 365, ovvero 730; se vuoi fartela durare tre anni dividi per tre volte 365, eccetera.
    Non uso la funzione 'Ringrazia' perché non mi piace. Pregate per me, peccatore.

  5. #25
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Lombardia
    Età
    34
    Messaggi
    1,036
    Ringraziato
    431
    Bho per me la difficoltà maggiore consiste nel trovare un buon commento. In tal senso mai che la Bibbia di Gerusalemme mi sia servita a qualcosa. Trovo anzi abbastanza assurdo che i commenti non prevengano le domande, secondo me ovvie, che a un cristiano vengano in mente.

    Un esempio che mi viene in mente è i cap 32-33 dell'esodo. Cosa mi interessa, se non relativamente, tutta la questione più o meno dotta legata al culto del toro nei culti di quelle terre? Cosa mi interessa sapere se gli uomini sterminati erano 23000 o 3000?
    Che l'idolo fosse un vitello, piuttosto che una gallina è, tuttosommato, un dato trascurabile.

    Ad attirare la mia attenzione è la strage compiuta dai leviti e l'ordalia. È su quello che ho bisogno di un aiuto per comprendere il significato, è lì che uno può errare e interpretare la bibbia in modo fondamentalista. E invece mi pare assurdo che tutte le Bibbie più consigliate (Gerusalemme, Via verità e vita, Tob) non siano di nessun aiuto.

    In questo senso è sorprendente che l'aiuto maggiore mi sia venuto da Bibbie molto più vecchie.
    Ad esempio L'Ugdulena (1859) specifica:
    27. uccidete. Non tutti indistintamente gl'israeliti doveano i Leviti uccidere, ma sol quegli che si mostravano ancora ostinati nel lor peccato, e che non pur per la presenza di Moisè s’erano voluti rimanere dallo stolto proponimento.
    e poco prima sempre L'Ugdulena spiegava come
    E costrignendoli per tal modo a bere insieme la polvere del vitello ch'essi avevano adorato, volle Moisè che ne rinegassero e detestassero il culto; secondo
    le idee e le credenze degli Egizi, i quali tenevano non essere maggior sacrilegio che quello d'ammazzare e di mangiar gli animali da loro adorati. E forse ch'egli volle ancora trar partito dall'azione deleteria di quel preparato d’oro, per mostrar come dannevole e funesta cosa è l'idolatria.
    Marco Sales (1919) invece commenta:
    Diede a bere, ecc. Con questa azione simbolica veniva a mostrare la vanità dell'idolo, e assieme obbligava il popolo a bere per così dire l'oggetto del suo peccato, e portarne tutte le conseguenze per un severo castigo
    e poi:
    27-29. Il castigo. Ognuno uccida, ecc. Tutto induce a credere che si dovessero uccidere solo quelli che venissero colti in flagrante delitto d'idolatria, e si opponessero a Mosè. L'ordine però era di colpire senza pietà e senza misericordia, ancorché si fosse trattato dei proprii parenti e dei proprii amici.
    Utet (1963) commenta:
    25-29. I Leviti si schierano dalla parte di Mosè per reprimere l’apostasia. Questo loro atto di fedeltà, esercitato anche contro i più cari legami, è alla base della loro assunzione alle funzioni sacerdotali. Questo fatto, la cui narrazione laconica non manca di oscurità, è ricordato nell’antichissimo poema del Deut. 33, 8-11. Per giustificare la repressione sanguinosa pensiamo alla situazione di emergenza creata dallo stato di guerra, che giustifica la durezza di certi castighi atti a prevenire la diserzione o la resa. Qui la situazione è analoga: si tratta della sopravvivenza stessa del popolo eletto e del suo destino.
    Ed infine quella che preferisco Bibbia alfa e omega (1995):
    Altra scena impressionante e per noi incomprensibile. Non è il dramma di un giorno; è una scena emblematica, nella quale possiamo leggere forse, tra le righe, le tensioni tra il “clero” gerosolimitano (Aronne e i suoi discendenti) e il “clero” di provincia (la tribù i Levi), che hanno accompagnato le riforme religiose nei sec. VIII e VII, fino alla centralizzazione del culto da parte di Giosia. Qui si esalta la fedeltà dei leviti a Mosè, che si serve di loro zelo religioso per far pulizia, con spietatezza primitiva, tracciando la linea divisoria tra fede e idolatria all'iterno del suo stesso popolo.

    Come tratta la Bibbia di Gerusalmme 2008 la questione?
    32,20 L'acqua è così diventata un’«acqua di maledizione» (cf. Nm 5,11-31). Si tratta di un'ordalia, il che vuol dire che YHWH stesso colpirà i colpevoli, dato che non tutti sono colpevoli o non lo sono nello stesso grado; il castigo per mano dei leviti (vv 25-29) non si riferisce a questo contesto. La conclusione del caso sarebbe indicata al v 35. Dt 9,21 elimina l’ordalia.
    32,25-29 L'episodio, probabilmente fuori contesto, presenta la rivendicazione dei leviti al sacerdozio (v 29) a motivo del loro zelo per YHWH.
    Nella versione dell'opera maggiore della nuovissima traduzione dai testi originali delle paoline (quella con le note integrali) troviamo
    20: Si forma una specie di acqua di maledizione (Nm 5,11-31), anche se non si tratta di ordalia, in quanto tutti sono colpevoli. J vede in questo la pena per il peccato: Dio si incarica di eseguirla. Rje affida ai Leviti l’esecuzione del castigo divino (vv. 25-29).
    21-29: Dt 9,21 spiega il fatto in altro modo. Con l’entrata in scena di Aronne, riprende il racconto Rje, contrassegnato dalla tensione Mosè-Aronne, oltre che Mosè-popolo; e Mosè sarà sostenuto dai Leviti, che si alleeranno a lui. C’è una polemica anti-sacerdotale e antiaaronide (opportunismo o anche paura — per cui cf v. 24 — e quindi accondiscendenza ai limiti dell’apostasia), mentre i Leviti (fedeli custodi dei santuari locali: filone E -D1 ; per cui cf Dt 33,8-11) sono posti in buona luce, zelatori del vero Jahvismo. Per questo sono riconosciuti da Mosè, e deputati agli atti di culto, come i sacerdoti (v. 29; cf Nm 25,7; Dt 33,9).

    Nella versione delle paoline, sicuramente si riesce a ricostruire meglio il senso di questo testo. Mosè infatti pare un pazzo schizofrenico nell'ordine se uno leggesse il testo si trova.
    1) Dio che minaccia di sterminare il popolo perché il popolo ha peccato
    2) Mosè che cerca di placare l'ira divina implorando misericordia
    3) L'ira divina di placa ma si accende quella mosaica che compie una strage presso il popolo
    4) Mosè torna a chiedere pietà per il popolo (che ha appena in parte trucidato)
    5) Dio punisce il popolo

    Il punto non è come leggere la Bibbia per intero, il punto è capirla.

    Grazie alle note integrali delle paoline uno capisce il perché quel testo non torna da un punto di vista logico, ma rimane "indifeso" sul senso teologico.
    Poi legge Gerusalemme e capisce che la questione dell'ordalia è per lo meno discussa fra gli studiosi.
    Utet e alfa e omega sono le migliori (secondo me ovviamente) perché sono le uniche che fanno capire al lettore che lì il passaggio è oscuro. Gli dicono "ATTENZIONE qui non si capisce benissimo, non trarre conclusioni errate", alfa e omega ipotizza che sia una questione di regolazione di conti umana, Utet cerca di far comprendere che è un evento eccezionale.

    Sembra invece incredibile che per aver un abbozzo di spiegazione del significato del bere l'acqua io debba far ricorso ad un commento del 1859. Sia l'Ugdulena che Marco Sales sembrano poi gli unici a preoccuparsi di sottolineare che questa strage non è a senso unico, non è stata un castigo sordo ordinato da Dio in cui tutti i colpevoli sono stati passati a filo di spada. Nel loro commento si fa capire che ai peccatori è stata data la possibilità di redimersi. Quindi forse quella strage è stata una risposta ad un'altrettanto violenta reazione armata della fazione contrapposta.

    Inoltre trovo significativo, questa è però una mia lettura, che l'ira di Dio si placa, quella di Mosè no. Quindi, in qualche modo, pare che l'uomo debba temere più l'ira dell'uomo che non l'ira di Dio. Ogni volta che uno invoca clemenza presso Dio la trova, mentre se la invoca presso gli uomini no. Se è vero che la punizione di Dio è quella espressa nei versi 34 35 noi non sappiamo né se qualcuno morì dopo aver bevuto l'acqua, né se non si debba invece intendere come punizione divina il fatto che non più Dio in persona ma un suo rappresentante, l'angelo, accompagnerà d'ora in poi il popolo verso la terra promessa.

    E qui si sta parlando di un capitolo solo, il 32 dell'esodo. Capitolo che mi ha fatto scartabellare 24 bibbie e un commentario.
    Mi sembra davvero assurdo che tutte sentano la necessità di riportare in nota la variante 23000/3000, mentre solo 2 si soffermano sulla problematica dell'uccidere uno che ha trasgredito un comando divino.
    È davvero così importante sapere come Mosè distrusse il vitello? Dopo la questione del numero questa è evidentemente la seconda preoccupazione dei commentatori. Molte bibbie stanno lì a spiegarmi che forse era di legno solo ricoperto di lamine d'oro, quindi potè effettivamente essere bruciato, altre mi spiegano che Mosè usò la lima per ridurlo in polvere, altre che invece si preoccupano di dire che non era una lima ma un bulino.
    Oppure, mi è davvero così indispensabile sapere che il vitello richiama alla memoria il toro Apis? Questa la terza preoccupazione dei commentatori.

    Per carità più mi spiegano meglio è ma forse dovrebbero darsi una priorità. Prima mi spieghi come devo interpretare un ordine che appare crudele e poi tutto il resto.
    Perché leggere per intero la Bibbia non serve a niente se poi magari assimilo un'idea distorta di Dio e dei suoi comandamenti.

  6. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    Gerensis (15-03-2017), giovampietro (21-06-2018)

  7. #26
    CierRino L'avatar di pongo
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    🏡☝🛐
    Età
    32
    Messaggi
    6,056
    Ringraziato
    1994
    Citazione Originariamente Scritto da chipko Visualizza Messaggio
    Bho per me la difficoltà maggiore consiste nel trovare un buon commento. In tal senso mai che la Bibbia di Gerusalemme mi sia servita a qualcosa. Trovo anzi abbastanza assurdo che i commenti non prevengano le domande, secondo me ovvie, che a un cristiano vengano in mente.
    Dipende tutto dal tuo bisogno di conoscenza. La BG presenta un apparato di note finalizzato quasi esclusivamente alla comprensione critica del testo e non puoi cavarcene una lectio divina come invece è possibile con gli scritti dei Padri, che infatti sono contenuti nell’Ufficio delle letture dopo il brano biblico. Posso consigliarti, per un approccio catechetico, la Bibbia per la formazione cristiana, che però non contiene il testo integrale ma una selezione abbondantemente commentata.

    Per non essere OT, si può continuare qui.
    Ecce Agnus Dei! Ecce qui tollit peccata mundi!

  8. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    chipko (15-03-2017), giovampietro (21-06-2018)

  9. #27
    Marco0
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da GiovaneCattolic Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti, qualcuno di voi è a conoscenza di un calendario con uno schema biennale o triennale per la lettura della Bibbia?
    se hai android questa app in italiano non è male https://play.google.com/store/*** se guardi sul playstore poi ne trovi altre.
    Ultima modifica di Pollo; 15-03-2017 alle 11:14

  10. #28
    CierRino L'avatar di pongo
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    🏡☝🛐
    Età
    32
    Messaggi
    6,056
    Ringraziato
    1994
    Citazione Originariamente Scritto da Marco0 Visualizza Messaggio
    se hai android questa app in italiano non è male https://play.google.com/store/***
    E' la versione dei Testimoni di Geova.
    Ultima modifica di Pollo; 15-03-2017 alle 11:14
    Ecce Agnus Dei! Ecce qui tollit peccata mundi!

  11. Il seguente utente ringrazia pongo per questo messaggio:


  12. #29
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    May 2016
    Località
    Puglia
    Messaggi
    19
    Ringraziato
    0
    io uso questo:

    https://www.bible.com/it

  13. #30
    CierRino L'avatar di pongo
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    🏡☝🛐
    Età
    32
    Messaggi
    6,056
    Ringraziato
    1994
    Citazione Originariamente Scritto da ServodiDio Visualizza Messaggio
    E' la versione protestante "Nuova Riveduta", quindi mancano alcuni libri divinamente ispirati contenuti nel canone cattolico. Personalmente utilizzo questa, la migliore.
    Ecce Agnus Dei! Ecce qui tollit peccata mundi!

  14. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    giovampietro (21-06-2018), Pollo (15-03-2017)

Discussioni Simili

  1. Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 03-07-2012, 09:48
  2. i salmi 53 e 54 si possono recitare interamente?
    Di franci65 nel forum Sacra Scrittura
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 14-07-2010, 20:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •