Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 37 di 47 PrimaPrima ... 273536373839 ... UltimaUltima
Risultati da 361 a 370 di 468

Discussione: Santa Messa di Natale (vigilia, notte, aurora, giorno) - Kalenda

  1. #361
    Sacerdos L'avatar di Laertius
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Maranhão - Brasil
    Età
    36
    Messaggi
    160
    Citazione Originariamente Scritto da Laertius Visualizza Messaggio
    Dopo avere fatto un po' di lettura sull'argomento, provo a presentare, sinteticamente, il complesso calcolo della luna del martirologio (ossia l'età della luna)...
    Dopo sette anni dalla pubblicazione di questo messaggio sul calcolo della "Luna" del Martirologio Romano, aggiorno il post, inserendo nuovamente le immagini che sono stati eliminate dal server che avevo usato. Forse ancora sono utili per qualcuno queste informazioni.


    IL CALCOLO DELL'ETÀ DELLA LUNA

    I - SCOPRIRE IL NUMERO AUREO DELL'ANNO:

    Modus brevis cognoscendi aureum numerum cuiusque anni

    Numero anni de quo quæris, adde unicam unitatem 1. Exempli gratia: 1833 adde 1: summam inde conflatam divide per 19; quod superest, erit aureus numerus ipsius anni: si nihil superest, erit aureus numerus 19.
    (Missale Romanum [1962], De anno et eius partibus).

    Per l'anno corrente il calcolo è questo:

    2016+1 = 2017 > 2017:19 = 106, resto 03 >> numero aureo = 3

    II - SCOPRIRE L'EPATTA DELL'ANNO:

    Per ciascun numero aureo di ogni anno (ci sono 19 anni, il tempo di un ciclo lunare) c'è un'epatta. L'epatta è la quantità di giorni con cui l'anno solare supera l'anno lunare. Il calcolo è complesso, ma è spiegato nel Missale Romanum. Al fine, si ottiene la tabella per il periodo 1900-2199:



    Per il 2016, numero aureo 3, l'epatta è xxi.


    III - SCOPRIRE LA LETTERA DEL MARTYROLOGIUM

    Nella tabella sucessiva, del sito già indicato da Anacleto (qui), si può vedere la corrispondenza tra l'epatta dell'anno e la lettera del martirologio:



    [N.B.: L'epatta xxi corrisponde all'epatta 21 di questa tabella].

    Per l'anno corrente, 2016, l'epatta è xxi e, pertanto, la lettera del martirologio è la "B".

    Nel sito che ho indicato sopra (questo), nel giorno 25 dicembre, c'è l'età della luna (= il numero di giorni trascorsi dalla luna nuova).



    Per l'anno 2016, come già noto, la lettera del martirologio è la "B". Pertanto, la luna del giorno 25 dicembre 2016 è 26: "Octavo kalendas ianuarii. Luna vicesima sexta". Per conferma, si può vedere qui.
    Ultima modifica di Gerensis; 23-12-2016 alle 22:23 Motivo: Ottimo lavoro. Ho sistemato solo un po' di ortografia. Feliz Natal! ;)

    "Pasce Oves Meas. Sequere Me." (Io XXI, 17.19)

  2. #362
    Iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    282
    Come ben sappiamo, le 4 Messe del S.Natale hanno ognuna letture e Vangeli propri.

    Ora, ( non ricordo bene se l'ho letto su un Messalino, oppure direttamente sul Lezionario )come interpretare il fatto che è consentito spostare le letture e il Vangelo da una Messa all'altra, per l'utilità pastorale dell'assemblea?

    E ancora: quale sarebbe l'utilità pastorale dell'assemblea? Forse si ritiene che la gente non sia in grado di capire ciò che viene proclamato nelle varie Messe? E quali sarebbero, se ce ne sono, i motivi pastorali che potrebbero indurre il celebrante ( penso spetti a lui la scelta al riguardo, e non ad un altro) a scambiare le letture ed il Vangelo?

    Voglio dire: se la Messa della Vigilia ci presenta un determinato tema ( la genealogia di Cristo ) , quella della Notte ce ne presenta un altro ( la nascita di Cristo e la sua deposizione nella mangiatoia), quella dell'Aurora un altro ancora ( l'andata dei pastori a Betlemme dopo l'annunzio dell'angelo,a contemplare il bambino Gesù) e quella del Giorno ancora un altro ( il Verbo di Dio che si è fatto carne) ha senso invertire o spostare le varie letture assegnate alle varie Messe, "sacrificando" il tema che queste ci presentano?

    Che ne pensate?

  3. #363
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    50
    Messaggi
    8,711
    Citazione Originariamente Scritto da SolitairWolf Visualizza Messaggio
    Come ben sappiamo, le 4 Messe del S.Natale hanno ognuna letture e Vangeli propri.

    Ora, ( non ricordo bene se l'ho letto su un Messalino, oppure direttamente sul Lezionario )come interpretare il fatto che è consentito spostare le letture e il Vangelo da una Messa all'altra, per l'utilità pastorale dell'assemblea?
    [...]
    La rubrica è presente sia sul Lezionario, sia su qualche messalino (come il mio, il Nuovo Messale Quotidiano di Marietti) ma riguarda solo le Messe della notte, dell'aurora e del giorno; per la Messa vespertina della vigilia, un'altra rubrica stabilisce che per essa si usano le letture sotto riportate (Is 62,1-5; Sal 88 passim; At 13,16-17.22-25; Mt 1,1-25 o la forma breve 1,18-25).

    La possibilità di scegliere le letture da assegnare alle tre celebrazioni consente, sia nell'ascolto sia nell'omelia, di ascoltare e spiegare le diverse sfaccettature del mistero del Natale alla luce dei testi proclamati (altrimenti c'è il rischio che quelli che partecipano solo alla Messa della notte non ascoltino mai il Prologo del Vangelo secondo Giovanni*).

    Nella mia parrocchia, qualche anno fa, il brano di Isaia 9 e il racconto della Natività secondo Luca vennero letti durante la veglia che precedeva la Messa della notte, in questa vennero poi proclamate le letture della Messa dell'aurora.



    *A meno che non partecipino anche a una Messa mattutina del 31 dicembre o a quella della II Domenica dopo Natale, quando questa eventualmente occorre.

  4. #364
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    11,961
    Per completare l'argomento, segnalo che nel rito ambrosiano è consentito solo che:
    "Per una motivata ragione pastorale il formulario di letture del giorno può essere usato nella Messa della notte."
    (Ricordo che nel RA le letture del giorno sono Is 8, 23b-9, 6a - Eb 1, 1-8a - Lc 2, 1-14 ).

    Non sono permessi altri spostamenti.

    Personalmente non ho mai sentito fare questo spostamento.
    Le letture della notte, che vertono sul tema della Luce che viene nel mondo, sono così indicate alla circostanza che qualunque variazione mi sa molto di indebita interferenza e ignoranza liturgica.
    Ma tant'è, le regole sono queste e sicuramente si troverà chi la pensa diversamente.

  5. #365
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Nord :-)
    Messaggi
    1,450

    Messa di Natale di mezzanotte

    Salve a tutti, cosa ne pensate di quest'articolo?

    fonte: http://it.aleteia.org/2016/12/22/imp...anotte-natale/
    Quella era la Messa di Mezzanotte. Era mistica, magica (e lo è ancora). La mia liturgia preferita. Ancora oggi – quando nel freddo della notte ci prepariamo alla processione, insieme ai giovani che reggono solennemente torce e candele, col coro che canta in modo magistrale una storia che già conosciamo – intorno alle 23:55 della Vigilia il mio cuore si gonfia, e i miei occhi si riempiono.

    Questo è il Natale. Lo è sempre stato. E lo sarà sempre.

    Ma è un’esperienza che le persone vivono sempre meno. E ci sono molti bambini che non l’hanno mai vissuta.

    L’altro giorno leggevo di come le chiese offrano messe aggiuntive nella Vigilia, per andare incontro alle giovani famiglie che non possono stare in piedi fino a tardi. Un’opportunità d’oro per le tante persone che non vogliono scomodarsi ad andare in chiesa di mattina, perché ci sono i regali da scambiarsi, bisogna preparare il pranzo e ci sono i parenti da andare a trovare.

    Sono inoltre sempre più le parrocchie in cui la Messa di Mezzanotte è stata spostata verso le 21 o le 22… e dando uno sguardo al Messale Romano ci si rende conto che persino Roma sembra pensare che sia una causa persa. Quella che una volta era davvero la “Messa di Mezzanotte”, adesso è semplicemente una “Messa di notte”.



  6. #366
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Nord :-)
    Messaggi
    1,450
    La mia risposta è banale: per me è più importante partecipare alla Messa senza addormentarsi, come mi è capitato certe volte in passato (non mi basta nemmeno il caffé per svegliarmi).

  7. #367
    CierRino L'avatar di S.Stefano
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Estero
    Età
    66
    Messaggi
    5,151
    Altro esempio di come si svendono tradizioni per cercare di restare sul "mercato", venendo incontro alle supposte nuove esigenze della gente. Strategia perdente. Come se negli anni passati non si fosse avuto sonno a mezzanotte. Era proprio questo il segno più bello : celebrare la nascita del nostro salvatore era più importante del nostro sonno.

  8. #368
    Vecchia guardia di CR L'avatar di TGC
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Torino
    Età
    40
    Messaggi
    2,581
    Concordo, non vedo nel celebrare la messa alle 0.00 esatte un qualcosa di fondamentale. Per carità, nulla di male a farlo, anzi, però ritengo sia molto più importante la ratio sottostante alla messa di mezzanotte che non l'ora esatta.
    Inoltre bisogna tenere conto sia delle giovani famiglie che ad un'ora più consona possono partecipare anche con i bambini sia agli anziani per cui rimanere in piedi fino alle 0.00 e ciò significa tornare a casa non prima dell'1.30, vuol dire molto; poi c'è chi lavora il giorno dopo (forse dell'ordine, sanitari...) e chi ha difficoltà a rimanere sveglio oltre una certa ora.
    Insomma, penso che dalle 21.30 in avanti qualsiasi orario vada bene per soddisfare i motivi teologici e spirituali della messa di mezzanotte.
    Io poi il giorno dopo comunque vado a messa, non mi ritengo "soddisfatto" dall'aver partecipato alla messa di mezzanotte (sia che sia andato a quella delle 0.00 sia che sia andato a quella delle 21.30).

  9. #369
    CierRino L'avatar di S.Stefano
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Estero
    Età
    66
    Messaggi
    5,151
    Citazione Originariamente Scritto da TGC Visualizza Messaggio
    Concordo, non vedo nel celebrare la messa alle 0.00 esatte un qualcosa di fondamentale. Per carità, nulla di male a farlo, anzi, però ritengo sia molto più importante la ratio sottostante alla messa di mezzanotte che non l'ora esatta.
    Inoltre bisogna tenere conto sia delle giovani famiglie che ad un'ora più consona possono partecipare anche con i bambini sia agli anziani per cui rimanere in piedi fino alle 0.00 e ciò significa tornare a casa non prima dell'1.30, vuol dire molto; poi c'è chi lavora il giorno dopo (forse dell'ordine, sanitari...) e chi ha difficoltà a rimanere sveglio oltre una certa ora.
    Insomma, penso che dalle 21.30 in avanti qualsiasi orario vada bene per soddisfare i motivi teologici e spirituali della messa di mezzanotte.
    Io poi il giorno dopo comunque vado a messa, non mi ritengo "soddisfatto" dall'aver partecipato alla messa di mezzanotte (sia che sia andato a quella delle 0.00 sia che sia andato a quella delle 21.30).
    Certamente. Ma mi domando : 20 anni fa eravamo immuni dal sonno, bambini e adulti ? Perché oggi si deve soddisfare oggi bisogno del corpo ? I miei figli a volte crollavano però erano fieri di essere stati alzati fino a tardi per andare alla Messa. Ed eta un segno che c'era Qualcuno più importante del loro sonno.
    Andate in tutto il mondo ad annunziare il Vangelo.

  10. #370
    Vecchia guardia di CR L'avatar di TGC
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Torino
    Età
    40
    Messaggi
    2,581
    Posso capire il tuo ragionamento e anche concordare, ma forse sfugge un concetto di base: per quale motivo andiamo alla messa di mezzanotte? Per poter dire: "siamo andati alla messa di mezzanotte ed esserne fieri" o perché possiamo incontrare il Signore e festeggiarne la sua nascita? Io ritengo la seconda e quindi auspicherei che chi vuole incontrarmi e festeggiarmi sia ben sveglio e anche attento e non sia mezzo addormentato, distratto e stanco
    In conclusione, non si muore se due sere all'anno si va a dormire un po' più tardi (la notte del sabato santo e quella del 24 dicembre), però, al tempo stesso non vedo come un attentato alla Fede o la decadenza dei tempi il fato che la messa del 24 dicembre la si celebri alle 21.30 e non alle 24.00: la Fede non la fanno due ore di differenza né da un lato né dall'altro.

    P.S. A parte le battute, esiste un qualche documento della Congregazione per il Culto Divino indicante l'ora preferibile per la messa della notte del 24 dicembre? O comunque che tratti della questione?

Discussioni Simili

  1. Notte Oscura
    Di caravaggio nel forum Lo Scaffale di CR
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 14-12-2012, 13:07

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>