Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 18 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 172

Discussione: XLIII Meeting per l'amicizia fra i popoli (Rimini, 20 - 25 agosto 2022))

  1. #21
    Iscritto L'avatar di Fabiola
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    244
    Cl è "influente" perché è presente. Opera, si pronuncia, si espone.
    Il Meeting è ,in assoluto, la "fiera" più visitata nel mondo.
    Negli altri paesi accade lo stesso. Certo, in proporzione al numero.
    Ma del resto è ciò che accade, in generale, ai cattolici, pur nelle situazioni in cui sono una piccola minoranza.

    E', se opera. Scriveva Giussani. E l'opera è innanzitutto il cambiamento (la conversione) della persona.

  2. #22
    Ecclesia
    visitatore
    Cl ha anche qualche altra influenza e non ditemi il contrario perchè io all'università ne vedo di cose!!!! Questo senza ledere la stima ed il riconoscimento per le cose buone che fanno per noi studenti...

  3. #23
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Ecclesia Visualizza Messaggio
    Cl ha anche qualche altra influenza e non ditemi il contrario perchè io all'università ne vedo di cose!!!! Questo senza ledere la stima ed il riconoscimento per le cose buone che fanno per noi studenti...
    Ripeto: sia Benedetto il Signore per la loro influenza!

  4. #24
    Ecclesia
    visitatore
    si ma io non o nulla contro di lorp erò qualche atteggiamento non lo condivido e da loro fratello cerdo di poterlo dire...sennò hanno tutta la mia stima per la forza ed il coraggio in cui predicano il Vangelo e si sforzano di essere sempre portatori di valori cristiani...questo è un discorso generale perchè ogni movimento ha le sue pecche, pur resando la ricchezza che ognuno di essi porta. Per esempio è lodevole il lavoro che svolgono al meeting prezioso pericristiani, ma anche per la società in generale che beneficia di un dibattito culturale non indifferente.

  5. #25
    Ecclesia
    visitatore
    Ce ne sono già troppi di sinistra universitaria...appena sono entrato in facoltà mi hanno riservato una brutta accoglienza indicandomi un'aula sbagliata perchè porto come anello una decina del rosario dicendomi:" credi ancora alle favole..." e non aggiungo altro...

  6. #26
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Ecclesia Visualizza Messaggio
    credi ancora alle favole..." e non aggiungo altro...
    Beh, coraggio... ma per noi, tutto sommato, l'esperienza di Cristo è una "bella favola"!

  7. #27
    Ecclesia
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da (vtr) Visualizza Messaggio
    Beh, coraggio... ma per noi, tutto sommato, l'esperienza di Cristo è una "bella favola"!

    Si però bisogna vedere il tono, che in quel caso era dipregiativo!

  8. #28
    VTR
    visitatore

    29° Meeting per l'amicizia tra i popoli (Rimini, 24-30 agosto 2008)

    Presentato il programma del Meeting di Rimini 2008
    Dal 24 al 30 agosto sul tema “O protagonisti o nessuno”


    di Antonio Gaspari

    ROMA, lunedì, 23 giugno 2008 (ZENIT.org).- Protagonisti della propria vita significa “offrire un’ esperienza umana generata dalla fede cristiana che induce speranza”. Così Emilia Guarnieri ha presentato a Roma, mercoledì 19 giugno, la 29° edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli intitolata: “O protagonisti o nessuno”.
    Con le sue oltre 700mila presenze medie, 400 mostre, 3000 incontri, 5000 personaggi, e i circa 850 giornalisti accreditati durante l’ultima edizione, il Meeting è il festival estivo di incontri, mostre, musica e spettacolo più frequentato del mondo.
    Organizzato da 11 persone a tempo pieno e oltre 3.000 volontari, il Meeting è secondo gli animatori di Comunione e Liberazione “un grande evento sociale, una festa, un luogo dove si celebra la gloria terrena di un Dio creatore e amico”.
    “Ma è soprattutto - sottolineano gli organizzatori - un gesto di gratuità: migliaia di persone, di ogni età e condizione sociale, che donano tempo ed energie per realizzare la manifestazione”.
    In merito al tema di quest'anno, la Presidente del Meeting ha spiegato che “se il protagonista di oggi è colui che cerca solo il successo” allora si rischia solo “l'illusione di esserci” in un “triste e vuoto formalismo” alimentato da “scetticismo e cinismo”.

    La Guarnieri ha denunciato questo tipo di “cultura che non educa, che non comunica più il senso della vita”. E se la vita è così fatta, “si diventa passivi, si vive di rimessa”.
    Di qui la provocazione lanciata dal Meeting, che ha l’obiettivo di porre a tema “una sfida positiva”, ovvero, ha precisato la Guarnieri “chiediamoci se oggi esistano uomini capaci di paragonarsi con il reale, scoprendo, rischiando. Persone che attraverso la loro esperienza e il loro lavoro sono in grado di offrire un’ esperienza umana generata dalla fede cristiana che induce speranza”.

    A questo proposito la Presidente del Meeting ha ricordato le parole di don Giussani secondo cui “protagonisti non vuole dire avere la genialità o la spiritualità di alcuni, ma avere il proprio volto, che è, in tutta la storia e l’eternità, unico e irripetibile”.

    Alla presentazione del Meeting è intervenuto Sandro Bondi, Ministro per i Beni e le Attività culturali, il quale ha riconosciuto che “la politica ha oggi bisogno di autentici protagonisti, di testimonianze che siano un esempio perchè capaci di dimostrare coerenza tra ciò che enunciamo e ciò che poi facciamo realmente”.
    Il Ministro ha quindi indicato un “protagonismo che dia un senso alla nostra vita, che abbia un nesso con la radice dell'esperienza umana”.
    Enrico Letta, parlamentare del Partito Democratico, ha parlato del Meeting di Rimini come di una “free zone”, un “luogo di dialogo” dove poter davvero discutere.
    Bernhard Scholz, Presidente della Compagnia delle Opere (Cdo), ha invece toccato il tema dell’emergenza educativa.
    "La questione educativa - ha sostenuto - per noi non è ai margini ma centrale: per questo che faremo alcuni incontri se volete dal punto di vista imprenditoriale, ma che avranno sempre come tema l’educazione”.
    “Sono personalmente convinto – ha aggiunto Scholz - che l’impresa oggi, qualunque essa sia, piccola o grande che sia, sta diventando sempre di più un momento dove il lavoro contribuisce non solo alla formazione, ma anche all’educazione della persona."

    Tra i tanti incontri del Meeting, il Presidente della Cdo ha sottolineato l'importanza delle mostre tra le quali c'è quella sul tema della detenzione e della libertà, alla cui presentazione ci saranno anche il Ministro della Giustizia Angelino Alfano e il capo del DAP, Ettore Ferrara, oltre alle testimonianze di due detenuti e dell’imprenditore cattolico Giuseppe Tovini.

    Tantissimi i testimoni che interverranno, tra cui: il Cardinale Angelo Bagnasco, Presidente della Conferenza episcopale italiana; Cleuza Ramos, responsabile del movimento dei Senza Terra di San Paolo, in Brasile; Marcos Zerbini, deputato al Parlamento dello Stato di San Paolo; il monaco buddhista Shodo Habukawa; Marguerite Barankitse, fondatrice della Maison Shalom, in Burundi, dove vengono accolti gli orfani di etnia tutsi e hutu; l'infermiera ugandese Rose Busingye, che lavora in un centro di accoglienza per ammalati di Aids; e monsignor Paolo Pezzi, Arcivescovo cattolico di Mosca.

    Tra i temi di riflessione sulla storia, si parlerà del '68 e della primavera di Praga, un ricordo di Giovannino Guareschi, un dibattito sui 60 anni della Costituzione, con il sen. Giulio Andreotti e il Ministro Roberto Maroni.
    Un altro incontro ha per tema “Alle radici della diversità. Oltre il multiculturalismo” e vedrà la partecipazione del professore protestante John Milbank e del docente di Teologia Javier Prades López; su “Giustizia e diritti umani” si confronteranno invece l'ambasciatrice USA presso la Santa Sede, Mary Ann Glendon, e il professore ebreo Joseph H. H. Weiler.
    In tema di economia, società e bene comune, ci sarà il confronto “Liberiamo il lavoro”, con il Ministro del Lavoro Maurizio Sacconi e il Segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni; il dibattito sulla sussidarietà per il cambiamento del Paese, con il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno e il Presidente della Lombardia, Roberto Formigoni; il dibattito “Le condizioni della pace”, con il Ministro degli Esteri, Franco Frattini, il Cardinale Jean-Louis Tauran, Presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, e Amre Moussa, Segretario generale della Lega per gli Stati arabi.
    Si parlerà anche di informazione, con i direttori de Il Giornale, del Tg1, de Il Riformista e del Quotidiano Nazionale; di redditi, con lo stesso Enrico Letta e l'amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo.

    In merito alle politiche scolastiche per superare la crisi educativa, il dibattito “Spazio alla scuola”, con il Ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, e la senatrice Mariapia Garavaglia; sul rapporto tra economia finanziaria ed economia reale, interverrà Corrado Passera, di Intesa-Sanpaolo.
    La presentazione del libro “Uomini senza patria” di Luigi Giussani, con scritti sugli anni Ottanta, verrà svolta da Eugenia Roccella, Sottosegretario di Stato al Lavoro, Salute e Politiche Sociali e Bernhard Scholz, Presidente della Compagnia delle Opere.

    E poi tanta scienza e cultura: dai libri alla musica, dalla poesia allo spettacolo, dall’universo al Sole, al clima. In palcoscenico lo spettacolo “La straniera”, tratto da “La Rocca” di T.S.Eliot. Mentre undici mostre saranno altrettanti focus su storia, scienza e letteratura.

  9. #29
    Vecchia guardia di CR L'avatar di WIlPapa
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Venegono Inferiore
    Messaggi
    2,691
    per maggiori informazioni visitare il sito

    http://www.meetingrimini.org
    "Vi scongiuro, sosteniamoci in questo cammino" Card.Angelo Scola

  10. #30
    Vecchia guardia di CR L'avatar di WIlPapa
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Venegono Inferiore
    Messaggi
    2,691
    Sette giorni di incontri e di mostre a Rimini
    «Protagonisti o nessuno»

    Ma non è un reality

    di Silvia Guidi

    "Protagonisti o nessuno". Sembra lo slogan di un quiz tv o di un reality che promette ai concorrenti di diventare ricchi e famosi; una promessa non così difficile da mantenere, visto che un quarto d'ora di celebrità, come ci ricorda la frase più citata di Andy Warhol, non si nega più davvero a nessuno. Gli organizzatori della ventinovesima edizione del Meeting, - che inizia domenica 24 e si concluderà sabato 30 agosto - hanno scelto questo titolo per esprimere esattamente il concetto opposto; guardare cosa si nasconde dietro la dipendenza da celebrità che affligge il nostro tempo e genera moltitudini di epigoni, di ammiratori-fotocopia, di sosia mancati di chi "ce l'ha fatta", riflettendo sul concetto di persona.
    "Se ci domandassimo chi è il protagonista oggi per la mentalità comune dovremmo rispondere che stiamo parlando di un soggetto il cui scopo principale nella vita è il successo" si legge sul sito www.meetingrimini.org. "Senza di esso ci si ritrova privati di una identità precisa, o meglio di quella possibilità di essere riconosciuti che, in qualche modo, sembra dare l'illusione di "esserci" per davvero. Si tratta di un'omologazione che obbliga a seguire in tutto e per tutto le direttive della moda dominante: senza essere socialmente riconoscibili, del resto, oggi giorno non si esiste".
    Si va in televisione, si sogna di diventare cantanti, attori o calciatori famosi, si crea una propria pagina su Facebook o si compra un'isola su Second Life per "esserci", per esistere di più, per vivere una vita più intensa; un desiderio legittimo di felicità e pienezza che rischia però di inseguire risposte parziali e inadeguate. "Che tipo di uomo è quello che insegue a tutti i costi ciò che lo fa distinguere dagli altri? È il divo, ovvero l'uomo che si erge a Dio. Nel tentativo di essere libero vuole possedere la realtà in assoluta autonomia; si ritrova invece schiavo delle circostanze, delle cose e, ovviamente, della riuscita. Tagliato il rapporto con la realtà, prigioniero dell'esito, l'uomo rimane in una condizione di passività umana che lo costringe a esprimersi in un triste e vuoto formalismo". Che cosa invece è più forte della riuscita, meno effimero del successo?
    "Protagonisti non vuole dire avere la genialità o la spiritualità di alcuni" scrive Luigi Giussani, "ma avere il proprio volto, che è, in tutta la storia e l'eternità, unico e irripetibile". Anche in carcere, o in un letto di ospedale, anche prigionieri di un gulag sovietico o della quotidianità apparentemente banale nella grigia periferia di una metropoli. La figura di Solzenicyn, a cui è dedicata una mostra, ci ricorda proprio questo: come ha fatto notare Glucksmann, i suoi libri sono stati dirompenti non tanto perché hanno rivelato l'esistenza dei gulag, ma perché hanno svelato che nei campi era possibile resistere.
    Mostre, incontri e presentazioni di libri sono stati pensati per far conoscere storie di protagonisti, uomini e donne che testimoniano con la loro vita e le loro opere l'esistenza di una positività ultima, concreta e sperimentabile, per la quale vale la pena spendersi, fare sacrifici e costruire: dal "mondo piccolo" di Guareschi alla storia imprenditoriale e umana del beato Tovini, dalla Primavera di Praga alle peonie dipinte in ospedale da Marie Michèle Poncet, passando attraverso i testi di Pavese e la grande musica di Brahms, Schubert, Beethoven, Mozart e Dvorák.



    L'Osservatore Romano - 24 agosto 2008
    "Vi scongiuro, sosteniamoci in questo cammino" Card.Angelo Scola

Discussioni Simili

  1. Il Card. Ratzinger al Meeting di CL del 1990
    Di Concesio nel forum Principale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-08-2009, 14:27

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>