Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 44

Discussione: Cronache dalla Diocesi Suburbicaria di Sabina-Poggio Mirteto - Anno 2017

  1. #1
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

    Cronache dalla Diocesi Suburbicaria di Sabina-Poggio Mirteto - Anno 2017

    Cronache dalla Diocesi Suburbicaria di
    Sabina-Poggio Mirteto


    ANNO 2016




    Archivio delle cronache della Diocesi Suburbicaria di Sabina - Poggio Mirteto:

    Anni 2011 e 2012

    Anno 2013

    Anno 2014
    Anno 2015
    Anno 2016


  2. #2
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

    Dati Diocesi

    La Diocesi Oggi:
    La sede suburbicaria di Sabina-Poggio Mirteto (in latino: Sabinensis-Mandelensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea della diocesi di Roma appartenente alla regione ecclesiastica Lazio, si divide in 4 vicarie Monterotondo-Mentana, Palombara, Martiri Sabini, Poggio Mirteto-Magliano; è composta da 82* parrocchie.
    In diocesi sono presenti 79* sacerdoti secolari e 27* regolari, 33*** religiosi e 153*** religiose, 8* diaconi.
    La Diocesi ha un estenzione di 918 km² con 200.941** abitanti, situati principalmente nel territorio della provincia romana, di cui 182.478*** battezzati (92,7% del totale) [dato battezzati riferito al 2014 con n° di abitanti di 196.954***].
    (*) dati dall'annuario pontificio del 2016

    (**) dati
    archivio dell'istituto centrale sostentamento del clero, aggiornato a dicembre 2016
    (***) dati 2014

    Storia della Diocesi:


    La diocesi di Sabina fu creata nel V secolo; la sua serie episcopale, infatti, inizia dopo il 415. Essa comprende quella di Foronovo (o Vescovio), Curi (o Torre), e Mentana, che le furono unite nel 984.
    Il 18 settembre 1495 con la bolla Sacrosancta Romana ecclesia papa Alessandro VI trasferì la sede episcopale da Vescovio (oggi frazione di Torri in Sabina) a Magliano Sabina.
    Il 25 novembre 1841 in forza della bolla Studium quo impense afficimur di papa Gregorio XVI il titolo dell'abbazia di Farfa fu unito alla sede di Sabina. Lo stesso giorno fu eretta la diocesi di Poggio Mirteto, ricavandone il territorio dalla sede suburbicaria di Sabina e delle abbazie territoriali soppresse di Farfa e di San Salvatore Maggiore.
    Le due diocesi vennero unite il 3 giugno 1925 con il nome di Sabina e Poggio Mirteto.
    La sua denominazione fu cambiata in quella di Sabina-Poggio Mirteto il 30 settembre 1986.



    Cronotassi recente dei vescovi
    Fino al 1962 i vescovi sono cardinali con il titolo di questa diocesi, a partire da quell'anno ai cardinali è rimasto solo il titolo e le funzioni di giurisdizione sulla diocesi passano ad un altro vescovo.

    Cardinali vescovi di Sabina-Poggio Mirteto



    • Gaetano De Lai † (3 giugno 1925 - 24 ottobre 1928 deceduto)
    • Donato Raffaele Sbarretti Tazza † (17 dicembre 1928 - 1º aprile 1939 deceduto)
    • Enrico Sibilia † (11 dicembre 1939 - 4 agosto 1948 deceduto)
    • Adeodato Giovanni Piazza, O.C.D. † (14 marzo 1949 - 30 novembre 1957 deceduto)
    • Marcello Mimmi † (9 giugno 1958 - 6 marzo 1961 deceduto)
    • Giuseppe Antonio Ferretto † (26 marzo 1961 - 23 maggio 1962 nominato titolare di Sabina e Poggio Mirteto)







    Cardinali vescovi con titolo di Sabina e Poggio Mirteto



    • Giuseppe Antonio Ferretto † (23 maggio 1962 - 17 marzo 1973 deceduto)
    • Antonio Samorè † (12 dicembre 1974 - 3 febbraio 1983 deceduto)
    • Agnelo Rossi † (25 giugno 1984 - 21 maggio 1995 deceduto)
    • Eduardo Francisco Pironio † (11 luglio 1995 - 5 febbraio 1998 deceduto)
    • Lucas Moreira Neves, O.P. † (25 giugno 1998 - 8 settembre 2002 deceduto)
    • Giovanni Battista Re, dal 1º ottobre 2002







    Vescovi di Sabina e Poggio Mirteto



    • Marco Caliaro, C.S. † (23 maggio 1962 - 9 gennaio 1988 dimesso)
    • Nicola Rotunno † (27 febbraio 1988 - 30 luglio 1992 dimesso)
    • Salvatore Boccaccio † (30 luglio 1992 - 9 luglio 1999 nominato vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino)
    • Lino Fumagalli (31 dicembre 1999 - 11 dicembre 2010 nominato vescovo di Viterbo)
    • Ernesto Mandara, dal 10 giugno 2011











    Cattedrale Santa Maria Assunta - Poggio Mirteto


    Cocattedrale di San Liberatore - Magliano Sabino


    Abbazia di Farfa


    Coro dell'Abbazia di Farfa

  3. #3
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

    Il Cardinale

    Cardinale Giovanni Battista Re







    Nato a Borno il 30 gennaio 1934. Entrato in seminario nel 1945, fu ordinato sacerdote da mons. Giacinto Tredici, vescovo di Brescia, il 3 marzo 1957[1].
    Dall'ottobre 1957 si trasferì a Roma, presso il Pontificio Seminario Lombardo, dove frequentò la Pontificia Università Gregoriana, laureandosi in diritto canonico nel 1960.
    Successivamente tornò nella sua diocesi dove fu contemporaneamente docente nel Seminario di Brescia vicario cooperatore nella parrocchia di San Benedetto a Brescia. Venne richiamato a Roma dove frequentò la Pontificia Accademia Ecclesiastica.
    Nel 1963 ricevette il primo incarico quale addetto alla nunziatura apostolica in Panamá. Dal 1967 al 1971 lavorò presso la rappresentanza in Iran.
    Nel gennaio 1971 venne richiamato in Vaticano, alla Segreteria di Stato, come segretario particolare di mons. Giovanni Benelli, allora Sostituto.
    Il 12 dicembre 1979 Giovanni Paolo II lo nominò assessore della Segreteria di Stato. Il 9 ottobre 1987 fu promosso segretario della Congregazione per i Vescovi e segretario del Collegio Cardinalizio. Contestualmente fu ordinato vescovo da Giovanni Paolo II il 7 novembre 1987. Nel 1989 venne nominato Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato.
    Il 16 settembre 2000 fu nominato prefetto della Congregazione per i Vescovi e presidente della Pontificia Commissione per l'America Latina. Ha mantenuto l'incarico fino al 30 giugno 2010, giorno in cui papa Benedetto XVI ha accettato la sua rinuncia ed ha nominato come nuovo prefetto il cardinale Marc Ouellet.
    Lo stesso Giovanni Paolo II lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 21 febbraio 2001 con il titolo dei Santi XII Apostoli.
    Il 1º ottobre 2002 è stato promosso all'ordine dei vescovi con il titolo della Sede suburbicaria di Sabina-Poggio Mirteto.

    Durante il conclave del 2013, in qualità di cardinale elettore primo per ordine ed anzianità, svolge i compiti spettanti di norma al decano del Collegio cardinalizio poiché sia il decano che il vicedecano, rispettivamente i cardinali Angelo Sodano e Roger Etchegaray, non sono elettori, avendo superato entrambi gli 80 anni di età.

  4. #4
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

    Il Vescovo

    Vescovo
    S. E. Mons. Ernesto Mandara








    Nato il 24 luglio 1952, dopo aver frequentato le scuole medie statali a Positano, è entrato nel ginnasio del Seminario Minore della Prelatura di Pompei; in seguito è stato inviato al Seminario Romano Minore e ha continuato la formazione al Seminario Romano Maggiore come studente dei corsi di Teologia presso la Pontificia Università Lateranense e la Pontificia Università Gregoriana, completati i quali ha perfezionato la sua preparazione presso l’Accademia Alfonsiana fino ai corsi di Laurea, a cui ha partecipato mentre era alunno del Pontificio Seminario Lombardo (1978-1979). Ordinato sacerdote il 22 aprile 1978 per l’Arcidiocesi di Amalfi-Cava de’ Tirreni, dal suo Ordinario è stato messo a disposizione come Assistente del Pontificio Seminario Romano Maggiore a Roma, dal 1979 al 1983. Nel 1983 ne è stato nominato Vice-Rettore, ufficio che ha ricoperto fino al 1990. È stato, quindi, Parroco di S. Maria delle Grazie al Trionfale a Roma dal 1990 al 2002 ed anche, per qualche tempo, Prefetto della XXXII prefettura. Dal 10 aprile 1990 è Cappellano di Sua Santità. Dal 2002 è Direttore dell’Ufficio Edilizia Culto e Segretario dell’Opera Romana per la Preservazione della Fede e La Provvista di nuove Chiese presso il Vicariato di Roma.
    Eletto alla Chiesa titolare di Torre di Mauritania e nominato Vescovo Ausiliare di Roma il 2 aprile 2004, ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 5 giugno successivo.

    Il 10 Giugno 2011 viene nominato vescovo della Diocesi Subirbicaria Sabina-Poggio Mirteto.

    Attualmente è Membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione “Santi Francesco d’Assisi e Caterina da Sieda” della C.E.I e Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti C.E.I.


    STEMMA EPISCOPALE
    Come tutti gli stemmi figurati, anche lo stemma di S. Ecc.za Mons. ERNESTO MANDARA, vuole rappresentare, l’origine, il temperamento e l’animo della persona, sia attraverso i colori che con le immagini.
    Lo stemma in questione è troncato in due.
    Nella parte alta è raffigurata una TORRE a due piani portata e finestrata la quale sta a rappresentare lo stemma della CITTÀ DI POSITANO da cui il Vescovo Ernesto proviene.
    Nella parte in basso tre BISANTI D’ORO (monete del primo medioevo chiamate Bisanti, dalla parola Byzantium, Costantinopoli, da dove generalmente venivano) stanno a significare l’accortezza amministrativa del personaggio.
    La STELLA in alto a destra è posta ad evidenziare la particolare devozione alla Madre di Dio.
    Riguardo ai COLORI possiamo dire che l’AZZURRO rappresenta il mare della costiera amalfitana che bagna Positano e l’ORO l’incorruttibilità, l’integrità e lo splendore dell’ingegno.
    Riguardo al MOTTO - QUOD DEI DEO - è ben chiaro che deriva dal discorso che riporta il Vangelo riguardo a ciò che è dovuto a Cesare e quello che si deve al Signore (“Reddite quae sunt Caesaris Caesari et quae sunt Dei Deo” - Cfr Mt 22,21; Mc 12,17; Lc 20,25), ma per così come è tagliata la frase, si vuol ben mettere in evidenza che prima bisogna pensare a Dio in cielo e poi agli uomini di questa terra.

  5. #5
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

    Canali multimediali ufficiali della diocesi


  6. #6
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

    Calendario pastorale 2016-2017


  7. #7
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

  8. #8
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

    Visita Pastorale Parrocchie Gesù Maestro e Santa Lucia - Fonte Nuova


  9. #9
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

    Monastero Invisibile Gennaio 2017


  10. #10
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Fonte Nuova (RM)
    Età
    33
    Messaggi
    610

    Newsletter n° 88 del 12 Gennaio 2017


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •