Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 59

Discussione: Fumare marjuana è moralmente sbagliato?

  1. #1
    Iscritto L'avatar di Fone
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Località
    Bologna
    Età
    27
    Messaggi
    474
    Ringraziato
    80

    Fumare marjuana è moralmente sbagliato?

    Considerando che non è tossica e che l'oms la dichiarata erba medica. Tenendola ben separata da altre sostanze ed essendo critici nella tesi di droga di passaggio, cioè che porta all'abuso di altre sostanze. Se io fumo nel mio privato faccio un così grave danno? Fumare marjuana è moralmente sbagliato? Possiamo discuterne senza che questa discussione venga bloccata perché scomoda?
    Matteo Così, non siete stati capaci di vegliare con me un'ora sola? Vegliate e pregate, affinché non cadiate in tentazione; lo spirito è pronto, ma la carne è debole

  2. #2
    Fedelissimo di CR
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    Italia
    Età
    24
    Messaggi
    4,171
    Ringraziato
    1106
    Citazione Originariamente Scritto da Fone Visualizza Messaggio
    Considerando che non è tossica e che l'oms la dichiarata erba medica. Tenendola ben separata da altre sostanze ed essendo critici nella tesi di droga di passaggio, cioè che porta all'abuso di altre sostanze. Se io fumo nel mio privato faccio un così grave danno? Fumare marjuana è moralmente sbagliato? Possiamo discuterne senza che questa discussione venga bloccata perché scomoda?
    Fumare una sigaretta è moralmente sbagliato? Dipende dai punti di vista: se ne fumi una ogni tanto (il problema è che rischi la dipendenza, ed è difficile stabilire un limite oltre il quale si tratta di semplice sfizio e non di vizio) non costituisce peccato secondo me, proprio perchè il principio attivo della marijuana non è tanto diverso dall'alcol etilico. Il peccato semmai si costituisce nel momento in cui usando le canne arrechi danno al tuo corpo, perchè contiene gli stessi principi cancerogeni delle sigarette comuni.
    Se ho parlato male, dimostra dov'è il male; ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?

  3. #3
    Fedelissimo di CR L'avatar di Amatrixian
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Nella provincia dei 7 laghi
    Età
    46
    Messaggi
    4,077
    Ringraziato
    445
    Fumare una canna è più o meno come fumare una sigaretta E bere un bicchiere di Whiskey.

    DI cosneguenza ritengo che l'uso limitato non sia moralmente sbagliato, per quanto sicuramente non edificante.
    "Che vuol ch'io faccia del suo latinorum?"

  4. Il seguente utente ringrazia Amatrixian per questo messaggio:

    Messa (21-02-2019)

  5. #4
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    7,223
    Ringraziato
    4855
    Citazione Originariamente Scritto da Amatrixian Visualizza Messaggio
    Fumare una canna è più o meno come fumare una sigaretta E bere un bicchiere di Whiskey.
    Non dal punto di vista della legge morale.

    Le sostanze stupefacenti non sono inserite dal Catechismo tra quelle per le quali è richiamato un uso moderato - come il cibo, il tabacco, l'alcool e i medicinali - ma tra quelle il cui uso costituisce "colpa grave" in quanto "causa gravissimi danni alla salute e alla vita umana". (CCC 2291)

    Come nota personale, forse sul tabacco bisognerebbe fare un'ampia riflessione anche in ambito morale (e ci sono già almeno un paio di discussioni che lo fanno) posto che - trascurando i rischi da dipendenza - probabilmente la singola sigaretta è anche più dannosa per la salute del singolo spinello (o almeno così mi dicono.... io l'unica sostanza sulla quale posso parlare con cognizione di causa dell'uso moderato è l'alcool.... fumare, né tabacco né marijuana, è una cosa che non ho mai fatto in vita mia ) .

    Tuttavia, allo stato attuale dell'insegnamento morale, non si può considerare moralmente lecito l'uso della marijuana al di fuori degli scopi medici.


    EDIT

    Citazione Originariamente Scritto da Fone Visualizza Messaggio
    Considerando che non è tossica e che l'oms la dichiarata erba medica.
    Onestamente non sono a conoscenza di questo passaggio.

    Se la comunità scientifica ritiene che sia possibile classificare la
    marijuana tra i medicinali e non più tra le sostanze stupefacenti allora il discorso cambia, perché si va a ricadere tra le sostanze per le quali la legge morale richiama ad un uso moderato, evitando ogni sorta di eccessi che possano causare danno alla salute.

    Il Catechismo non si occupa, ovviamente, di definire che cosa è stupefacente e che cosa no, quello è compito della medicina e della scienza umana.
    Prendo atto della dichiarazione dell'OMS di cui non ero a conoscenza, penso però che nella comunità scientifica non si sia ancora raggiunto un pieno accordo, posto che in molti paesi del mondo è ancora considerata dal punto di vista legale una sostanza stupefacente, seppur classificata tra le cosiddette "droghe leggere".
    Ultima modifica di Carbonate; 21-02-2019 alle 12:36

  6. #5
    CierRino L'avatar di pongo
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    🏡☝🛐
    Età
    32
    Messaggi
    6,614
    Ringraziato
    2372
    Citazione Originariamente Scritto da Fone Visualizza Messaggio
    Considerando che non è tossica e che l'oms la dichiarata erba medica.
    Ammesso che sia così, nel momento in cui ti fai una canna, con o senza aggiunta di tabacco, introduci nel tuo corpo una quantità massiccia di fumo incandescente che ti riempie la bocca e i polmoni. E cosa c’è di sano e piacevole nel sentirsi soffocare dalla combustione di infiorescenze e foglie secche? E mi fermo alla modalità di somministrazione, ma la questione dirimente è se la cannabis sia una droga oppure no. Perché nel primo caso la condanna della Chiesa è puntuale e basta appellarsi al Catechismo della Chiesa cattolica e alla Nuova carta degli operatori sanitari. L'uso di cannabinoidi può essere, come ricorda Carbonate, ammissibile nelle cure pagliative.
    Et ipsi narrabant quae gesta erant in via et quomodo cognoverunt eum in fractione panis

  7. 2 utenti ringraziano per questo messaggio:

    Messa (21-02-2019), TGC (21-02-2019)

  8. #6
    CierRino L'avatar di non_mite
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    catania (sono femmina)
    Età
    29
    Messaggi
    5,099
    Ringraziato
    1517
    Tecnicamente tutti sanno che il modo migliore affinchè la cannabis faccia effetto è la vaporizzazione.

    L'OMS riconosce nella cannabis una possibile cura per i dolori cronici e per i malati di tumore anche utile per stimolare l'appetito (fame chimica). Ma attenzione che i malati di tumore vengono sottoposti anche a radiazioni ed altre terapie che per un individuo sano sono tutt'altro che salutari.

    Detto ciò se a basso contenuto THC (sostanza psicotropa) può avere meno effetti collaterali rispetto ad altri farmaci che agiscono sull'umore.

    Inoltre avere i sensi alterati mentre si guida è assai pericoloso e a differenza dell'alcol non ci sono test non invasivi per misurare il quantitativo di THC nel corpo.

  9. #7
    Fedelissimo di CR L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    55
    Messaggi
    4,332
    Ringraziato
    1369
    Citazione Originariamente Scritto da pongo Visualizza Messaggio
    Ammesso che sia così, nel momento in cui ti fai una canna, con o senza aggiunta di tabacco, introduci nel tuo corpo una quantità massiccia di fumo incandescente che ti riempie la bocca e i polmoni. E cosa c’è di sano e piacevole nel sentirsi soffocare dalla combustione di infiorescenze e foglie secche? E mi fermo alla modalità di somministrazione, ma la questione dirimente è se la cannabis sia una droga oppure no. Perché nel primo caso la condanna della Chiesa è puntuale e basta appellarsi al Catechismo della Chiesa cattolica e alla Nuova carta degli operatori sanitari. L'uso di cannabinoidi può essere, come ricorda Carbonate, ammissibile nelle cure pagliative.
    Bisognerebbe allora definire oggettivamente e senza nessun equivoco cosa sia una droga e cosa no.
    "Chi cerca la verità cerca Dio, che lo sappia o no."

  10. #8
    Iscritto L'avatar di Fone
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Località
    Bologna
    Età
    27
    Messaggi
    474
    Ringraziato
    80
    Sono d'accordo. Ma non bisognerebbe classificare come droga qualcosa che provoca piacere... Come se la vita debba essere sofferenza peuperistica e Nient'altro. Se un adulto ne consuma per ricreazione che male c'è? Non sarebbe meglio che ne abbia la libertà di farlo senza dover essere giudicato?
    Matteo Così, non siete stati capaci di vegliare con me un'ora sola? Vegliate e pregate, affinché non cadiate in tentazione; lo spirito è pronto, ma la carne è debole

  11. #9
    Fedelissimo di CR L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    55
    Messaggi
    4,332
    Ringraziato
    1369
    Citazione Originariamente Scritto da Fone Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo. Ma non bisognerebbe classificare come droga qualcosa che provoca piacere... Come se la vita debba essere sofferenza peuperistica e Nient'altro. Se un adulto ne consuma per ricreazione che male c'è? Non sarebbe meglio che ne abbia la libertà di farlo senza dover essere giudicato?
    Io la definirei come fa il ministero della salute:
    Per droga si intende una qualunque sostanza in grado di cambiare il modo in cui il corpo e la mente funzionano.

    Oppure l'OMS:
    Ogni sostanza, naturale o artificiale, che modifica la psicologia o l’attività mentale degli esseri umani.
    "Chi cerca la verità cerca Dio, che lo sappia o no."

  12. #10
    CierRino L'avatar di non_mite
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    catania (sono femmina)
    Età
    29
    Messaggi
    5,099
    Ringraziato
    1517
    Citazione Originariamente Scritto da Fone Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo. Ma non bisognerebbe classificare come droga qualcosa che provoca piacere... Come se la vita debba essere sofferenza peuperistica e Nient'altro. Se un adulto ne consuma per ricreazione che male c'è? Non sarebbe meglio che ne abbia la libertà di farlo senza dover essere giudicato?
    Infatti per droga si intende qualsiasi cosa crei dipendenza ed alteri le funzioni cerebrali.

    Ora le droghe possono essere più o meno pericolose, creare dipendenza ed avere effetti permanenti sulla chimica del cervello o su qualsiasi altro organo.

    In base alla pericolosità ci può essere una maggiore responsabilità morale nell'assunzione.

    L'importante è non dimenticarsi mai che sono DROGHE.

  13. Il seguente utente ringrazia non_mite per questo messaggio:

    Aleksej (21-02-2019)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •