Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 18 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 172

Discussione: XLIII Meeting per l'amicizia fra i popoli (Rimini, 20 - 25 agosto 2022))

  1. #11
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    62,445
    26/08/2007 9.11.57
    Con la presentazione del libro di don Giussani "Certi di alcune grandi cose" si è concluso il Meeting di Rimini



    Si è chiusa iero pomeriggio a Rimini la 28.ma edizione del Meeting per l'amicizia dei popoli organizzato da Comunione e Liberazione. Tema di quest'anno: "La verità è il destino per il quale siamo stati fatti". Alla manifestazione hanno partecipato centinaia di persone: oltre 400 i relatori, 3200 i volontari e un centinaio gli incontri che hanno spaziato tra poltica, economia, cultura e religione. A chiudere l'evento la presentazione del libro di don Luigi Giussani intitolato "Certi di alcune garndi cose". Il volume racconta i dialoghi dei responsabili degli universitari di "Comunione e Liberazione", tra il 1979 e il 1981, con don Giussani, alla ricerca di una verità comune. Ma che cosa è la verità per il fondatore di CL? La nostra inviata a Rimini, Gabriella Ceraso lo ha chiesto a Giorgio Vittadini, presidente della "Fondazione per la Sussidiarietà", che, all’epoca, partecipò a molti di quegli incontri:


    R. – La verità per don Giussani era ed è nella tradizione cristiana la corrispondenza tra le esigenze più vere del cuore, le esigenze di verità, giustizia e bellezza e ciò che si incontra nella realtà. Una presenza che è il cuore della realtà che si vede, che si incontra come lui usava dire e come ripete molte volte in questo libro. Come San Giovanni e Sant'Andrea si accorsero di averla incontrata in quell’Uomo, lui continuava a ripetere: guardate che potete vedere adesso questa verità che continua di fronte a voi. La verità è una corrispondenza tra il cuore e ciò che si vede, che crea questo stupore, questo entusiasmo, questa attrattiva che traspare da ogni pagina del libro.


    D. - Verità è anche esperienza, si è sentito dire in questi giorni del Meeting. Qual è l’esperienza che lei racconta nel libro?


    R. - L’esperienza è proprio il cuore di questa corrispondenza. E' quella di qualcuno affascinato e travolto da questo, tanto è vero che mi ha cambiato la vita. La mia vocazione ad essere Memor Domini nasce proprio durante quegli incontri all’università. Affrontavo dei gravi problemi famigliari, mi affacciavo all’interesse della vita, stiamo parlando degli anni del terrorismo, sentendo in quel momento il fascino di aver incontrato qualcosa di simile a quello che avevano incontrato Giovanni e Andrea: l’esperienza cristiana. Per me è questo incontro che determina tutte le scelte della vita in un continuum che non ha nessuna soluzione di continuità.


    D. – “Certi di alcune grandi cose” rispecchia anche l’identità del popolo di Comunione e Liberazione e l’identità di questo Meeting che si chiude all'insegna di questo libro...


    R. - Riprendendo l’esperienza di quegli anni non è una certezza presuntuosa perché paradossalmente l’ultima parte del libro racconta delle crisi, del Giussani che ci accusava: "Voi non avete lavorato, voi non siete seri rispetto a quello che io propongo". Certi del fatto di avere incontrato qualcosa, non presuntuosi di esserne i padroni, quasi come quando – oserei dire - Gesù attaccava gli Apostoli dicendo: a voi non interessa la verità, vi interessa altro, il potere, ma certi del fatto che di fronte a noi c’è quello che corrisponde al cuore dell’uomo.


    D. – “Certi di alcune grandi cose”: quali sono queste cose?


    R. - Una cosa: la presenza di Cristo che si è fatto uomo e vive in mezzo a noi. Giussani, in mille modi possibili, ci ha fatto percepire che questa non è un’idea, ce l’ha fatto percepire rileggendo, come si vede nel libro, i canti russi dell’armata rossa, facendoci sentire la musica, mostrandoci e raccontandoci le esperienze di tanta gente intorno a noi. Ancora, facendoci riflettere su quello che desideravamo, su cos’era il dolore e il peccato. Di fronte a tutto questo, non si può non dire che c’è qualcosa di eccezionale presente intorno a noi. Il nesso tra i particolari visti nella realtà e la presenza di Dio sta in queste “grandi cose” che accomunano il popolo di CL di oggi e noi che abbiamo incontrato Giussani in quegli anni.


    “O protagonisti o nessuno”. Sarà questo il tema del Meeting del prossimo anno. Ma che bilancio fare dell’edizione appena conclusa? Gabriella Ceraso lo ha chiesto a Emilia Guarnieri, presidente del Meeting per l’amicizia fra i popoli:


    R. – Un bilancio assolutamente positivo. Direi, anzitutto questo Meeting ha dimostrato che lanciare la parola “verità” e chiedere di confrontarsi con questa è qualcosa che attira, che fa incontrare, che fa dialogare, tutt’altro che alzare barricate, tutt’altro che creare climi di intolleranza! Il Meeting è stata un’occasione di grandissimo incontro di carattere internazionale, di rappresentanti di Paesi stranieri che qui si sono incontrati, che hanno incontrato il popolo del Meeting, che hanno incontrato tante realtà di base presenti nei loro stessi Paesi. Quindi, il Meeting è stato occasione perché si costruisse questo. Così come importanti pezzi di dialogo fra musulmani, cattolici, ortodossi, protestanti, ebrei si sono realizzati qui nel Meeting. Quindi, direi, un Meeting che è stato veramente un Meeting per l’amicizia tra i popoli.


    D. – Il tema della verità è stato il filo conduttore. Voi dite, declinata al singolare, mentre il mondo – e lo ha ricordato anche il cardinale Tarcisio Bertone in apertura – preferisce di parlare di “opinioni” andando verso lo scetticismo. Dopo sette giorni di esperienze qui, questo concetto come è maturato, come si è alimentato?


    R. – Io credo che – appunto – l’esperienza di questi sette giorni non abbia neanche per un attimo messo in discussione questa pluralizzazione della verità. Cioè, nessuno si è posto questo problema, perché la verità – direi: per evidenza, perché altrimenti non sarebbe più verità – è una; ci sono percorsi che conducono alla verità; ci sono momenti di incontro, di confronto che conducono alla verità … Ma, veramente, lo dico con grande convincimento, in questa settimana nessuno ha detto che “le verità” avrebbero potuto essere diverse o plurali. Siccome in questo Meeting ci sono stati veramente tanti personaggi di provenienze, culture, esperienze diverse, forse era proprio vero quello che dicevamo all’inizio: che la verità è “la Verità”.


    D. – E attrae, questa Verità?


    R. – Direi che se guardiamo il pubblico del Meeting, se guardiamo tre dati: uno, le migliaia di volontari che sono stati qui a lavorare, attratti da questo; i relatori, che sono qui venuti sollecitati da questo tema e che si sono confrontati su questo; e la vastissima affluenza del pubblico che, appunto, è venuto qui attratto da questo tema. Questo dato, il fatto che questi temi – la ragione, la libertà, la verità – attirano, mi pare che sia un’evidenza.


    D. – Al Meeting ha fatto il suo ingresso la GMG di Sydney. Tra poco, il Papa incontrerà i giovani a Loreto. Per loro, per i giovani, qual è il messaggio che viene dal Meeting?


    R. – Io credo che i giovani al Meeting vivano un’esperienza di conoscenza, di apertura di orizzonti e un’esperienza proprio di tipo educativo. Ecco: credo che tutto questo sia un grande rilancio alla vita, all’incontro con gli altri e alla testimonianza di quello che sono.

    fonte: Radio Vaticana

  2. #12
    Fedelissimo di CR L'avatar di Anselmo
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Nel cuore della ben rotonda verità, che non trema, ma palpita della Sapienza eterna.
    Messaggi
    4,872
    Citazione Originariamente Scritto da Gilbert Visualizza Messaggio
    CASTRATORI DI SIGNIFICATO
    In un mondo in cui è vietato dire “verità”, la realtà diventa superflua, la libertà è indifferenza, il senso del tempo è perduto, l’altro è “tollerato” e l’uomo è soddisfatto. Un maestro del pensiero forte al Meeting

    L'intervento del Prof. Robert Spaemann http://www.ilfoglio.it/pdfdwl/11780000_8.pdf

    P.S.
    Io ieri c'ero. E' stato un incontro davvero eccezionale quello con il filosofo
    vivente più citato da J. Ratzinger.
    Davvero molto interessante, grazie per il link.
    Come è possibile leggere l'intervento di Mons. Negri?
    Initium sapientiae timor Domini
    Prima di parlare, pensa; dopo aver pensato, taci. (P.M.) A star zitti si fa sempre bella figura

    .

  3. #13
    Gilbert
    visitatore

    www.meetingrimini.tv

    Per leggere l'intervento di Mons. Negri temo bisognerà aspettare gli atti.
    Nel frattempo però lo si può vedere e ascoltare a questo indirizzo www.meetingrimini.tv cercando nella giornata del "22 agosto" (in
    alto a destra) tra i video a pagina 3 di quel giorno.
    Ciao

  4. #14
    Gilbert
    visitatore

    A partire dalla mostra del Meeting dedicata a Don Divo Barsotti

    Divo Barsotti, un profeta per la Chiesa d'oggi
    Anticipò di decenni le linee maestre dell'attuale pontificato. E oggi se ne scopre la grandezza, anche grazie a una mostra a lui dedicata. Visse a Firenze, nel vivo dei contrasti del Concilio e del dopoconcilio. Un commento critico del teologo Paolo Giannoni

    di Sandro Magister

    http://chiesa.espresso.repubblica.it....jsp?id=163161

  5. #15
    VTR
    visitatore
    Questi ciellini sono davvero in gamba... dopo i legionari, si intende...!!!

  6. #16
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Lago di Garda
    Messaggi
    28
    Comunione e Liberazione è sicuramente una grande risorsa per la Chiesa, specialmente in Italia.
    Ma fuori dall'Italia invece la situazione quale è? Don Giussani ha colpito anche altrove? Esistono dei "meeting di Parigi" o di altrove?

  7. #17
    Iscritto L'avatar di Fabiola
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    244
    CL è presente in 63 paesi del mondo, in modo organizzato.
    Sono i paesi che hanno seguito quest'anno gli Esercizi Spirituali tenuti a Rimini nel mese di maggio. Per la prima volta collegati da Betlemme anche gli amici di Israele e Palestina.

  8. #18
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Lago di Garda
    Messaggi
    28
    Citazione Originariamente Scritto da Fabiola Visualizza Messaggio
    CL è presente in 63 paesi del mondo, in modo organizzato.
    Sono i paesi che hanno seguito quest'anno gli Esercizi Spirituali tenuti a Rimini nel mese di maggio. Per la prima volta collegati da Betlemme anche gli amici di Israele e Palestina.

    Ah! Interessante! Ma è così forte e, diciamolo senza pudori, influente anche là?

  9. #19
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Abate Mitrato Visualizza Messaggio
    Cl non ha influenze da nessuna parte.
    Ma perchè? Ne avesse tanta di influenza in tanti nostri fratelli anche credenti!

  10. #20
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Lago di Garda
    Messaggi
    28
    Citazione Originariamente Scritto da Abate Mitrato Visualizza Messaggio
    Cl non ha influenze da nessuna parte.
    Letta così la mia domanda poteva sembrare effettivamente contenere un qualche accento negativo, ma così non è.

    CL in Italia è, oggettivamente, influente, nel senso che il pensiero del suo fondatore ha permeato, attraverso i suoi scritti e la stessa organizzazione di CL, strati ampi della società.

    Mi chiedevo se anche altrove il riscontro avuto fosse simile...

Discussioni Simili

  1. Il Card. Ratzinger al Meeting di CL del 1990
    Di Concesio nel forum Principale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-08-2009, 15:27

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>